[Segnalazione Graphe.it Edizioni] Che cavolo vuoi? di Natale Fioretto e Roberto Russo


Buongiorno cari #FeniLettori! Il cibo nei libri.... chi non ha trovato Biscotti, Frittelle e Cupcake nei libri? Credo un pò tutti voi avete scovato o letto qualche libro che toccasse il tema cibo anche solo per la copertina, il titolo o la trama in sè. Ebbene da oggi ci sarà la nostra #FoodIspirationintheBooks ! Non so che cadenza avrà ma vi assicuro che ci divertiremo un mondo a farla. Oggi parliamo di un libro particolare che ha attirato la mia attenzione. Naturalmente si parla di cibo ...
 La Graphe.it edizioni presenta il nuovo curioso libro Che cavolo vuoi? Ricette del cavolo, di Natale Fioretto e Roberto Russo. Gli autori, oltre a provocare il mondo culinario, a suon di ricette, sottolineano come il cavolo, considerato un cibo povero e puzzolente, sia in realtà un cibo succulento e dalle tante possibilità. Nonostante le apparenze il manuale non è un semplice ricettario, basta capovolgerlo per scoprirlo...
O lo si ama o lo si odia, il cavolo non accetta mezze misure: eppure lui, il cavolo, non sembra prendersela. Con Che cavolo vuoi? Ricette del cavolo, Graphe.it edizioni, Natale Fioretto e Roberto Russo provocano il mondo culinario: sfidando preconcetti e gusti ricercati, gli autori presentano il cavolo in una “nuova” veste, proponendo diverse ricette e soffermandosi su storia e costumi. Considerato un cibo povero e puzzolente, il cavolo si rivela ai lettori come un cibo succulento e dalle tante possibilità. Il manuale, oltre a regalare piatti gustosi per tutta la famiglia, ci tiene a non venire classificato come semplice ricettario: partendo dai modi di dire il libro presenta, infatti, l'intera e complessa famiglia dal broccolo al cavolo nero, narrando addirittura le sue proprietà terapeutiche. Il cavolo è tanto ricco di proprietà da far esclamare: «E che cavolo!». Le sue proprietà terapeutiche sono talmente varie e importanti che nei secoli scorsi veniva definito come il «medico dei poveri». L’unica favola menzionabile è quella che vuole che sotto i cavoli nascano i bambini! Ma è davvero l’unica amenità. Il lettore troverà ricette per impacchi, sciroppi e succhi di cavolo, utili per curare diversi disturbi dal raffreddore allo stress. Non solo: per ottenere un buon piatto è necessario saper scegliere, ecco quindi una serie di consigli del cavolo che aiuteranno sicuramente al momento dell'acquisto, della conservazione e della pulizia. Controllare le foglie esterne, che devono risultare croccanti e aderenti alla testa, che a sua volta deve essere grossa e priva di macchie scure. Le cimette devono essere ben chiuse. Dopo aver ampliato la conoscenza del cavolo, il lettore potrà capovolgere il libro e darsi, finalmente, alla cucina: zuppe, creme, verze farcite, al pomodoro, riso, pasticcio... il cavolo potrebbe sconvolgere la dieta, tante sono le possibilità che offre.
Natale Fioretto è docente di lingua italiana e di traduzione dal russo presso l’Università per Stranieri di Perugia. Si occupa da anni di metodologia dell’insegnamento della lingua italiana come L2. È appassionato di Valdo di Lione e Francesco d’Assisi. Oltre a varie pubblicazioni, per la Graphe.it ha curato la traduzione in italiano delle opere di Mario Quintana.
Roberto Russo è nato a Roma e vive a Perugia. Dottore in letteratura cristiana antica greca e latina, è appassionato del profeta Elia. Segue due motti: “Nulla che sia umano mi è estraneo” (Terenzio) e “Ogni volta che sono stato tra gli uomini sono tornato meno uomo” (Tommaso da Kempis). In questa tensione si dilania la sua vita. Tra le altre cose, è blogger su varie testate di nanopublishing.

Commenti

Posta un commento