30 settembre 2015

[Recensione] Su e giù per le scale di Monica Dickens



Buona giornata cari#FeniLettori! Ci sono dei giorni che va tutto male, dei giorni che va tutto bene e dei giorni che sono divisi a metà...questo è uno di quelli! Stamattina un vero e totale barcollamento, oggi pomeriggio per fortuna tornando da una visita ho trovato una marea di scatole e buste! Ebbene ...sono felice...non solo perché la visita è andata bene ma anche perché tutti questi anni di  sforzo qualche volta vengono ripagati! Torniamo a noi, l'emicrania è andata via e posso finalmente parlarvi di questo libro che ho letto in queste due sere. Ho notato la copertina e ho deciso di leggerlo in e-book (dato che la Casa Editrice da un anno latita). 

Ho letto la trama e mi pareva qualcosa di molto carino poi ho letto la biografia dell'autrice Monica Dickens e non immaginate minimamente chi sia ...lei mi ha colpito tanto, quindi ho deciso di leggere questo romanzo. Vi ricorda qualcuno il suo cognome? Si forse avrete capito a chi appartiene... il grande Dickens!

Monica Dickens era nata a Londra nel 1915 nella celebre e facoltosa famiglia Dickens, pronipote del grande scrittore, delusa dal mondo in cui era cresciuta, decise di lasciare i privilegi della sua condizione per lavorare come domestica. Sulla base della sua esperienza diretta scrisse nel 1939 Su e giù per le scale, a cui seguì One Pair of Feet, dove raccontò il suo lavoro in ospedale, e l’autobiografia An Open Book. Trasferitasi negli Stati Uniti, visse tra Washington e il Massachusetts, sposò un ufficiale della Marina, continuò a scrivere e si dedicò a numerose cause umanitarie. Morì a Reading nel 1992.

Una vita molto avventurosa direi. Qui in questo volume "One Pair of Hands" viene proprio narrata una parte della sua vita, nella quale aveva rinnegato la sua classe e accolto quella di cameriera/cuoca/tuttofare per essere indipendente, ribelle e libera ma il suo modo di fare non era del tutto conforme, la sua vita troppo agiata per poter sprofondare in quella povertà d'altri tempi e tutto ciò la portava a licenziarsi con estrema facilità e a non sfruttare a pieno le sue doti. Non sapeva cucinare, era una frana con le pulizie e se poteva nascondeva tutto. "Occhio non vede  cuore no duole" era il suo motto.

L'abilità di scrivere di Monica Dickens è sorprendente, un romanzo così semplice poterebbe annoiare perché si ripetono sempre gli stessi passaggi e le stesse mansioni ma lei con la sua verve, la sua capacità di tenere viva l'attenzione sulle sue vicissitudini porta a concludere l'opera in pochissimo tempo senza che la stessa dia noia. L'arte di scrivere e il linguaggio usato naturalmente non ha nulla a che vedere con questi nuovi romanzi che circolano ma è qualcosa con terminologia, punteggiatura e scrittura lineare, ben studiata e perfettamente spuntata.

Due stili il suo e quello di suo Zio diversi vissuti in tempi diversi ma pur sempre con una nota predominante per la scrittura. Una scrittura soffice, uniforme e chiara. La protagonista che sarebbe lei stessa ha una nota sorprendente anche nella sua incapacità, con mille grilli per la testa, mille idee e tanta voglia di fare. I personaggi che le girano intorno in ogni casa sono descritti in maniera variegata ma pur sempre perfetti e senza nessun segno di sbiadimento.

Tutto è concentrato in sole duecento pagine, un piccolo diario dove ella stessa ha voluto descrivere questo piccolo periodo della sua vita. Spero vivamente di leggere il seguito One Pair of Feet dove lei andò a lavorare come infermiera.

Una donna forte che si è voluta eguagliare a molte donne di ora anche contro il volere della sua famiglia. Una bella avventura raccontata con il sudore e la sofferenza di chi ha goduto della bellezza delle cose e poi le ha lasciate andare per suo volere.

Un piccolo capolavoro sull'emancipazione femminile!

[Recensione] Così vicini di Arianna Cesana


Buona Giornata cari Lettori! Oggi parliamo di un bel romanzo di un'autrice nostrana...

Così vicini è la storia di Emma e Dario. Hanno la stessa età, lei vive a Milano, lui a Firenze. Quello che li accomuna è un passato difficile da dimenticare che li ha segnati.
Emma è sempre stata fortunata da un certo punto di vista, non l'è mancato mai nulla, tranne l'affetto dei genitori e una vera famiglia su cui fare affidamento.
Dario invece una famiglia non l'ha mai avuta, ha solo sua nonna che si è sempre presa cura di lui dopo la morte dei suoi genitori.
Due percorsi diversi che li portano allo stesso punto.
Una storia che racconta l'infanzia, l'adolescenza e infine la maturità di due persone che solo al termine di un percorso difficile si incontreranno, realizzando che anche per loro, nonostante tutto, c'è ancora la possibilità di poter trovare la felicità.

Quello di Arianna Cesana è un romanzo molto introspettivo che racconta una storia semplice ma molto realistica!


Emma e Dario sono due anime affini. Nonostante abbiano avuto vite ed esperienze molto diverse, c'è qualcosa di profondo che li accomuna. Il dolore, il senso di vuoto, li hanno accompagnati per quasi tutto il loro percorso e fin dalla tenera infanzia.
Quello di Emma è un dolore mascherato, un dolore che lei nasconde dietro il trucco, i bei vestiti e una vita un po' sregolata che non è altro che ribellione, un modo per farsi notare agli occhi della madre assente.
Dario invece ha sempre sentito un terribile vuoto dentro di sè: la mancanza dei genitori. Il fatto di non sentirsi stabile, di non avere un punto fisso a cui appoggiarsi, l'ha portato a sentirsi spezzato.

L'incontro tra i due significherà un nuovo inizio per entrambi, un modo per superare il dolore, lo smarrimento e trovare un modo per ricominciare.
La lettura di questo romanzo si è rivelata molto più interessante e intensa del previsto. Le storie di Emma e Dario mi hanno catturata completamente!

L'autrice riesce a farci entrare perfettamente in sintonia con i suoi protagonisti, grazie anche al fatto che la narrazione è alternata, infatti Emma e Dario hanno il loro punto di vista in cui in prima persona ci raccontano la loro storia rendendola ancora più intensa.
Lo stile è molto semplice, diretto ma allo stesso tempo estremamente delicato. Nonostante si tratti di una storia piuttosto semplice, il ritmo della narrazione è molto sostenuto, io mi sono ritrovata a leggere avidamente perchè ormai ero parte stessa della storia!

L'aspetto più interessante è quello introspettivo, relativo alla psicologia dei personaggi. Il percorso di crescita e maturazione che fanno i due protagonisti, il modo in cui alla fine riescono a capire che il passato bisogna lasciarselo alle spalle se si desidera davvero ricominciare, è la parte più bella dell'intera storia. Questo non è il solito romanzo romantico perchè oltre alla storia d'amore, che non è nemmeno la parte più importante, c'è molto altro: la voglia di rimettersi in gioco, il desiderio di creare qualcosa di bello e il fatto che per riuscirci bisogna essere in due.

Un romanzo che finalmente parla d'amore mettendone in luce gli aspetti più belli, la forza di un sentimento che riesce a superare il dolore e a trovare la forza di ricominciare a vivere! Buona lettura!


"Amore stiamo per sempre così."
"Così come?"
"Così vicini."


29 settembre 2015

[SpecialTour] Lettori come Stelle#12 - E-book, cartacei o entrambi?


Lo special tour continua e stavolta parliamo di e-book, cartacei o entrambi?

Vi ricordo che potrete seguire questo blog tour in ciascuno dei blog menzionati qui sopra. Vi rilascio le date in cui il mio blog pubblicherà le tappe : 5 settembre: TAPPA 3 - 8 settembre: TAPPA 4 - 10 settembre: TAPPA 5 - 12 settembre: TAPPA 6 - 15 settembre: TAPPA 7 - 17 settembre: TAPPA 8 - 19 settembre: TAPPA 9 - 22 settembre: TAPPA 10 - 24 settembre: TAPPA 11 - 26 settembre: TAPPA 12 - 29 settembre: TAPPA 13 - 1 ottobre: TAPPA 14

[Recensione in Anteprima] Sette riti di bellezza giapponese di Elodie-Joy Jaubert

Op...op miei cari #FeniLettori... è tardi tardi ormai e noi abbiamo bisogno di tutta la cura possibile per il nostro corpo. Chi vi parla? Chi ve lo dice? Ma naturalmente io che probabilmente grazie alla mia pelle chiara non uso molte creme, trucchi o rimedi ma lascio al caso e alle intemperie tutta la mia povera persona. Ho anche dei picchi di passioni, come quella espletata per determinati prodotti e determinati trucchi ma nel giro di qualche mese la mia passione scema e mi ritrovo a trascinarmi da una stanza a un altra senza crema, senza rimedio e inesorabilmente senza la minima consapevolezza di cosa fare!

Ebbene ieri mi è arrivato questo piccolo tomettino, grazioso e con dei consigli che farebbero rinascere anche una decrepita vecchietta. Lo so che starete pensando ma questa è uscita di senno? Ma chi le crede?! Ebbene NO! Basta sfogliarlo per capire che i preziosi consigli che ci donano queste pagine sono completamente diversi da quelli che ci aspettiamo. 

In Giappone esiste un culto della bellezza chiamato bihaku (bi significa "bello", e  haku significa "bianco"). Per avere una pelle preziosa e raffinata con semplici passi, basta poco, qui in questo volume sono racchiuse le note segrete per essere una donna affascinante e sempre in linea con se stessa.


Viene introdotto un nuovo metodo il "Layering" che risulta essere efficace, con prodotti naturali e semplici da reperire. Un processo che si fonda sulla sovrapposizione a "strati" se così si può dire. I passaggi vengono spiegati ampiamente fra le righe accompagnati da simpatici disegni che riportano perfettamente le movenze e la struttura dei passaggi. Sette tappe (sia per la pelle che per i capelli) che devono essere eseguite per assaporare quel tocco di eleganza che contraddistindue le donne più raffinate. Ci sono tanti piccoli consigli sulla detersione, l'olio da scegliere, su come tonificare in maniera ineccepibile la vostra pelle e come re-idratare la secchezza dei vostri capelli.

Insomma un manuale da tenere sempre a portata di mano, perché prendersi cura di sè vuol dire amarsi, proprio come dice il libro. Sette riti da un Giappone elegante e raffinato dove la parola d'ordine è essere semplicemente umili e belli; piacere a se stessi è la prima carta vincente per piacere anche agli altri. Buona Lettura!


"Un piccolo scrigno per la bellezza quotidiana!"


[Oggi in Libreria] La Regina nel bosco di Neil Gaiman


Pagine: 70 Prezzo: € 17,00
Editore: Mondadori
Forse pensate di conoscere questa storia: una giovane regina che sta per sposarsi, dei nani buoni e coraggiosi, un castello circondato dai rovi; e ovviamente una principessa, colpita dalla maledizione di una strega che dovrebbe farla dormire per sempre. O almeno così dicono... Ma qui non ci sono principi che appaiono in sella a fedeli destrieri, e la magia sconvolge la trama di questa fiaba come un vento impetuoso e improvviso. Sarà la regina a dimostrare di essere l'eroe di questa storia, sempre che la principessa abbia davvero bisogno di essere salvata...

Una rilettura dark d'autore delle due fiabe popolari.
Neil Gaiman, nato in Inghilterra nel 1960, vive negli Stati Uniti. È un artista dalle molte facce: giornalista legato al mondo del rock, autore di raffinate graphic novel, sceneggiatore televisivo e scrittore. Nel corso della sua carriera ha ricevuto diversi premi: tra i più importanti, la Newbery e la Carnegie Medal per Il figlio del cimitero e l'Hugo Award per il romanzo American Gods. Ha scritto numerosi racconti e romanzi per ragazzi di grande successo, fra cui gli indimenticabili Coraline e Stardust.

28 settembre 2015

[Anteprima DeAgostini] Until I die (Revenants, #2) di Amy Plum

Narrativa per ragazzi dai 14 anni
Uscita: 6 Ottobre 2015
Prezzo: 14,90€ Pagine: 448
Kate e Vincent sono sempre più innamorati, ma la ragazza non è felice. Non riesce ad accettare il fatto che lui sia un revenant e che debba continuamente sacrificarsi per salvare altre vite umane. Ma Vincent è pronto a tutto, anche a soffocare la propria natura, pur di condurre un’esistenza normale al fianco di Kate. Le cose cambiano però quando un nuovo e incredibile nemico si affaccia all’orizzonte e Kate si rende conto che la lotta fra il Bene e il Male è solo agli inizi e che questa volta in gioco c’è l’immortalità di Vincent…
Amy Plum. Cresciuta in Alabama, Amy Plum si è trasferita prima a Chicago, poi a Parigi, dove è rimasta per cinque anni, e infine a Londra, dove si è laureata in Storia dell’Arte Medievale. Ora vive a Parigi insieme ai suoi due figli e scrive a tempo pieno. . 

Revenants series:
  • Die for Me (Revenants, #1)
  • Until I Die (Revenants, #2)
  • If I Should Die (Revenants, #3) 

[Anteprima Limited Edition Books] Albion - Ombre (Albion #2) di Bianca Marconero

Marco Cinquedraghi e i suoi amici hanno scoperto di essere portatori di una peculiarità genetica che si fonda nella leggenda. Sono le nuove incarnazioni di Artù e dei cavalieri della Tavola Rotonda. Ma qual è il prezzo del loro privilegio. A cosa si deve rinunciare per guadagnarsi un destino già scritto?


Albion - Ombre
Pagine: 512 Prezzo: € 14,90
Editore: Limited Edition Books
Data di uscita: 29 Ottobre 2015
Marco Cinquedraghi e i suoi amici hanno scoperto di essere portatori di una peculiarità genetica che si fonda nella leggenda. Sono le nuove incarnazioni di Artù e dei cavalieri della Tavola Rotonda. Ma qual è il prezzo del loro privilegio? A cosa si deve rinunciare per guadagnarsi un destino già scritto? Marco preferisce non chiederselo. Saranno gli errori commessi e le bugie a trascinarlo in una spirale che lo obbligherà ad aprire gli occhi, mentre anche l'eredità di mago Merlino si risveglia e reclama il proprio tributo. Tra amicizie che si incrinano, amori condannati per le colpe del passato, l'ombra di una fata leggendaria e un'indagine su una morte sospetta che sembra portare a una tragica verità, i ragazzi dell'Albion College proseguono il loro cammino per diventare grandi. Ma capire cos'è la vera grandezza comporta un sacrificio che ognuno di loro dovrà affrontare da solo, per salvarsi.
Laureata in lettere, Bianca Marconero non ha mai superato l'infatuazione per la lirica cortese. Dal 2008 lavora come redattrice di riviste per teenagers, legate a popolari brand e come editor per saggistica e narrativa. Nel 2012 ha ideato e scritto i testi di una serie di libri per la prima infanzia, editi da RTI Mediaset. Con lo pseudonimo di Dante B. ha scritto La prima cosa bella, i cui diritti di pubblicazione sono stati subito acquisiti da un'importante realtà editoriale italiana. Vive in una casa sempre più minuscola assieme a una fatina che cresce, un folletto apolide e il principe azzurro. 

Albion series:
  • Albion (Albion #1)
  • Albion. Ombre (Albion #2)

[Recensione] La magia delle cose perse e ritrovate di Brooke Davis


Buona Giornata cari Lettori! Com'è andato il vostro fine settimana? Oggi parliamo di un libro che segna il debutto di un'autrice da tenere d'occhio...

La magia delle cose perse e ritrovate è un romanzo molto particolare che tratta temi importanti con una leggerezza che lo rende quasi impalpabile.
Millie ha solo 7 anni, un papà che se n'è andato troppo in fretta, una madre che un giorno la lascia in un centro commerciale promettendole di tornare e un paio di stivaletti di gomma rossi. Millie però è convinta che la madre tornerà e l'aspetta; così, con la fantasia e la vivacità che la contraddistinguono, inizia ad andare in giro e si imbatte in Karl, un anziano uomo che quando parla scrive con le dita su una tastiera immaginaria. Karl è triste, senza più uno scopo da quando sua moglie Eve è morta. Quando incontra Millie, per la prima volta da molto tempo sente una scintilla di vita che si riaccende in lui e si adopera per aiutarla. Ai due si aggiunge Agatha, anche lei anziana, segnata dal lutto del marito e con un caratterino piuttosto burbero. Con lei si completa un improbabile trio che parte alla ricerca della mamma di Millie, in un viaggio che si trasformerà in una grande avventura...


Questo romanzo, che segna l'esordio di Brooke Davis, racconta una storia dolcissima ma allo stesso tempo triste e malinconica, una storia diversa dal solito con dei personaggi molto inusuali che riesce a toccare il cuore e a commuovere il lettore!
Millie è una bambina con un vissuto difficile che l'ha fatta maturare molto prima del tempo. Quando la mamma la abbandona non si dà per vinta, è sicura che tornerà, ed è così che fa la conoscenza di Karl, quest'uomo così triste ma tanto buono che insieme alla dura Agatha si prenderà cura di lei.

Il viaggio che intraprendono porterà i personaggi a vivere quella che si trasformerà in una piccola avventura e che, per Karl e Agatha, sarà l'inizio di un nuovo capitolo della loro vita, segnato dalla riscoperta della felicità e dell'amore.
La prosa della Davis è scorrevole, delicata e molto dolce. Il modo in cui la storia è narrata è molto particolare: ogni personaggio ha la sua voce, infatti i tre protagonisti hanno il loro punto di vista, scritto in base a quella che è la loro personalità e che quindi li rispecchia perfettamente. I differenti punti di vista permettono di avere una visione completa della storia e sopratutto di conoscere profondamente i personaggi.

Ho trovato lo sviluppo della storia molto interessante. Questo è un romanzo che nella sua semplicità riesce a toccare le corde del cuore dei lettori, una storia ricca di belle riflessioni e di sentimenti reali con dei personaggi indimenticabili a cui vi affezionerete! Buona lettura! 


"E' la vita a decidere cosa capita, non tu!"


[Rubrica: Italian Writers Wanted #22] Il vortice del tempo di Nicolò Marino - Alis Grave Nil di Barbara Schaer - Love Girl di Sally Parker - In Sicilia, un'estate di Massimo Polimeni - I cieli di Tabula di Chiara Andreazza e Valentina Furnò

Buongiorno miei cari #FeniLettori, ventiduesimo appuntamento con la rubrica "Italian Writers Wanted". Ogni giorno, riceviamo tantissime e-mail , molte di autori emergenti e non, in self  o di piccole case ed. Abbiamo sempre dato il giusto spazio a tutti ma da oggi abbiamo deciso di creare una rubrica che racchiuda tutte le segnalazioni (di libri già usciti) che ci mandate. Di volta in volta, ogni settimana, presenteremo un massimo di cinque autori...sperando di farvi cosa gradita. Buona Lettura!
Editore: Self Publishing
Prezzo: 0.99 € Pagine: 69
Genere: Fantasy
Federico Barbagallo è un archeologo impegnato in uno scavo sull’isola di Ortigia. Affascinato dalla storia, in tutte le sue sfumature, e interessato in particolare al periodo classico greco, sente uno strano collegamento con il reperto ritrovato durante lo scavo. L’antica pergamena cela qualcosa d’inaspettato. E proprio durante le sue ricerche di approfondimento, si ritroverà a viaggiare nel tempo. La sua esistenza entrerà in collisione con quella del famoso scienziato greco Archimede, che gli rivelerà cose impensabili. Inizia così un viaggio verso la verità ma anche una corsa contro il tempo. Federico deve ritornare alla sua epoca e solo con l’aiuto di Archimede e di qualcun altro che risponderà a tutte le sue domande, potrà avere qualche possibilità.

Il vortice del tempo è un racconto semplice, ma che vi trasporterà in un’epoca lontana e stuzzicherà la vostra curiosità, facendovi infine domandare: “Ma noi siamo veramente soli nell’universo?”
Nicolò Marino nasce a Tirano, in provincia di Sondrio, ma si trasferisce quasi subito in Sicilia per motivi di lavoro paterni. Qui segue il suo iter scolastico, dapprima consegue il diploma Scientifico per poi seguire il suo cuore di amante delle discipline umanistiche e si laurea in Lettere Moderne con indirizzo storico. Sin da giovane si appassiona alla scrittura e alla lettura che lo aiutano a creare fantasiose storie. Le sue più grandi passioni sono la Storia, in particolare quella antica e medievale, l’Astronomia, l’Archeologia e soprattutto ciò che riguarda l’Egitto, la Grecia arcaica e l’antica Roma. Tra le icone storiche che ammira di più, c’è senza dubbio la figura poliedrica di Federico II di Svevia, filantropico sovrano medievale che diede vita ad uno splendido periodo di floridezza culturale nel meridione italiano.
Editore: Self Publishing Pagine: 407
E-Book: 0.99 € Cartaceo: 9.49€
Sara è pronta per un altro giorno della sua solita vita. La scuola, i dispetti della sorella Reb, le malignità delle vecchie amiche e la certezza di non contare granchè. E' sicura che l'amore non faccia per lei e che le favole siano solo invenzioni per sognatrici. Ma proprio quel giorno, in un incontro tutt'altro che casuale, conosce Eric. Bellissimo e misterioso, protettivo e minaccioso, Sara intuisce che Eric è decisamente più che un ragazzo normale, ma quello che proprio non può immaginare è che la loro storia sia cominciata molto prima di incontrarsi e che le parole latine tatuate sul suo braccio nascondano un inquietante segreto... Senza curarsi di quanto il principe si confonda pericolosamente con il cacciatore, Sara dovrà lottare con tutta se stessa per opporsi alle forze oscure che minacciano di separarli per sempre e far vivere l'amore da fiaba che ha sempre desiderato.
Barbara Schaer ha trentuno anni e abita a Genova con il marito e il figlio. Di giorno lavora come business analyst, ma di sera, appena il bimbo si addormenta e in casa scende il silenzio, accende il pc e incomincia a scrivere. Per lei scrivere è il passatempo più bello al mondo, lo adora, lo fa da sempre ed è segretamente convinta che non riuscirà mai a smettere.
Genere: Romance Formato: E-book
Prezzo: 0,99€ Pagine: 243
Uscita: 21 settembre 2015
Un ritorno in una casa dimenticata, in una famiglia che l’ha tenuto lontano per anni. Un matrimonio d’affari a cui partecipare, un club di burlesque nel cuore di San Francisco e una ragazza difficile da dimenticare. Quando Damien incontrerà Tess, i loro mondi così diversi, finiranno col toccarsi e allora ci sarà tempo per giocare, tempo per sedurre, tempo per amare. Ma se l’amore è solo una questione d’affari, che senso ha giocarsi il cuore? Un romanzo sulla necessità di legami sinceri, sull’accettazione di se stessi e sulla ricerca della felicità. Capire che, forse, la persona di cui ci innamoriamo, è la famiglia di cui abbiamo bisogno.

Love Girl, comincia il gioco!
Sally Parker, nata a San Francisco il 9/8/1985, si è laureata in Lettere presso la San Francisco State University. Ha lavorato come web designer a Roma e ha collaborato con diverse testate giornalistiche. Vive a Bari, dove lavora come Libera professionista. Nel Settembre 2015 pubblica il suo primo romanzo “Love Girl” da autrice indipendente, presso le piattaforme di Selfpubliching (Amazon e Kobo).

Pagine:236 Prezzo: 20,00€
Uscita: 1 Gennaio 2015
Collana: Lego narrativa
Enrico, manager di successo, dalla metropoli milanese torna in Sicilia, nel suo paesino sulla costa ionica. Non è un viaggio come gli altri: sa che questa volta incontrerà il cambiamento, già avvertito nei suoi pensieri e atteggiamenti. L'apparente crisi con Laura, sua moglie, nasconde il desiderio di ritrovarsi tra i profumi e i volti abbandonati anni prima per cercare l'affermazione professionale nella città dove l'azienda macina e fagocita impegno, lavoro e, anche,  personalità  e spazi di vita che dovrebbero rimanerne fuori. La necessità di capire porta Enrico ad apprezzare le parole del vecchio professore di filosofia del liceo, capace incredibilmente di comprendere lo smarrimento dell'ex allievo. Immergersi nei profumi, nei sapori, nella dimensione del tempo e nella percezione delle cose che nel suo paese sembrano rimasti uguali a decenni prima, conferma in  Enrico  la scelta di riconsiderare i parametri con cui aveva realizzato scelte di vita che ora sente distanti e da cui avverte la necessità di allontanarsi, anche solo momentaneamente. Ma non potrà vivere serenamente e con calma questa fase della sua esistenza. La Sicilia, capace di accogliere con calore i figli che tornano, è terra in cui la quotidianità deve fare i conti con i retaggi del passato ora divenuti moderni business del malaffare. Enrico e il professore, tra sogni e nostalgie  che magicamente si materializzano nella bellezza dell'isola, affrontano la durezza della mafia con i suoi nuovi traffici, arrivando a un tragico epilogo.

Il romanzo è uno dei più interessanti e belli letti da me finora: l'atmosfera del piccolo paesino di mare della costa ionica è indimenticabile come i profumi e i paesaggi che entrano nell'anima di chi ha la fortuna di conoscerli e viverli, anche solo per un'estate.
Massimo Polimeni, nato a Catania, è giornalista e dirigente d’azienda. Ha realizzato documentari per la RAI e diretto IN.TEA (Iniziative Teatrali). Ha vissuto a lungo all’estero (Seul, Tokio, New York), vive a Roma.
 
Pagine:503 Prezzo:14,90€
Uscita: 10 Giugno 2015
Collana: Sàtura
Ricordo ancora l’istante esatto in cui i miei occhi si posarono per la prima volta sulla  piccola Alyssa. L’estate era ormai agli  sgoccioli e una brezza odorosa soffiava  sulle montagne di Tauromenion la Superba. Non potevo ancora saperlo ma quel giorno le vite di tutti noi sarebbero cambiate per  sempre.

Madison Alyssa Kuthcer è una studentessa come tante altre, immersa in una realtà fatta di scuola, famiglia e amici, del tutto ignara dei suoi poteri. Un giorno, mentre sta videogiocando al gioco di ruolo chiamato “The Dreaming World”, dove interpreta il personaggio di Donilwen, la sua vita cambia in maniera irreversibile.

È proprio attraverso il videogioco, infatti, che Alyssa incontra per la prima volta il gatto senziente di nome Kether, una creatura affascinante e di una saggezza fuori dal comune. Pur consapevole dell’impatto che avrà la sua rivelazione, Kether svela ad Alyssa che la sua vita è in pericolo e l’unico modo per potersi salvare è quello di disconnettersi dal videogioco, lasciare la Terra e seguirlo in un mondo parallelo, il Mondo dello Spirito conosciuto anche con il nome di Tabula.

E questo perché Alyssa a modo suo è speciale: possiede il dono di plasmare la magia a suo piacimento, retaggio della sua nascita e dell’oscura profezia che grava sulle sue spalle. Perché Alyssa è in realtà la Prima Nata nel Regno di Ego delle Ombre, colei che è destinata a seminare morte e distruzione in tutto l’universo.

Come combattere tale avverso destino? Potrà Kether aiutarla a comprendere il valore della sua vita? Riuscirà Alyssa a vincere le ritrosie di chi ha vicino e conquistarsi la fiducia dei suoi nuovi amici? Imparerà a padroneggiare l’uso della magia, grazie ai preziosi insegnamenti di Academia, la struttura presso cui vengono forgiati gli Araldi dell’Albero della Vita, il cui unisco scopo è quello di protegge l’equilibrio fra i piani esistenziali?

In un crescendo senza fiato, Alyssa si troverà a combattere mostri privi di scrupoli, cavalieri oscuri, e un’antica maledizione dalla quale sembra non esserci scampo. E soprattutto a vincere la ritrosia di chi non la conosce e vede in lei il diverso, l’eccezione, l’incomprensibile mistero di un destino avverso…

…in difesa di quei Cieli di Tabula, su cui maestosi volano i Draghi. 

Chiara Andreazza (1 febbraio 1974) è un avvocato civilista, amante della fotografia e la musica. Ama le linee pulite e il pensiero ragionato, che le fa affermare d’essere l’Architetto dai mille progetti del suo libro.

Valentina Furnò (13 febbraio 1981), siciliana con la passione per il mare, la musica e i gatti. L’amore della sua vita resta però la scrittura, davanti al foglio bianco si perde inseguendo draghi e grifoni su quei “Cieli di Tabula”, di cui si ritiene Pittore senza tela.

27 settembre 2015

[Recensione] L'angelo di Marchmont Hall di Lucinda Riley


Buona domenica cari Lettori! Oggi parliamo dell'ultimo romanzo di Lucinda Riley, come sempre edito dalla Giunti Editore...

L'angelo di Marchmont Hall è il nuovo romanzo di Lucinda Riley, autrice molto apprezzata di cui io non avevo letto mai nulla.
Quella che andrete a leggere è una saga familiare tutta racchiusa in un solo volume. La storia inizia nel presente in cui Greta, moglie del defunto padrone di Marchmont, sta per tornare alla tenuta dopo trent'anni dall'incidente che le ha fatto perdere ogni memoria del suo passato.
Insieme a David, il nipote di suo marito nonchè uomo che da sempre le è stato affianco, Greta torna a casa nella speranza di ricordare.
E così succede, durante una passeggiata nei giardini di Marchmont, Greta trova una piccola lapide su cui è inciso il nome di un bambino. A quel punto la sua mente torna prepotentemente a ricordare tutto quello che è accaduto dagli anni della guerra fino all'incidente...

Tra presente e passato la storia si arricchisce di personaggi, di nuove voci narranti che renderanno il romanzo una vera e propria epopea familiare!


La storia si divide tra passato e presente che si alternano permettendoci di conoscere ogni aspetto, ogni evento che ha segnato la vita della famiglia. Greta è una giovane donna dal passato difficile che durante gli anni della guerra è costretta a lavorare in un teatro per mantenersi. Lì conosce David, un giovane comico, che nel momento in cui lei si troverà in difficoltà a causa di una storia finita male con un soldato americano, la prenderà sotto la sua protezione portandola nella sua tenuta.
Da questo momento in poi cambieranno molte cose, entreranno in scena tanti altri personaggi e con l'arrivo di Greta a Marchmont Hall nulla sarà più lo stesso.

Ho trovato la storia narrata molto interessante e ben calibrata tra passato e presente. Gli eventi che accadono nel corso degli anni sono vari e man mano, col passare del tempo, interesseranno diversi membri della famiglia. Protagonisti principali sono Greta, sua figlia, sua nipote e l'immancabile David, il vero angelo custode della famiglia.
Lo stile della Riley è scorrevole, descrittivo e molto semplice da seguire. Mi è piaciuto il fatto che la storia si sviluppi tra le varie generazioni della famiglia e segua un filo logico ben definito.

L'unica pecca che ho trovato è che alcune parti della storia sono un po' sottotono, monotone o ripetitive rispetto al resto, inoltre non ho apprezzato tutti i personaggi, anzi alcuni li ho trovati alquanto insopportabili, ma al termine della lettura il giudizio generale sul romanzo è positivo.
Se vi piacciono le storie familiari in cui segreti, intrighi e passioni la fanno da padrone, allora questo è il romanzo per voi! Buona lettura!


[Movie Review] I Minions


Buogiorno lettori! Buona domenica e buon weekend.
Un paio di settimane fa andai a vedere I Minions al cinema, e stamattina ho deciso di recensirvelo.


Chi non conosce i Minions? Quelle piccole creature con un linguaggio tutto loro che combinano solo guai?

Io mi sono innamorata di loro sin da Cattivissimo me. Questo film, racconta tutto ciò che è successo prima che i Minions incontrassero Groo.

I minions sono nati prima degli uomini,sono stati una delle prime forme di vita sulla terra. Fin dalla loro nascita,hanno sentito il desiderio di trovare un capo, cioè la persona più cattiva sulla faccia del pianeta. Ma, come sapete, i Minions sono un po maldestri e non hanno fatto fare una bella fine ai loro padroni... Prima di arrivare a Groo sono stati sotto gli ordini dei dinosauri, dell'uomo della pietra e persino di Hitler.


Ad un certo punto,rassegnati perchè non riuscivano a trovare un padrone, decisero di provare a vivere da soli. All'inizio andò tutto bene, ma dopo un po iniziarono a sentirsi vuoti, senza uno scopo. Fu così che tre di questi Minions,Bob,Stuart e Kevin, decisero di andare alla ricerca di un nuovo padrone. Dopo una complicata ricerca, crederanno di averlo trovato in Scarlett, la "Cattiva più cattiva del mondo". Ma è veramente lei la più cattiva? O c'è qualcuno che ancora non ha mostrato la propria malvagità?

Nonostante non capissi la maggior parte delle parole dette dai Minions, questo film mi ha fatto morire dalle risate.


E' una bomba di simpatia e coccolosità!
Consiglio di vederlo dopo aver già visto Cattivissimo Me e Cattivissimo Me 2.

26 settembre 2015

[Segnalazoni BAO Publishing] Green Manor - Catarsi - Last Man 4 - Fugazi Music Club


Green Manor: 16 affascinanti novelle criminali

In libreria dal 25 settembre 2015 per BAO Publishing il volume a fumetti degli autori francesi Fabien Vehlmann, ai testi, e Denis Bodart, ai disegni, nel segno del giallo. 

Benvenuti al club dove imparerete che anche il delitto ha un suo galateo. Sedici racconti misteriosi, sedici delitti da risolvere, in un prezioso e "antico" tomo scritto da Fabien Vehlmann (già autore di "Dolci tenebre") e illustrato magistralmente da Denis Bodart.

Siamo in Inghilterra nell'anno 1879 e il Green Manor's Club è il luogo d'incontro di un gruppo di gentlemen che si dilettano in conversazioni che hanno per argomento il delitto, anzi, il delitto perfetto.

Leggendario tra gli autori di fumetti, Green Manor arriva finalmente in Italia grazie a BAO Publishing, in un'edizione sontuosa, identica alla versione deluxe francese.

Il 7 gennaio 2015, Luz è in ritardo per la riunione di redazione a Charlie Hebdo: è il suo compleanno, è andato a comprare un dolce da offrire ai colleghi. Sarà tra i primi a vedere gli assassini dei suoi amici uscire dalla sede del giornale.

"All'inizio ci fu la tragedia, il dolore, la rabbia. E poi, a poco a poco, il bisogno di Luz di disegnare, non per il desiderio di testimoniare, ma per il bisogno fondamentale di liberarsi, di catarsi. “Un giorno il disegno mi ha lasciato. Lo stesso giorno in cui ho perso un pugno di cari amici. Con la sola differenza che poi lui è tornato”.LUZ

BAO Publishing è fiera di annunciare l'uscita in tutte le librerie, dal 18 settembre 2015, di Catarsi: che non è un romanzo grafico, non è un memoriale, non è una raccolta di vignette, ma è il racconto disegnato di come un uomo colpito da una tragedia immane è tornato a fare ciò che ama di più – disegnare - raccontando cosa significhi essere l'unico sopravvissuto di un atto così feroce e insensato. Nel giorno in cui tutto il mondo si scopriva "Charlie", Luz si riscopriva disegnatore. 128 pagine in bianco e nero e colori, cartonato per un libro atipico, doloroso, profondo e toccante.

Luz nome d'arte di Rénald Luzier (Tours, 1972), fumettista, vignettista, uno dei pilastri di Charlie Hebdo dal 1992, è stato anche l'autore che ha disegnato la copertina del «numero dei sopravvissuti» di Charlie Hebdo, quello tirato in 8 milioni di copie con Maometto che dice «Tutto è perdonato». Autore di oltre una trentina opere, tra antologie e progetti solisti, è anche selvaggiamente appassionato di musica.
Continuano le surreali, divertentissime, ipercinetiche avventure di Richard Aldana e del piccolo Adrian Velba, protagonisti della saga a base di arti marziali e viaggi interdimensionali creata dai francesi Bastian Vivès, Balak e Sanlaville.

Chi gioca sporco al Fight Funeral Fist Cup? BAO Publishing è lieta di annunciare il quarto capitolo dell'appassionante saga di Last Man, dei francesi Bastien Vivès, Balak e Sanlaville.

In questo volume si inizia a esplorare il torbido passato di Richard Aldana, proprio mentre il piccolo Adrian Velba e la madre Marianne decidono di iscriversi al torneo di lotta più pericoloso del mondo: il Fight Funeral Fist Cup e rischiano di doversi scontrare proprio contro Richard!

Balak, Sanlaville e Vivès in stato di grazia, per un quarto capitolo allo stesso tempo introspettivo e iperdinamico.

In libreria per BAO Publishing il graphic novel del giovanissimo Marcin Podolec: Fugazi Music Club. La storia del più importante club per concerti della Polonia degli anni Novanta, un sogno utopistico all'alba della democrazia.

“Fugazi" significa fottuti. E i quattro amici che misero in piedi il più grande punto di incontro per le band della Polonia lo sapevano, che il loro sogno non sarebbe durato a lungo. Ma per quasi due anni, brillarono come stelle nel buio di una giovane democrazia.

BAO Publishing è lieta di annunciare Fugazi Music Club, l'opera prima del giovanissimo autore polacco Marcin Podolec (1991).

Waldek e i suoi amici vogliono che ci sia un posto consacrato alla musica e alla libertà in una Varsavia che di libero ha ben poco.

Questa è la storia, allo stesso tempo vera e romanzata, del Fugazi Music Club, il più importante locale per concerti della Polonia degli anni Novanta, un sogno utopistico fatto di amicizia, passione e incoscienza giovanile. Uno spazio di aggregazione che un pugno di amici ha difeso dalla burocrazia, dalla criminalità, dalle logiche del commercio. Non avrà vita facile, ma diventerà leggendario.