[Segnalazione] Sognavo di essere Bukowski di Gino Armuzzi

Prezzo: 3.99€
L’editore digitale californiano LA CASE Books pubblica una nuova edizione dell'introvabile romanzo di Gino Armuzzi.

"SOGNAVO DI ESSERE BUKOWSKI": NUOVA VERSIONE DIGITALE PER IL ROMANZO CULT SUGLI ANNI 80 ITALIANI
La prima edizione era introvabile, ora grazie all'ebook torna finalmente disponibile un romanzo cult: "Diretto come un pugno, leggero come una birra chiara alla spina ordinata in pizzeria, godibile dalla prima all'ultima pagina".

(LOS ANGELES - 15.07.2014) - Uscito per la prima volta nel 1994 "Sognavo di essere Bukowski" di Gino Armuzzi è uno di quei romanzi generazionali che lasciano un segno. Vero e proprio fenomeno cult, il romanzo di Armuzzi è riuscito a raccontare in maniera divertentissima la meravigliosa schizofrenia degli anni '80 italiani. A distanza di vent'anni esatti dalla prima edizione l'editore californiano LA CASE Books ne pubblica ora una nuova versione digitale.


Sognavo di esser Bukowski torna dunque finalmente in libreria, anche se nelle librerie digitali. Una vera e propria celebrazione dei vent'anni della prima uscita ma anche una pubblicazione che vuole colmare un vuoto per i lettori: il libro di Armuzzi era infatti introvabile, con la prima rarissima edizione del '94 esaurita da tempo così come la seconda edizione pubblicata da Sperling nel 2004.

"Sognavo di essere Bukowski è un romanzo geniale, divertentissimo e imprescindibile per chi, come me, è nato nella seconda metà degli anni '70" - ha dichiarato Giacomo Brunoro, direttore editoriale LA CASE Books. "Quando abbiamo saputo che era libero da diritti abbiamo contattato Armuzzi e abbiamo subito trovato l'accordo per l'edizione digitale. Si tratta di un testo perfetto per la nostra linea editoriale: ironico, divertente, veloce, staprieno di citazioni pop che lo rendono un testo assolutamente 2.0, anche se poi di fatto è uscito nel 1994. Una dichiarazione di amore e odio per la Milano degli anni '80, quella Milano da bere che continua ancora oggi ad esercitare un fascino che potremmo definire addirittura perverso sul resto d'Italia".
 LA CASE Books ha deciso di pubblicare l'ebook con una cover-omaggio alla storica copertina originale, rielaborando con una nuova grafica digitale l'opera d'arte dello stesso Armuzzi che era stata utilizzata nel 1994.

Una Milano anni ’80 vissuta tra feste a cui imbucarsi e un’improbabile vita universitaria, Sex Pistols e Duran Duran, punk e yuppies, centri sociali e centri di bellezza, gin e whisky, modelle e travoni, Santa Margherita e San Vittore, il Rocky Horror Picture Show al Mexico e le domeniche in curva a San Siro, stiliste e cubiste, tossici senza futuro e snob intellettuali proto-hipster.

Un viaggio dissacrante e irriverente nell’Italia degli anni ’80 insieme a Marino Guzzi, giovane bocconiano senza speranze travolto dalla vita e dai suoi miti: Volevo vivere come Mishima e uccidere come Burroughs. E sognavo di essere Bukowski, buttato qua e là tra i bordelli di Los Angeles, con un bicchiere di whisky in mano e una prostituta accanto.

Commenti