29 novembre 2014

[Segnalazione] Diva Futura di Fabio Viola

Diva Futura
Indiana Editore dal 20 NOVEMBRE 2014
Pagine: 144 Prezzo: 9,50 Euro
Una parabola sul significato dell’apparire, sui sogni di gloria sempre più rarefatti e i sacrifici necessari per emergere.

Un’aspirante popstar giapponese dalle discutibili capacità artistiche, pronta a tutto pur di coronare il suo sogno, e un perplesso ma innamorato fidanzato italiano che cerca di assecondarla con la segreta speranza che prima o poi scelga di lasciar perdere. I protagonisti di Diva futura non potrebbero essere più diversi fra loro, ed è la loro magica, testarda contrapposizione a fare scintille in questo romanzo dal sapore iper-con- temporaneo: una sgangherata ascesa al successo fra Osaka, Roma, Milano e Tokyo, fatta di ambigui video virali su YouTube, di promesse di sedicenti produttori musicali, di pigre band amatoriali, di patetici tentativi di intrufolarsi nei casting dei talent televisivi e di improbabili concerti eseguiti in strip club di provincia.

Fabio Viola (1975) è un profondo conoscitore della cultura pop giapponese e ha vissuto alcuni anni a Osaka. Fra i più bravi scrittori della sua generazione, il suo ultimo romanzo è Sparire (Marsilio, 2013).

[Segnalazione] Donne che vorresti conoscere - I bastardi di Sarajevo

Infinito Edizioni
Collana: iSaggi
Formato: 14,5x21,5
Pagine: 192 Prezzo: € 14.00
In libreria da: novembre 2014
Voci fuori dal coro, voci di donne. Caparbie, coraggiose anche quando fragili, capaci di restituirci un esempio di resistenza, di ottimismo, di speranza.
In un libro scritto tra reportage giornalistico, cronaca e profondo colloquio intimo, le protagoniste mettono a nudo la loro esperienza toccando i nodi più cruciali dei diritti femminili violati.
Hope, Agnèse, Patrizia e le altre ci parlano di subalternità di genere, di stupri di guerra, di maltrattamenti domestici, di traffico di bambine, di mutilazioni genitali, di morte sociale dopo un abuso sessuale. Ma raccontano anche e soprattutto di gesti eroici, piccoli o immensi, privati o ampiamente comunitari, compiuti da queste donne con un’ostinazione che rende i loro vissuti speciali e d’ispirazione per tutte coloro che non vogliono arrendersi alle ingiustizie e alla violenza.

Emanuela Zuccalà è giornalista, scrittrice e documentarista. Firma reportage da varie parti del mondo, con un’attenzione speciale per i diritti umani e le storie al femminile. Ha vinto numerosi premi giornalistici, come il Premio Enzo Baldoni della Provincia di Milano e il Press Freedom Award di Reporters sans Frontières. Tra i suoi libri, tradotti anche all’estero: Sopravvissuta ad Auschwitz (Paoline) e Creature simili (con Simone Tosoni, Agenzia X). Il suo ultimo film documentario, realizzato con la fotografa Simona Ghizzoni, è Solo per farti sapere che sono viva.


Collana: Orienti
Formato: 14,5x21,5 cm.
Pagine: 224 Prezzo: € 13.00
In libreria da: ottobre 2014
“Io e te siamo musulmani per convenienza, corrotti per scelta, scaltri per divertimento, potenti per vocazione, Nihad… perché tu non sei migliore di me, rassegnati… sei il servo perfetto per il perfetto padrone…!”. “La scrittura acre e tosta di Leone manda di morte e polvere da sparo e ci indirizza verso un’Ade balcanica senza ritorno e senza via d’uscita, ove la cartolina ridente della Bosnia Erzegovina e della pittoresca Sarajevo si scolora, accartoccia, annerisce, come buttata nelle braci ardenti del camino della Storia recente, per poi divenire velina nera e negativo evanescente che scompare in cenere”. (Silvio Ziliotto) I bastardi di Sarajevo ringhiano forte, sia nel presente che nei ricordi del passato dei protagonisti del libro. C’è la crudeltà e la spregiudicatezza dei carnefici e la sofferenza taciuta delle vittime, soprattutto donne. La voglia di rivoluzione dei giovani e la saggezza rassegnata e ironica di un Professore. La brama sanguinaria di certi turisti e la ricerca di redenzione da parte di chi – come molti di noi – ha guardato da spettatore la guerra e non ha fatto ciò che doveva. I personaggi sfilano davanti al lettore sul palcoscenico decadente di una Sarajevo dai mille angoli bui, con l’autore che tesse una trama perfetta e avvincente fatta di soli dialoghi. Il teatro dei bastardi di Sarajevo non ha ancora calato il sipario.

Luca Leone, (Albano Laziale, 1970), giornalista professionista e saggista, è laureato in Scienze politiche. È direttore editoriale e co-fondatore della casa editrice Infinito edizioni. Ha scritto e scrive per molte testate. Ha firmato, tra gli altri, per Infinito edizioni: Srebrenica. I giorni della vergogna, (2005-2011); Bosnia Express, Infinito edizioni (2010); Saluti da Sarajevo, 2011; Mister sei miliardi (2012); Fare editoria (2013).

[Segnalazione] Il Passo della Dea - Conflitti

Emma Books
Editore: Emma Books
Collana: Mystery
Formato: L Prezzo: 4,99

È un’amicizia speciale, quella fra il reporter Federico Beccaria e il commissario Gianni Ferretti, cementata dai molti casi risolti insieme oltre che dalle cene luculliane preparate dal poliziotto. Eppure neanche Gianni conosce il vero motivo dell’attrazione che il mondo della danza esercita sul solitario giornalista di cronaca nera. La morte di Sabrina Neirotti, giovane promessa della Scala, farà precipitare entrambi gli uomini in un mistero dalle tinte cupe e dai risvolti insospettati, dove la leggiadria e la perfezione dei passi di danza diventano le chiavi di un universo parallelo pericolosamente attraente.
Nei giorni che precedono la chiusura della Scala per i restauri, sullo sfondo di una Milano malinconica e suggestiva, si dipana un thriller esoterico che scava in profondità nell’animo dei protagonisti, trasformandosi in un viaggio fra la magia della danza e le inquietudini del passaggio al nuovo millennio.

Bianca Garavelli vive a Vigevano; è un po’ vigevanese e un po’ mantovana. Ama le atmosfere di tensione con una sfumatura soprannaturale, anche in storie d’amore e di viaggio, come il romanzo Amore a Cape Town (Avagliano 2006, premio “Angeli nel cielo del Cilento” 2007) e i racconti L’oscurità degli angeli (Ladolfi 2013, premio “Città di Fabriano” 2013). Dante è il suo grande amore: ha curato il commento alla Divina Commedia per Bompiani Scuola (con supervisione di Maria Corti, 1993; nuova edizione 2001-2006) e il volume di Ètienne Gilson Dante e Beatrice (Medusa 2004, nuova edizione 2015). Nel 2012 è uscito per Baldini Castoldi Dalai il thriller dantesco Le terzine perdute di Dante.
Collabora da molti anni alla pagina libri di “Avvenire”; nel 2010 è uscita una scelta di suoi articoli e interviste, Nelle pagine dell’anima (Moretti & Vitali), una sorta di mappa della letteratura fra il 1989 e il 2009. Ha tradotto due libri di una delle prime scrittrici della storia, Christine de Pizan: Il Dibattito sul “Romanzo della Rosa” (Medusa 2006) e Il libro della pace (Medusa 2007).


​Editore: Emma Books
Collana: Romantic Suspence
Formato: L Prezzo: 4,99
 San Diego. Gli agenti FBI, Mariah Kelsey, e CIA, Chad Winters, vengono reclutati all’interno di una task-force che deve fermare il diffondersi di una nuova pericolosissima sostanza. Il fragile legame che Mariah ha ristabilito con la gemella rischia però di compromettere carriera, missione e il sentimento che la lega a Chad.

Parigi. A causa di Nico, Ana e Sam sono in rotta di collisione, gli equilibri costruiti in anni e anni di obiettivi comuni saltano e nell’ombra qualcuno complotta per approfittarne. Intrigo, doppiogioco e il passato che ritorna: nessuna tregua è concessa, nessun sentimento è al sicuro.

Elena Taroni Dardi ha più di quarant’anni (quanti in più non è significativo), è sposata con un maschio Alpha autentico, ha due gemelli e possiede oltre mille libri, anche se non li ha mai veramente contati. Inventa storie da sempre, ma solo da poco si è convinta a scrivere per pubblicare. Nella vita si occupa di contabilità e organizzazione, ama la storia, segue l’attualità e aspetta con ansia le vacanze per… viaggiare!

[Recensione] La locanda della quercia incantata di Daniela Ferraro Pozzer


Buona giornata cari Lettori e buon fine settimana! Oggi parliamo di un'autrice italiana al suo esordio con un romanzo fantasy...

La locanda della quercia incantata è un fantasy tutto italiano, un bel volume corposo che narra una storia che trae ispirazione dai racconti fantasy classici.

La storia si apre proprio alla Locanda della quercia incantata, dove al cospetto di Donna Verbena si presentano vari personaggi, umani, elfi, nani e maghi che si troveranno tutti riuniti per affrontare una minaccia che potrebbe metterli tutti in pericolo...

Una leggenda ritorna con le sue ombre dal passato mettendo in pericolo le tre razze, che si ritroveranno a stringere vecchie alleanze e a tornare uniti pur di sventare il pericolo che incombe. E la Locanda sarà il punto centrale, il luogo al quale tutti tornano per sentirsi a casa, il luogo che sarà lo scenario principale della storia...

Leggere questo libro è stato un po' come tornare alle origini! La mia storia di lettrice inizia proprio con la lettura di moltissimi romanzi fantasy, e questo romanzo me li ha ricordati molto. Paradossalmente leggendo mi è tornato spesso in mente "Il Signore degli anelli", che ancora non mi decido a leggere anche se potrei recitare a memoria tutte le battute dei film.Forse l'ambientazione o la presenza delle tre razze, elfi, umani e nani ha contribuito a farmi associare il romanzo al capolavoro di Tolkien...

Ho apprezzato lo stile dell'autrice che trascina immediatamente il lettore all'interno di questo mondo fantastico! L'ambientazione è ben fatta ed interessante e i molti personaggi, ognuno con la sua storia, costituiscono una compagnia eterogenea e molto affascinante. L'unica pecca che ho trovato è l'eccessiva lunghezza del romanzo, infatti credo che in alcuni punti l'autrice sia stata troppo prolissa e che invece avrebbe tranquillamente potuto accorciare o tagliare alcune parti al fine di rendere il romanzo più fluido e leggero.

A parte questo dettaglio devo dire che ho trovato la lettura molto piacevole, quindi se amate il fantasy classico non posso che consigliarvi questo romanzo!

28 novembre 2014

[Recensione] Il tredicesimo dono di Huist Smith Joanne

Buongiorno miei cari . Molte volte i libri ti aiutano a vivere ed è il caso di questo bellissimo libro. E' una storia vera ed è emozionante  e istruttiva come pochi.

Il tredicesimo dono è un romanzo di 150 pagine più o meno, in inglese "The 13th Gift" l'autrice, è la vera protagonista della storia insieme ai suoi bambini. Iniziamo col dire che la copertina è stupenda, quasi magica proprio come il Natale che sta arrivando. Per questo mi complimento con la Garzanti che ha l'abilità di trovare sempre copertine accattivanti e mai fuori luogo.

La storia narra di un dolore, il dolore che tutti prima o poi dobbiamo affrontare, cioè la perdita di una persona cara. Lo stravolgimento della nostra quotidianeità, della nostra routine. Così come Il tredicesimo dono. Joanne la protagonista ha perso da poco il marito Rick, stroncato da un infarto, ed è rimasta sola con i tre figli. Il Natale è alle porte e la mancanza della persona che si è amata, di un padre, di un marito, di un sostegno per tutti loro, si sente.

C'è bisogno di una rinascita e questa possibilità gli verrà data da un dono trovato all'esterno della loro casa...da lì la  loro vita si ricomporrà e si confermerà senza quella persona che si è amata tanto .

Un libro intenso, genuino e sentito. Dai valori forti, che ti riscuote da quel torpore di momenti tristi. Basta un gesto per rendere la vita migliore, per far sorridere qualcuno. Perché esserlo solo a Natale?Si può fare di più, sempre in ogni istante della vita. Quel piccolo gesto, che vi renderà tanto in cambio, e vi donerà amore. Il libro proprio questo vuole trasmetterci, vuole farci capire come quando tutto sta andando a rotoli c'è un motivo per renderci vivi, un motivo per andare avanti, anche se vi sembra che il mondo vi stia cadendo addosso e il dolore per la perdita vi tranci l'anima. C'è un motivo, per non distruggere la vostra vita e quella degli altri. La vostra esistenza dipende solo ed esclusivamente da voi stessi.


La scrittura è fluida, la scrittrice è stata davvero brava e ha saputo raccontare la sua storia in maniera davvero accattivamente e stimolante. La storia si amplia in maniera uniforme.
Si legge in un soffio. Buona Lettura.

Una fiaba di Natale che farà felice chiunque la leggerà e nel cuore un dono rimarrà .

[Recensione] Se chiudo gli occhi di Simona Sparaco

Buon pomeriggio cari Lettori!
Oggi parliamo del nuovo e intenso romanzo di Simona Sparaco...

Viola nella vita ha imparato molto bene una cosa: a nascondersi. I vestiti di una taglia troppo grande, un impiego ben lontano dalle sue passioni di bambina, quando inventava storie e le appuntava su fogli di carta, un bravo ragazzo come marito, con cui però, forse, l’amore non c’è mai stato. Poi un giorno, mentre sta sviluppando alcune fotografie nel negozio in cui lavora, si fa largo tra la folla del centro commerciale un uomo alto e dinoccolato, ancora bello nonostante l’età: è suo padre, l’artista famoso, l’irregolare, l’eterno bambino. È tornato, è venuto a cercarla per proporle un viaggio nella loro terra d’origine e per dirle qualcosa di molto importante. Ma come fidarsi un’altra volta dell’uomo
che l’ha abbandonata? Come credere di nuovo a una delle sue funamboliche storie? La tentazione però è troppo forte e Viola accetta. Mentre un paesaggio innevato scorre oltre il finestrino, l’inaspettata sincerità di quell’uomo disarmato inizia a far breccia nelle difese di Viola e quando insieme arrivano alle pendici dei Sibillini, dove è custodito un antico segreto, una nuova forza la travolgerà: la forza dell’amore, che Viola non ha mai conosciuto, della verità, del perdono, di un luogo che la chiama a sé con la sua luce misteriosa e avvolgente. È un viaggio davvero magico se il prezzo della felicità è abbandonarsi con gli occhi chiusi al potere della vita che è pronto ad accoglierci.


"Se chiudo gli occhi" è uno di quei romanzi, uno dei pochi, che riescono a catapultarti immediatamente nella storia e a farti entrare in sintonia con i personaggi...
Viola è una giovane donna che vive una vita normalissima insieme al marito e alla sua bambina, una vita che ha fatto in modo che possa essere il più ordinaria possibile, perchè è da sempre che Viola cerca di nascondersi: nascondersi da sè stessa, dalle persone che la circondano, dal suo talento e in particolar modo dal suo passato e da suo padre...
Ma un giorno, quando pensava che ormai quel padre artista e così sfuggente non sarebbe più tornato, nel negozio dove lavora se lo ritrova davanti insieme ad un'assurda richiesta: partire insieme a lui e tornare nella terra d'origine, ai piedi dei Monti Sibillini.
Viola è sconcertata ma, complice la quotidianità di quella vita che lei ha scelto ma che non sembra più essere la scelta giusta per lei, decide di partire insieme ad Oliviero per quel viaggio che le rivelerà molto di più su suo padre...
Leggere questa storia è stato un po' come entrare nella testa di Viola la protagonista, di percorrere i suoi passi e scoprirsi molto di più di quello che si crede!
La prosa, fluida, dolce ed evocativa contribuisce a creare un'atmosfera intima, quasi magica, che accompagna il lettore durante tutta la lettura...
Questo è un romanzo introspettivo, l'autrice è stata bravissima nel rendere reali le emozioni dei suoi personaggi, nel fare in modo che buchino le pagine e raggiungano dritte il cuore del lettore!
La storia narrata è semplicissima, si basa su un rapporto padre/figlia complicato e ammantato di mistero, ma nella sua semplicità è un piacere leggere della storia di Viola e Oliviero, del modo in cui dopo anni di incomprensioni, riescono attraverso i ricordi di un passato che hanno in comune a tornare ad essere semplicemente Viola e il suo papà, quel papà che nel profondo del cuore Viola ha sempre ammirato, perchè pur andando contro tutti, contro le convenzioni, ha saputo scegliere la vita che gli era più congeniale!
Seguendo il suo esempio alla fine Viola riesce a prendere la strada che la porterà ad essere felice, l'unica strada che avrebbe dovuto seguire fin dall'inizio se solo avesse prestato ascolto al suo cuore...
Quello di Simona Sparaco è un romanzo bellissimo, delicato ma ricco di riflessioni interessanti che sono sicura vi piacerà moltissimo!

Abbi cura di splendere!

Baci...

27 novembre 2014

[E-Book] La discendente di Tiepole di Alessandra Paoloni

La discendente di Tiepole
Editore: Butterfly Edizioni
Costo ebook: 2,99 €
Link d'acquisto Genere: urban fantasy
Un paese fantasma dimenticato dalle carte geografiche, circondato da montagne, abitato da una popolazione inospitale. E’ il ritratto di Tiepole, paese d’origine di Emma, ed è lì che la ragazza è costretta a tornare in occasione del funerale di suo nonno. Il suo soggiorno, però, si trasforma in incubo quando Emma legge la lettera che sua nonna aveva scritto per lei prima di morire e che il nonno non le aveva mai consegnato. Essa le svelerà un mondo di tenebra colmo di stregoneria e maledizioni, di faide tra famiglie e di lotte per il potere. Emma non sa ancora nulla, ma tutti i Tiepolesi sanno chi è lei, poiché la stavano asepttando.

Lei è l’erede della Strega.
Lei è la Discendente.
Lei deve morire.


Un’eroina indimenticabile in un romanzo in cui il bene e il male si confondono e niente, assolutamente niente, è davvero quello che sembra.
Alessandra Paoloni nasce l’11 marzo 1983 a Tivoli. Esordisce con la raccolta poetica “Brevi monologhi in una sala da ballo di fine Ottocento” ( Il Filo 2008), cui seguono i due romanzi fantasy “Un solo destino” e “Heliaca la pietra di luce” (0111 Edizioni). Del 2012 è il romanzo “La Stirpe di Agortos” (Edizioni Rei). E’ presente nelle antologie: “On the road: diari di viaggio” (Libro Aperto Edizioni). “365 Storie d’amore” (Writers Magazine) “La Stirpe Chimerica” del blog Club Urban fantasy. “La discendente di Tiepole”, il suo primo paranormal fantasy, è il suo quinto romanzo.

(Questa nuova versione de La discendente di Tiepole contiene lo spin off “Aurora Tenebrarum”.) 

 Marta Vasselli è stata condannata a morte. Gli stregoni di Tiepole, o ciò che ne resta di loro, si riuniscono un'ultima volta. Riusciranno a capire il male che li circonda e a evitare che a Tiepole si scateni l'Inferno? Un breve spin off, uno squarcio sulla vita passata del paese maledetto prima dell'arrivo di Emma Onofri, che non risolve gli enigmi ma ne spiega le origini. 

Breve estratto

Marta Vasselli si stava facendo uccidere. E solo in quel preciso istante Davide capì: quella mesta rassegnazione alla morte era segno che la strega aveva previsto ogni cosa e che vi aveva già posto ordine. Davide comprese che la donna non solo non doveva morire in quel modo, ma che la sua uccisione avrebbe smosso gli inferi tiepolesi, l'antica magia, l'ira di Tiepolo stesso. Provò ad avanzare ma i piedi non ubbidirono al suo comando. La sosta obbligata aveva come cementato gli stivali al fango, e fu impossibile per lui muoversi. Era in trappola. Davanti ai suoi occhi increduli tutto avvenne in maniera veloce e non poté nulla quando avvertì un coro esultare, delle risate di scherno e ultima fra tutte la voce di Marta Vasselli che prima di spirare in modo così barbaro, parlò. Il corpo della donna penzolava ancora dal ramo più basso della quercia solitaria poco distante dalla casa sulla collina quando emise la sua sentenza. Quella che quasi costrinse Davide a lanciare un grido di disperazione, rischiando di farsi scoprire. Sui nascituri di Tiepole ricadrà la mia maledizione. Essi muteranno fin quando la mia discendente, trascorsi vent'anni, tornerà a completare il mio lavoro. Saranno i figli bastardi di Tiepole e non vi resterà altro da fare che tremare di fronte a loro. Vigileranno in attesa del mio ritorno. Dalla morte fuggirò. Poi, morì. 

[Anteprima] Sotto un immenso cielo di stelle & Beowulf

Buon pomeriggio!
Oggi voglio mostrarvi due anteprime che ci siamo perse per strada,ma che ho trovato particolarmente interessanti!

Il primo, da Ottobre in tutte le librerie, racconta l'appassionata storia d'amore tra il famoso scrittore Robert Louis Stevenson e l'americana Fanny Van de Grift...

Sotto un immenso cielo di stelleAutrice: Nancy HoranEditore: EinaudiPagine: 531Prezzo: € 21,00
TramaDopo "Mio amato Frank", Nancy Horan racconta un'altra turbolenta storia d'amore e una toccante vicenda umana. Protagonisti, lo scrittore scozzese Robert Louis Stevenson, all'inizio di questa vicenda venticinquenne e destinato per volere del padre a una grigia carriera nell'avvocatura, e una signora americana, Fanny Van de Grift, di dieci anni più grande di lui, fuggita in Europa con i tre figli per sottrarsi a una relazione coniugale sbagliata. Quando la coppia si incontra per caso in Francia, in una colonia per artisti, Robert è soggiogato dal carisma della belle américaine, in particolare dal suo spirito indipendente. La corteggia forsennatamente finché, contro il destino, non comincia con lei la relazione che gli salverà la vita. Trascinati da un amore totalizzante, i due gireranno il mondo alla ricerca di un luogo dove Robert Louis possa vivere in modo tollerabile nonostante i problemi di salute, e possa dedicarsi alla sola cosa che vuole fare: scrivere.


Nancy Horan è l'autrice di Mio amato Frank, best seller americano tradotto in sedici Paesi e pubblicato da Einaudi Stile Libero nel 2007. Nel 2014, sempre per Stile Libero, ha pubblicatSotto un immenso cielo di stelle. Vive con la famiglia su un'isola dello Stretto di Puget Sound, a largo di Seattle.

Per tutti gli appassionati dell'immenso Tolkien, dal 19 Novembre è disponibile il Beowulf tradotto e commentato dall'autore...

Beowulf
Autori: J.R.R. Tolkien & C. TolkienEditore: BompianiPagine: 542Prezzo: € 20,00
TramaLa traduzione di "Beowulf", un poema epico tra i più noti della tradizione anglosassone, è stata uno dei primi lavori effettuati da Tolkien, e una delle fonti originarie della sua intera produzione letteraria. Traducendo in prosa il celebre ciclo poetico, Tolkien ci pone di fronte a un giovane eroe dalla forza sovraumana che affronta mostri spaventosi, un drago che sputa fiamme e custodisce un antico tesoro, e intrighi di potere degni dei drammi shakespeariani. "Beowulf" è un gioiello rimasto a lungo inedito e presentato oggi ai lettori da Christopher, il figlio dell'autore,corredato da un ricco apparato di note e commenti e accompagnato dal "Racconto meraviglioso", in cui le vicende dell'eroe seguono la forma e lo stile di un racconto folclorico in antico inglese. In questa edizione troveremo inoltre i commenti dello stesso Tolkien grazie a una selezione accurata delle conferenze che il professore tenne sul tema a Oxford, negli anni Trenta. Ma attenzione: "Beowulf" non è soltanto una "storia di draghi" o il racconto di una caccia al tesoro: è la porta che immette in un tempo antico, sinistro e reale, un'età pagana che si apparenta ai miti di formazione delle prime leggende dell'umanità, là dove l'immaginazione crea vorticose realtà poetiche, specchio del nostro essere di sempre, ieri, oggi e forse domani.
John Ronald Reuel Tolkien (1892-1973), nacque nel 1892 a Bloemfontein, nel Sudafrica, da genitori inglesi. Insegnò lingua e letteratura anglosassone a Oxford. Morì a Bournemouth, nello Hampshire, nel 1973. I suoi testi sono stati tradotti in più di quaranta lingue. La trilogia Il Signore degli Anelli è stata definita il libro del XX secolo. Tra le altre sue opere, tutte pubblicate da Bompiani, ricordiamo: Lo Hobbit illustrato, Lo Hobbit annotato, Albero e foglia, Le avventure di Tom Bombadil, Racconti perduti, Il cacciatore di draghi, La leggenda di Sigurd e Gudrún, I figli di Húrin e Il Silmarillion.

26 novembre 2014

[Anteprima] Resta sempre qui di Gayle Forman

Finalmente la Mondadori ha annunciato l'uscita del secondo capitolo della saga di Gayle Forman, iniziata con "Resta anche domani"...

Resta sempre qui 
Autrice: Gayle Forman
Data di uscita: 2 Dicembre
Pagine: 270
Prezzo: € 15,00
Trama
Mia e Adam si rincontrano tre anni dopo il risveglio di lei. L'incidente ha cambiato tutto: il mondo di Mia, dentro e fuori, non è più lo stesso, neanche per quanto riguarda l'amore. Mia e Adam si erano persi eppure, a fatica, si ritrovano. Sono diventati due musicisti famosi, ora: lui è una rock-star amatissima, lei violoncellista di fama internazionale. E tra ricordi, rimpianti, nuovi corteggiamenti e confessioni, Mia e Adam provano una volta per tutte a superare il dolore e a ricomporre la musica dei loro cuori.

Gayle Forman Giornalista freelance, si occupa da sempre di giovani e tematiche giovanilistiche. Con il marito Nick ha compiuto un viaggio intorno al mondo, grazie al quale ha raccolto un patrimonio di esperienze e informazioni che sono confluiti nei suoi libri. Ha vinto, fra gli altri, il prestigioso premio NAIBA Book of the Year Awards e l’Indie Choice Honor Award. La scrittrice vive a Brooklyn con il marito e due figlie.

[Oggi in Libreria] La figlia del Nord di Edith Pattou

Editore: Rizzoli
Pagine: 346 Prezzo: € 16,90
Ebba Rose, sostiene sua madre Eugenia, è nata rivolta a Est. Ma invece di essere mansueta e diligente come i bambini nati verso oriente, si rivela fin da subito irrequieta e curiosa: una vera figlia del Nord. All’età di cinque anni, un orso bianco le salva la vita, ripescandola da un lago. É lo stesso strano orso parlante che, dieci anni dopo, si presenta alla porta della fattoria in cui Rose vive insieme ai genitori con una proposta: se lei accetterà di seguirlo, la sua famiglia ritroverà la prosperità perduta e la sorellina Sara guarirà dalla terribile malattia che la affligge. Così Rose parte per un lungo viaggio che la porta lontano, oltre il mare, fino a un castello scavato in una montagna. Là trascorre lente giornate in compagnia dell’orso bianco, e si abitua alla sua presenza gentile e alla sua voce. Ma qualcuno ogni notte si sdraia nel letto accanto a lei e si dilegua prima dell’alba. Vinta dalla curiosità, Rose accende una luce, un gesto che avrà conseguenze inaudite. L’avventura è solo all’inizio, tra incantesimi, viaggi e sotterfugi. 

Edith Pattou è nata a Evanston , Illinois . Cresciuta a Winnetka , è cresciuta nella città di Chicago, dove ha frequentato la Francis W. Parker School. Ha completato i suoi studi in lettere al Scripps College di Claremont , California, dove ha vinto il Crombie Allen Award per la scrittura creativa . In seguito ha completato un Master in letteratura inglese alla Claremont Graduate School , seguita da un Master di biblioteconomia e scienze dell'informazione presso la UCLA . Ha lavorato per un'associazione medica,una boutique di abbigliamento,uno studio di registrazione,la Fondazione Playboy,una stazione televisiva pubblica,una biblioteca scolastica,due biblioteche pubbliche,due agenzie di pubblicità,e due librerie. Ha vissuto a Chicago,Los Angeles, Denver, Durham,NC,Cambridge,Inghilterra,Stoccolm,Svezia,e attualmente risiede con il marito Charles,a Columbus,Ohio .

[Recensione] Amata tela di Giulia Madonna

Buona giornata cari Lettori!
Mi scuso per essere sparita di nuovo,ma sono stata nuovamente risucchiata dal vortice dello studio!
Oggi parliamo dell'esordio di un'autrice italiana...

Un segreto tenuto nascosto per lunghi anni, una scoperta sconvolgente, un uomo di successo e una donna in carriera, un artista squattrinato ma geniale, autore di un quadro misterioso. Immersa nelle atmosfere di una Trieste nebulosa e di una Venezia dal fascino liquido, si agita l’intrigante storia di Eugenio e Francesca, amanti sanguigni, dolci quanto irascibili. “Amata tela” è un romanzo in cui le vicende dei protagonisti si tingono di passioni travolgenti, in un vortice senza fine che si abbatterà inesorabilmente sulle loro vite. Amore, sesso e arte, si mescolano nei luoghi del sogno e del sentimento. “Amata tela” costruisce un’epica di esperienze umane, tra gioie e paure, attraverso un disegno sapientemente tracciato dalla penna di Giulia Madonna.

"Amata tela" è la storia di un amore forte e travolgente, ma che proprio per la sua irruenza diventa quasi una maledizione per i due protagonisti. 
Eugenio e Francesca si conoscono in un modo particolare: lui si invaghisce di lei guardandola da lontano e inizia così la loro conoscenza iniziale, fatta di sole telefonate durante le quali imparano a conoscerci e si aprono l'un altra senza neanche vedersi.
La loro è una storia fatta di alti e bassi, di gelosie e incomprensioni che li porteranno dopo anni di amore appassionato a prendere strade diverse, pensando di non rivedersi mai più...
Eugenio e Francesca sono due personaggi particolari, dal carattere forte, carattere che spesso sarà di intralcio al loro rapporto sentimentale, in quanto li porterà più volte ad allontanarsi, anche in malo modo, fino ad arrivare ad una dolorosa e definitiva separazione, sicuramente meno definitiva di quello che pensavano... 
Forse la cosa che ho meno apprezzato del libro sono proprio i due protagonisti, che ho trovato a volte eccessivi, fin troppo immaturi nei loro rapporti, anche se credo che questo fosse in parte intento dell'autrice stessa, che ha deciso di raccontare una storia d'amore così forte e passionale, da portare quasi all'irragionevolezza! 
Lo stile dell'autrice mi è piaciuto moltissimo, la scrittura è fluida, semplice ma allo stesso tempo capace di far trasparire dalle pagine i sentimenti dei protagonisti!
La storia, che all'inizio ho trovato un po' banale, in realtà da circa metà del racconto fino alla fine assume un carattere diverso, grazie a sviluppi inaspettati che la rendono molto più interessante e godibile!
Un interessante esordio per Giulia Madonna, di cui sono sicura sentiremo ancora parlare!

Baci...

24 novembre 2014

[Anteprima] Ogni giorno come fossi bambina di Michela Tilli

Ti ho confidato il mio segreto. 
 Con te non ho paura di tornare. 
Lì dove batte ancora il mio cuore.

Ogni giorno come fossi bambina
Dal 12 Gennaio 2015
256 pagine – 14.90 euro
I lunghi capelli di Argentina, un tempo corvini, ormai sono percorsi da fili argentei, ma i suoi occhi non hanno smesso di brillare. Perché Argentina, a ottant'anni, si sveglia ancora come fosse bambina. Ogni mattina attende con ansia quella sorpresa che le cambierà la giornata. Quella sorpresa che nasconde un segreto da non rivelare a nessuno.
A scoprirlo è Arianna, che a sedici anni si sente goffa e insicura. È felice solo quando è circondata dai libri. Le loro pagine la portano lontana dai suoi genitori e dai compagni di scuola che non la capiscono. Essere costretta a fare compagnia ad Argentina è l'ultima cosa che avrebbe voluto.
Ma quando Arianna fa luce sul mistero di quelle lettere che riescono a portare un sorriso sul viso della donna, tutto cambia. Qualcosa di forte inizia a unirle. Perché quelle righe custodiscono una storia e un ricordo d'amore. La storia di Argentina, ancora ragazza, e di Rocco che con un solo sguardo è stato capace di leggerle l'anima. La storia di un sentimento cresciuto sulle note di una poesia tra i viottoli e gli scorci di un piccolo paese. Un paese in cui Argentina non è più tornata.
Ma Arianna è lì per darle il coraggio di affrontare un viaggio che la donna desidera fare da molto tempo. Un viaggio in cui scoprono che il cuore non smette mai di sognare, anche quando è solcato da rughe profonde. Un viaggio in cui scoprono che niente è impossibile, se lo si vuole davvero.

Michela Tilli ha scritto un romanzo indimenticabile, con una penna unica, intensa, incisiva. Ogni giorno come fossi bambina è un fenomeno editoriale che ha conquistato la critica, i librai e gli editori internazionali. La storia di due donne che appartengono a generazioni diverse e di un legame che supera tutte le barriere. Perché ci sono dei linguaggi che non hanno età né tempo, come quello dell'amore, dell'amicizia e dei ricordi. Perché in fondo non è mai troppo tardi per inseguire i propri desideri.

Michela Tilli è nata a Savona e vive a Monza con il marito e i due figli. Dopo gli studi in filosofia ha intrapreso la carriera di giornalista che ha poi lasciato per dedicarsi alla scrittura narrativa. È stata autrice per la TV e attualmente lavora per il teatro.


23 novembre 2014

[Uscite Leggereditore] Il regalo più grande - Obiettivo Pericoloso - Le parole infinite

Leggereditore
Genere: Romance
Collana: Collana Narrativa
Uscita: Novembre 2014 Pagine: 324
Editore: Leggereditore
Allie Richfield ama da morire il Natale, così quando viene assunta presso una dimora storica di gran lusso per occuparsi delle incombenze quotidiane e, soprattutto, organizzare le feste natalizie dei proprietari, è raggiante. Con uno stipendio da capogiro e un intero team a disposizione, quanto potrà essere difficile? Lo scoprirà quando incontrerà i Marley... Robert, il primogenito, è uno schianto, peccato sia gelido come la neve. E poi ci sono suo fratello Kip, playboy incallito, e la sorella Sloane, a dir poco instabile. Per non parlare della nonna ultranovantenne, Pippa, che trascorre le giornate brontolando a bordo del suo scooter elettrico. Con Robert che ha intenzione di vendere la proprietà, il lavoro di Allie si fa ancora più difficile: queste feste sono l’ultima occasione che ha per lasciare ai Marley dei ricordi felici della loro casa, e ha tutta l’intenzione di regalarglieli... anche se per farlo avrà bisogno di tutta la magia del Natale!

Genere: Romance suspense
Collana: Collana Narrativa
Uscita: Novembre 2014
Pagine: 416
Editore: Leggereditore
La giornalista investigativa Tessa Novak non poteva immaginare di trovarsi nel posto sbagliato al momento sbagliato. È sera, e una ragazza la supplica di aiutarla, ma lei non fa neanche in tempo a rendersi conto di quanto sta accadendo che un sicario in giacca di pelle nera fredda la giovane davanti ai suoi occhi. Tra la folla che si aggira intorno alla scena del crimine Tessa scorge un uomo con la stessa giacca che indossava il killer e, ancora sconvolta dall’accaduto, è convinta di riconoscere in lui l’assassino. L’uomo in realtà è Julian Darcangelo, agente dell’fbi sotto copertura che collabora con la polizia di Denver sulle tracce di un mafioso russo di nome Burien, e le attenzioni della giornalista rischiano di far saltare la sua copertura.Ma nel momento in cui Tessa punta Julian, diventa anche lei un obiettivo: quello dell’assassino.
Dovranno guardarsi le spalle a vicenda, e imparare a fidarsi l’uno dell’altra, per non soccombere alla minaccia di un killer che li vuole entrambi morti.

Genere: Romance
Uscita: 27 Novembre 2014
Editore: Leggereditore
Prezzo: 16,00€
 Rowan Tripp, membro dei vigili del fuoco da quando aveva diciotto anni, è  orgogliosa di far parte di un team d’élite che opera in tutto l’Ovest degli Stati Uniti. È un mestiere che ha nel sangue, ereditato da suo padre, ma nell’ultimo periodo la sta mettendo a dura prova. Un anno prima infatti, un collega ha perso la vita durante un lancio in paracadute andato storto e per la sua fidanzata, Dolly, lei ne è l’unica responsabile. Come se non bastasse, a complicare le cose c’è il suo rapporto con Gulliver Curry, suo partner nella vita e nel lavoro, attraversato da mille contraddizioni. E inoltre il destino non smette mai di tessere la propria trama, e all’improvviso metterà alla prova la forza del loro sentimento. Quando un inaspettato pericolo minaccia la vita di Rowan, Gulliver dovrà rischiare la propria vita per salvare la donna che ama più di ogni cosa al mondo.

Una storia romantica che si intreccia con la suspense e il mistero. Una miscela di amore e azione per un romanzo che tocca il cuore ed entusiasma la mente.

22 novembre 2014

[Anteprima] Un regalo per te di Nora Roberts

“Chiudi gli occhi ed esprimi un desiderio. Questo Natale si avvererà.” Nora Roberts, il fenomeno editoriale da oltre 400 milioni di copie firma l'antologia più romantica dell'anno. 

Un regalo per te
Un regalo per te è un’edizione speciale tutta da scoprire, un pensiero prezioso per chi, incantato dall’atmosfera dei giorni più suggestivi dell’anno, sotto l’albero desidera trovare… l’Amore.  
Arriva un momento in cui tutto assume un’aria speciale, in cui pare che i miracoli avvengano davvero e la speranza si accende di nuovo, tanto da spingerci a desiderare l’impossibile, o quasi. È il Natale! Saranno le luminarie, il freddo, la neve... tutto appare diverso a grandi e piccini. Che si tratti di un giornalista che vuole riavere con sé la ragazza che ha lasciato, o di una coppia di gemelli che desidera una nuova mamma - e ha già in mente la donna perfetta per papà - oppure di un tipo solitario, che chiede solo di essere lasciato in pace, il Natale ha in serbo un regalo che può cambiare la vita in meglio. Basta lasciarsi andare e seguire l’Amore. Il resto viene da sé.

Nora Roberts. Oltre 200 titoli al vertice della New York Times Bestsellers List, 660 settimane di permanenza in classifica, 400 milioni di copie vendute in tutto il mondo: numeri da capogiro, che fanno di Nora Roberts un vero fenomeno internazionale della women’s fiction. Un’autrice straordinaria, dalla vena creativa inesauribile, in grado di stupire ogni volta il suo immenso pubblico di lettrici, che da anni accolgono ogni suo nuovo romanzo come un evento da non perdere.Harlequin Mondadori ha pubblicato in libreria Donne e Diamanti e Cupcakes a colazione.Della stessa autrice, è in uscita l’antologia Un regalo per te.

Se l’atmosfera natalizia vi fa sognare e battere il cuore, non perdete le iniziative speciali di Harlequin, vivete con loro la magia di "Un regalo per te!" Vorrei, vorrei…cosa desiderate trovare sotto l’albero? Il regalo che sognate da tanto, un viaggio particolare, rivedere una persona cara… Fino al 30 novembre, andate su Facebook, cercate il post dedicato all’iniziativa e condividete con noi i vostri sogni: sarà come trascorrere le feste in famiglia, in compagnia di Harlequin Mondadori! Cosa aspettate, scattate una foto che rappresenti il vostro desiderio, pubblicate la foto corredata da un vostro commento: una di voi riceverà una copia di "Un regalo per te" di Nora Roberts, mentre tutte le altre saranno inserite nella nostra Wish List natalizia, una raccolta delle storie più emozionanti raccolte nel corso di questa “magica” iniziativa.

19 novembre 2014

[Recensione] La biblioteca dei libri proibiti di John Harding

Buon Pomeriggio miei cari lettori! Sono qui oggi a proporvi una nuova opinione su questo libro concluso ieri sera (anzi stanotte). La biblioteca dei libri proibiti è un romanzo che mi ha fatto venire la pelle d'oca e non sto scherzando.

Iniziamo dalla copertina, che è semplicemente favolosa. Morbida, elegante e sofisticata. I toni sono caldi ed accoglienti, ricollega perfettamente, a mio avviso, la protagonista con tutto il resto. Si differenzia molto dalla copertina originale che, forse, avrei trovato più congrua.

Tutto il romanzo è incentrato su Florence, la protagonista e il fratello Giles. Tetro a tratti lugubre, davvero quando finisci di leggerlo ti rimane addosso quel sapore di terrore e ansia. Sinceramente sono molto combattuta da tutta la faccenda. L'autore scrive divinamente secondo me, in maniera elegante, precisa e evocativa. Solo alcuni termini non mi sono piaciuti, molto superficiali e non utilizzati a quei tempi. 

Ci troviamo New England nel 1891. È notte fonda ormai. Nell'antica dimora di Blithe House regnano il silenzio e l'oscurità. Per Florence, giovane orfana di dodici anni, è finalmente giunto il momento che ogni giorno aspetta con ansia. Attenta a non far rumore, sale le scale ed entra nella vecchia biblioteca. Nella grande stanza abitata dalla polvere e dall'abbandono ci sono gli unici amici che le tengano davvero compagnia, i libri. Libri proibiti per Florence. Non potrebbe nemmeno toccarli: da sempre le è vietato leggere. Così le ha imposto lo zio che l'ha allevata con il fratellino Giles. Un uomo misterioso, che l'ha condannata a vivere confinata in casa insieme alla servitù. Il fulcro della questione però , non è tutto questo ma il fatto che la ragazza ogni notte faccia un sogno strano e veda chino su suo fratello, un essere che vuole portarselo via. In realtà tutto ciò si avvererà di lì a breve...
Lo zio non si farà mai vivo e gli delegherà una prima istitutrice che morirà bene presto per cause non da imputarsi a nessuno, anche se Florence era l'unica che stava in barca con lei. Ora mi sembra un pò assurdo che nessuno indaghi su di lei o si faccia delle domanda. Alla fine solo una persona si interesserà di tutto e l'aiuterà anche. La storia sembra tutta un pò contrastante con morti che non c'entrano nulla, e fasi di monotonia. Alcune pagine ti tengono con il fiato sospeso ma altre ti lasciano basita. Il romanzo ha un buon potenziale ma mi sembra che ci siano alcuni punti che dovrebbero essere affrontanti diversamente. Florence è attaccata smodatamente al fratellastro Giles con il quale è cresciuto e vuole proteggerlo a tutti i costi. 

Un altra fase che mi ha lasciata senza parole è quella della caduta per le scale fatta dalla povera governante, la situazione in casi normali si sarebbe fatta critica e l'istitutrice sarebbe dovuta essere incriminata o colpevolizzata e invece? Nulla! Ma dico io...

Fatto sta che non so descrivervi bene quali sentimenti o reazioni abbia provocato in me. Molto contrastanti e diverse. Sotto alcuni punti drammatici e teatrali. Bhè non vi resta che leggerlo . Buona Lettura. (Sono proprio curiosa di leggere il seguito)

18 novembre 2014

[Recensione] Cosa farebbe Jane? di Cinzia Giorgio


Buongiorno miei cari #FeniAscoltatori! Qui è radio "Fenice" che vi parla. Oggi voglio proporvi una bella recensione, di un e-book molto carino e sfizioso. 

A chi non piace Jane Austen? Chi non si è mai ritrovato con problemi di cuore? A chi non è mai mancata la terra sotto i piedi, per una scelta importante? "Cosa farebbe Jane?" esalta magnificamente la mia scrittrice preferita, la riporta ai nostri giorni e la fa diventare un eroina in tempi moderni.

L'e-book è davvero molto piacevole, gli avvenimenti scorrono in maniera fluida. La storia narra di Michela affermata conduttrice di un programma radiofonico che si occupa di problemi di cuore. La sua grande fonte di ispirazione per risolvere i problemi (altrui) che le vengono sottoposti è Jane Austen, dai cui romanzi trae spunti e suggerimenti. Ma paradossalmente Michela è la persona meno adatta a dare consigli su questioni amorose: lei agisce sempre con razionalità e non si lascia mai andare ai sentimenti. Non cerca il Principe Azzurro: l’ha già trovato ma si limita a sognarlo e… a lasciarlo a un’altra. Sua sorella Veronica, invece, è tutta passione e sregolatezza: cacciarsi nei guai è la sua specialità, ma, quando le situazioni si fanno troppo complicate, è altrettanto brava a fuggire con disinvoltura. E non cambia atteggiamento nemmeno davanti all’altare!

Il romanzo pur essendo corto, ha realmente elargito ottimi consigli e speranze. Il paragone con la nostra amata eroina, Jane Austen è davvero una chicca; confrontare le due protagoniste alle sorelle del romanzo di “Ragione e Sentimento” è incantevole e adorabile. Semplice, di facile lettura e scorrevole. Le note che si confondo, si spandono leggere lasciando nel cuore una nota d'amore. 

Cosa farebbe Jane se fosse al posto di Michela? E voi cosa fareste? Vi lascereste andare all'amore?  Le due protagoniste l'hanno fatto, fra rocambolesche avventure e strazianti decisioni. Buona Lettura.

[Segnalazione] Un romanzo per Amarti di Malia Delrai

“Semplice. Sono una tua ammiratrice”. Avrebbe dovuto bastarmi e invece mi sentii insoddisfatto. Era lusinghiero che una persona si definisse una mia fan, ma non lei. Diana stava diventando un pensiero fisso e l’avevo conosciuta da un solo giorno. “Solo un’ammiratrice? Sei sicura?” digitai. Ripresi a controllare ossessivamente fino a che non aggiunse la risposta. “Che altro vorresti da me?”. Ora la faccenda iniziava a farsi complicata. Mi imposi di non pensarci, di ignorare il blog e rilassarmi scrivendo, ma la domanda si fece martellante e non sarei riuscito a sgombrare la mente finché non le avessi risposto. Non potevo fare passi falsi con lei. Avrei potuto dirle la sincera verità, ma avevo mille dubbi e insicurezze. Mi grattai il capo e inveii contro il soffitto, tanto per dimostrarmi un uomo maschio e dominatore. “Stare con te”. Ecco la mia risposta, scritta e ormai inviata. Mi portai la mano sulla fronte, gomito sul tavolo, e guardai fisso il legno di mogano sotto di me. Dovevo avere qualche problema di memoria breve, perché le mie dita si erano mosse da sole e non ricordavo di aver scritto io una simile scemenza. "

Un romanzo per Amarti
Genere: romance contemporaneo
Prezzo: 0,98€ Pagine: 280
Disponibile su: Amazon e Kobo
Data di uscita: 10 novembre 2014
“Vivere la passione non è un gioco, un corpo senz’anima non può bruciare, perché il fuoco del desiderio si nutre dello spirito. Non c’è scampo.La salvezza vive nell’abbandono, e la voglia, nel cedere all’assoluta brama di provare quelle sensazioni. Ma trovare il limite che rifugga il sentimento, rende povero l’uomo, rende povero l’amore”.

Tutto comincia in una libreria su Largo Argentina, a Roma. Fuggire dalla realtà si può grazie ai libri, Diana lo sa bene, per questo trascorre le giornate lontana dalle preoccupazioni e immersa nelle sue amate letture di classici e romanzi d’amore. Leggere, per dimenticare, è diventato ormai parte di lei.
Daniel è uno scrittore affermato, impiega il tempo tra gli scaffali alla ricerca di ispirazione, e quando vede lei, la sua musa, seduta a leggere su un divanetto rosso, non riesce a resistere e si avvicina per parlarle. Può l’amore avere la forma di un romanzo? Scrivere diventa l’ossessione dell’autore, che non può fare a meno di parlare di lei, la ragazza della libreria che lo ha affascinato. Deve fare qualcosa, conoscerla, scoprirla fino in fondo, e non potrà fare a meno di amarla. Ma Diana come reagirà al sentimento che la vita le sta donando? Il passato per lei è stato duro, non riesce a capacitarsi che l’amore stia bussando alla sua porta. Riuscirà a vivere le emozioni senza farsi condizionare dalle paure? Si sa, il lieto fine è possibile solo nei libri romance e i cavalieri dall’armatura scintillante non esistono più in questo mondo. Alle volte un romanzo può cambiare la vita. Una storia d’amore che ha come protagonisti uno scrittore e una lettrice, capace di toccare le corde di tutti gli amanti dei libri, ma soprattutto dell’amore vero.

Malia Delrai abita a Milano, ma è nata e ha studiato a Roma. Vive col suo cane Semola, un grasso grosso volpino pugliese, e il suo ragazzo storico con cui spera prima o poi di sposarsi. Ama il mondo della scrittura in ogni sua forma e si è accostata all’editoria grazie alla sua passione per la lettura e per l’oggetto libro. Ha studiato per diventare redattore editoriale ed è giornalista pubblicista. Scrive da sempre, ma non ha mai avuto il privilegio di farlo per una casa editrice. I sogni, si sa, sono difficili da realizzare, ma lei non demorde e ora ha deciso di auto pubblicare le sue opere romance.