31 luglio 2014

[Recensione] Sotto il segno dei pesci di Letizia Draghi

Quattro Typewriters
Buongiorno miei cari Lettori. Oggi una recensione da Sogno! Sotto il segno dei pesci scritto da Letizia Draghi con le nuova linea Youfeel edizioni Rizzoli.

La copertina è fresca ed estiva, dai colori forti e decisi. Il racconto non è lungo ma breve, si legge in sole poche ore.

La storia narra di Rachele Pallavicino che si guadagna da vivere facendo l’oroscopo per i clienti in un villaggio turistico dove fa l'animatrice . Ad attenderla sull’atollo c’è Giove in Cancro, ovvero Edoardo Della Valle, un imprenditore tanto eccentrico quanto bello ( nel segno dello Scorpione) che sarà il suo angelo custode.

Intrigante, spiritoso e fresco da leggere in quelle serata calde con tante lucciole, che girano intorno, osservare le onde del mare in lontananza e sognare. La scrittura è fluida, scorrevole e impostata in maniera corretta. Mi è piaciuto l'oroscopo giornaliero che la giovane Rachele fa, associando tutti i protagonisti del romanzo. Romantico, divertente e pulito. Una storia di astri contrapposti, stelle innamorate e pianeti ingarbugliati. Il sogno che ogni donna vorrebbe vivere. Buona Lettura!

Grado di sensualità: Eccitante come la melassa
"Ancora non riesco a credere di trovarmi proprio assieme all'Uomo Ideale, che è anche un portento a letto, in una cornice da sogno. Non sono abituata ai regali della dea bendata."

30 luglio 2014

[Anteprima] Lo strano caso dell'apprendista libraia di Deborah Meyler

Una piccola libreria a New York. Un amore da dimenticare. Una magia tra i libri. 

Lo strano caso dell'apprendista libraia
Narratori Moderni
Traduzione: Claudia Marseguerra
360 pagine € 14.90
Uscita: 28 agosto 2014
Esme ama ogni angolo di New York, e soprattutto quello che considera il suo posto speciale: La Civetta, una piccola libreria nell'Upper West Side. Un luogo magico in cui si narra che Pynchon ami passare i pomeriggi d'inverno e che nasconde insoliti tesori, come una prima edizione del Vecchio e il mare di Hemingway. Ed è lì che il destino decide di sorriderle quando sulla vetrina della libreria vede appeso un cartello: cercasi libraia. È l'occasione che aspettava, il lavoro di cui ha tanto bisogno. Perché a soli ventitré anni è incinta e non sa cosa fare: il fidanzato Mitchell l'ha lasciata prima che potesse parlargli del bambino. Ma Esme non ha nessuna idea di come funzioni una libreria. Per fortuna ad aiutarla ci sono i suoi curiosi colleghi: George, che crede ancora che le parole possano cambiare il mondo; Mary, che ha un consiglio per tutti; David e il suo sogno di fare l'attore. Poi c'è Luke, timido e taciturno, che comunica con lei con le note della sua chitarra. Sono loro a insegnarle la difficile arte di indovinare i desideri dei lettori: Il Mago di Oz può salvare una giornata storta, Il giovane Holden fa vedere le cose da una nuova prospettiva e tra le opere di Shakespeare si trova sempre una risposta per ogni domanda. E proprio quando Esme riesce di nuovo a guardare al futuro con fiducia, la vita la sorprende ancora: Mitchell viene a sapere del bambino e vuole tornare con lei. Esme si trova davanti a un bivio. Il suo più grande desiderio sta per realizzarsi, ma non è più la ragazza spaventata di un tempo e non sa più se è quello che vuole davvero. Perché a volte basta la pagina di un libro, una melodia sussurrata, una chiacchierata a cuore aperto con un nuovo amico per capire chi si è veramente. Perché Esme non è più un'apprendista libraia, ora è una libraia per scelta. Lo strano caso dell'apprendista libraia è il romanzo più amato dalle librerie indipendenti americane. Grazie a loro è partito un passaparola tra i lettori che ne sono rimasti incantati. Deborah Meyler è convinta che l'esperienza più bella della sua vita sia stata lavorare in un negozio di libri e ha deciso di descriverla. Un romanzo che ricorda a tutti noi come il fascino delle librerie sia intramontabile. E che spesso quei luoghi pieni di scaffali polverosi nascondono sorprese inaspettate.

Deborah Meyler è nata a Manchester, ha frequentato il Trinity College a Oxford e poi la St Andrews University. Qualche anno dopo si è trasferita a New York: qui ha aperto due librerie indipendenti, che sono sopravvissute nonostante la crisi. Il suo primo romanzo è Lo strano caso dell'apprendista libraia, con cui ha ottenuto grande successo in America.

Per entrare nel vivo de "Lo strano caso dell’apprendista libraia", ecco la guida dei luoghi di New York citati nel romanzo: 8 posti speciali, amati dalla scrittrice, tutti legati all’amore per la lettura, per l’arte o per una buona cheesecake! 

http://bit.ly/1lxPPRu

[Recensione] Volevo essere Audrey Hepburn di Vanessa Valentinuzzi


Buongiorno miei cari! Oggi partiamo con la recensione di un romanzo Chick-lit molto raffinato. Volevo essere Audrey Hepburn dell'italiana Vanessa Valentinuzzi.

La copertina è molto carina, colorata e solare, perfetta per quest'estate priva di sole che stiamo attraversando. Il romanzo è un mix di eleganza e romanticismo. Divertente a tratti irriverente e scritto con una penna delicata. I personaggi sono tutti perfetti e si calano nel ruolo della spensieratezza senza risultare pesanti.

La storia parla, principalmente, di Viola che arrivata a trent'anni ha una vita davvero catastrofica. Si ritrova con un fidanzato che è sposato, e senza lavoro allora lei stessa dovrà re-inventarsi e il Cous Cous Club sarà un modo per divenire famosa e osannata. Le pagine si incespicano e si rincorrono in un misto di stupore, gioia e apprensione.
La protagonista, come Audrey Hepburn, vorrebbe essere sensuale ma non ci riesce proprio in pieno e trasforma la sua vita in un vero e proprio pasticcio di carne con fagioli. Le righe scorrono veloci, la lettura è semplice e distensiva può essere fatta in soli due giorni, come ho fatto io, e può essere letto tutto d'un fiato. Una lettura elegante come la donna che non scorderemo mai "Audrey Hepburn". Buona Lettura.

"Il mondo è un posto pericoloso. Non per via di quelli che compiono azioni malvagie, ma per via di quelli che stanno a guardare senza fare niente."

28 luglio 2014

[Recensione] Donne e Diamanti di Nora Roberts


Buongiorno miei cari. Buon inizio settimana tutti, che sia splendida anche per chi rimane a casa a lavorare (come me) Oggi sono qui a esporvi la mia opinione su un libro di Nora Roberts. 

Iniziamo col dire che non mi è piaciuto. Non so perchè, ho letto altri libri di Nora Roberts e mi sono sembrati molto più belli di questo. Mi è sembrato tutto così assurdo in questo libro. Per carità, la storia è intricante e bella ma surreale, troppo precipitosa, fin dalle prima pagine. Io credo, che sia stata impostata male fin dall'inizio, se magari questa specie di Investigatore Privato ribelle (che sarebbe uno dei protagonisti) ci fosse andato con i piedi di piombo, la storia sarebbe stata ben diversa, a mio avviso.

Non è scritta male ma ha molte note stonate e vi spiego perché. La storia ci introduce con Cade un giovane ricco che tenta di ripudiare la sua famiglia e si mette a fare l'investigatore privato, perché non ama essere imbrigliato in tutte le forme di cortesia che sono obbligati a compiere i suoi familiari e fin qui tutto bene. Arriva però, di punto in bianco, questa donna comparsa dal nulla senza storia, ne ricordi e si affida a lui per cercare di ritrovare la sua memoria perduta ...e lui che fa?! S'innamora all'improvviso, se la vuole portare a letto, se la porta a casa sua e la fa vivere con lui. MioDio, per favore, mi sembra una cosa talmente fuori luogo che ho odiato questa situazione. Ma sicuramente... qualcuno di noi appena vede un bell'uomo e una bella donna pensa ciò che deve, ma di certo non si mette come un tappetino a rincorrere una persona che non conosce nemmeno, così senza un perché e se la porta a casa. MAH! Sono rimasta sinceramente allibita.

Stessa cosa per l'amica, che quasi pensa di farsi violentare da un cacciatore di taglie, appena conosciuto e che è uno spietato vendicatore, ma dico io ...è normale?! A me sinceramente non è piaciuto affatto l'impronta che ha dato, forse andando avanti con le pagine il tono si ammorbidisce e tutto diventa più naturale ma l'inizio è davvero TERRIFICANTE!

Nonostante tutto ho apprezzato la scrittura della Roberts molto scorrevole, come sempre e piena di azione e passione, davvero una storia carina se non fosse per gli "innamoramenti facili" che vi sono. Le tre pietre di Mithra hanno un valore fondamentale e tutti vogliono ottenerle a causa di una leggenda. Molto stimolante e espressivo, però si poteva fare di più. Buona Lettura!

"Si dice che i diamanti siano i migliori amici delle donne, e infatti un'antica leggenda considera le pietre portatrici di un'immensa fortuna per chi le possiede. Per questo motivo un uomo misterioso cerca con ogni mezzo di rubarle, convinto che non si tratti soltanto di una leggenda."

25 luglio 2014

[Anteprima Hop Edizioni] Sotto di Leela Corman

Leela Corman racconta tanto la miseria sociale quanto il peso delle convenzioni, immergendosi nella storia dell’emancipazione femminile. Sotto sconvolge per la sua umanità. |Le Monde| Finalista L.A. Times Book Award, Eisner Award, e Le Prix Artemisia, vincitore del premio Millepages 2013
Collana: La vie en noir
Pagine: 208 Formato: 18,5x23 cm
Prezzo: € 18,00
Uscita 19 settembre 2014
“Sotto” racconta la vita tumultuosa di due sorelle gemelle cresciute nella comunità ebraica del Lower East Side di New York all’inizio del XX secolo. Adolescenti, le sorelle prendono strade diversissime: Fanya lavora per una donna che  pratica aborti e le inculca idee femministe e improntate al progresso sociale. Esther, affascinata da danzatrici di burlesque, impara a ballare, ma esercita anche la professione di prostituta. I destini delle due sorelle, prima molto legate, si separano del tutto. Leela Corman descrive in questo  splendido volume, dal disegno incredibile, le  difficoltà delle popolazioni immigrate in America fino alla vigilia della Grande Depressione, con sensibilità e umorismo yiddish. E dipinge soprattutto il magnifico ritratto di due donne che cercano la libertà in due modi opposti.
 Leela Corman è un illustratore, fumettista, e ballerinA Medio Orientale .. Ha studiato pittura, incisione e illustrazione al Massachusetts College of Art. Ha iniziato la sua carriera nei fumetti come studente, self-publishing tre numeri della sua minicomic.

[Recensione] Tutta colpa del mare (e anche un po' di un mojito) di Chiara Parenti

Cinque Typewriters
Buongiorno miei cari Lettori. Tutta colpa del mare, uscito ieri e finito in una notte. L'idea della Rizzoli di far uscire questi romanzi freschi e estivi è stata una vera chicca. Il romanzo è solare, energico e effervescente!

Mi è piaciuto tantissimo, a cominciare dalla copertina. dai colori vivi e intensi. Ho adorato i protagonisti fin da subito e mi è piaciuto, tanto, il modo di vergare della scrittrice, fresco e veloce.

Tutta colpa del mare è incentrato sulla storia di Maia Marini una ragazza che ha cancellato la sua vita precedente per dedicarsi alla sua nuova vita, tutta fatta d'un pezzo, senza sbavatura e noiosa fino allo spasmo. La sua vita cambierà quando con la sorella del suo fidanzato andrà a fare l'Addio al nubilato in uno dei luoghi a lei ben conosciuti la Versilia e ritroverà tutti coloro che l'hanno amata veramente!

Un romanzo da leggere con le gambe al fresco e la testa piena di bollicine. Elettrizzante, pieno d'amore e di giovialità. Lo scambio di battute dei personaggi, l'iralità e la dolcezza con cui si approcciano a queste righe è davvero fuori da ogni regola. Leggero come una nuvola, frizzante come la coca-cola.

Il mare, tutta colpa del mare che con le sue onde lascerà il cuore per poi ritrovarlo affogato ma qualcosa sta per riportare a galla i vecchi misfatti. Penna priva di sbavature, ottima lunghezza del testo e dialoghi perfetti! Tutto da leggere... BUONA LETTURA!
Grado di Sensualità: Dolce come il caramello
"Il suo Sguardo Assassino mi stese e quando posò le sue labbra sulle mie, le stelle si tuffarono in mare e il mare ricoprì il cielo con una fontana di diamanti di luce."

24 luglio 2014

[Uscita del giorno] OverSight di Charlie Fletcher

Genere: Fantasy
Collana: Collana Narrativa
Anno: 2014 Pagine: 528
Marchio editoriale: Fanucci Editore
Londra, metà Ottocento. L’organizzazione segreta Oversight ha il compito sia di proteggere gli esseri umani privi di poteri magici dalle scorribande degli esseri fatati di ogni genere, sia di difendere il mondo magico dalle ingiustizie perpetrate – più o meno involontariamente – dall’umanità che avanza a grandi passi verso la modernizzazione. I membri di Oversight sono tutti dotati di particolari poteri extrasensoriali, ma dopo il Disastro le loro fila sono state decimate a soltanto cinque componenti, il numero minimo indispensabile, costituiscon una Mano. Questi ultimi cinque sopravvissuti hanno la missione di custodire la misteriosa Chiave, il fulcro attorno al quale ruotano gli equilibri tra mondo magico e mondo ‘normale’, oggetto del desiderio per chiunque brami un grande potere... Un fantasy strabiliante, che ha la potenza evocativa di un classico.

Sono rimasti in cinque a sorvegliare i confini tra i mondi, a proteggerci da quello che ci aspetta dall’altra parte.

Charlie Fletcher ha vissuto molto tempo a Los Angeles, dove ha lavorato come autore di videogame e come sceneggiatore per il cinema e per la televisione. Tornato in Scozia, ha deciso di dedicarsi a tempo pieno alla scrittura per ragazzi. Cuore di Pietra (Mondadori 2007), il suo primo romanzo, apre una trilogia che diventerà film.

[Recensione] Il figlio ribelle di Cristina Zavettieri

Tre  e 1/2 Typewriters
Buongiorno miei cari lettori. Dopo tutte queste anteprime/segnalazioni ci vuole proprio una bella recensione! Ho avuto nel mio e-reader questo libro e ho avuto difficoltà a leggerlo: Uno, perché era abbastanza lungo e Due perché ben conoscete il mio astio verso gli e-book (che se posso, EVITO!), che ci volete fare sono una vecchia romanticona. Ma tralasciando questi piccoli dubbi amletici, andiamo a leggere la mia opinione sul libro.

Il figlio ribelle è una storia intensa; ammirando la copertina si può denotare la bellezza di esso, i toni caldi e accoglienti come la trama che ci spinge a leggere e sognare. La storia si snoda bene, si focalizza principalmente sulla vita di Federico Dalla Croce abbandonato dalla madre al Re Ferdinando I di Borbone(suo padre) che lo farà istruire e crescere da un uomo a lui molto caro. Federico diviene grande, tra scorribande e marachelle ma un colpo di fulmine a ciel sereno attraverserà la sua vita: Bianca Di Albano giovane e bellissima nobile donna,  figlia di Tancredi Di Albano (generale Del Real Esercito Borbonico).

La penna scorre veloce sulle pagine e il romanzo si legge facilmente. L'autrice ha saputo delineare perfettamente il periodo storico e incentrarlo nella vita dei personaggi, riportando ogni tassello al suo posto. Forse avrei preferito accorciarlo ma ogni libro ha la sua storia. Incantevole a tratti elegante e misterioso, è un libro che vi immergerà nella mondanità della Corte Borbonica . Forse molto spudorato, a tratti pieno di passione. Avrei trattenuto la magnanimità di Bianca nell'esporsi troppo (a quei tempi come sappiamo non era consentito fare nulla alle donne). Un romanzo da leggere tutto d'un fiato, per gli amanti dei Romance Storici è perfetto! BUONA LETTURA.

Grado di sensualità: Passionale
"Bianca lo osservò compiere quei gesti con attenzione quasi maniacale, la mente in subbuglio e il cuore improvvisamente troppo grande per essere contenuto nella sua gabbia toracica. Sembrava volerle esplodere."
 

[Segnalazione] Sognavo di essere Bukowski di Gino Armuzzi

Prezzo: 3.99€
L’editore digitale californiano LA CASE Books pubblica una nuova edizione dell'introvabile romanzo di Gino Armuzzi.

"SOGNAVO DI ESSERE BUKOWSKI": NUOVA VERSIONE DIGITALE PER IL ROMANZO CULT SUGLI ANNI 80 ITALIANI
La prima edizione era introvabile, ora grazie all'ebook torna finalmente disponibile un romanzo cult: "Diretto come un pugno, leggero come una birra chiara alla spina ordinata in pizzeria, godibile dalla prima all'ultima pagina".

(LOS ANGELES - 15.07.2014) - Uscito per la prima volta nel 1994 "Sognavo di essere Bukowski" di Gino Armuzzi è uno di quei romanzi generazionali che lasciano un segno. Vero e proprio fenomeno cult, il romanzo di Armuzzi è riuscito a raccontare in maniera divertentissima la meravigliosa schizofrenia degli anni '80 italiani. A distanza di vent'anni esatti dalla prima edizione l'editore californiano LA CASE Books ne pubblica ora una nuova versione digitale.


Sognavo di esser Bukowski torna dunque finalmente in libreria, anche se nelle librerie digitali. Una vera e propria celebrazione dei vent'anni della prima uscita ma anche una pubblicazione che vuole colmare un vuoto per i lettori: il libro di Armuzzi era infatti introvabile, con la prima rarissima edizione del '94 esaurita da tempo così come la seconda edizione pubblicata da Sperling nel 2004.

"Sognavo di essere Bukowski è un romanzo geniale, divertentissimo e imprescindibile per chi, come me, è nato nella seconda metà degli anni '70" - ha dichiarato Giacomo Brunoro, direttore editoriale LA CASE Books. "Quando abbiamo saputo che era libero da diritti abbiamo contattato Armuzzi e abbiamo subito trovato l'accordo per l'edizione digitale. Si tratta di un testo perfetto per la nostra linea editoriale: ironico, divertente, veloce, staprieno di citazioni pop che lo rendono un testo assolutamente 2.0, anche se poi di fatto è uscito nel 1994. Una dichiarazione di amore e odio per la Milano degli anni '80, quella Milano da bere che continua ancora oggi ad esercitare un fascino che potremmo definire addirittura perverso sul resto d'Italia".
 LA CASE Books ha deciso di pubblicare l'ebook con una cover-omaggio alla storica copertina originale, rielaborando con una nuova grafica digitale l'opera d'arte dello stesso Armuzzi che era stata utilizzata nel 1994.

Una Milano anni ’80 vissuta tra feste a cui imbucarsi e un’improbabile vita universitaria, Sex Pistols e Duran Duran, punk e yuppies, centri sociali e centri di bellezza, gin e whisky, modelle e travoni, Santa Margherita e San Vittore, il Rocky Horror Picture Show al Mexico e le domeniche in curva a San Siro, stiliste e cubiste, tossici senza futuro e snob intellettuali proto-hipster.

Un viaggio dissacrante e irriverente nell’Italia degli anni ’80 insieme a Marino Guzzi, giovane bocconiano senza speranze travolto dalla vita e dai suoi miti: Volevo vivere come Mishima e uccidere come Burroughs. E sognavo di essere Bukowski, buttato qua e là tra i bordelli di Los Angeles, con un bicchiere di whisky in mano e una prostituta accanto.

[Segnalazione] Fino alla fine della rete di R.V. Beta

http://www.amazon.it/Fino-alla-fine-della-rete-ebook/dp/B00GYI8ZM2/
Formato: e-book, 255 pagine, self-published.
Sangue secco e altra plastica consumata
Yuuki è una ragazza scappata di casa per vivere sulla propria pelle un’irrefrenabile curiosità per la vita e la tecnologia. La sua ultima impresa di pirateria informatica l’ha riportata bruscamente dal mondo virtuale a quello reale, e ora è un obiettivo. Daisuke è dotato di una fervida immaginazione, con la quale sconfigge le noiose giornate da impiegato di una multinazionale. Qualcosa di speciale unisce Yuuki e Daisuke nella fuga che affronteranno insieme, o almeno così è come la vede lui. L’inizio di una nuova vita per entrambi è una seconda occasione, la possibilità di lasciarsi tutto alle spalle, se troveranno la forza per sfidare gli incubi che li circondano. Il debutto di R.V. Beta è il diario di viaggio di un gruppo di personaggi che dovranno presto imparare a non darsi mai per vinti, perché la realtà non è mai una sola... Esistenze per nulla ordinarie e nessuno di cui potersi fidare fino in fondo: un invito a cambiare prospettiva.

R.V. Beta passa gran parte del suo tempo aspettando che si installino gli aggiornamenti della PS3. Ha a casa un Oculus Rift ancora imballato, mentre i pupazzetti di vinile è riuscita a tirarli fuori dalle loro scatole. Non sopporta quando si fulmina la lampada del semaforo e non sa se può attraversare. Ha scoperto che il sushi non ingrassa, consiglia il tonno che ha più gusto del salmone. Non capisce che gusto ci sia a mangiare la  pannocchia fritta. Le rare volte che va alle giostre e c’è lo stupido carrellino che porta nel tunnel dell’orrore, tiene gli occhi chiusi. Vorrebbe iniziare a fumare, ma non ne ha il coraggio. Immagina di entrare un giorno in un negozio di elettrodomestici e che tutte le televisioni la salutino facendo il suo nome. Non le dispiacerebbe lavorare al riciclaggio della carta, rubando dal calderone frammenti di fogli per farsi un collage da attaccare al muro, tipo soggetto pericoloso. Le ispira Minecraft, ma teme di perdersici dentro. Secoli fa faceva da balia a un Tamagotchi non suo, e non sa perché tendeva a trattarlo male: ha ancora i sensi di colpa. Internet è invasa dai gatti, ma anche gli unicorni cercano attenzione a tutti costi. Non sa cosa si nasconda sotto la sabbia della spiaggia.

[Anteprima] La Ragazza Meccanica di Paolo Bacigalupi

Vincitore dei premi Hugo e Nebula - Miglior libro dell’anno  2009 per Time Magazine Collana #Multiversi APPROVATO DA BookAsFace – La community dei Creative Readers

Anderson  Lake  è  l’uomo  di  punta  della  compagnia  AgriGen  Calorie  in  Thailandia. In  incognito come  amministratore  di  un  impianto,  Anderson  setaccia  i  mercati  di  Bangkok  alla  ricerca  di  cibi  considerati  estinti,  con  la  speranza  di  razziare  il  bottino  delle  calorie  perdute  della  storia.  Ed è  qui  che  si   imbatte  in  Emiko.  Emiko  è  la “Ragazza  Meccanica”,  una  creatura  strana  e  meravigliosa.  È  una  Neo  Persona,  non  è  umana:  è  un  essere   costruito   in   laboratorio   e   programmato   per   servire   e   appagare   gli   appetiti   di   un   uomo   d’affari   di  Kyoto,  ora  abbandonata  nelle  strade  di  Bangkok,  costretta  ad  umiliarsi  in   un  bordello  in    perversi  spettacoli erotici,  per  uomini  che  preferirebbero  vederla  morta .  Per  il  popolo  thai  sono  creatura  senz'anima,  per  altri  addirittura  demoni,  le  Neo  Persone  sono  schiavi,  soldati  e  giocattoli  per  i  ricchi  in  un  agghiacciante  futuro  prossimo  in  cui  le  aziende  caloriche  dominano  il  pianeta  minacciato  dall’innalzamento  degli  Oceani.  L'età  del  petrolio  è  finita,  e  gli  effetti  collaterali  delle  malattie  portate  dall'ingegneria  genetica  si  diffondono  in  tutto  il   mondo.  
Paolo   Bacigalupi   ha   pubblicato   su  WIRED   Magazine  e   moltissime   altre   riviste   di   settore.  I   suoi  racconti   sono   stati   inseriti   in   diverse   antologie   di   "migliori   titoli   dell'anno"   del   genere   fantasy   e  fantascientifico.  Ha  ottenuto  tre  candidature  al  premio  Nebula,  quattro  al  premio  Hugoe  ha  vinto  il  Theodore  Sturgeon  Memorial  Award per  il  miglior  racconto  di  fantascienza  dell'anno. La  sua  raccolta  di  racconti  Pump   Six   And   Other   Stories ha  ottenuto  il  Locus   Award nel  2008  per  la  migliore  antologia  e  nominata  da  Publishers  Weekly come  miglior  libro  dell'anno. La  Ragazza  Meccanica(The  Windup  Girl),  suo  romanzo  d’esordio,  è  stato  segnalato  da  TIME  Magazine  come uno  dei  dieci  migliori  romanzi  del  2009  ed  ha  vinto  i  premi Hugo,  Nebula,  Locus,  Compton  Crook  e  John  W.  Campbell  Memorial  Award. Tra  i  riconoscimenti  internazionali,  è  stato  insignito  dei  premi   Seiun (Giappone),   Ignotus  (Spagna),  Kurd-­Laßwitz  (Germania)  e Planète  SF  des  Blogueurs  (Francia). Il  suo  romanzo  per  ragazzi  Ship   Breakerha  vinto  il  premio  Michael   L.   Printz ed  è  stato  finalista  al  National  Book  Award. Uno  dei  suoi  ultimi  libri,  The   Drowned   Cities,  è  stato  segnalato  da  Kirkus   Reviews come  miglior  titolo  per   ragazzi  del  2012,  sempre  nello  stesso  anno  è  stato  inserito  nei  Perfect  Ten  Books da  VOYA ed  è  stato  finalista  del  Los  Angeles  Times  Book  Prize.  Attualmente  Paolo  Bacigalupi  vive  in  Colorado  con  sua  moglie  e  il  figlio.

Per la prima volta in tour in Italia, il libro sarà presentato al  FestivaLetteratura di Mantova da Tullio Avoledo , a Padova presso il suggestivo SuperFlash Store dall’ Associazione Sugarpulp e a Milano nella futuristica location offerta da Open – More than book .

Tradotto in oltre 40 paesi, La Ragazza Meccanica di Paolo Bacigalupi è un cult per i lettori di fantascienza; l'autore è conosciuto ai più in Italia per i suoi racconti pubblicati nelle raccolte Urania ed è osannato dalla critica come degno erede di William Gibson.Al di là dei proclami, The Windup Girl è uno dei romanzi più originali e complessi degli ultimi vent'anni, per la struttura narrativa, per il tema trattato e per l'ambientazione quasi mistica intrisa di cultura Thai e di retaggi del neocolonialismo.

L’edizione italiana, disponibile in cartaceo e digitale con l’egregia traduzione di Masssimo Gardella , è il fiore all’occhiello della collana #Multiversi della casa editrice Multiplayer.it Edizioni e tra le proposte di lettura per questa strana e volubile estate.
BACIGALUPI è un uomo delle remote terre del Colorado, con origini italiane. L’idea di fondo in The Windup Girl nasce dalla preoccupazione dei suoi amici agricoltori per le politiche delle grandi multinazionali produttrici di sementi, che puntano sempre di più sulla bioingegneria per mettere in commercio un prodotto performante in termini di fatturato.
  
"Che cosa sei?"
"Una Neo Persona”
"Da cosa dipende il tuo onore"
"Il mio onore è servire"
"Che onori?"
"Onoro il mio padrone"
...Il loro scopo era servire, il loro onore era servire e avrebbero ricevuto la loro ricompensa nella vita successiva, quando sarebbero stati completamente umani. Servire avrebbe ceduto il passo alla più grande delle ricompense.

Al Festivaletteratura di Mantova la fantascienza esce dal ghetto con Tullio Avoledo e Paolo Bacigalupi. Sarà lo scrittore italiano Tullio Avoledo ad inaugurare il tour di incontri per la presentazione de La Ragazza Meccanica in Italia. Nella suggestiva Mantova, Avoledo sarà il primo ad intervistare Paolo Bacigalupi , durante un festival letterario che si mostra sempre più attento alle correnti borderline, come la fantascienza. La sera di domenica 8 settembre invece sarà alla volta di Padova , tra gli amici di Sugarpulp , l’associazione culturale promotrice ogni anno dello straordinario Sugarpulp Festival , "L’avventura tra parole e immagini" . Ultima tappa invece a Milano il 9 settembre dove Bacigalupi sarà ospite di OPEN "More than Books" , alle 18:30 con uno special guest del mondo del food, simbolo del mangiar bene italiano.


[Segnalazione] L’occhio di cristallo - l’alba di una nuova vita di Francesco D. Bianco

L'occhio di cristallo - L'alba di una nuova vita
Editore: youcanprint
Pagine: 190 Autore: Francesco D. Bianco
Copertina: realizzata da Luca Pavan
Amazon
Phoenix, Arizona. Il dottor Christel Wilson si appresta ad affrontare un'altra nottata nel freddo obitorio situato alla periferia della città, stanco di quella vita vissuta di notte, lontano da sua moglie Sofia. Benjamin Scott è un agente della polizia di Phoenix. Una chiamata inaspettata lo porta a indagare su uno strano caso: viene trovato il cadavere di un ragazzo. I primi rilevamenti parlano chiaro: Ethan Sunset è morto in modo naturale. Ma Christel Wilson non è dello stesso parere.Dopo un'attenta indagine, decide di riesumare dai sotterranei del laboratorio l'esploratore ottico, uno strumento in grado di riattivare i ricordi del defunto attraverso la memoria oculare. Christel dovrà affrontare viaggi nel passato, tunnel spazio-temporali, rapimenti alieni, situazioni futuristiche e utopiche. Che cosa nasconde quel corpo senza vita? Che cosa cela il passato? Quali decisioni prenderà il dottor Christel Wilson? Un viaggio ricco di colpi di scena, che proietteranno il lettore in un mondo tutto da scoprire.

Bianco Francesco nasce a Ivrea il 09 ottobre 1985. Già da piccolo dimostra una notevole passione per le attività artistiche. All'età di 5 anni inizia il suo lungo percorso nel mondo della musica. Suona la tromba, legge e dipinge. La sua passione per la lettura lo spinge a scrivere il suo primo romanzo: Emmanuel, pubblicato nel giugno del 2013. Un'esperienza unica, travolgente, che lo porterà a scrivere un secondo libro: L'occhio di cristallo.

YouFeel la nuova iniziativa Rizzoli di editoria digitale al femminile!

Rizzoli lancia un nuovo progetto di editoria digitale al femminile
Un universo di romanzi digital only da leggere dove vuoi, quando vuoi

YouFeel è la nuova iniziativa Rizzoli di editoria digitale al femminile: romanzi brevi da gustare nel poco tempo che hai, dove vuoi, a seconda di come ti senti. La nuova collana di ebook romance è suddivisa in quattro categorie: Romantico, Ironico, Erotico ed Emozionante; un universo di titoli, per percorsi di lettura personalizzati, da leggere tutti d’un fiato e perfetti da leggere in mobilità su smartphone e tablet.
I romanzi sono tutti in formato ebook e in download sulle principali librerie online come Amazon, Apple e Kobo, Google Play, IBS, Feltrinelli e molte altre. A un prezzo assolutamente vantaggioso: 2,49 euro a titolo.

La collana di YouFeel debutta con ben 20 titoli già disponibili in rete.


Vai su www.rcslibri.it/youfeel e scopri quale risponde meglio al tuo mood. 
Intanto, noi parliamo di:  Chiara Parenti un autrice nostrana, dal talento invidiabile
 Monique Scisci nostra vecchia conoscenza e di una bravura estrema! In bocca al lupo ragazze.

http://www.amazon.it/Tutta-colpa-del-mare-Youfeel-ebook/dp/B00LX6OW4A%3FSubscriptionId%3DAKIAIDGMTNKV6SSBAJFQ%26tag%3Drcslibriit-21%26linkCode%3Dxm2%26camp%3D2025%26creative%3D165953%26creativeASIN%3DB00LX6OW4A
Tutta colpa del mare (e anche un po' di un mojito) di Chiara Parenti

La vita di Maia Marini procede a vele spiegate verso la felicità: un fidanzato “modello”, un lavoro quasi perfetto, tre amiche splendide con cui trascorrere l’addio al nubilato della futura cognata. Peccato che la meta prescelta sia la Versilia, dove Maia rivede Marco, il primo amore, a cui ha detto addio un’estate di tanti anni fa…






http://www.amazon.it/Se-giorno-ci-rincontreremo-Youfeel-ebook/dp/B00LX6OX1C/ref=pd_ecc_rvi_1 Se un giorno ci rincontreremo di Monique Scisci

Alessandra aveva fatto progetti per il futuro e tutti comprendevano Daniele. Ma a volte l’errore di una notte può avere conseguenze enormi. Meglio partire e lasciarsi tutto alle spalle, fare un viaggio, magari in Scozia, dove, tra le misteriose atmosfere di un epico e glorioso passato, potrà finalmente rimarginare le ferite. A Edimburgo Alessandra conosce Carl, un giovane pianista che per mantenersi suona nei locali la sera. Con lui vorrebbe lasciarsi andare, capisce che potrebbe essere finalmente quello giusto, ma prima deve tornare in Italia e chiudere col passato. Anche Carl si sente attratto da quella dolce italiana, ma sa che lei ha bisogno di tempo. Tempo per capire cosa vuole realmente e chi ama davvero. “Se un giorno ci rincontreremo vorrà dire che il destino è dalla nostra parte” le dice prima di lasciarla andare. E il destino decide sempre nel modo migliore. Emozionante, struggente, a tratti malinconica, una storia d’amore che vi commuoverà.  

DIVENTA UN AUTRICE

Nell’universo YouFeel non c’è solo un romanzo che ti aspetta: se hai una storia inedita nel cassetto, sei la persona che fa per noi. Cerchiamo autrici italiane che sappiano raccontare l’universo femminile e romanzi che soddisfino i quattro mood Romantico Ironico Erotico Emozionante in 200mila battute. Manda il tuo manoscritto all’indirizzo email scrivi@youfeel.it, accompagnato da una breve lettera di presentazione e una sinossi.

23 luglio 2014

[Review-Recensione] Where she went di Gayle Forman



Buon Pomeriggio cari Lettori! Sono tornata alla latitanza, cosa di cui mi vergogno profondamente...Il tempo sembra sfuggirmi di mano, ma proverò a tornare un po' più attiva nella Blogosfera! Negli ultimi giorni ho letto ben tre libri, di cui due in lingua inglese, ed è proprio di uno di questi che voglio parlarvi oggi...

"Where she went" è il seguito di "Resta anche domani", libro pubblicato qui da noi dalla Mondadori, che purtroppo ha temporaneamente o definitivamente interrotto la serie... Se conoscete un minimo di inglese vi consiglio di completare la lettura della Duologia direttamente in lingua originale, visto che il romanzo è scritto in maniera semplice e facilmente comprensibile!

If you stay, I’ll do whatever you want. I’ll quit the band; go with you to New York. But if you need me to go away, I’ll do that too. .. And that would suck, but I’ll do it. I can lose you like that, if I don’t lose you today. I’ll let you go. If you stay.

La storia riprende tre anni dopo il terribile incidente che ha sconvolto la vita di Mia, che le ha portato via tutta la sua famiglia e ha distrutto ogni sua speranza. Stavolta è Adam la voce narrante, e lo seguiamo mentre è alle prese con la sua nuova vita: Adam, infatti, è riuscito a realizzare il suo sogno e, insieme alla sua band, gli Shooting Stars, è diventato l'astro nascente della musica, guadagnandosi migliaia di fan, dischi di platino e una fidanzata famosa che tutti gli invidiano...

Ma nella vita di Adam non c'è più Mia: dopo essersi ripresa dal coma Mia è andata a New York, per studiare alla Juilliard e si è lasciata ogni cosa alle spalle, incluso Adam, Adam, che non ha mai capito e ancora non riesce a spiegarsi perchè Mia l'abbia lasciato senza alcuna spiegazione. Ma il caso ha in serbo qualcosa di nuovo per entrambi, una sera di passaggio a New York, Adam vede Mia sul manifesto di un concerto e decide di andare a sentirla, spinto dal desiderio di vederla almeno un'ultima volta. E in una notte magica, forse Adam riuscirà a capire il perchè delle scelte di Mia e sopratutto entrambi potranno finalmente lasciarsi il passato e il dolore alle spalle...

There are so many things that demand to be said. Where did you go? Do you ever think about me? You've ruined me. Are you okay? But of course, I can't say any of that.

Where she went è stata una lettura semplice e veloce ma ricca di emozioni! In questo volume seguiamo Adam, ormai cresciuto, alle prese con una vita che pensava desiderasse, ma che ora gli sta sempre più stretta; Adam non riesce a togliersi Mia dalla testa e dal cuore, e ancora cerca di capire cosa possa averla spinta a lasciarlo senza alcuna spiegazione e quando la rincontra non riesce a fare a meno di chiederle spiegazioni, ma le parole di Mia non sono certo quello che si aspettava e lo spingeranno a ripensare a tutto quello che hanno passato fino a quel punto.

I've become to realize there's a world of difference between knowing something happened, even knowing why it happened, and believing it.

Adam e Mia sono due musicisti di talento, quindi la musica ha un ruolo importantissimo nel romanzo, è quasi una terza protagonista, e leggere il libro avendo come sottofondo la colonna sonora che l'autrice riporta alla fine del romanzo, rende la lettura ancora più bella! Ancora una volta le emozioni, i sentimenti sono il fulcro del romanzo e l'autrice, attraverso le sue parole, è bravissima nel renderli estremamente reali! Leggere la seconda parte della storia di Adam e Mia dal punto di vista di Adam è stata una scelta interessante ed azzeccata, in quanto riesce a dare alla storia una marcia in più e, alternando il presente con alcuni flashback, ci fa capire meglio quello che è successo dopo il risveglio di Mia...
In conclusione, Where she went è stato una lettura bellissima, ancora una volta ho pianto, mi sono lasciata cullare dalla musica di Mia ed Adam e mi sono emozionata!

"You don’t share me. You own me..."

22 luglio 2014

[Recensione] Il bacio della strega di Melissa de la Cruz

Quattro Typewriters
Buongiorno miei cari. Oggi parliamo di un libro che è stato per lungo tempo in attesa. Dopo ben due anni è uscito il seguito della saga "The Beauchamp Family" di Melissa de la Cruz. Speravo che quest'anno ci fosse il seguito cioè l'ultimo libro ma per ora nulla in vista. Se volete leggere la mia prima recensione e ricollegare il tutto vi rimando qui 

Il bacio della strega è stata una lettura rilassante e distensiva. La copertina è molto carina, la stessa di quella originale e ho apprezzato la delicatezza dei colori.

Impregnata in essa vengono richiamate varie figure mitologiche Norrene e il processo alle Streghe di Salem che fu indetto intorno all'anno 1690. Naturalmente la famiglia Beauchamp già esisteva, ha dovuto subire ingiuste accuse e due impiccagioni .

La storia  si infittisce di mitologia, portando in campo le valchirie e strani folletti che non riescono più a ritrovare la strada per ritornare alla loro dimora. Le due sorelle e la madre si ritroveranno di nuovo in una magica avventura per sovrastare forze del male e Dei dall'aspetto poco propenso. La storia è scritta in maniera eccellente e mi è piaciuto come ella abbia portato e spiegato il significato delle rune e il processo a Salem . Interessante riscoprire vecchi tasselli che avevo rimosso. 

I poteri che hanno Ingrid e Freya  sono meravigliosi . Dea del Focolare e Dea dell'Amore a sua volta. Entrerà in campo anche il fratello Freddie, scampato al pericolo del limbo il Dio del Sole! Un libro dal sapore intenso, pregno di magia, di mitologiche accuse e verità! Bhè che dire, non si può spiegare a parole ma solo leggere. Buona Lettura. 
Grado di Sensualità: Si parla d' Amore

"L'estate di San Martino era finita. Quando la luce si era tinta d'oro prima del tramonto, un freddo pungente si era insinuato nell'aria, corretto con un pizzico di autunno."

Il processo alle streghe di Salem, del 1692, inaugurò una serie di persecuzioni, accuse ed esecuzioni capitali in Nordamerica per il presunto reato di stregoneria.

La caccia alle streghe iniziò nel New England nel villaggio di Salem, oggi per gran parte appartenente alla città di Danvers. A seguito di tale processo vennero giustiziate 19 persone accusate di stregoneria; 55 fra uomini e donne vennero torturati per aver reso false testimonianze, 150 sospettati furono imprigionati ed altre 200 persone vennero accusate di stregoneria.

I processi ebbero inizio ad aprile e terminarono a novembre, quando la protesta di alcuni dei reverendi più influenti del Massachusetts spinse il governatore a sospendere i lavori del tribunale. L'anno successivo un'apposita corte speciale esaminò i casi rimasti pendenti ponendo fine alla questione.
(fonte: Wikipedia)

18 luglio 2014

[Recensione] Se torno, ti sposo di Kristan Higgins


Oggi parliamo di un libro davvero molto carino, Se torno, ti sposo scritto da Kristan Higgins edito Harlquin Mondadori. 

Non avevo letto nulla di questa autrice ma devo dire che è la prima che mi ha colpito di questo genere.

La scrittura è fluida, armoniosa e elegante. La copertina è fresca, estiva e accattivante, come sempre, con quella sua nota vellutata che io adoro. Mi piace molto di più di quella originale, in questo caso.

La storia della protagonista è davvero interessante e vi dirò, viene affrontato anche un tema forte quale l'epilessia che ha la protagonista.

La serie Blue Heron non è propriamente corta ma fin'ora ha quattro libri già usciti in America. Ognuno parlerà di qualche personaggio diverso che troverete in questo primo romanzo, quindi niente paura se non volete continuare la serie.

Questo in Italia è il primo, il secondo uscirà a Novembre. Non c'è che dire lo stile della scrittrice è davvero emozionante, non è complicato ma ha un tocco leggero.

La storia parla di Faith, una ragazza che viene lasciata sull'altare dal suo fidanzato, bellissimo, affascinante, gentile e completamente GAY! Uno SHOCK per tutti, per la famiglia e per la cittadina ma soprattutto per lei che evade andando via da lì. Una storia dolce, per niente aggressiva ma dai modi morbidi proprio come la protagonista. Non vi sono scene HOT, anzi molto soavi per un romance.

Ho adorato Levi, a tratti l'ho odiato con il suo modo supponente ma mi ha affascinato fin da subito. La forza di vivere e di superare qualsiasi ostacolo è tangibile in queste pagine, viene fuori viva e adorabile. Un libro dai sapori agro-dolci, dalle note fruttate che ha un pò il gusto antico della famiglia, dell'amore e dei vecchi ricordi.Ottima penna, promossa a pieni voti! Buona Lettura!

"Levi non si muoveva, continuava a fissarla impassibile. Poi, cancellò la piccola distanza che c'era tra lui e Faith, e la baciò."