29 marzo 2014

[Recensione] Silver (La trilogia dei sogni#1) di Kerstin Gier


Silver è stata una lettura interessante!! Non mi aspettavo che questo romanzo potesse essere così avvincente. Mi è piaciuto tantissimo! E' qualcosa di diverso e al di sopra delle righe, addirittura dei Sogni. Si, perché è proprio quello di cui si parla nel libro. I sogni oltre ogni subconscio e natura, ove si ci può incontrare e trasformarsi in chi si vuole.

La copertina è adorabile, fantasiosa, misteriosa; descrive precisamente l'interno del libro e i suoi sogni astratti. Il colore attira la vista e rende la mente schiava . Tutto in esso sembra attrarre e posso giurare che anche le righe all'interno, non vi deluderanno.

La storia narra di Liv Silver, una ragazza che dopo molti traslochi si ritrova, insieme alla mamma insegnante, la sorella Mia e la Bambinaia Lottie ad affrontare per l'ennesima volta la traversia che ne deriva. La storia inizia bene e par scorrere velocemente.

Le trecento pagine che seguono sembrano non sentirsi e si leggono d'un fiato. Il romanzo diventa sempre più interessante e quando Liv consocerà quattro ragazzi, della sua scuola, (i più belli e adulati) che avranno occhi solo per lei, la storia si farà ancor più intrigante; tral'altro uno di essi è il fratellastro, figlio dell'uomo di cui la madre s'innamorerà.

Scorrevole, soffice e enigmatico, questo romanzo vi lascerà con il fiato sospeso, come una nuvola di zucchero filato leggera ma tanto dolce. Arduo come la scrittrice abbia potuto stravolgere il mondo dei sogni e ricreare un enigmatico labirinto, pregno di porte e serrature.

Adorabile! A mio avviso da leggere sicuramente! Buona LETTURA!

Trilogia dei Sogni: Silver. (Silber#1)
La porta di Liv(Silber#2)
L'ultimo segreto(Silber#3)

28 marzo 2014

[Anteprima] Profumo di Zagara di Sara Purpura

COLLANA: Romance
USCITA: 5 MAGGIO 2014
GENERE:  Contemporaneo
PREZZO: € 3,90
Girovagando per la rete, ho intravisto questa copertina, che ha attirato la mia attenzione. Un anteprima davvero stuzzicante, visto che la trama è molto interessante. La Casa Ed. non la conoscevo ma l'ho scovata e ho letto che la Genesis Publishing nasce da un’IDEA! “I” con la lettera maiuscola, poiché al suo interno vi sono milioni di pensieri, intenzioni, sogni, magia. Mi piace! Allora ho deciso di farvi vedere questo e-book, spulciando nel loro catalogo, ho trovato dei tratti davvero affascinanti.

Lontana dalla terra che tanto ama ma che l'ha ripudiata, Sofia si sente spoglia della sua identità. Torna in Sicilia dopo quattro lunghi anni, trascorsi in una lenta agonia, che l'ha lasciata arida e incredula di fronte ai sentimenti . Il suo passato la lega a paure inestricabili e, rivivere quell'abuso che l'ha così profondamente cambiata, la mette alla prova un'altra volta. Quello che sente dentro di sé, tuttavia, è un grande coraggio di riaffrontare la sua vita, là dove l'ha lasciata. «È come mettere il rewind» si dice con noncuranza ,sull'aereo che la riporta a casa. «O, nel peggiore dei casi, ripartire da lì.» Dai posti che le sono tanto familiari. Dai suoi genitori, che l'hanno mandata via. Da suo fratello, piccolo allora, ma divenuto uomo in fretta, che serra ancora i pugni per l'ingiustizia subita. Dai suoi amici, che l'hanno dimenticata in fretta e da lui, Marco. L'amore segreto di una vita, che c'è stato pur non capendolo ancora, nel peggiore momento della sua esistenza. L'amore può e loro ne saranno la conferma. Insieme, ripercorreranno ogni tappa difficile, spazzando via i ricordi. Con l'orgoglio di una donna ferita nel profondo, Sofia aggredirà l'omertà e i pregiudizi che l'hanno legata con le loro catene. In una Palermo che l'accoglierà come la figlia che ha perduto, tutto scorre. Giorni lenti, baciati dall'aria della sua terra, che si rincorrono affannati, in attesa di pace. Ma il destino beffardo, non ha ancora finito di giocare le sue carte e rischierà di allontanarla per sempre, dall'unico uomo che abbia saputo scuotere e ribaltare i suoi fragili equilibri. Questa è la storia di un amore celato, svelato e poi vissuto. Di una passione fiorita dal nulla, di un sentimento che urla, implorando di essere ascoltato. Io sono Sofia e questa è la mia storia.

SARA PURPURA nasce a Palermo. Malgrado si definisca “cittadina del mondo” non riuscirebbe a vivere altrove. Consegue il diploma magistrale e coltiva da sempre la passione per la scrittura, ma il destino vuole che lei compia una scelta che la porta a riporre le idee nel cassetto, per un po'. In questo frattempo non smette di scrivere, perché scrivere è il modo in cui si sente libera. Decide di farsi conoscere, tramite i social network e, in fine, trova la sua strada, pubblicando per la Genesis Publishing. Sposata e madre di due figli che adora, Sara ama leggere qualsiasi cosa, anche le etichette degli shampoo al supermercato. Se volete farla felice, regalatele un libro. Se volete vederla arrabbiata, ditele che leggere non serve a nulla. “Chi legge vive storie, che non potrebbe vivere in una vita sola” è il suo motto. Scrive storie che le piacerebbe leggere e si emoziona mentre lo fa, sperando di riversare nei suoi racconti, parte della trepidazione che prova portandole alla luce. Ama i romance, i grandi romanzi d'autore e gli storici. Scrive, legge e ama. La sua vita si ciba di questo.

[Recensione] La quinta onda di Rick Yancey

Buon Pomeriggio cari Lettori!
Oggi parliamo di un libro di cui si è discusso parecchio, il primo volume di una nuova Trilogia Sci-Fi...

Dopo la prima onda, è rimasto solo il buio.
Dopo la seconda, ce l’hanno fatta solo i più fortunati.
Alla terza, sono sopravvissuti solo i più sfortunati.
Dopo la quarta, vale solo una regola: non fidarsi di nessuno.


Di notte, Cassie non può più guardare il cielo stellato con gli stessi occhi di prima; ora sa che loro arrivano da lì, da quegli astri luminosi e distanti, e arrivano per distruggere il suo mondo. Cassie è tra gli ultimi superstiti, sola, in fuga da loro, esseri mandati sulla Terra per sterminare la specie umana: l'unica speranza che le resta è ritrovare Sammy, il fratellino che le è stato strappato dalle braccia. Quando il misterioso Evan Walker si offre di aiutarla, Cassie capisce che deve prendere una decisione: fidarsi o rinunciare alla sua missione, arrendersi o continuare a lottare.

Sapete quei libri che già dalla prima occhiata vi conquistano e volete disperatamente che vi piacciano?
Ecco questo è capitato a me con La quinta onda, la trama mi ha conquistata subito e non vedevo l'ora di leggerlo e amarlo! Ma purtroppo, come spesso capita con quei libri di cui abbiamo altissime aspettative, questo libro non è stato in grado di soddisfarmi completamente...

Ma andiamo con ordine...La storia è ambientata in un eventuale futuro, dove improvvisamente gli alieni attaccano la Terra, attaccano l'umanità attraverso varie fasi: durante la Prima onda un blackout mondiale manda in tilt tutto il sistema; con la Seconda onda terremoti e tsunami distruggono le coste, la Terza onda ha portato epidemie violente che hanno sterminato la maggior parte della popolazione sopravvissuta ai primi attacchi, la Quarta onda ha visto la comparsa di "Silenziatori", alieni mandati ad uccidere la restante parte della popolazione...E la Quinta onda cosa sarà?
E' questo che si chiede Cassie, protagonista del romanzo, una sedicenne che ha perso la sua famiglia durante i primi attacchi e che ora è in cerca del fratellino Sammy, che è stato portato via da alcuni militari sopravvissuti verso un campo chiamato Camp Heaven.

Lungo la strada pericoli e nemici sono in agguato ad ogni angolo e Cassie lo sa bene, tanto che ormai non si fida più di nessuno, neanche dei pochi umani sopravvissuti che le capita raramente di incontrare.
Questo fino a quando non incontra Evan Walker, che le salva la vita, la accudisce e la cura; ma nonostante ciò Cassie non si fida completamente di Evan, ma accetta comunque il suo aiuto per andare a Camp Heaven a recuperare il piccolo Sammy.
Con un fucile in una mano e l'orsacchiotto di Sammy nell'altra, Cassie è pronta ad affrontare la Quinta onda, la più crudele e violenta...

Questo libro potrebbe essere trasformato tranquillamente in film e sono sicura che al cinema renderebbe piuttosto bene, in quanto il ritmo della narrazione è adrenalinico, senza interruzioni e molto adatto quindi alla trasposizione cinematografica!
Per quanto riguarda il romanzo in sè devo dire che la scelta di narrare la storia attraverso vari Pov mi ha lasciato un po' interdetta, perchè il continuo alternarsi dei punti di vista, pur dando una visione più completa dell'insieme, rende il tutto troppo frammentato!
 Quando ci si inizia ad abituare a leggere di un personaggio, l'autore cambia punto di vista,trasportandoci in un'altra mente, in un altro luogo e concentrandosi su un altro aspetto della storia!

I personaggi promettevano bene: Cassie fin dall'inizio mi è sembrata subito un personaggio forte, temprato dalle situazioni che si è trovata ad affrontare e in più di un occasione dimostra tutta la sua forza, tirandosi fuori da situazioni impossibili. Ma con l'avanzare della storia ho iniziato ad apprezzarla meno, perchè fa tutta una serie di passi falsi e sopratutto si dimentica completamente del suo infallibile intuito, che tanto spesso l'ha aiutata!
Insomma lei sa che c'è qualcosa che non va in Evan, lo sente fin dal primo momento in cui lo vede, ma cosa fa?Ignora questa sensazione e quando ormai tutti quanti si sono accorti del segreto che Evan nasconde e sopratutto intuiscono fin da subito qual'è questo segreto, lei invece non ci arriva, insomma dobbiamo arrivare oltre le 400 pagine per farle ritornare un barlume di intelligenza che le suggerisce qual'è la verità!

Per quanto riguarda gli altri personaggi non ho capito l'utilità di Zombi, personaggio che non mi è piaciuto molto, infatti avrei preferito più parti riguardanti Evan, che avrebbero aiutato ad inquadrarlo meglio e a chiarire determinati punti che sono rimasti un po' in ombra e che non vi sto qui ad elencare...
Certo è che la storia si fa leggere, grazie allo stile dell'autore che ti invoglia a voltare velocemente pagina per saperne di più!
L'idea di base mi è piaciuta, l'ho trovata originale e mi è piaciuto anche il modo in cui l'autore ha dato volto agli alieni e ha descritto i loro attacchi!
Non posso dire che La quinta onda non mi sia piaciuto, perchè non è così, diciamo che semplicemente mi aspettavo di più, forse perchè avevo aspettative troppo alte;
comunque sono sicura che leggerò i prossimi volumi della Trilogia, sperando che l'autore sfrutti ancor meglio il potenziale che ha questa storia!

E' difficile fare i piani per il futuro quando il futuro non è mai ciò per cui hai fatto i piani...

Baci...



27 marzo 2014

[Anteprime Sperling] I love Capri di E. Flumeri e G. Giacometti - Mouna di Dan T. Sehlberg

Pagg. 276 € 12,90
Uscita: 8 aprile 2014
DALLE AUTRICI DE L’AMORE È UN BACIO DI DAMA, UNA NUOVA, FRIZZANTE COMMEDIA ROMANTICA TRA STELLE MICHELIN E PAESAGGI DA SOGNO, AMBIENTATA A CAPRI LE AUTRICI SCRIVONO IN COPPIA DA QUASI VENT’ANNI IL LORO  PRECEDENTE ROMANZO È STATO VENDUTO IN GERMANIA (CON UN’ASTA CON 4 EDITORI), SPAGNA, STATI UNITI, POLONIA E ISRAELE

Lui è un famosissimo chef, chiamato il «re del food porn», dal passato misterioso, che gestisce il locale più trendy di Capri.  Lei è una giovane blogger di cucina che ha appena ricevuto da una piccola casa editrice un’offerta favolosa: diventare la  ghost-writer dell’autobiografia dell’inaccessibile cuoco. Costretti così a lavorare gomito a gomito, nella sognante isola di Capri, tra il mitico chef e la blogger se ne vedranno delle belle…

ELISABETTA FLUMERI e GABRIELLA GIACOMETTI sono da tanti anni una collaudata coppia creativa. Autrici di romanzi rosa e fotoromanzi, hanno scritto per la radio e la pubblicità, fino all’approdo al piccolo schermo come sceneggiatrici di note fiction quali ‘Incantesimo’, ‘Carabinieri’e ‘Orgoglio’.

Pagg. 448 € 17,90
Uscita: 1 aprile 2014
IL NUOVO CRICHTON ARRIVA DALLA SVEZIA. MOUNA, IL THRILLER DI DAN T. SEHLBERG HA CONQUISTATO GLI EDITORI DI 20 PAESI E IL CINEMA AMERICANO


Il matematico libanese Samir Mustaf ha creato un sofisticato virus informatico per attaccare il sistema finanziario mondiale. Lo ha chiamato Mouna, come la figlia uccisa da una bomba cinque anni prima. Eric Söderquist, ricercatore all’Università di Stoccolma, ha inventato Mind Surf, un programma rivoluzionario controllabile dalla mente che permette alle persone disabili di navigare in rete senza usare né mani né  occhi. Hanna, la moglie di Eric, dopo aver testato Mind Surf, perde conoscenza, è in coma. Eric è convinto che a infettarla non sia stato un virus biologico, ma un virus informatico. L’unico modo per salvare Hanna è rintracciare il suo
creatore e strappargli l’antivirus. Eric affiancato da una misteriosa compagna si lancia in una disperata caccia all’uomo

DAN T. SEHLBERG è nato a Stoccolma nel 1969, è un  manager di successo. Si occupa di nuove tecnologie e nuovi media. Mouna è il suo romanzo d’esordio ed è la prima parte di un dittico. Alla Fiera di Francoforte del 2012 è stato venduto in 20 paesi. La casa produttrice americana New Regency (Milk, The Illusionist, Sideways) ha comperato i diritti cinematografici).

[Anteprima] Sangue di Drago di AA.VV.

Editore: I Doni Delle Muse
Genere: racconti fantasy e storici
Pagine: 226 Prezzo: 12 euro
Formato: cartaceo
Uscita: 31 marzo 2014
Molte cose si narrano dei Draghi. I poeti cantano di come si siano formati tra le onde del mare infinito o nelle viscere roventi della terra, altri celebrano i loro occhi venefici, i loro cuori che recano potere e immortalità. Ma questo non è tutto.

Tra l'oscurità dei tempi passati e la disillusione di mondi dove la magia non è altro che un lontano ricordo, si sviluppano le trame dei diciannove racconti di questa raccolta, selezionati tra le migliori voci del fantasy italiano, per restituirci nella sua complessità la figura di una delle creature fantastiche più amate di tutti i tempi.

I racconti: 

"Il drago bianco" di Daniele Picciuti
"Il canto delle balene-drago" di Alessandro Renna
"Magia d'amore" di Fabiana Redivo
"Calinen il cacciatore" di Guido Colombo
"Rovesciato" di Marco Migliori
"L'ultima luna dell'inverno" di Dario de Judicibus
"Il drago della piana di Ares" di Lavinia Scolari
"Ormserkr" di Marco Albé
"Drianna e il drago" di Alexia Bianchini
"Senza macchia e senza paura" di Viviana Tenga
"Io e il cavaliere" di Marco Bertoli
"Un peccato antico" di Angelo Ficino
"Tempo di guerra" di Alberto De Stefano
"Il patto" di Elvio Ravasio
"Scuola di cucina" di Marco Gavio de Rubeis
"Come nasce una leggenda" di Alessandro Fusco
"Codarda" di Anna Gili
"Tutto così ebbe fine e tutto così ebbe inizio" di Angelo Berti
"L'ultimo dragoluce" di Demetrio Battaglia

[Speciale] BlogTour Eleinda - Una leggenda dal futuro

Iniziamo questo giovedì con un interessante BlogTour che partirà a breve sul nostro Blog. 
Ricordate Eleinda ve ne ho parlato pochi giorni fa, scritto da Valentina Bellettini.

Le regole per vincere questo libro e seguire il BlogTour saranno semplici .

- Commentare ogni data del Blog Tour
- Essere follower dei Blog aderenti all'iniziativa
- Mettere il like alla pagina Eleinda su Facebook
Per ottenere punti extra, e quindi avere maggiori possibilità di vittoria, potrete anche:
- Condividere il blog tour sui vostri siti/blog/facebook/twitter
- Mettere il like sul sito di Eleinda
Inoltre vi segnalo i blog che ospiteranno questo speciale libro.
1° TAPPA 3 APRILE su La Fenice Book: La realtà nella finzione (i luoghi di Eleinda e altre realtà)
2° TAPPA 10 APRILE su Atelier di una lettrice compulsiva: Draghi del libro e leggende
3° TAPPA 17 APRILE su Le mele del silenzio: Intervista all'autrice
4° TAPPA 24 APRILE su Peccati di penna: La soundtrack di Eleinda
5° TAPPA 1 MAGGIO su Mille e un libro: L'amore in tutte le sue forme (e se l'amato fosse un drago?)
6° TAPPA 8 MAGGIO su TrueFantasy: La recensione del libro
7° TAPPA 15 MAGGIO su Universi Incantati: TEST Quale personaggio di Eleinda sei? (conosciamo i protagonisti!)
8° TAPPA 22 MAGGIO su The Bookshelf: Chiusura del giveaway e premiazione.
Buon Inizio e state attenti, non perdetevi questo libro speciale, con la prima delle tappe, proprio qui sul nostro BLOG. Buona GIORNATA!
 

26 marzo 2014

[Anteprima] Outcast di Alina Bronsky

 Un mondo ostile di cui ignoravi l'esistenza, un padre e una madre che non sono quelli che credevi, un amore possibile che ti cistringe a una decisione difficile... 

Lei è diversa da tutti La sua vita ha uno scopo Se lei è tua madre, tu chi sei?

Copertina originale
Juliana ha 15 anni e vive in una società rigidamente strutturata dove i Normali controllano tutto e si tengono rigorosamente lontano da coloro che si comportano in modo anticonvenzionale. Juliana frequenta il liceo, abita in un quartiere ordinatissimo e segue tutte le regole della Normalità. Suo padre, esempio di omologazione e sua madre, una pittrice per hobby e più originale, sono separati. All’improvviso la madre scompare, la casa è sottosopra e piena di polizia e il padre sembra stranamente tranquillo. Cosa succede? E perché Julie sente suo padre definire sua madre una fata, uno degli essere più temuti e disprezzati dalla società dei Normali? In una corsa contro il tempo Julie dovrà confrontarsi con una realtà ben diversa da quella in cui è cresciuta. Dove le cose e le persone non sono bianche o nere e dove la diversità, l’originalità sono fonti di ricchezza e non cose da combattere. Ma è pericoloso là fuori, violento e pieno di sorprese. Julie ritroverà sua madre? E troverà se stessa? 

Alina Bronsky, classe 1978, è stata una studentessa di medicina e copy pubblicitaria fino al giorno in cui ha inviato il suo manoscritto ricevendo immediatamente un'offerta da tre editori. Apprezzata subito dal pubblico e dalla critica tedesca più prestigiosa, ha ricevuto importantissime nomination a vari premi letterari. Lo «Spiegel» l'ha definita «una delle voci più promettenti della nuova generazione». I suoi romanzi sono in pubblicazione in oltre 15 paesi del mondo, tra cui gli Stati Uniti. In Italia Corbaccio ha pubblicato con successo «Outcast». 


[Anteprima] Un disastro è per sempre di Jamie McGuire

Narratori Moderni
Traduzione dall'inglese di Adria Tissoni
180 pagine € 16.40
DAL 17 APRILE IN LIBRERIA
Abbiamo fatto di tutto per stare lontani.
Ma quando si ama davvero non c'è scelta.
E ora saremo insieme. Per sempre.

Quando si ama davvero è per sempre

“Vuoi sposarmi?” Abby non ha dubbi: è Travis l'uomo che vuole accanto a sé per tutta la vita. Lui è l'unico in grado di leggerle dentro, l'unico a conoscere cosa si nasconde nella sua anima.
“Sì”. La risposta di Travis arriva direttamente dal suo cuore. Quel cuore che ha cercato di proteggere dall'amore per tanto tempo costruendo intorno delle barriere. Fino all'arrivo di Abby a cui è bastato uno sguardo per sciogliere quella corazza.
Qualcosa di speciale li unisce. Ma lei sa bene che i guai non sono mai troppo lontani con un ragazzo come Travis nei paraggi. Per questo hanno davanti una sola scelta per realizzare il loro sogno: volare a Las Vegas.
Quando il fatidico momento si avvicina Abby e Travis inaspettatamente sono nervosi. I loro dubbi si risvegliano all'improvviso: sono giovani e si conoscono da pochi mesi. E soprattutto lui è il ragazzo sbagliato per eccellenza e lei una ragazza in fuga da sé stessa e da un segreto difficile da confessare. Eppure davanti all'altare, mano nella mano, occhi negli occhi, non c'è più nulla da temere. Ci sono solamente loro e tutto quello che li ha portati fin lì: quella scommessa da cui ogni cosa è cominciata, i tentativi di stare lontani l'uno dall'altro, le promesse disattese, la scoperta di essere perdutamente innamorati.
Finalmente sono marito e moglie, per sempre. Sono una cosa sola. Ma ora che il passato tormentato di Travis arriva a chiedere il conto, insieme sanno come affrontarlo. Abby è pronta a proteggere il loro amore contro tutto e tutti e Travis sa come ricambiarla. Perché l'oceano è pieno di onde, ma c'è sempre un porto sicuro a cui approdare. 

Sembra proprio che il pubblico non possa più fare a meno di Abby e Travis. E Jamie McGuire non vuole deluderlo. Dopo il successo senza paragoni di Uno splendido disastro e Il mio disastro sei tu, da mesi nelle classifiche dei libri più venduti in Italia, arriva una nuova avventura per la coppia più tormentata e famosa del momento: Un disastro è per sempre. Quando il sentimento cresce fino quasi a far scoppiare il cuore, il presente non basta più a contenerlo. Si guarda al futuro, a un legame che duri per tutta la vita. Preparatevi, Abby e Travis vi invitano al loro matrimonio.

Recensione "Uno Splendido disastro" - Recensione "Il mio disastro sei Tu -

[Recensione] Into the still blue (Under the Never Sky, #3) di Veronica Rossi

Buona Giornata carissimi Lettori! Ho terminato di leggere in lingua originale anche questa splendida trilogia!

E ora che l'ho terminata davvero non riesco a capire perchè la serie sia stata bruscamente interrotta, pur essendo meritevole, mentre in giro ci sono tantissime "schifezze letterarie"!

Into the Still Blue è il libro conclusivo della Trilogia distopica di Veronica Rossi, che ci narra una storia originale e ben scritta!

In questo libro finale assistiamo finalmente al viaggio verso il Cielo Calmo, l'unico posto sicuro in cui Aria, Perry e gli abitanti delle Maree  e gli Stanziali sopravvissuti al crollo delle Biosfere possono rifugiarsi, al riparo dalle tempeste di Etere, che diventano sempre più violente e distruttive.
Aria e Perry mettono insieme una squadra alquanto improbabile, formata da Stanziali e Outsider, che dovranno mettere da parte l'odio che hanno sempre provato gli uni nei confronti degli altri e collaborare insieme per salvarsi la vita...
Con Aria e Perry partiranno Roar, che distrutto per gli eventi accaduti alla fine del secondo libro, non sembra neanche più lui, e Soren, lo Stanziale, figlio del governatore Hess, che alleatosi con Perry e gli abitanti delle Maree, partirà insieme al gruppo. Scopo principale del viaggio sarà liberare Cinder, tenuto prigioniero dal crudele Sable per le sue capacità, perchè queste sono la chiave per entrare nel Cielo Calmo.

Tra infiniti colpi di scena, sacrifici e promesse infrante che porteranno ad un adrenalinico finale si consuma l'ultimo atto di questa saga...

Ancora una volta Veronica Rossi ha dato il meglio di sè, scrivendo un libro ancora più intrigante dei precedenti due, ben strutturato, con un ritmo narrativo che non da la possibilità al lettore di annoiarsi ma che tiene la sua attenzione alta!

Io che ormai mi sono affezionata a questi personaggi, ho amato lo sviluppo che hanno subito in quest'ultimo romanzo: Aria e Perry sono una delle coppie più belle di cui ho letto, specialmente per quanto riguarda le serie Distopiche, e la loro forza sta proprio nell'essere insieme, infatti è quando agiscono insieme che danno il meglio di sè;devo dire però che questa è una di quelle poche serie in cui i personaggi secondari sono caratterizzati bene quanto i principali: infatti, non a caso, il mio personaggio preferito di questa saga è Roar, che nonostante all'inizio del libro soffra profondamente per quello che è successo, resta comunque un personaggio fantastico, il suo rapporto con Aria e Perry, il fatto che sia sempre disponibile per loro, lo rende un amico eccezionale e devo ammettere che le scene in cui è protagonista sono tra le più belle scritte dalla Rossi!

Pretendo che l'autrice scriva un altro centinaio di novelle dedicate a Roar! Please!

Lo stile dell'autrice, come ho già detto nelle recensioni dei precedenti volumi, è meraviglioso, poetico e riesce a trasmettere al lettore tutte le emozioni e le sensazioni dei personaggi, rendendoli vivi!
Into the Still blue è un romanzo adrenalinico, non c'è un attimo di pausa, in quanto i colpi di scena si susseguono uno dopo l'altro, alcuni del tutto inaspettati e capitolo dopo capitolo si arriva al finale, che io volevo e non volevo leggere...

Perchè quando una storia ti ha catturato come è successo a me con questa Trilogia, da una parte vuoi disperatamente conoscere il finale, sapere se è all'altezza dell'intera serie, ma dall'altra parte non vuoi leggere quel finale, perchè sai che poi dovrai dire addio a personaggi a cui ormai ti sei affezionata!

Ma non dovevo preoccuparmi, perchè il finale che la Rossi ha scritto è perfetto, un bellissimo regalo che ha fatto ai suoi lettori! La trilogia iniziata con Under the never Sky è completa, al suo interno troviamo una storia ben scritta, un'ambientazione distopica originale e ben strutturata, personaggi indimenticabili e perfettamente caratterizzati e uno stile meraviglioso! Quindi se non avete letto questa serie, iniziatela, vi assicuro che non ve ne pentirete!


We all have the potential to do terrible things. But we also have the potential to overcome our mistakes...

25 marzo 2014

[Anteprima] L’inganno della memoria di Gianluca Arrighi

Casa editrice: Edizioni Anordest
Collana: Criminal Brain
Pagine: 240 Prezzo: 12.90 €
Data Pubblicazione:  27-03-2014
Il cadavere di una giovane donna viene ritrovato in un appartamento del centro di Roma. Il corpo presenta orribili mutilazioni, ma è stato ricomposto come per un macabro rituale. Elia Preziosi, enigmatico e scostante pubblico ministero, viene chiamato a indagare sul caso, ma ben presto quello che sembrava essere l’isolato gesto di un folle, si rivelerà il primo di una serie di inquietanti omicidi collegati tra loro da una misteriosa e indecifrabile logica. Sullo sfondo di una Capitale assolata e distratta, Preziosi dovrà affrontare i demoni del suo passato prima di poter giungere alla scoperta della sconvolgente verità. Con L’inganno della memoria Arrighi si conferma uno scrittore di trame nerissime da cui trapela la sua profonda conoscenza del sistema giudiziario e dell’indagine penale. 

GIANLUCA ARRIGHI nasce nel 1972 a Roma, dove vive e lavora. Avvocato penalista di fama, è cultore di Diritto Penale alle università di Roma e Cassino. Considerato uno dei maestri del legal thriller italiano, è autore dei romanzi Crimina romana (2009) e Vincolo di sangue (2012) oltre che di numerose novelle noir pubblicate da importanti quotidiani e settimanali.

[Anteprima] Il Figlio Ribelle di Cristina Zavettieri

Editore: Self-Publishing, Amazon
Genere: Romance, Adult, Storico
Prezzo: 2.99 euro Data di uscita: 8 Aprile 2014
Nel Regno delle Due Sicilie di Ferdinando I di Borbone, si racconta di Federico Dalla Croce e della bella che rapì il suo cuore, Bianca Di Albano. Tra segreti, intrighi, guerre e balli in maschera, l’amore che voleva essere consumato e doveva essere ascoltato. Una storia avvolgente e sensuale tra un anticonformista e ribelle baronetto e una dolce quanto pericolosa donzella in una Napoli vivace e tumultuosa. 

Cristina è una giovane donna nata nell'estremo Sud della Calabria, è amante della scrittura e della lettura da sempre, ma anche del disegno e dell’arte, tant’è vero che sin da bambina, quando ancora non sapeva scrivere, accompagnava le sue storie ai disegni acerbi dei suoi personaggi. Sul mondo del web è conosciuta per aver scritto diversi anni all'interno della piattaforma di EFP (sito italiano di fanfiction e storie originali).
Nel dicembre del 2012 ha esordito con Il Figlio Ribelle (che spera diventerà il suo primo romanzo. E forse c'è riuscita!). Il Figlio Ribelle è la sua storia più conosciuta perché di anteriore pubblicazione, presentata con cadenza settimanale a capitoli come romance sul popolare sito di fanfiction. I generi che preferisce nel mondo della letteratura sono il paranormal, il distopico e il romance storico e contemporaneo. Ha un animo sensibile e sognatore che preferisce stimolare con una buona musica di sottofondo, immergendosi magari nella natura, nei boschi e nelle foreste che – sotto sotto – crede siano incantate.

[Recensione] Sweet love. La ragazza delle torte di Bosca Elena


Inizio questa giornata incerta, col dare la mia opinione su questo libro. Dopo miriadi di vicissitudini, la richiesta, qualche incomprensione iniziale con la Casa Editrice e una quindicina di giorni, è arrivato questo libro. 

A mio avviso devo dire che, appena è giunto fra le mie mani, mi ha colpito, come una bella torta farcita. La copertina è un incanto, ha impresso in essa tutta l'essenza del libro e se non sbaglio, credo sia proprio l'autrice raffigurata con le sue torte.

Sweet Love è un libro frizzante, allegro e divertente. Dal temperamento deciso. Scritto davvero in maniera carina e semplice. Pagine che possono essere lette in qualsiasi momento della vita.

Parla di Wendy o come la chiamano la ragazza delle torte, che dopo aver acquistato una casa a Torino decide di chiedere un aumento per il suo operato; la Titolare un' intraprendente manager di nome "Dora" decide di non esaudire il suo desiderio e lasciarla al suo umile stipendio ma Wendy non è decisa a mollare e si licenzierà rifiutando la proposta. Da lì inizierà la sua avventure, con il sogno di aprire una piccola pasticceria e soddisfare i suoi sogni come quelli della mamma.

La protagonista è spumeggiante, imbranata e dolce (una Bridget Jones nostrana). Sa, come essere incisiva e determinata quando vuole raggiungere i suoi sogni, ne combinerà una più del diavolo ma a sostenerla saranno le sue amiche del cuore. Sempre al suo fianco e pronte a sorreggerla in ogni occasione o misfatto.

Una strana donna le cambierà la vita e la tratterrà a un bivio, cercando di farle stendere le ali e farla volare. Alla fin fine, non dobbiamo credere nel nome ma in ciò che siamo dentro, perché è quello che ci caratterizza per tutta la vita.Credere nei valori veri: l'amore, l'amicizia e la famiglia è fondamentale. Questo libro è come un cupcake dolce, zuccheroso e pieno di praline colorate, che ti lascia in bocca una nota decisa e affascinante . 

La vita sa essere imprevedibile e cambiare ogni istante, siamo semplicemente noi che indichiamo la strada. Buona Lettura e Benvenuti a "Dear Wendy"!


24 marzo 2014

[Recensione] Allegiant di Veronica Roth

Buon Pomeriggio carissimi Lettori!
Oggi provo a parlarvi di Allegiant, un libro che attendevo con ansia ma che mi ha straziato il cuore...

La realtà che Tris ha sempre conosciuto ormai non esiste più, cancellata nel modo più violento possibile dalla terrificante scoperta che “il sistema per fazioni” era solo il frutto di un esperimento. Circondata solo da orrore e tradimento, la ragazza non si lascia sfuggire l’opportunità di esplorare il mondo esterno, desiderosa di lasciarsi indietro i ricordi dolorosi e di cominciare una nuova vita insieme a Tobias. Ma ciò che trova è ancora più inquietante di quello che ha lasciato. Verità ancora più esplosive marchieranno per sempre le persone che ama e ancora una volta Tris dovrà affrontare la complessità della natura umana e scegliere tra l’amore e il sacrificio.

Sapevo che questo libro mi avrebbe distrutta, ma non pensavo che mi ci sarebbero voluti giorni per riprendermi dalla lettura e riuscire a mettere insieme quattro parole per parlarvene!

Al termine di Insurgent, il video della donna divenuta Edith, aveva sconvolto la vita di tutti: la verità era che Chicago e il suo sistema delle Fazioni erano semplicemente frutto di un esperimento, un esperimento volto alla formazione di persone con geni puri, che potessero ripristinare una società con valori più elevati...
Tris e Tobias, insieme a molti altri sono pronti a scoprire cosa c'è oltre i recinti dei campi dei Pacifici, ma una volta oltrepassati quei campi nulla sarà più come prima, perchè forse la realtà che li aspetta è addirittura peggiore della menzogna che hanno vissuto fino a questo momento...

Non voglio dire nulla di più rispetto alla trama o a quello che accade, perchè Allegiant è tutto fuorchè quello che mi aspettavo di leggere!
I personaggi, l'ambientazione e la realtà distopica descritti nel libro sono gli elementi principali che mi hanno sempre attirato verso questa trilogia ed ora che è finita, mi rendo conto che tutto quello che la Roth ha scritto nei precedenti libri, era una preparazione a quello che ci aspettava nel finale...
La storia diviene ancor più complessa, anche grazie al cambio di ambientazione che ho trovato molto interessante e a tratti inquietante nella sua caratterizzazione;
i personaggi a cui ormai mi sono affezionata sono cresciuti, maturati, non sono più le stesse persone che l'autrice ci ha presentato nel primo volume: si trovano ad affronatre situazioni sempre più complicate e a prendere decisioni difficili e sofferte, che li porteranno a dubitare di loro stessi e anche delle loro relazioni interpersonali.

Immagino che una fiamma che brucia con tanta intensità non sia destinata a durare...

 Un po' sapevo che dovevo aspettarmi il peggio, perchè la Roth si è fatta la nomea di autrice sadica, e le morti di alcuni personaggi disseminate lungo il corso del romanzo hanno avvalorato questa tesi e mi hanno sconvolto...
Ma quello a cui non ero pronta era quel finale, perchè me lo sono vista arrivare davanti improvvisamente e non ero pronta!
Non ero affatto pronta a leggerlo, mi ha ridotto il cuore in mille pezzi e mi ci è voluta tutta la mia forza di volontà per andare avanti!

Pur essendoci rimasta male al momento, devo dire però che dopo averci pensato nei giorni successivi ho capito che la Roth non è stata sadica, (ok forse un tantino crudele si XD) ma è stata coerente, coerente con i libri che aveva scritto precedentemente che erano caratterizzati da un forte senso della realtà...
E lo stesso si può dire di Allegiant, che pur essendo un pugno nello stomaco per i lettori che hanno amato la serie, ha un finale giusto, giusto per la storia e in linea con la personalità e il modo di agire dei personaggi!

Allegiant conclude una delle Trilogie distopiche più belle che siano state pubblicate e pur avendomi lasciato l'amaro in bocca, è una lettura che consiglio a tutti, perchè all'interno di questi romanzi sono contenute riflessioni di un certo spessore: l'incoraggiamento a cercare la propria strada e a seguire il proprio cuore a dispetto delle convenzioni, i valori dell'amore e dell'amicizia, l'immenso valore del sacrificio e infine l'incoraggiamento che la stessa Roth lascia a tutti i suoi lettori: Siate coraggiosi!

La vita ci ferisce tutti quanti. 
E non c'è modo di sottrarsi ai suoi colpi. 
Ma ora sto imparando un'altra cosa: 
possiamo guarire, se ci curiamo a vicenda...

Baci...

23 marzo 2014

[Movie Review] Saving Mr. Banks


 "Vento dall'est la nebbia è là, qualcosa di strano fra poco accadrà. Troppo difficile capire cos'è ma penso che un ospite arrivi per me."
 So che di solito ci dedichiamo ai libri ma questo film è talmente meraviglioso che non potevo non parlarvene.

Mi ero ripromessa di adare a vederlo e l'ho fatto. Non so chi di voi abbia visto Mary Poppins (il famoso film di animazione) io di di sicuro l'avrò visto miliardi di volte quando ero piccola e ancora oggi non mi esimio dall'inserire il DVD e guardarlo. Adoro lettermente quel film è uno dei miei preferiti.

Saving Mr. Banks descrive proprio la salvezza del personaggio che è il protagonista di Mary Poppins. Il padre dei due bambini, un uomo integro e con una dignità ferrea.

Il film parla dell'autrice che ha scritto il libro, la Signora P. L. Travers. La sua vita costellata da problemi l'ha portata a divenire una donna dura, severa con la vita, con gli altri e con se stessa. Il padre l'ha cambiata e da bambina di buone speranze è divenuta arcigna. Non credendo più nei sogni si è rinchiusa in se stessa ma il suo denaro scarseggia e dopo diciotto anni che il Signor Disney le chiede i diritti d'autore per il suo libro, lei è indecisa sul da farsi, inizierà  a riflettere sul suo futuro  e da lì inizierà la sua avventura.

Il film è favoloso, intenso a tratti severo ma ho adorato letteralmente la scrittrice e la persona che si definisce così ironica e severa. Non l'ho odiata, l'ho capita e l'ho biasimata per i suoi gesti.


Credo che questo sia uno dei più bei film che abbia mai visto quest'anno. Sentito e vivo. Ricalca anche la vita di Disney che non è stata per niente semplice e ci fa capire che per arrivare da qualche parte bisogna per forza sgobbare e lavorare . Per diventare le persone che siamo, dobbiamo forgiarci e battere con la testa contro il muro, talmente tante di quelle volte che forse alla fine qualcosa di buono ne uscirà. Il bravissimo Tom Hanks (Walter Disney) ha saputo interpretare il suo ruolo con maestria e non è stata da meno la protagonista Emma Thompson (Pamela Lyndon Travers), lasciando la ruvidezza dei personaggi da parte, mescolando abilità nella recitazione e nei gesti.

Voto pieno per Saving Mr. Banks. Voto pieno per la scrittrice P. L. Travers e per Disney che ha saputo destreggiarsi in quest'impresa, non volgendo le spalle, come avrebbe potuto fare visto l'importanza dell'uomo che era ma si è inchinato e ha rincorso un sogno che aveva fin da troppi anni. Complimenti! La Disney non si smentisce mai. BUONA VISIONE!

22 marzo 2014

[Anteprima] Teufel, il Diavolo di Eilan Moon e Antonella Ghidini

TITOLO: Teufel, il Diavolo
AUTRICI: Eilan Moon, Antonella Ghidini
Uscita: E-Book 31 Marzo 2014
Cartaceo Aprile 2014
PAGINE: 280 circa PREZZO: 2,99 euro
Mi chiamo Irína Volkova ed ero una ragazza felice e con molti sogni da realizzare. Ma una notte sventurata mi ha rubato tutto ciò che avevo e le persone che amavo. Da quel momento a Sovodky era rimasto solo il nulla per me e la mia anima gridava di scappare e non tornare mai più. E così ho fatto. Ma in quel paesino c'è ancora lui che mi aspetta in silenzio, che attende il mio ritorno. Anche io vorrei riabbracciarlo: Dima è tutto ciò di cui ho bisogno, ma rappresenta anche la vita che ho perduto e che non mi apparterrà mai più. Finché so che mi aspetta, io non posso sperare di dimenticare il dolore: devo liberarmi per sempre di quella vita e a questo scopo devo dirgli addio, non posso escogitare continue scuse per rivederlo. La decisione è ormai presa e non tornerò sui miei passi. La sofferenza è troppo grande, così intensa che in alcune occasioni ho desiderato la morte. Nessuno può capirmi nemmeno Dima, l'altra metà del mio spirito. Ma il destino non è d'accordo con me, forse qualcuno ha udito il grido soffocato della mia anima e quel qualcuno ha un nome: Teufel.

Chi è Teufel?
Unprotagonista unico e indimenticabile, per una sconvolgente storia che rimetterà in discussione tutto ciò che avete sempre pensato sul sacrificio e sulla forza del branco. E voi cosa scegliereste tra la sicurezza di coloro che amate e la salvezza di un innocente che ha bisogno del vostro aiuto? Teufel ha scelto!

Eilan Moon nasce a Milano il 25 giugno 1980, dopo il liceo classico si getta subito nel mondo del lavoro. Scrive e legge da sempre. È la creatrice del blog letterario STORIE DI NOTTI SENZA LUNA (dove potrete assaggiare gratuitamente alcune sue brevi storie horror e paranormal fantasy).
Il suo vero e unico sogno è poter permettere ad altri, attraverso i suoi racconti, di poter viaggiare con la fantasia e, almeno per un breve periodo, staccarsi dai problemi giornalieri e fare sognare. Non si definisce una scrittrice bensì di sé dice di essere una cantastorie.
R.I.P. Requiescat In Pace è il suo romanzo d’esordio. Dopo diverse proposte editoriali che ha però scartato, decide di autopubblicare questa sua prima favola gotica.

[Anteprime Grandi e Associati] L'ombra di Achille di Mario Muda - La superficie dell'acqua di Massimo Volta

L’ombra di Achille di Mario Muda è più di un romanzo d’amore. È un romanzo sull’amore, dentro l’amore, immerso nell’amore.

Jacopo Farnese è un eterno ragazzo assetato di vita, di slanci, di aneliti di libertà che solo le fughe in mare a bordo della sua barca a vela sembrano di tanto in tanto fargli assaporare. Jacopo per tutta la vita insegue una donna cercandola in tutte le donne, senza mai raggiungerla e sperperando nella sua ricerca impossibile un patrimonio infinito di sogni, emozioni, affetti e sentimenti. Finché, quando la passione che lo divora sembra sul punto di concedergli una tregua regalandogli un nuovo equilibrio grazie a una donna e a una bambina che hanno bisogno di lui e gli offrono un amore che lui non ha mai conosciuto, una nuova nemica, subdola e velenosa, la Malattia, travolge il suo estremo tentativo di riscatto.

Sarah ha quattordici anni, è al primo anno di liceo, ama nuotare e difende gelosamente i suoi segreti. Da sola, circondata da adulti distanti anni luce da lei, cerca di capire se stessa e gli altri in quell’età misteriosa che si chiama adolescenza, tra il ricordo della magia dell’infanzia e il freddo di un inverno che ha il sapore dell’età adulta.

Un viaggio nella mente e nel corpo di una ragazza, tra amori delicati e inquietanti pericoli, tra dolcezza e violenza, come una favola oscura in una città senza nome che è uguale a ogni altra città che conosciamo. Senza dimenticare mai quella bacchetta magica che, ben nascosta in fondo al mare, ci ricorda che siamo fatti non solo d’ombra ma soprattutto di luce.

[Recensione] Calisadia -Libro Primo- di Giuseppe Menconi

Cinque Typewriters
Vediamo ho concluso questo tomo ieri sera con una bel calice di vino rosso! (si ci voleva per concludere degnamente questa storia)

Devo fare una distinzione a monte e suddividere le varie categorie di libri che leggo, questo va prettamente nella sezione fantasy e fra tutti quelli che ho letto, a mio avviso, prende la maggior parte dei miei voti. Un bel giudizio pieno e deciso. 

Lo scritto mi è piaciuto tanto e a differenza di molti altri fantasy; non mi sono persa nei meandri dei nomi,delle capitali e delle razze che potrebbero sembrare infinite. E' tutto chiaro, preciso e suggestivo.

La copertina è spettacolare, quel nero deciso fa risaltare i volti schermati dalla guerra, rendendoli quasi reali al tocco. In essa i principali protagonisti, almeno in questo libro. (Credo che sia stata curata e disegnata da Silvia o Sethi come si fa chiamare)

LE VIVERNE sono la mia razza preferita, forti decise, sfrontate, incuranti del pericolo e di ciò che le va contro. Occhi vivi nelle varie tonalità del limone, giallo intenso o sbiadito. Anche se, mi ritrovavo molto spesso nei PALADINI, principi ferrei e voto al proprio Dio, sono i principi fondamenti di questi eroi (salvo alcuni mentecatti) .
Araldica del Naavor

Dal sapore antico, l'autore anche se si è auto-pubblicato, ha saputo ricreare perfettamente un mondo magico e spietato. La passione che sgorga dalle sue parole è vera e sentita. Ogni singolo capitolo lascia l'amaro in bocca, cercando di indurti a proseguire. La guerra impazza, fra gli imperi del Naavor e del Taldamian, per contendersi il confine.Una cospirazione nel cuore del Taldamian rischia di far cadere l’ordine imposto dall’imperatore.

Miriade di storie frapposte ma ben centrate in unici personaggi, che raccontano ognuno dal proprio punto di vista come possa essere accaduto il tutto. Gli stati d'animo in subbuglio, le teste fracassate, le clessidre che passano inesorabili nella lotta a cercare di sopravvivere sono infinite. L'aroma acre della terra che passa sotto il naso, si sente viva. La guerra, la caduta, i morti e le parole violente sono messe tutte al posto giusto. Anche se qualche volta vengono usati termini forti, li trovo perfettamente in tono con ciò che è il personagigo e la sua storia.

I volti che scorrono, devastati dalla sofferenza sono strazianti . La morte di uno dei personaggi mi ha turbata e davvero non credevo potesse essere così, fino all'ltimo ho sperato e ancora spero. Carattere forte e deciso della VIVERNA protagonista, che ho adorato letteralmente. Vorrei quasi essere come lei, nonostante tutto riesce a sopravvivere. In definitiva ho amato ogni singola parola e questo libro merita di essere in vetta. DA LEGGERE , per gli amanti del Fantasy, per chi ama l'avventura, le guerre e la lotta !! Qui troverete tutto in un unico romanzo. BUONA LETTURA!!


21 marzo 2014

[Recensione] La miscela segreta di casa Olivares di Giuseppina Torregrossa

Buon pomeriggio carissimi Lettori!
Ho finalmente ricevuto anch'io la mia copia di Allegiant! Inutile dire che appena il corriere me l'ha messo in mano,mi ci sono letteralmente fiondata sopra e l'unica cosa a cui riesco a pensare è : LEGGI!

Faccio una breve,brevissima pausa per parlarvi di questo romanzo, il cui argomento a quest'ora è piuttosto azzeccato...

Nel cuore di Palermo, sotto il grande appartamento degli Olivares, batte il cuore di un drago fiammeggiante: è la macchina che tosta dalla mattina alla sera il caffè, spandendo per le vie del quartiere un profumo intenso fino allo stordimento. È tra le pareti della torrefazione che cresce Genziana, il più bel fiore tra i figli di Roberto Olivares, che ha chiamato come lei la qualità più pregiata di caffè. La vita scorre nell'abbondanza e nella certezza che il futuro non riservi sorprese perché Viola - sensuale e saggia matriarca - sa prevederlo leggendo i fondi di caffè. Ma proprio quando Genziana si appresta alla fioritura della giovinezza irrompe la guerra, e con essa la fame e la distruzione destinate a cambiare per sempre le sorti della città. Improvvisamente Genziana si ritrova sola, il grande drago sbuffante è costretto a fermarsi. Palermo, intorno, è un immenso teatro di macerie, una meravigliosa creatura ferita che deve capire come rinascere dalle proprie ceneri. «La tua fortuna saranno le femmine, la tua sicurezza il caffè» aveva detto Viola alla figlia scrutando il fondo della sua tazzina. Armata unicamente di queste parole, Genziana compie un lungo cammino, che la porta lontano senza mai allontanarsi dai Quattro Mandamenti di Palermo. Una folla di personaggi umili ma capaci di profonda umanità, l'incontro con una donna venuta dal Nord, le attenzioni del mafioso Scintiniune, l'amore per Medoro: tutto sarà per lei lievito di cambiamento. Eppure, solo ascoltando il proprio respiro Genziana troverà quello che cerca. Solo tostandosi, come un chicco verde di caffè, e poi aprendo il guscio potrà sprigionare il proprio aroma... Il destino della città e quello di una donna, l'incapacità della prima di plasmare la propria sorte a testa alta e il coraggio della seconda nel cercare la propria via; la debolezza e l'orgoglio, il maschile e il femminile, l'arabica e la robusta: opposte polarità che percorrono il romanzo e che si saldano intorno all'appassionante racconto della moderna invenzione della miscela, l'arte di mescolare caffè di origini diverse per ottenere una bevanda armoniosa. Fedele alla sua terra, Giuseppina Torregrossa ne canta la bellezza, non si rassegna alle sue meschinità e ci regala una nuova indimenticabile protagonista: fiera, mai scontata, vicinissima al nostro sentire.

La miscela segreta di casa Olivares è un romanzo suggestivo ambientato in Sicilia, precisamente a Palermo, in un periodo che va da prima dell'inizio della Seconda Guerra mondiale fino alla sua fine a alle inevitabili conseguenze...

Si tratta principalmente di una storia familiare, la storia della famiglia Olivares e della Torrefazione di loro proprietà.
Gli Olivares sono una famiglia numerosa, il cui perno principale è Viola, moglie di Roberto, il proprietario dell'azienda e madre di famiglia, lei che come una colla tiene uniti tutti gli Olivares e che in parte contribuisce anche al benessere di tutto il quartiere; perchè Viola è una caffeomante e attraverso i fondi di caffè dona speranza e consigli a tutti quelli che chiedono il suo aiuto...
Genziana è la figlia ribelle, che farebbe di tutto per evitare di frequentare la scuola e per passare le giornate alla Torrefazione a scoprire i segreti di quella bevanda tanto agognata che non ha il permesso di assaggiare.

Al culmine della sua vita scoppia la Guerra e Genziana perde tutto quello che aveva: la famiglia, i consigli di sua madre Viola e l'odore del caffè che la risvegliava puntuale ogni mattino...E a questo punto decide di prendere il posto della madre, provando come Viola faceva, ad aiutare con i pochi mezzi che ha a ridare speranza e conforto a chi come lei ha perso tutto; ma Genziana non è sua madre e prima di capire quale sia il suo vero destino, dovrà affrontare un lungo cammino fatto di dolore, sofferenza ma anche di nuove consapevolezze, che la renderanno la donna che i suoi genitori volevano che fosse...

Leggere questo romanzo è stato come fare un tuffo nella Palermo del Dopoguerra: le descrizioni della città flagellata dalle bombe e l'utilizzo del dialetto siciliano mi hanno fatto respirare l'atmosfera di allora!
La storia raccontata è molto bella, con personaggi ben caratterizzati ed estremamente forti, che sembrano bucare le pagine e avere vita propria!
Il libro è diviso in 3 parti: la vita prima della guerra, il benessere della famiglia Olivares e poi lo scoppio della Guerra, l'arrivo dei soldati e delle bombe, Palermo che si trasforma in una città fantasma fatta di detriti e macerie. Le stesse macerie che ormai sembrano abitare il cuore di Genziana, distrutta dal dolore ma consapevole che se vuole ricominciare  a vivere, deve ridare forma al sogno di suo padre, deve riaprire la Torrefazione e fare in modo che l'odore del caffè ritorni a darle il buongiorno!

Il cammino di Genziana è un percorso che la porta ad avere consapevolezza di sè, delle sue capacità, che la porta a credere nei suoi sogni e a fare in modo di realizzarli, in un periodo storico in cui le donne dovevano solo stare in casa  e badare alla famiglia!
Da ragazzina spaurita la vediamo diventare una donna forte e indipendente, che prende il comando dell'azienda familiare e la riporta allo splendore di un tempo!
Ho apprezzato moltissimo lo stile dell'autrice, che è riuscita a evocare attraverso le parole profumi, sensazioni ed emozioni che sono riuscite a farmi entrare nella storia e a farmela assaporare al meglio!

Questo romanzo regala uno squarcio di vita dell'Italia di allora, uno squarcio della meravigliosa Sicilia e ci narra una storia indimenticabile, una storia di forza e coraggio, di amore e sacrifici che vi scenderà nel cuore e che come una tazza di buon caffè vi riscalderà l'animo lasciandovi dentro un retrogusto dolce-amaro!

Ora, come nella più gustosa delle miscele, se ne stanno in equilibrio nel mio cuore tutte le varietà dell'amore...

Baci...


[Anteprima] E poi ti ho trovato di Patti Callahan Henry

collana     Narrativa Nord
casa editrice     EDITRICE NORD
Uscita: 27 Marzo 2014
Una madre convinta di aver chiuso col passato
Una figlia decisa ad affrontare il futuro
Un incontro che cambierà la loro vita


Il giorno delle Prime Volte. Così Kate Vaughan chiama il primo giorno di primavera, una ricorrenza speciale che, ogni anno, le riporta alla mente gli attimi e le emozioni che hanno segnato la sua vita. Il primo bacio, la promessa d’amore eterno al suo primo ragazzo, l’inaugurazionedella sua boutique, il primo bagno di mezzanotte… Ma poi, come sempre, il pensiero di quei momenti di gioia viene accompagnato anche dal ricordo dell’evento che, tredici anni fa, le ha stravolto l’esistenza. Solo Kate e la sua famiglia sanno cosa sia successo quel lontano giorno di marzo, quando lei si era trovata davanti a una scelta difficilissima. Una scelta che ancora oggi la perseguita e che non riesce a dimenticare, o che forse non vuole dimenticare, nella segreta speranza che il destino le riservi l’opportunitàdi riannodare i fili di un legame reciso troppo presto. E adesso, proprio nel giorno delle Prime Volte, quell’opportunità si manifesta nel modo più inaspettato: una richiesta d’amicizia su Facebook. Per Kate, accettare quella richiesta sarà il primo passo lungo una strada di sorprese e rivelazioni, grazie alle quali scoprirà che, se ne custodiamo il ricordo nel cuore, ciò che abbiamo smarrito può essere ritrovato. Perché il passato, per quanto doloroso, non è un muro invalicabile, bensì la porta per un futuro in cui ogni giorno è il primo giorno di primavera. Ispirandosi alle vicende realmente accadute alla sorella, in questo romanzo Patti Callahan Henry descrive con straordinaria sensibilità i cambiamenti che un incontro a lungo desiderato portano nella vita di una persona e di tutta la sua famiglia, dando voce a una storia delicata e toccante, intensa e sorprendente. 

Patti Callahan Henry è nata e cresciuta a Philadelphia. La parola scritta l’ha sempre affascinata, fin da quand’era ragazzina. Ma, convinta che diventare scrittrice fosse un sogno impossibile, ha deciso d’intraprendere gli studi d’infermieristica e di specializzarsi in pediatria. Ha lavorato in ospedale per diversi anni, prima che il congedo per la maternità le offrisse l’occasione giusta per tornare alla sua vera passione: la narrativa, cui ora si dedica a tempo pieno. Il successo è stato immediato: E poi ti ho trovato è entrato subito nella classifica del New York Times.

19 marzo 2014

[Recensione] Utopia di Leonardo Patrignani

Buonasera cari Lettori!
Finalmente sono riuscita a leggere anch'io Utopia, libro che conclude la Trilogia tutta italiana di Leonardo Patrignani...


Quella in cui Alex, Jenny e Marco vivono da diciotto anni è una realtà confortante, un rifugio sicuro. Ma è solo una delle infinite facce del dado, una delle molteplici realtà del Multiverso.
Cos'è successo davvero mentre cercavano di raggiungere una nave diretta a Oriente, in fuga dalla società totalitaria di Gea? Quali sono le conseguenze drammatiche del baratto a cui allude Anna?
Dall'altra parte, il mondo sta cadendo a pezzi sotto la nefasta guida di qualcuno che ha le loro stesse facoltà. Dall'altra parte, ci sono un vecchio di ottantotto anni che sta marcendo in un penitenziario e due giovani che vivono rinchiusi come topi da laboratorio. Dall'altra parte, la loro mente è rimasta l'unica e ultima speranza.

Ci siamo...Sono arrivata anch'io alla fine di questo meraviglioso viaggio che Leonardo Patrignani ci ha regalato nel corso di circa 2 anni!

Multiversum ci aveva introdotto, solo introdotto ad una storia che in Memoria si era fatta molto più complessa e che adesso con Utopia ha assunto una dimensione completamente diversa!
Ormai questa non è più semplicemente la storia di Alex e Jenny, i due ragazzi innamorati ch vivevano in due realtà parallele e che erano disposti a tutto pur di trovarsi...
Utopia è una storia di consapevolezza, la consapevolezza che ognuno di noi può decidere del proprio destino!

Alla fine di Memoria avevamo assistito alla morte di Alex, Jenny e Marco, consapevoli però che in un'altra realtà Anna era pronta a clonarli e a farli rivivere.
Ed è proprio in questa ulteriore nuova realtà che Utopia ha inizio, dove i tre ragazzi sono di nuovo degli adolescenti, dove hanno l'opportunità di vivere quella vita che gli è stata precedentemente negata.
Ma i vecchi ricordi, le vecchie abitudini sono difficili da dimenticare e Marco specialmente ricorderà sempre la sua vecchia vita, la sua Milano, il sacrificio che sono stati disposti a fare e cerca in tutti i modi di convincere Alex e Jenny, che in questa realtà sono fratello e sorella...
Ma quella che abbiamo visto alla fine di memoria era davvero la fine della loro vita a Gea?

Patrignani con un colpo di scena magnifico ci svela la verità, quello che è davvero accaduto: i tre ragazzi non sono stati uccisi, solo storditi e privati delle loro capacità mentali. Alex e Jenny sono da anni delle cavie da laboratorio, mentre Marco o Ian è rinchiuso in una cella, tenuto prigioniero da Ivan, il villain della storia, che con il ricatto ha ottenuto da Marco tutte le informazioni necessarie per riprodurre in altri bambini le stesse caratteristiche di Alex e Jenny...
E con questi giovani, di cui ha plasmato le menti, ha creato un esercito e ha conquistato Gea, instaurando il Benessere, nome che mai potrebbe essere più lontano dalla realtà: una società in cui non si può parlare al proprio vicino, non c'è indipendenza, la musica, l'arte, la bellezza non esistono più, l'omologazione regna!

Ma nell'ombra qualcuno ha cominciato a svegliarsi e ad aprire gli occhi, dando vita ad una vera e propria rivolta; Anna sarà ancora un personaggio indispensabile, lei riuscirà a far ricordare ai tre adolescenti di Sam-en le loro vite precedenti e a farli ricongiungere con l'esistenza che vivono a Gea. E, una volta liberi, insieme a Marco, tenteranno ancora una volta di cambiare le sorti del mondo...

Utopia mi ha spiazzata, ho fatto fatica inizialmente ad entrare in sintonia con il ritmo della narrazione, ma superate le prime pagine la scrittura di Patrignani è tornata ad essermi familiare e mi ha nuovamente trasportata tra mille realtà diverse!
Il ritmo narrativo è velocissimo, non lascia possibilità di respiro e uno dopo l'altro i colpi di scena si susseguono andando a formare un quadro finale estremamente complesso e ben scritto!
Utopia non è niente di quello che mi aspettavo, l'autore ha finalmente svelato tutte le sue carte migliori e ha creato un romanzo che in paragone ai precedenti due è, forse, più complesso, più contorto, ha una trama molto più articolata che potrebbe rischiare di confondere il lettore ma che io ho semplicemente amato!

Ho apprezzato moltissimo la piega che ha preso la storia, perchè anche se l'autore ha deciso di tralasciare o forse di mettere sullo sfondo Alex, Jenny e la loro storia, si è concentrato poi sulla rivolta di Gea, sulla riconquista della libertà e in un romanzo Sci-fi questi sono elementi che mi piacciono moltissimo!
Patrignani ha scritto un libro ricco di spunti di riflessione, qui non si tratta solo di due ragazzi, del loro amore: si parla di libertà, si parla di una società che per certi versi potrebbe ricordare la nostra, perchè non è forse vero che anche oggi ci sono persone che tentano di plasmarci e altre che decidono di chiudere gli occhi e semplicemente di abbassare la testa?

La teoria del Multiverso è un argomento originalissimo, che a mio parere l'autore ha sfruttato al massimo delle sue potenzialità!
Le mille realtà parallele, le infinite possibilità che i protagonisti del romanzo esplorano sono state descritte egregiamente e il finale, quel finale mi ha sorpresa perchè non mi aspettavo quell'epilogo, non mi aspettavo quell'ultima sorpresa che Patrignani ha deciso di farci!

Quella che con questo romanzo ha la sua fine è una Saga meravigliosa, particolare e ben scritta che sicuramente merita un posto nelle nostre librerie, e sopratutto Utopia, l'ultimo regalo che Leonardo ha fatto ai suoi Viaggiatori, i suoi lettori e io in qualità di Viaggiatrice non posso che concludere con le sue stesse parole, che lo ammetto mi hanno emozionata e strappato qualche lacrima... 

Ci ritroveremo, oh si. Forse in un'altra storia, lungo altri sentieri. 
Ma sapremo sempre, nel profondo del nostro cuore, dove ci siamo incontrati la prima volta. 
Queste righe sono il nostro Planetario, il luogo nel quale ci siamo tenuti per mano e abbiamo rimirato assieme le stelle. 
Ne sono certo, amici Viaggiatori, non lo dimenticheremo mai. 

Baci...