30 novembre 2016

[Anteprime Emons] Alice nel Paese delle Meraviglie di Lewis Carroll & Mary Poppins di Pamela Lyndon Travers


Durata Audiolibro: 3h3m Prezzo: € 14,90
Data di uscita: 1 Dicembre 2016
Non ci sono regole certe, né punti di arrivo nel vasto mondo di sogno e avventura in cui precipita Alice. Là dove l’imprevedibilità regna sovrana, la bionda bambina di sette anni imparerà a destreggiarsi tra gli ordini bislacchi del Coniglio e gli strambi indovinelli del Cappellaio, tra una partita di croquet con la terribile Regina di Cuori e il tè matto della Lepre Marzolina.
Il  mito prende voce. Gustosamente, Anna Foglietta legge Alice nel paese delle meraviglie e ci fa precipitare in un mondo a cui tutti, piccoli o grandi non importa, abbiamo sognato di appartenere. Quello che è certo, è che quella realtà al contrario appartiene al nostro immaginario, e non se ne andrà.  Perché Alice è la prima bambina della letteratura da cui tutte le altre discendono; capostipite di quelle ragazzine “in gamba” - dalla Dorothy del Mago di Oz a Pippi Calzelunghe - a cui avremmo sempre voluto assomigliare. Dopo Alice, non esisteranno più in letteratura soltanto malatine sfortunate, orfane dei genitori o vittime dei malvagi, e noi per questo, la ringrazieremo sempre. Forza, Alice!

Durata Audiolibro: 4h24m  Prezzo: € 15,90
Data di uscita: 1 Dicembre 2016
Quando Mary Poppins, sospinta dal Vento dell’Est, si posa davanti al numero 17 del Viale dei Ciliegi, tutto cambia nella vita della famiglia Banks. La più stravagante tra tutte le bambinaie, con i suoi guanti bianchi e la borsa magica che contiene persino un letto da campo, scivola leggera sul corrimano delle scale ed è pronta a incantare i bambini in avventure sorprendenti. E noi, come Giovanna e Michele, non possiamo che sospirare: “Mary Poppins, non ci lascerai mai, vero?”.
Eccola qua, Mary Poppins: praticamente perfetta sotto ogni aspetto. Proprio come lei, Paola Cortellesi. Mirabolante lettrice che abbiamo imparato ad amare prima con Jane Austen (Orgoglio e pregiudizio, Ragione e sentimento) poi con Alan Bennett (La sovrana lettrice, Nudi e crudi). Adesso Paola svolazza leggera tra le pagine di Pamela Lyndon Travers dando voce alla bambinaia più stramba ed adorabile di sempre. Si diverte da morire, e noi con lei.

[Recensione] Novembre 9 di Colleen Hoover


Buon pomeriggio cari #FeniLettori! In questi giorni ho concluso un libro che mi è arrivato qualche giorno fa. Dovevo leggerlo prima ma causa parto ho rimandato.

Novembre 9 è stato un successo mondiale ed ero davvero curiosa di leggerlo. La storia è molto intrigante, romantica e dolce. La forza che sprigiona questo romanzo è davvero intensa. I protagonisti sono dolcissimi e li ho adorati fin dal principio...

Soprattutto e non è da poco ha in sè un principio importante che il corpo vale ben poco, quel che conta è l'essenza che si ha, il carattere e la personalità.

Fallon è la nostra dolcissima protagonista che dopo un brutto incidente, sfigurata da un lato, non crede più in se stessa e nei suoi sogni e proprio il padre l'artefice di questo incidente la persuade dai suoi sogni ma c'è sempre il destino dietro l'angolo a cambiare la vita e questo destino è Ben, un ragazzo che si fionda a capofitto in questa storia d'amore fin da subito. Ben che guarda oltre, che sente, che ama, che è un ragazzo genuino e semplice...
Il romanzo è intenso, sensuale e pieno d'amore. Intreccia le vite di due persone che si conoscono a mala pena e le incastra in un giorno qualunque per cinque anni ogni 9 Novembre. La crescita di entrambi, le strade che percorrono li faranno ritornare sempre, la sensazione che quella sia una parte prescelta, l'altra metà del cuore.

Colleen Hoover con la sua abilità nella scrittura riesce a travolgerci a spiazzarci via e a lasciarci con il cuore in tumulto. Storie che solo lei può creare e plasmare come opere d'arte. Emozione, sentimento e forza d'animo tutto cucito come un abito su misura. Sentire scivolare sulla pelle questo abito come fosse seta è tutta un'altra storia e questa storia ce la racconta Colleen Hoover.

Un romanzo dalle mille emozioni.

[Speciale Natale 2016] Christmas is coming...#4


Tutti attendiamo questo momento di luci scintillanti, stelle, alberi di natale, tazze fumanti di cioccolata e fiocchi di neve! Qualcosa di magico che nell'aria si sprigiona e ci contagia per farci vivere la sensazione unica di questo momento, il Natale. Io adoro questo periodo e non potevo non consigliarvi delle letture per il periodo natalizio, perfette, adorabili e suggestive...

29 novembre 2016

[Anteprima Longanesi] Stockolm Confidential di Hanna Lindberg

Un thriller ambientato nel contemporaneo jet set di Stoccolma e nel competitivo e spietato mondo della moda. Una nuova voce della narrativa scandinava, un esordio già venduto in 10 paesi.


Pagine: 380  Prezzo: € 16,90
Data di uscita: 2 Gennaio 2017
Solveig Berg è la più promettente giornalista d’inchiesta di Stoccolma: la città non ha segreti per lei, ma basta un solo passo falso perché la sua carriera scivoli inesorabilmente verso il baratro. In un battito di ciglia, non le rimane che il suo blog, Stockholm Confidential, e qualche aggancio col jet set che ancora le permette di intrufolarsi negli eventi che contano. È così che inciampa in quello che potrebbe essere lo scoop della sua vita, ma anche il gioco più pericoloso e letale che abbia mai affrontato. Il party è di quelli che non si dimenticano, per il semplice fatto che a organizzarlo è Lennie Lee, fotografo di moda e proprietario di una rivista scandalistica. Lennie ama la bella vita e adora circondarsi di modelle. Ma quando la top model Jennifer Leone viene trovata morta in circostanze sospette, Lennie si trova a dover escogitare di tutto pur di stare a galla in acque sempre più buie e pericolose. Anche perché c’è una testimone, proprio Solveig, che ha visto come sono andate veramente le cose. E Solveig non ha intenzione di andare dalla polizia, no: lei vuole usare ciò che sa per realizzare lo scoop della sua vita.
Hanna Lindberg, classe 1981, vive e lavora a Stoccolma. Giornalista per Aftonbladet e Metro, lavora attualmente per Bonnier Magazine, uno dei principali gruppi editoriali svedesi. Stockholm Confidential è il suo romanzo d'esordio, già un caso editoriale in via di pubblicazione in 10 paesi.

28 novembre 2016

[Rubrica:TeenReview#55] Recensione- Quello che non sai di me di Meg Wolitzer


Buonasera lettori. 
Buon lunedì e buon inizio settimana.
La settimana scorsa ho letto un libro abbastanza singolare che in apparenza potrebbe sembrare banale ma in realtà c'è una storia complessa dietro che affonda le radice nel passato e nel subconscio dell'uomo...
"Jam ha sedici anni, è distrutta dalla scomparsa del suo fidanzato e fatica ad andare avanti con la sua vita. Dopo più di un anno i genitori decidono di mandarla alla Wooden Barn School, un college in campagna specializzato in ragazzi “fragili”, incapaci di superare eventi tragici che hanno segnato le loro vite. All’inizio niente sembra aiutarla, poi Jam viene assegnata, insieme a pochi altri alunni, al misterioso e ambitissimo Corso Speciale d’Inglese della signora Quenell.
Un unico libro da leggere e condividere, La campana di vetro di Sylvia Plath, e un diario da scrivere, in cui raccontare le proprie esperienze. La scrittura dei diari apre l’accesso a un mondo apparentemente idilliaco, un luogo in cui tutti possono continuare a vivere come se la tragedia che ha cambiato le loro vite non fosse mai avvenuta. E Jam può sentire di nuovo le parole di Reeve, la sua pelle, il tocco delle sue mani. Ma non ci vuole molto perché quel luogo incantato riveli che tutti i compagni nascondono un segreto nel loro passato. Quale sarà il segreto di Jam?"

Prima di partire con la recensione vorrei aprire una piccola parentesi su "HotSpot", ovvero il nuovo marchio crossover della casa editrice Il Castoro. HotSpot è un progetto editoriale de Il Castoro che mira a pubblicare libri per una fascia d'età superiore ai 15 anni, non più quindi per bambini e ragazzini. E' nato recentemente ( i primi due libri di questo marchio sono stati pubblicati a maggio di quest'anno) e sinceramente ci tengo che  venga conosciuto perché i libri che pubblica secondo me valgono ed è come se portassero una ventata di novità.

Chiusa questa parentesi, iniziamo con la recensione.

Leggendo la trama sembra tutto molto easy lo so.
C'è questa ragazza,Jam, che è caduta in uno stato di shock a causa della morte del fidanzato e viene
mandata in questa scuola per persone "emotivamente fragili". Qui, viene inserita in un corso speciale di Letteratura insieme ad altri quattro ragazzi: Griffin, ragazzo misterioso e molto chiuso, Casey, ragazza molto sveglia e costretta su una sedia a rotelle, Marc, il tipico ragazzo perfettino e studioso divorato però dai sensi di colpa, e Sierra che porta con sè un grande macigno.
Come lettura per questo corso verrà assegnato loro "La campana di vetro" di Sylvia Plath.

Ora, noi sappiamo solo questo. A primo impatto sembra tanto lo so; ma in realtà è solo la punta dell'iceberg.
Leggendo questo libro noi entreremo nella mente dei personaggi tramite un diario che loro scrivono mentre si trovano in una specie di trance che li costringerà a rivivere il momento che più li ha traumatizzati e a superarlo.
Vedremo il mondo dagli occhi dei personaggi e vivremo le loro stesse emozioni. Ricordate, però, che la mente dell'uomo può cadere in errore... Nulla è come sembra.

Mi è piaciuto molto il collegamento con "La campana di vetro" anche se è stato citato e trattato pochissimo e un po' ci sono rimasta male. Pensavo l'autrice lo trattasse di più nel libro.

In più, nonostante, i personaggi siano ben approfonditi,è come se alcuni personaggi e avvenimenti fossero stati approssimati e messi in secondo piano.
Il libro, inoltre, finisce troppo a tarallucci e vino, nonostante ci sia un bel colpo di scena che a me è piaciuto molto.
Però avrei preferito che qualche situazione rimanesse intricata...


Questo libro sembra voler trasmettere l'insegnamento " Accetta la realtà e sconfiggi i tuoi fantasmi".
Però non sempre c'è un lieto fine e credo che anche questo debba essere un insegnamento.


[Recensione] The Siren di Kiera Kass

Buon Lunedì cari #FeniLettori! Come avete passato questo fine settimana?! Io turbolento. Oggi parliamo di un libro fantasy che ho concluso in questi giorni e vi avevo consigliato su instagram stories

The Siren è stata una storia molto dolce e sensibile. Va soprattutto ad analizzare lo stato d'animo interiore della protagonista Kahlen. La storia ha inizio intorno al 1933 quando una nave affonda e una ragazza viene salvata da madre Oceano, perchè ella stessa ha il forte desiderio di continuare e vivere. Kahlen diventa così una sirena...

La storia di per sè è molto bella, romantica e deliziosa. Essendo uno dei primi romanzi di Kiera Kass non c'è quella maturità stilistica che si trova in "The selection" ma la penna è molto più leggera e vaga, soffermandosi forse fin troppo sui sentimenti della protagonista e poco sulla storia che le gira intorno.
L'amore che trapassa attraverso le pagine è forte, palpabile. Il rapporto che si crea fra le sirene e madre oceano è davvero morboso. Le sirene hanno caratteri diversi e complicati ma coesi fra loro, come sorelle. Mi è quasi parso di intravedere una metafora in questo romanzo come il forte legame che si crea fra madre/figlia e l'amore verso un un uomo.

Un romanzo da leggere tutto d'un fiato, assaporando quella tranquillità che solo le onde del mare possono trasmetterci .

[Rubrica: Hating Books that everyone loves #21] Dreamology di Lucy Keating


Buon pomeriggio cari Lettori, buon inizio di settimana e benvenuti ad una nuova puntata della nostra Rubrica che contiene le recensioni più irriverenti e canzonatorie! Oggi parliamo di un libro che ha conquistato praticamente i lettori di mezzo mondo. Io come al solito sto ancora qui a domandarmi come sia potuto succedere, ma bando alle ciance e iniziamo!  

Dreamology racconta la storia di Alice e Max. Alice è una ragazza come tante, vive col padre dopo che la madre li ha lasciati per partire all'avventura e sta per trasferirsi in una nuova città. Max è sempre stato il suo punto di riferimento, sin da bambina Alice ha sempre potuto contare su di lui, l'unico problema è che Max non esiste, o meglio esiste ma solo nei suoi sogni. Da anni ormai i due ragazzi si incontrano ogni notte vivendo avventure di ogni genere. Il primo giorno nella nuova scuola segnerà un punto di svolta, entrata in classe Alice incontrerà Max, il Max dei suoi sogni ma in carne e ossa e con una vita intera di cui lei non fa parte.

Leggendo questo romanzo, la cui trama mi lasciava ben sperare, ho avuto una serie di reazioni in breve tempo che possono essere tradotte così:


Ok, seriamente parlando io non ho capito dove l'autrice volesse andare a parare, non ho ben capito i personaggi, insomma non mi è proprio chiaro l'intento di questa storia. 
Max e Alice si sognano, ogni notte, fin da bambini, e fin qui ci siamo. Il legame che hanno instaurato è diventato sempre più forte e alla fine si è trasformato in amore, un amore però irreale perchè nessuno di loro due sa che l'altro esiste davvero. Quando si incontrano per la prima volta nella vita reale, i sentimenti che provano si scontrano con la vita reale, una vita che per Max è andata avanti nonostante la presenza di Alice nei suoi sogni.

L'idea alla base del romanzo era molto carina, lo sviluppo purtroppo è troppo banale e per niente in linea con l'originalità della trama. Io ho trovato questa storia davvero troppo semplice, poco approfondita e narrata con uno stile che secondo me può essere adatto solo a lettori molto giovani e con poche aspettative.
I personaggi non mi sono piaciuti, Alice con le sue insicurezze e gli improvvisi sbalzi d'umore mi è sembrata davvero assurda, per non parlare di Max e del suo essere così lunatico e insopportabile.


Comunque c'è poco altro da dire, questo libro ha un tono troppo sempliciotto per i miei gusti, dei personaggi banalissimi e una storia poco approfondita che fa acqua da tutte le parti. Quindi ovviamente non ve lo consiglio, potete tranquillamente vivere senza leggerlo. Passo e chiudo!

Al prossimo appuntamento con "Hating Books that everyone loves"!

[Speciale Natale 2016] Christmas is coming...#3


Tutti attendiamo questo momento di luci scintillanti, stelle, alberi di natale, tazze fumanti di cioccolata e fiocchi di neve! Qualcosa di magico che nell'aria si sprigiona e ci contagia per farci vivere la sensazione unica di questo momento, il Natale. Io adoro questo periodo e non potevo non consigliarvi delle letture per il periodo natalizio, perfette, adorabili e suggestive...

[I° Tappa BlogTour] No Mercy di Elisa L. Gautier


Buongiorno cari #FeniLettori e benvenuti alla I° tappa del BLOGTOUR dedicato al libro No Mercy della bravissima Elisa L. Gautier. Oggi ci occupiamo dell'introduzione al libro...e un piccolo incipit!
Pagine: 400 E-book: 2,99€
Uscita: 29 Novembre 2016
Le nuvole bianche sono ovunque, afferrane una e portala sempre con te.

Mercy Lincoln ha una vita invidiabile. La musica è sempre stata tutto il suo mondo, e diventare una violinista affermata è quello che più desidera per il suo futuro. Frequenta il Peabody Institute, un conservatorio musicale della Johns Hopkins University a Baltimora, ha una famiglia splendida e un gruppo di amici straordinario. Tutto sembra perfetto, ma la morte di Jericho, il migliore amico di tutti, manda in frantumi ogni cosa. Mercy si ritrova così, da sola, a dover rimettere insieme i cocci della sua esistenza, e di quelle degli altri, lottando per non sprofondare nel dolore che quella perdita ha portato dentro di lei. A complicare le cose ci mette lo zampino Aiden Weiss, il ragazzo che fin da adolescente non le ha mai rivolto la parola, né tanto meno un sorriso gentile. Giubbotto di pelle, capelli al vento e la moto nera sempre pronta a partire. Aiden segue solo le regole dettate da se stesso, e non ha la minima idea di cosa sia la pietà. Sfrontato, prepotente e inarrestabile, Mercy non può più negare a se stessa di sentirsi attratta da lui. Stare vicina ad Aiden la fa sentire viva, intera, lui le regala nuove sinfonie e vibrazioni. Ma può veramente innamorarsi di lui? C'è qualcosa che la blocca, eppure Aiden è capace di toccare corde che Mercy non sapeva neppure di nascondere. Ma ci sono altri segreti che potrebbero dividerli per sempre... E un passato troppo torbido per rischiare di caderci di nuovo dentro. Solo arrivando alla verità i due ragazzi potranno sperare di vivere fino in fondo il loro rapporto... Ma a quale prezzo?
Elisa L. Gautier è nata nel freddo Gennaio 1989. Vive a Parma, sebbene sia originaria della Calabria, da quando è piccola. Adora la sua città e l’arte, il suo sogno più grande è quello di girare il mondo per scoprirne e vederne la bellezza. Scrivere è sempre stata una passione, ma non ha mai pensato di farla diventare qualcosa di più. Legge da quanto è piccolissima, e la scoperta della scrittura, avvenuta solo più tardi, è stata la possibilità di creare un mondo tutto suo. Adora i colori blu e giallo, i girasoli, le rose blu e i lilium. E la musica è il suo secondo ossigeno. Appassionata di fotografia, le piace bazzicare in cucina, facendo soprattutto dolci. Se potesse, vivrebbe solamente di fragole e gelato variegato all’amarena. Un amore formato cupcakes è il suo romanzo d’esordio, autopubblicato grazie al Self-Publishing di Amazon.

27 novembre 2016

[Rubrica] Songs of the Week #18


Buona domenica cari Lettori e benvenuti al diciottesimo appuntamento con la nostra rubrica dedicata interamente alla musica! 

Questa settimana torniamo un po' indietro nel tempo e riascoltiamo due pezzi che, per quanto gli anni passino, restano sempre bellissimi! Everything di Alanis Morisette e The Reason degli Hoobastank.

video

video

Anche per questa domenica abbiamo finito, fatemi sapere quali sono le canzoni che avete ascoltato di più! Alla prossima! 

26 novembre 2016

[VI° Tappa BlogTour] Il sacrificio degli occhi di Ornella De Luca


Buona giornata cari Lettori e benvenuti all'ultima tappa del BlogTour organizzato in occasione dell'uscita di "Il sacrificio degli occhi" di Ornella De Luca. Per la conclusione del BlogTour parleremo del binomio magia e amore del romanzo. Iniziamo!
Pagine: 380 Prezzo: € 15,00
Data di uscita: 6 Novembre 2016
Samonia, fine dell’epoca Mamut: Taras du Motier, giovane marchese di Rouen, sta per affrontare l’esercito mamutiano e conquistare così la città di Samonia. A seguito della battaglia, perde la gamba destra ed è costretto a ritirarsi dalla guerra per tornare in patria. Cinque anni dopo, Taras non è più lo stesso uomo. Insieme alla gamba amputata ha perso anche il suo spirito combattivo e indomabile, trasformandosi in un eremita amareggiato e intrattabile. Solo un pensiero gli consente di andare avanti e affrontare quell’esistenza a metà: vendicarsi del cavaliere che lo ha reso invalido per sempre. Ma come fare se i ricordi di quei giorni sembrano essersi cancellati dalla sua mente? Un sogno, però, lo tormenta sin dal suo ritorno a Rouen: un frammento di ricordi che riporta a galla dal passato un profumo di miele e la voce vellutata di una donna mamutiana. E cos’hanno a che fare con lui una vecchia leggenda, chiamata Il Sacrificio degli occhi, e un complotto per impadronirsi del trono del regno di Andia?
Ornella De Luca è nata il 26 Maggio 1991 e vive a Messina, dove si è laureata nel 2014 in “Teorie e tecniche della comunicazione giornalistica e dell’Editoria”, con votazione 110 e lode e una tesi di Letteratura italiana contemporanea dal titolo “I luoghi della mente. La trilogia ottocentesca di Alessandro Baricco”. Lo scorso Febbraio ha vinto il concorso “Parolexdirlo” indetto dal settimanale Donna Moderna e Scrivo.me, il portale di self-publishing Mondadori, con il racconto “Caro giorno che vorrei”, pubblicato insieme ad altre storie scelte dalla redazione in un ebook scaricabile gratuitamente online. Ornella si è anche classificata al secondo posto al premio Nanà edizione 2012 promosso dalla casa editrice Avagliano con il romanzo breve “Raccontami del vento”. Nel Dicembre 2012 pubblica in ebook il suo primo romanzo “Dove la Neva si getta nel mare” con la casa editrice digitale “Drops Edizioni”. Le sue passioni sono la lettura, soprattutto i romanzi di Alessandro Baricco, Carlos Ruiz Zafòn e in generale i romanzi storici, la sua attività di Book Blogger, sulla pagina Facebook e sul blog che gestisce in prima persona, e la scrittura, sia narrativa che giornalistica, collabora infatti con il sito “900letterario”, dove cura recensioni letterarie e cinematografiche.

25 novembre 2016

[Recensione] Il suono del mondo a memoria di Giacomo Bevilacqua


Buona giornata cari #FeniLettori e buon inizio settimana! Oggi una nuova puntata della rubrica speciale "I love comics", parliamo di una bellissima Graphic Novel che chi mi segue sui social già mi avrà sentito decantarne le lodi!

Il suono del mondo a memoria è meraviglioso, dai toni caldi e morbidi. Una Graphic Novel che  esplode d'arte e poesia, non solo nei disegni ben caratterizzati ma anche nella scrittura.

La storia è quella di Sam che dopo un forte dolore decide di estraniarsi dal mondo, dalla sua vita e dagli altri. Va a New York per dimenticare ma la città non gli lascia scampo, anche se lui decide di escluderla, lei lo chiama così prepotentemente che lascia che siano i paesaggi stessi a riunire i pezzi rotti del suo cuore.

Tavole cromatiche uniche che vanno raffreddandosi come i mesi che scorrono. Una New York elegante, poetica, piena di vita e passione. Lo scorrere del tempo lascia che Sam lenisca le sue ferite, il suo dolore attraverso la sua digitale blocca momenti unici e paesaggi malinconici.
Lui scatta con la testa e quell'attimo gli rimane impresso come in una camera oscura. Un ritmo gli gira nella testa fino a quando...

Tutta da scoprire, da sentire e da ascoltare, luoghi di New York che si lasciano ammirare nei splendidi disegni di Giacomo Bevilacqua.


[Movie Review] Room


Buon pomeriggio cari lettori e benvenuti ad un nuovo appuntamento con la nostra rubrica dedicata al grande schermo! 
Room racconta la straordinaria storia di Jack, un bambino vivace di 5 anni che viene accudito dalla sua amorevole e devota Ma'. Come ogni buona madre, Ma' fa di tutto affinché Jack sia felice ed al sicuro, ricoprendolo d'amore e calore e passando il tempo a giocare e raccontare storie. La loro vita però, è tutt'altro che normale - sono intrappolati- confinati in uno spazio senza finestre di 3 metri x 3, che Ma' eufemisticamente chiama "Stanza". All'interno di questo ambiente Ma' crea un intero universo per Jack, e fa qualsiasi cosa per garantire al figlioletto una vita normale ed appagante anche in un luogo così infido. Ma di fronte ai crescenti interrogativi di Jack circa la loro situazione, e la ormai debole resistenza di Ma', decidono di mettere in atto un piano di fuga molto rischioso, che potrebbe metterli però di fronte ad una realtà ancora più spaventosa: il mondo reale.

Room fa parte del recupero dei "Film da Oscar" di quest'anno, recupero che in questo caso avviene con molto ritardo per colpa della mia riluttanza a guardarlo. Non c'è un motivo preciso per cui io non l'abbia visto finora, ho semplicemente rimandato nonostante fossi molto curiosa. La trama ruota tutta attorno al piccolo Jack e alla sua Ma', intrappolati in un minuscolo capanno degli attrezzi. Joy aveva solo 17 anni quando venne rapita e rinchiusa in quel capanno in cui avrebbe vissuto per sette anni.

Man mano che Jack cresce e che la vita in quell'orribile posto diventa sempre peggio, Joy decide di trovare il modo di fuggire utilizzando proprio il piccolo e coraggioso Jack. L'impatto col mondo reale sarà però doloroso al pari degli anni passati in prigionia.
Risultati immagini per room film
Credo che la parola giusta per descrivere questa pellicola sia straziante. La storia si divide in due parti nettamente separate: nella prima parte della storia vediamo la vita nella Stanza e poi la fuga. Nella seconda parte assistiamo ad un vero dramma psicologico, quello di Joy che non riesce a trovare il modo di tornare a vivere nel mondo dopo aver passato 7 anni della sua vita segregata e vittima di violenze e abusi.
Risultati immagini per room film
Il film scorre velocemente e riesce a tenere desta l'attenzione dello spettatore, nonostante l'ambientazione scarna e la presenza, almeno inizialmente, di due soli personaggi. La forza della pellicola sta proprio nei suoi protagonisti, Brie Larson nei panni di Joy, vincitrice dell'Oscar come miglior attrice, e il piccolo Jacob Tremblay nei panni di Jack. La loro interpretazione è  realistica e profondamente toccante.

La storia di Joy e Jack è sicuramente una storia dolorosa e non semplice, il film la racconta perfettamente non tralasciando nulla e concentrandosi sopratutto sull'aspetto psicologico della vicenda e narrandola attraverso gli occhi del piccolo Jack, scelta narrativa molto interessante e traente spunto dalla narrazione utilizzata nel libro da cui la pellicola è tratta. Una storia commovente e un'interpretazione magistrale per un film imperdibile!
Risultati immagini per room movie gif

Buona visione e alla prossima!