29 maggio 2014

[Recensione] Quando il Diavolo mi ha preso per Mano di April Genevieve Tucholke

Due Typewriters
Non mi aspettavo di certo un libro così. Tetro, lugubre e scritto in maniera leggera. Non mi è piaciuto, soprattutto l'inizio. Il modo di scrivere del'autrice è molto vago e non copre le caratterestiche che dovrebbero far essere un Romanzo/Thriller/Horror interessante e pieno di suspense, a me sinceramente, non ne ha data per nulla.

La copertina è molto carina anche se il titolo originale era molto più affascinante.
Suppongo che questa sia una trilogia visto che ho già notato il secondo in inglese.

Il libro è scritto in una maniera assurda, a cominciare dalla storia. Ci sono questi due ragazzi che vivono soli, come niente fosse e per sopravvivere affittano la loro depandance. Tutto ciò che succederà dopo sarà una tragedia.

Chi andrà ad abitare nei pressi della casa, sarà un mostro ma non del tutto, si innamorerà della protagonista, anche qui solito clichè e avranno una passione smodata.

Infantile, le prime pagine sono state davvero orrende e noiose, verso la fine è migliorato parecchio, sia il modo di scrivere, che la storia, anche se non si può definire un vero e proprio Thriller/Horror, tantomeno un libro adatto ai ragazzi.

Son rimasta interdetta su alcuni punti e molti non mi hanno convinta definitivamente. La lettura è stata breve perchè il libro non è lunghissimo ma a me sinceramente non ha attirato più di tanto. Ora vi passo la palla. Buona Lettura!

28 maggio 2014

[Anteprima] Valerie Sweets - Parte II: I Supereroi non esistono di Manuel Marchetti

Nelle giornate di mercoledì 28 e giovedì 29 la prima parte della trilogia “Valerie Sweets - Parte I: La gente mi chiede perché bevo” in via del tutto eccezionale sarà disponibile gratuitamente su tutti gli store.

Inoltre Nativi organizzerà un' evento "Nativi Digitali Party" a Bologna sabato 7 giugno, dalle ore 16.30 presso l'Osteria La Matta (vicino a Porta Mascarella). Si tratta di un'occasione per conoscersi e confrontarsi sui temi dell'editoria digitale insieme ai nostri autori in un contesto informale.

Editore: Nativi Digitali Edizioni
Data di uscita: 30 maggio 2014
Genere: Urban Fantasy, Avventura, Horror
Collana: NSF (Non solo Fantasy)
Prezzo: 1.99€ Formato: ebook(epub,mobi,pdf)
Lunghezza: 380.000 caratteri (circa)
Link all'acquisto
Valerie Sweets credeva che fosse finita. Credeva che impedire l’invasione del proprio pianeta da parte di una creatura demoniaca fosse abbastanza, che tutto quello che aveva passato sarebbe, forse, stato dimenticato. A fatica, ma ci sarebbe riuscita, aiutata ovviamente da grandi dosi di whiskey. Di quanto si sbagliava, però, non poteva immaginarlo. Perché mettere i bastoni fra le ruote ad un demone potente e pericoloso non è salutare, specialmente quando lo stesso decide di trascinarla nel suo mondo per presentarle il conto da pagare… Se non vi sono bastate le pallottole e le imprecazioni della prima parte "La gente mi chiede perché bevo", con "I supereroi non esistono" troverete pane per i vostri denti! Ci saranno combattimenti all'ultimo sangue, fughe disperate, poteri sovrannaturali e tutte le assurdità di un mondo nuovo, accompagnati dalla giusta dose di ironia, sarcasmo e... whiskey. Che ci volete fare, Valerie Sweets è fatta così!

Manuel Marchetti, classe 1986, ha sempre avuto un solo obiettivo: far arrivare le sue creazioni a più gente possibile. È la sua linfa vitale ed è ciò che lo spinge ad andare avanti. E questo obiettivo ha iniziato a mostrarsi già in tenera età, quando alle elementari, mentre gli altri bambini giocavano a nascondino, raccontava fiabe inventate da lui ad un pubblico di pochi intimi; la sua fame non si è fermata, alimentandola alle medie riempiendo quattro quaderni di fumetti, con una nutrita schiera di fan che ogni giorno erano ansiosi di sapere se aveva disegnato una sola vignetta, "costringendolo" spesso, per questo motivo, a proseguire durante le lezioni. Alle superiori è passato ad un livello superiore, iniziando a scrivere racconti brevi, prima di 16 pagine, poi di 32 e poi di 64 (neanche fossero dei banchi di RAM), fino ad intraprendere la tortuosa via del romanzo, via che non ha ancora abbandonato e che non ha
intenzione di abbandonare, perché la sua fame è ancora viva e sarà difficile placarla…

27 maggio 2014

[Recensione] Antichi sospiri di Anna Valeria Cipolla D'Abruzzo

Buon Pomeriggio cari Lettori! 
Ieri sera ho finalmente visto X-Men - Giorni di un futuro passato e cosa ve lo dico a fare!? L'ho amato!!!Presto una recensione da Fangirl sfegatata!

Ma, bando alle ciance, oggi voglio parlarvi di un breve ma intenso romanzo tutto italiano...

Agata, una ragazza lucana, viene trovata accoltellata e senza utero sul pianerottolo di un palazzo a Roma. Il suo corpo giace su uno strato di rose rosse. In uno scenario surreale – nell’amoralità e nell’incesto passato e presente, tra antichi riti pagani che s’intrecciano alla realtà odierna, in mezzo a lotte senza tempo tra spettri della tradizione romana – si ricostruiscono le ultime ore di vita della vittima. A indagare sul suo decesso c’è il Tenente dei Carabinieri Ilario Corzullo, che in lei rivede l’innocenza della figlia. 

Antichi sospiri è un breve romanzo, che mixando abilmente fantasy, thriller, giallo e paranormal, si rivela una lettura intrigante e ben scritta!

La trama si incentra su un macabro caso di omicidio: una giovane ragazza lucana viene trovata morta nel suo appartamento di Roma. A indagare sul caso sarà l'ispettore Corzullo, che tenterà di far luce sul caso...
Ma in questo caso nulla è come sembra e improvvisamente quello che sembrava un thriller si tinge di mitologia, una mitologia che affonda le sue radici nell'antica tradizione romana e che trasforma quello che si pensava fosse solo un omicidio in tutt'altro...

Attraverso una prosa ricca, intrigante e molto evocativa, l'autrice ci narra una storia particolare, ben congegnata e dalle sfumature dark!
Il racconto si legge in un soffio, non solo a causa della brevità del testo, ma sopratutto grazie allo stile utilizzato che spinge il lettore a voler sapere di più...
Il finale non me l'aspettavo affatto, l'ho trovato molto originale e si è rivelato essere l'opposto di quello che pensavo!
La tradizione romana di cui si parla è molto particolare e utilizzarla è stata una scelta davvero originale e diversa dal solito; in conclusione "Antichi sospiri" è una lettura breve, ma intensa che vi catturerà!

Baci...

26 maggio 2014

[Anteprime Sperling ] La seconda estate - Una piccola libreria a Parigi

UNA STORIA SUL VERO AMORE E SULLE SECONDE POSSIBILITÀ CHE LA VITA SA REGALARE 

Pagine:480 Prezzo: 16,90€
Uscita: 3 Giugno 2014
Roma, 1982. È un freddo pomeriggio di marzo, ma la pioggia non ferma Lea, intenzionata a non lasciare vuoti i due posti riservati in platea. Un invito a teatro è quello che ci vuole per sentire meno la mancanza di suo figlio, ripartito per Londra, dove sta ultimando gli studi. Ma quel volto che scorge tra la folla, poche file più avanti, la lascia senza fiato. Possibile che sia davvero lui? Vent’anni prima, Lea aveva trascorso un’indimenticabile estate a Capri. L’atmosfera sofisticata e eccentrica dell’isola l’aveva da subito conquistata, consolandola dell’ennesima assenza del marito. Il giorno in cui Giulio, uomo di successo, affascinante e premuroso, era comparso nella sua vita il cuore di Lea non aveva potuto opporsi. Nella cornice di un’antica villa ormai in rovina e custode di pericolosi segreti, tra i due era scoccata una passione travolgente e proibita. A nulla era servito tentare di resistere, e le conseguenze erano state drammatiche. Adesso che Lea ha lascito il marito sembrerebbero non esserci più ostacoli al loro amore, che risboccia come se il tempo si fosse dimenticato di scorrere. Quell’estate però non è solo scolpita nei loro cuori, perché sottili trame legano ciò che accadde allora al presente. Lea e Giulio non lo sanno, ma lo loro felicità dovrà ancora attendere, minacciata da una verità a lungo tenuta nascosta.

CRISTINA CASSAR SCALIA è nata nel 1977 ed è vissuta a Noto. Medico chirurgo, specialista in Oftalmologia, attualmente vive e lavora a Catania. Profondamente innamorata di Capri, ha scelto di ambientarvi il suo primo romanzo.

UN VIAGGIO ATTRAVERSO LA FRANCIA A BORDO DI UNA LIBRERIA GALLEGGIANTE: UN ROMANZO DELIZIOSO E UN APPASSIONATO INNO ALLA LETTURA

Pagine:320 Prezzo:16,90€
Uscita: 24 Giugno 2014
Jean Perdu ha cinquant’anni e una libreria galleggiante ormeggiata sulla Senna, la Farmacia letteraria: per lui, infatti, ogni libro è una medicina dell’anima. Da ventun anni vive nel ricordo dell’amata Manon, arrivata a Parigi dalla Provenza e sparita all’improvviso lasciandogli soltanto una lettera, che Jean non ha mai avuto il coraggio di aprire. Ora vive solo in un palazzo abitato dai personaggi più vari: la pianista solitaria che improvvisa concerti al balcone per tutto il vicinato, il giovanissimo scrittore in crisi creativa, la bella signora malinconica tradita e abbandonata dal marito fedifrago. Per ciascuno Jean Perdu trova la cura in un libro: per tutti, salvo se stesso. Finché decide di mettersi in viaggio per cercare la donna della sua vita. Verso la Provenza e una nuova felicità.


NINA GEORGE è nata nel 1973 e ha iniziato la sua attività di scrittrice e giornalista fin dal 1992. Autrice di romanzi e racconti, ha vinto numerosi premi in Germania. Vive ad Amburgo con il marito scrittore Jens Kramer. Una piccola libreria a Parigi ha venduto oltre 200.000 copie in Germania ed è stato per 20 settimane in testa alla classifica di Der Spiegel.

[Recensione] Le molecole affettuose del lecca lecca di Francesco Consiglio

Buon Pomeriggio cari Lettori!
Oggi vi propongo una Recensione che ho fatto una fatica immensa a scrivere!

Storia di Ciccio Pesce e dei suoi quattordici, quindici e sedici anni, un tempo letterario sufficiente a far conoscenza con: due asfissianti genitori che lo credono afflitto dalla sindrome di Asperger, quattro ragazze morte (le sue), poliziotti e carabinieri che gli girano attorno senza che riesca a spiegarsene il motivo, un’amica invisibile che gli occupa la testa senza che ci sia modo di sfrattarla, uno zio erotomane con l’ossessione di entrare nel Guinness Book of Sexual Records. Ingredienti: rabbia, paura, tristezza, gioia, allegria, ansia, rassegnazione, gelosia, speranza. Indicazioni terapeutiche: terapia sintomatica della noia acuta e cronica.

Leggere questo piccolo libro è stata davvero un'impresa! Nonostante la brevità del testo ho faticato moltissimo a finirlo e purtroppo devo dire che la prima impressione che avevo avuto si è rivelata corretta...

Il libro racconta la storia di Ciccio Pesce e della sua adolescenza, un'adolescenza particolare/problematica, durante la quale il ragazzo è attorniato da personaggi quasi impossibili da gestire, primi fra tutti i suoi genitori...
I capitoli sono molto brevi e si alternano tra vari episodi, non seguendo un vero e proprio filo logico e narrando le vicende di Ciccio...
La prima cosa con cui bisogna scendere a patti leggendo questo libro è lo stile utilizzato dall'autore: si tratta di uno stile molto particolare, fatto di frasi brevi, spezzate e anche ripetute, uno stile che non ho apprezzato particolarmente!
La storia raccontata non mi è piaciuta, l'ho trovata noiosa, per niente divertente e non ho affatto apprezzato il linguaggio utilizzato.
Probabilmente ci sono lettori che apprezzano questo genere di romanzi e a cui piacerebbe, ma purtroppo io non sono fra questi!


Baci...

[Anteprime] Mi ami e non lo sai - Le cose che non so di te - L’arte ingannevole del gufo

Finalmente dopo molto tempo ritorniamo a mostrarvi le ANTEPRIME della GIUNTI e GIUNTI Y. Avevo già adocchiato qualcosa...siete curiosi?!

Titolo: Mi ami e non lo sai
Autore: Tiziana Merani
Pagine: 160 Prezzo € 9,90
Dimensioni: 14x21.5cm
Copertina: Brossura con bandelle
Uscita: 18 giugno 2014
Avere vent’anni non è sempre il massimo della vita: a volte infatti ti costringe ad abbandonare un sacco di nobili occupazioni che fino a quel momento hanno segnato le tue giornate: giocare a pallone, fare a botte con gli amici, stuzzicare le ragazze, guardare il soffitto... E invece a vent’anni ti tocca pure cercare un lavoro retribuito. All’indomani del suo ventunesimo compleanno, Paolo continuerebbe volentieri a ciondolare in camera sua, se non fosse per le continue strigliate di sua madre a suon di fannullone e buono a nulla. Ma un giorno, la telefonata di un suo ex compagno di liceo segna la svolta: chi meglio di Paolo, che a scuola “beccava un casino”, può scrivere il Manuale del perfetto seduttore? Peccato che, nonostante tutta la teoria di cui dispone, Paolo nella pratica sia sempre stato una frana. Finché, come una visione, non compare Manuela, la ragazza carina conosciuta in treno, che Paolo sceglie subito come sua cavia. Ma come la mettiamo con il palestratissimo fidanzato di lei? E cosa fare quando quello che è cominciato come un gioco si avvicina tanto – troppo – alla verità? Un romanzo esplosivo, romantico, intelligente. Una storia che sedurrà i giovani lettori e non solo.

Tiziana Merani vive a Sestri Levante. Ha collaborato con quotidiani e riviste, e ha pubblicato numerosi libri per ragazzi. Devo comprare un mastino, la sua prima commedia romantica uscita nel 2012, ha riscosso un grande successo, così come i sequel “Amori a progetto” e “Se son rose”.

Titolo: Le cose che non so di te
Autore: Christina Baker Kline
Pagine: 320 Prezzo € 12,00
Dimensioni: 14x21.5cm
Copertina: brossura con bandelle
Uscita: 2 aprile 2014
Molly ha solo diciassette anni ma una spiccata predilezione per i guai. In affido presso due genitori disarmati, dopo aver rubato Jane Eyre dalla biblioteca della scuola, per punizione è costretta a recarsi ogni pomeriggio a casa dell’anziana signora Vivian per aiutarla nelle pulizie. L’ incontro tra le due non è certo dei più promettenti: Molly ha sempre il broncio, si esprime a monosillabi, è piena di piercing e ha due ciocche ossigenate ai lati del viso. Vivian però è una donna speciale a cui la vita ha tolto e regalato tanto: non si fa certo intimidire dall’aspetto di Molly. Giorno dopo giorno, le due scoprono di avere qualcosa di molto profondo che le unisce: anche Vivian infatti è rimasta sola da piccola e, come tanti altri bambini della sua epoca, venne messa sul “Treno degli orfani” per trovare una famiglia che si facesse carico di lei. E quando Molly capisce di poterla aiutare a dipanare il mistero che da tanti anni la perseguita, la scintilla dell’affetto più grande e sincero libererà entrambe. La storia di un’amicizia che incanta e commuove. Christina Baker Kline racconta il miracolo di un cuore grande e generoso.

Christina Baker Kline è nata in Gran Bretagna ed è cresciuta tra l’Inghilterra e il Maine. È autrice di diversi romanzi. Ha insegnato scrittura creativa e letteratura a Yale e alla Drew University. Acclamato dal pubblico e dalla critica, “Le cose che non so di te” è rimasto per mesi ai primi posti delle classifiche americane.
Titolo: L’arte ingannevole del gufo
Autore: Ella West
Pagine: 160 Prezzo € 12,00
Dimensioni: 14 x 21,5 cm
Copertina: Cartonato con sovraccoperta
Uscita: 14 Maggio 2014
Tutte le sere, dopo il tramonto, Viola si addentra nel bosco dietro casa. La grave malattia di cui soffre le impedisce di esporsi anche al minimo raggio di sole. Così, quando i suoi compagni sono impegnati con la scuola, lei dorme o sta in casa a suonare, e quando loro vanno a dormire, lei passeggia libera tra gli alberi del suo bosco, in compagnia del buio e di tutti gli animali che lo popolano. Una sera, però, sul sentiero sterrato da cui non passa anima viva, scorge un’auto: un ragazzo tira fuori un corpo pesante dal bagagliaio e lo trascina sul sedile di guida, prima di dare fuoco alla macchina. Poi seppellisce qualcosa nel terreno vicino. Sei alberi dal ciglio della strada: per Viola è facilissimo ritrovare il punto in cui quel tizio ha scavato la buca… e dare inizio alla sua personale, pericolosa indagine. Che cosa ci fanno tanti soldi sepolti nel bosco? E quel ragazzo è forse un assassino? Tornerà a cercarla? Una voce incantevole e ingenua rapisce il lettore in una storia che lascia col fiato sospeso. Delicato, commovente, ammaliante, “L’arte ingannevole del gufo” è un romanzo destinato a conquistare un pubblico di tutte le età.

Ella West è nata in Nuova Zelanda e ha scritto romanzi per ragazzi, ottenendo diversi premi. Vive in campagna e lavora part-time come giornalista.

24 maggio 2014

[Recensione] Le regole del corteggiamento (How To #1) di Vicky Dreiling

Quattro Typewriters
Oggi giornata pregna di emozioni. Continuiamo con un libro che ho iniziato a leggere qualche giorno fa, l'ho trascinato perchè con calma si legge meglio e poi non era di fondamentale importanza concludere in fretta e furia.

Ringrazio Harlequin Mondadori che è sempre così gentile da inviarci i suoi Libri. Le Regole del Corteggiamento è stato un libro davvero molto carino, interessante e intenso. Uno di quei libri, ambientati in periodi storici meravigliosi che ti fanno sognare, ti fanno esprimere desideri nascosti e riflettere sulla galanteria di alcuni uomini o sulla brutalità ma quando nasce l'amore non c'e cosa più dolce, gentile e romantica

Il libro è stato ripubblicato con questa nuova copertina, maliziosa a mio avviso, ammaliante. La storia si incespica e snoda bene. Il  Duca di Shelbourne, è a caccia di una moglie. Ricco di fascino e di denari non dovrebbe avere difficoltà nella scelta. Finché la soluzione gli appare sotto le intriganti e procaci forme di Miss Tessa Mansfield, l'ereditiera nota a tutto il bel mondo come Miss Trappola. Chi meglio di lei, infatti, la più scaltra combina matrimoni di tutta l'Inghilterra sarà in grado di trovare una consorte adeguata al duca? Tessa accetta con entusiasmo la sfida, decisa a combinare le nozze del secolo.

E' un romanzo avvincente, affascinante con il giusto grado di erotismo, la giusta dose d'amore e passione. I personaggi che vengono raccontati, sono davvero particolari e interessanti . Lei, soprattutto ha un arte perfetta, è una sensale adorabile e giusta, anche se...

Romanzo fluido e istintivo. Perfetto per una lettura appasionante e piena di sentimento.A Voi la scelta!

[Anteprima] Il nostro nido d'amore di Kate Forster

Tre TypeWriters
Buon Sabato miei cari Lettori! Oggi ci troviamo qui per raccontare le sfrenate avventure di questo Tomo. A me era parso molto carino e le stelline su Goodreads sembravano promettenti. Ho deciso di acquistarlo e iniziare questa nuova avventura.

La copertina mi piaceva molto e la trama non era niente male ma purtroppo il libro non è stato eccellente. Un libro nella norma, che non mi ha ne stupita ne attirata più di tanto.

Il linguaggio forte che viene utilizzato alcune volte, ha distorto il mio senso pratico di relax . La storia si intreccia fra un attrice che ormai è al culmine della sua carriera e deve ripartire dopo il divorzio, la sua tata che le offrirà una casa (che sarebbe "Il nido d'amore" menzionato nel titolo) e suo fratello.

I collegamenti e lo scritto a tratti non mi è dispiaciuto ma naturalmente non è stato una delle mie letture preferite. Non è troppo lungo, ben bilanciato, suddiviso in stagioni e i periodi sono corti e concisi. La Casa, che è appartenuta agli avi dei due fratelli, ha ispirato in me ardore e passione, sapete quanto io ami quei tempi ma purtroppo è stata solo una parentesi.

E' un romanzo leggero, che può essere letto tranquillamente in totale RELAX, in vacanza o al mare, non ha nessun pretesa se non quella di alleviare le membra e la mente. BUONA LETTURA!


23 maggio 2014

[Recensione] Zina di Giuliana Spanò

Buon Pomeriggio!
Ultimamente ho letto molto ma mi è mancata la voglia di scrivere Recensioni, oggi voglio assolutamente iniziare a recuperare, quindi ve ne propongo un'altra...


Una magica Venezia che incanta e seduce per fascino e storia. Ma che allo stesso tempo stordisce con la forza delle sue contraddizioni stridenti. Una memoria che scolorisce piano, colpita da un male avido, e lascia affiorare semi di ricordi sfuggiti al controllo vigile della coscienza. E al centro di questo scenario c'è Zina, una giovane venuta dall'Est per occuparsi della signora Fosca Contemori tra i fasti di un nobile antico palazzo e il dedalo irresistibile di calli, campi e fondamenta. Spinta da un istinto fine e pericoloso, la badante si incanalerà in un percorso a spirale attraverso tragici eventi del passato, verso un epilogo di dolorosa e caleidoscopica verità.


"Zina - Gli occhi chiari della memoria" è il romanzo d'esordio di Giuliana Spanò, che racconta della storia di Zina, una donna che arriva dall'Est Europa, che approda a Venezia in cerca di lavoro e di fortuna...
Viene assunta presso la famiglia Contemori, per badare alla Signora Fosca, malata di Alzheimer; passati i primi mesi, Zina inizia a scoprire particolari che non tornano nella famiglia Contemori, nelle storie che raccontano e sopratutto nel loro passato. Pian piano alcuni particolari verranno a galla e Zina scoprirà una storia rimasta sepolta a lungo...

Attraverso una prosa fluida ed elegante, l'autrice ci racconta una storia molto interessante, dalla trama intrigante e misteriosa al punto giusto!
Scegliere di raccontare questa storia dal punto di vista di una straniera, una badante venuta dall'Est, è stata una scelta interessante e coraggiosa, e devo dire che il punto di vista di Zina ha dato alla storia delle sfaccettature particolari e diverse dal solito...
Ho amato l'ambientazione! Si vede che l'autrice è nata e vissuta a Venezia, perchè le descrizioni della città sono meravigliose e rendono giustizia alla bellezza di Venezia!
Il mistero che avvolge la famiglia Contemori e il suo passato è stato trattato e risolto in modo inaspettato, infatti non mi aspettavo assolutamente la piega che la storia ha preso nè tanto meno il finale...
In conclusione posso affermare che quello di Giuliana Spanò è davvero un esordio promettente e sicuramente leggerò con piacere i suoi prossimi lavori!

Baci...

[Recensione] L'autunno dell'anno prima di Alessandra Zenarola

Buona Giornata carissimi Lettori!
Oggi voglio parlarvi di un libro che mi ha piacevolmente sorpresa...

Al mare non dovrebbe piovere mai.
Tranne a novembre, quando dal pullman che fa sosta a Grado scende una donna esile con un ombrello rosso pomodoro. Ma lei cosa ci è venuta a fare al mare, in autunno?
Glielo chiede Elvina, una giunonica biondo platino che gestisce sull’isola la pensione Turchina insieme alla sua lunatica famiglia: suo marito, più vecchio di lei di quasi vent’anni, e il loro allampanato figlio. 
La laguna afflitta dalla bruma e da piogge interminabili, l’incontro di Domiziana con Darko, un bosniaco dal carattere schivo, le videochiamate con la figlia Nicole in America, si incastrano tra i flashback di questo romanzo ricco di colori, che con stile leggero ci fa viaggiare nelle storie delle sorelle Sparaviero, diverse per carattere, lontane per scelte di vita, eppure legate da una coincidenza che nessuna delle due avrebbe potuto neanche immaginare.

L'autunno dell'anno prima è il sorprendente romanzo di Alessandra Zenarola, un romanzo intimo, introspettivo che attraverso abili pennellate traccia la storia di due donne, tanto diverse tra di loro quanto simili...

La storia inizia con Domiziana che fa il suo ingresso a Grado, località marittima, a Novembre e si stabilisce in una pensione del posto...Nessuno capisce o sa cosa ci sia mai venuta a fare quella donna sola al mare e per giunta in inverno, quando il paesino ha ben poco da offrire. Domiziana inizia ad interagire con la gente del posto, a vivere forse per la prima volta solo per sè stessa e qui inizia a cercare tra i volti della gente, quello di sua sorella...
Attraverso dei flashback ci viene raccontato il passato di Domiziana, della sua famiglia e del rapporto dolce/amaro che ha sempre condiviso con sua sorella Andrea e che si ripercuote nelle sue scelte di oggi. E mai avrebbe pensato che in quella Grado avvolta dalla pioggia, sarebbe riuscita a ritrovare, metaforicamente parlando, la sorella che pensava di aver perso...

Devo dire che mi è piaciuto moltissimo questo romanzo, l'ho trovato delicato, ricco di emozioni ed estremamente intrigante!
Ho letteralmente amato lo stile dell'autrice, che utilizzando frasi concise, descrizioni ben fatte ma mai eccessive, è riuscita a dare un tono particolare al suo romanzo!
La storia raccontata potrebbe sembrare banale, ma in realtà, attraverso passato e presente, pian piano si dipana una storia intricata, una storia familiare, basata essenzialmente su Domiziana e Andrea, due sorelle che sono come il Sole e la Luna per quanto sono diverse...
Domiziana, più timida e remissiva, che ha sempre fatto scelte che forse hanno accontentato più gli altri che sè stessa; il contrario dell'esuberante Andrea, che invece ha scelto di vivere a modo suo, lontana dalla famiglia.
Pur essendo così diverse, le loro storie si intrecciano inaspettatamente nelle ultime pagine del romanzo, quando capiamo quello che è successo a entrambe e ci ritroviamo a leggere un finale, che pur non essendo quello che ci si aspetta, è un inno alle seconde possibilità che la vita ci offre!


Io sono una poesia interrotta,
 è meglio non scrivere il finale...

Baci...

[Anteprima+BlogTour] Underworld (Different Worlds #1) di Samantha M. Swatt

Titolo: Underworld (Different Worlds #1)
Autore: Samantha M. Swatt
Editore: Self-Publishing, Amazon
Genere: Urban Fantasy.
Sottogenere: Thriller,Mistery,Romance
Data d'uscita: 11 Giugno 2014
Prezzo: 2,99 Euro
«Chiunque, sotto la superficie, custodisce un segreto.» Il Caledon College Institute è il college privato più ambito e facoltoso di tutta la Pennsylvania. Entrarci, infatti, non è così semplice. Holly Williams, vent’anni, ha avuto il privilegio di farne parte. È un anno, difatti, che la ragazza, dopo aver superato un difficile test di ammissione, studia per diventare giornalista all’istituto. Regole ferree, disciplina esemplare, modi impeccabili e grande voglia di apprendere, questo è il clima che si respira al campus. Nulla di meglio per Holly, la quale, a causa del suo travagliato passato, non desidera altro che una vita tranquilla, al contrario della sua compagna di stanza, Elisabeth Townsend, ragazza dal carattere estroverso e con il sorriso perennemente stampato in faccia. Quando, però, il nuovo anno apre i suoi cancelli ai nuovi studenti, l’esistenza di Holly è destinata a sprofondare nell’abisso. La sua vita non sarà mai più la stessa. Cosa sono le voci che sente tutte le notti? A chi appartengo le ombre che scorge nei corridoi del dormitorio? E, soprattutto, perché quando perde il controllo accadono cose inspiegabili? Queste e molte altre sono le domande a cui Holly non riuscirà a dare una risposta. Di certo, non da sola.Tensione, paura, segreti da svelare, coincidenze inspiegabili. Legami del tutto inaspettati si formeranno, altri si rafforzeranno. Un gioco pericoloso che, lentamente, porterà Holly a scoprire che c’è qualcosa di sinistro nascosto tra le mura di quel college.

Samantha M. Swatt è nata nel lontano Maggio 1989 e vive in un piccolo paesino della provincia di Milano. Scrive da quando è piccola; ha cominciato per gioco, per evadere un po’ dalla realtà, e poi non si è più fermata. Il suo più grande sogno è quello di pubblicare un proprio romanzo. Scrivere le consente di viaggiare con la fantasia, di creare un mondo nuovo, migliore anche, in cui perdersi e far perdere i suoi lettori. Lettrice vorace e blogger per diletto, oltre che grafica a tempo perso e per passione. Ha una vita tranquilla, scandida da un lavoro semplice e da simpatiche chiacchierate e divertenti uscite con la sua migliore amica. Adora il colore viola e quello blu, appassionarsi ad una serie televisiva o ad un film strappalacrime; le rose blu e le peonie bianche. Colleziona minerali, candele e va matta per i peluches. Non venderebbe uno dei suoi libri neanche per tutto l'oro del mondo. È una ragazza a cui piace sognare, ma ha i piedi ben piantati a terra.
(Dal 30 Maggio 2014 al 30 Giugno 2014
 1° Tappa (30/05), su Books Land: Pubblicazione della copertina, citazione romanzo, trama e data di uscita. In più, un piccolo primo estratto. 
2° Tappa (4/06), su Libri da Favola: Intervista all'autrice + L’inizio del primo capitolo.
 3° Tappa (giorno dell'uscita / 11/06), su Romanticamente Fantasy Sito: Scheda generale della serie di cui fa parte il romanzo.
 4° Tappa (13/06), su Book Lovers: Colonna sonora del romanzo. La soundtrack di «Underworld». 
5° Tappa (18/06), su Happy Red Book: Prestavoci (anziché prestavolti) dei miei personaggi + Secondo estratto. 
6° Tappa (23/06), su Coffee and Books: Holly Williams (protagonista e voce narrante del romanzo), scheda personale e intervista al personaggio. In più, per il blog della tappa, la gente che vorrà commentare potrà "organizzare" con noi l'ultima tappa. Nei commenti del blog, ponete le vostre domande ai personaggi (a qualsiasi personaggio) e le risposte verranno rilasciate nel blog che ospiterà la tappa conclusiva del blogtour. Ovviamente, per lasciare il tempo di rispondere e di organizzare l’ultimo post, la possibilità di fare domande durerà cinque giorni; inizia Lunedì e si conclude Venerdì 27/06 a mezzanotte. 
7° Tappa (30/06), su La Fenice Book: Breve commento al romanzo e, in più, il post risponderà – a nome dei personaggi – alle domande dei lettori.

[Anteprima] La mia eccezione sei tu di Patrisha Mar

Una meravigliosa autrice italiana ci presenta il suo Romance Contemporaneo. Che uscirà il 7 Giungo su Amazon e Kobo in Ebook e cartaceo in autunno.Prepariamoci... 

Daniel Gant è un modello di successo, bello, sexy, amato dalle donne di tutto il mondo, abituato a stare al centro dell'attenzione. Per uno strano scherzo del destino, il giovane irrompe nella vita della simpatica e tranquilla Sara De Michele, una ragazza in cerca di lavoro e del grande amore che la salvi da una serie infinita di primi appuntamenti terrificanti. Sullo sfondo di una Roma complice, tra schermaglie verbali, gossip, incontri romantici e situazioni comiche, nasce una storia d'amore da favola. Ma i problemi non tardano ad arrivare: velenose ex, fotografie osé e la terribile Spank. I mondi di Daniel e Sara sono forse destinati a scontrarsi? Un romanzo divertente che si legge in un soffio, un amore che conquista per la sua appassionata tenerezza, due personaggi che vi faranno sognare.

Patrisha Mar è una moglie e una mamma prima di tutto, ma non può fare a meno di scrivere e di dare voce ai personaggi che ogni tanto vengono a trovarla. Ha sempre amato il fantasy, in particolar modo il paranormal romance e l’urban fantasy, anche se una sua grande passione è la letteratura del settecento/ottocento inglese, Jane Austen e Charlotte Brontë su tutti. Adora guardare gli adattamenti della BBC dei grandi classici, i serial americani preferiti, tra cui Friends, Bing Bang Theory e Smallville, i film di fantascienza e di supereroi, e tutte le commedie romantiche americane, tra cui C'è posta per te e Un amore di testimone. Ha un debole per i manga/anime shojo e una passione smodata per la cioccolata fondente, la pizza e Superman. Ha pubblicato in solitaria la duologia fantasy I Protettori dell'Oracolo, con i titoli Buio e Luce, e insieme alla sua amica autrice Angela C. Ryan, con lo pseudonimo di Katherine Keller, la serie The Shadows Saga, con i romanzi Black Shadow, Crimson Shadow e Grey Shadow.

[Segnalazioni] La Canzone del drago di Monica Serra - Antichi Sospiri di Anna Valeria Cipolla d’Abruzzo

Due nuovi prodotti targati Mela. Due scrittrici nostrane bravissime, con già pubblicazioni alle spalle, capaci di trasportare il lettore nel loro mondo fantastico. Due storie fantasy molto diverse fra loro, ma entrambe meritevoli di attenzione. Monica Serra ci trasporta nel suo mondo S&S di draghi e guerrieri, un fantasy classico dove potrete farvi travolgere da battaglie e avventure. Anna Valeria Cipolla D’Abruzzo invece è  riuscita a stravolgere la realtà con un fantasy crossover a cavallo fra l’urban e il paranormal.

“Da Terra Maris ai deserti di Sole Alto, da Roccantica fino ai confini dell’estremo nord, un’antica leggenda narrava della Spada forgiata dal cuore dell’ultimo drago. Nacquero profezie e canzoni su quell’arma potente, perduta tra le pieghe del tempo. Finché, un giorno, qualcuno udì di nuovo il suo richiamo. Gli uomini non avevano dimenticato il Drago e presto avrebbero ricominciato a cercarlo.” 

Monica Serra (classe 1968) ama leggere e viaggiare. Nella vita di tutti i giorni lavora in un istituto di credito, è madre di due figli, umana di un gatto dispotico, è impegnata in una dura battaglia personale, collabora con alcuni blog letterari e scrive per una rivista cartacea. Ma dietro questa “copertura” si nasconde un vero agente segreto della fantasia, la cui mission impossible è raccontare di draghi e magie, di mondi che appartengono ad altre dimensioni, di viaggi del corpo, del cuore e dell’anima. Ha pubblicato un romanzo fantasy (di cui La canzone del Drago è la nuova, più ricca versione) e diversi racconti, in antologie e non, di diverso genere letterario.

 Agata, una ragazza lucana, viene trovata accoltellata e senza utero sul pianerottolo di un palazzo a Roma. Il suo corpo giace su uno strato di rose rosse. In uno scenario surreale – nell’amoralità e nell’incesto passato e presente, tra antichi riti pagani che s’intrecciano alla realtà odierna, in mezzo a lotte senza tempo tra spettri della tradizione romana – si ricostruiscono le ultime ore di vita della vittima. A indagare sul suo decesso c’è il Tenente dei Carabinieri Ilario Corzullo, che in lei rivede l’innocenza della figlia. 

Anna Valeria Cipolla d’Abruzzo è nata nel 1980 a Bologna, dove vive, ma ha origini abruzzesi. Tra le sue pubblicazioni, tutte incentrate sulla figura femminile: “La mia bambina di carne e sangue …ed altre storie di pancia e di donne” (Arduino Sacco Editore, 2011), “Nate con la coda” (Armando Siciliano Editore, 2013), “Passeggiando nell’acqua” (Kindle Edition, 2014), “Dentro un tronco d’albero” (Kindle Edition, 2014), “Sat Nam” (Kindle Edition, 2014), “Non ti vedo” (Kindle Edition, 2014), “Storie tra le ciglia” (Kindle Edition, 2014). Ha ricevuto diversi riconoscimenti letterari e fa parte dell’Associazione culturale siciliana “La Biblioteca d’Oro”.

21 maggio 2014

[Recensione] Il sentiero dei profumi di Cristina Caboni

Quattro e Mezzo TypeWriters
Buongiorno miei cari FeniLettori! Oggi ho un avvincente libro da mostrarvi . Parlerò delle sensazioni forti e intense che mi ha trasmesso. In un primo tempo, avevo deciso di fare un video ma purtroppo il mio PC e il programma mi hanno abbandonato, quindi scriverò le mie emozioni, come ho sempre fatto!

Il sentiero dei profumi è uno di quei libri che ti  cura l'anima. Ti entra dentro e non se ne va più via. Le sensazioni che sono passate sotto la mia pelle, sono indescrivibili e uniche. Ho assaporato la vera essenza del profumo, dei suoi componenti, come ognuno di noi possa trovare qualcosa di speciale in ogni piccolo odore.

La copertina è meravigliosa e affascinante al tempo stesso, ha in sé l'essenza, la purezza e la dolcezza proprio come la protagonista. La Garzanti riesce sempre a carpire il significato profondo delle pagine dei libri che pubblica e ogni volta rimangono stupita e piacevolmente coinvolta.

L'autrice è stata molto brava e ha descritto con minuzia di particolari tutte le procedure e il mondo dell'essenze, delle sue creazioni, non è semplice seguire determinati procedimenti o inoltrarsi in tali complicati insegnamenti ma Cristina ha saputo degnamente espletare, con parole semplici, quest'arte, vecchia di anni o forse secoli.

A miscelare il tutto c'è una storia ben incentrata, personaggi ben delineati e luoghi incantevoli. Parigi, che io amo,  viene descritta come una miniera d'oro, una bellezza che tutti prima o poi dovrebbero visitare nella vita. Una realtà che è al di fuori di ogni sostanza che ci circonda; per poi correre verso Firenze, ugualmente splendida con le sue caratteristiche e i suoi sfarzosi palazzi, ormai millenari.

Elena è la protagonista del romanzo che dopo un infanzia infelice con la madre, va a vivere con la nonna. Fino all'età di 26 anni cresce fra alambicchi e essenze quando la sua vita viene stravolta dalla scoperta del tradimento del fidanzato, sul quale aveva riposto tutte le sue speranze. Parte alla volta di Parigi ove la sua vita verrà completamente sconvolta.

La storia è davvero scritta in maniera semplice, i profumi che si incespicano e salgono fino alle narici sono forti e decisi, quasi palpabili. La protagonista facente parte da sempre, di una famiglia di donne combattive e famose profumerie è speciale e sente gli odori in ogni oggetto o persona. Proprio lei scoverà l'essenza per eccellenza. L'aroma di ognuno di noi può essere così forte, che molte volte anche senza profumo o essenze varie pò annusarsi, basta solo spalancare le narici e sentire! BUONA LETTURA.


[Anteprima Ed. Piemme] Ti scriverò dai confini del cielo - Aspettami tra i fiori del caffè - Un tramonto a Parigi

Pagine: 476 Prezzo: 18,50€
Uscita: Giugno 2014
8 giugno 1924. Sull’Himalaya, due uomini tentano la scalata della vetta più alta del mondo, l’ultima ancora da conquistare. A Cambridge, una donna comincia una giornata uguale a tante altre: il mercato, la cura dei figli e della casa, le visite degli amici. E l’attesa febbrile di una lettera del marito, di cui non ha notizie da troppo tempo. Quando è partito, George Mallory ha promesso alla moglie Ruth che non avrebbe mai smesso di scriverle. Le ha promesso che, arrivato in cima all’Everest, vi avrebbe posato una sua foto. E che, dopo, sarebbe tornato da lei, per non partire mai più. Per mesi Ruth si è aggrappata a quelle parole, che su fogli leggeri hanno attraversato oceani e continenti. Le ha cullate come uno scampolo di intimità, le ha custodite come un segreto, una parte di George soltanto sua. Quell’8 giugno, Ruth non sa ancora che il destino si è già compiuto, e che al termine di quelle ventiquattro ore ne riceverà infine notizia. Il nome di George Mallory sta per passare alla Storia, ma sarà lei a portare nel cuore ciò che appartiene solo a loro due. Ti scriverò dai confini del cielo è una grande storia d’amore tra un uomo e una montagna, la storia di una folle sfida dal prezzo troppo alto. Ma è anche il resoconto straordinariamente autentico e commovente di un altro amore: quello tra George e Ruth, spezzato da qualcosa di troppo grande per entrambi.

Tanis Rideout nata in Belgio, è cresciuta alle Bermuda e a Kingston, in Ontario. Ora vive a Toronto. Già molto apprezzata come poetessa, ha ottenuto grande successo di pubblico e critica con il suo romanzo d’esordio, Ti scriverò dai confini del cielo, che ha impiegato sei anni a scrivere. Ha scoperto la storia di George Mallory ai tempi dell’università, quando lavorava in un negozio di articoli sportivi per pagarsi gli studi. Un giorno, sugli schermi che trasmettevano documentari di avventura, ha visto scorrere le immagini d’epoca girate durante la scalata del 1924, ed è stata una folgorazione.

Pagine:406 Prezzo:17,50€
Uscita:10 Giugno 2014
Elena è arrivata sulle Ande per il caffè. E per Fernando, colombiano con sangue indigeno nelle vene, presidente di una cooperativa di piccoli contadini produttori di caffè. Ma il caffè implica tante cose, come si accorgerà ben presto. Le sette notti – e gli otto giorni – vissuti a Taramá, sperduta cittadina della cordigliera, saranno però i più drammatici e i più intensi della sua vita. Sin dal primo giorno, Elena scopre infatti la realtà misteriosa che si nasconde dietro quella natura tropicale: i cafetales, dove crescono le preziose piantine, sono minacciati dall’avidità dei cercatori di petrolio. E lo stesso Fernando – al quale la lega una complicità che presto sboccia nella passione – è in pericolo. Per amor suo Elena si butta a capofitto in un’avventura che la porta a scoprire un’altra, più oscura dimensione, sommersa in quella realtà a lei sconosciuta. È un’impresa all’apparenza assurda, ma Fernando le ha insegnato la filosofia dei suoi antenati indigeni: di fronte all’avidità e alla follia che dominano il mondo, non c’è altra soluzione che quella di continuare ad agire come se ci fosse un senso. Come l’ambiguo conquistatore svevo, Mattheus von Holzer, la cui statua domina la piazza di Taramá, salpato per le Americhe in cerca di El Dorado, si trovò ad affrontare ben altre peripezie, così Elena si consegna mani e piedi a un gioco che la coinvolge anche come donna: «Ma non c’era rimedio: una volta contagiati, non si può smettere di cercare El Dorado. A me è capitata la stessa cosa con l’oro di Taramá, o meglio, con colui che per me lo rappresentava: Fernando. Non ho più smesso di cercarlo.»


Silvia Di Natale è nata a Genova ma, giovanissima, si è trasferita per ragioni di studio in Germania, dove tuttora vive e lavora. Ha pubblicato per Feltrinelli i romanzi Kuraj, Il giardino del luppolo, L’ombra del cerro, Vicolo verde e il reportage sulla Colombia Millevite. Per Piemme ha pubblicato La ragazza di Ratisbona.

Pagine: 462 Prezzo: 12,90€
Uscita: 24 Giungo 2014
Chi non ha mai desiderato vivere a Parigi? Per Anna, trent’anni, assaggiatrice di cioccolato in una piccola azienda inglese, è sempre stato un sogno, anzi un miraggio, lontano e irraggiungibile. Quando, in seguito a un brutto incidente sul lavoro, Anna si trova a spasso e pensa che la sua vita stia andando a rotoli, la sua insegnante di francese, Claire, ha per lei la soluzione ideale: trasferirsi a Parigi, il luogo perfetto dove ricominciare e costruirsi una nuova vita. Ad Anna non mancherebbe neanche il lavoro, perché Claire la farebbe assumere nella più antica cioccolateria della città. Certo manca ancora l’amore. Ma per quello, si sa, Parigi non può che fare la sua parte.


Jenny Colgan, grazie al grande successo di Appuntamento al Cupcake Café, La bottega dei cuori golosi e Un tramonto a Parigi, si è affermata come una delle autrici di romanzi femminili più amate in Gran Bretagna, dove conquista immancabilmente i vertici delle classifiche. Nel 2012 ha vinto il Melissa Nathan Award per la miglior commedia romantica. Golosa come la protagonista del suo nuovo romanzo, negli anni del college ha seguito una dieta a base di ovetti al cioccolato! Vive tra Londra e la Francia con il marito e i tre figli.