Il bon ton del sesso. Buon gusto per grandi amatori...

Da sempre considerato il territorio dove gli istinti primordiali si concedono la massima lussuria, il sesso, nel suo letto, sembra non arrossire. È necessario però, che la coppia comunichi con delicatezza e attenzione. Anche tra le lenzuola, infatti, esistono codici di bon ton che vanno rispettati.

Ritengo sia giunto il momento che la sessualità debba appartenere alla quotidianità di tutti quanti, ben sessualizzati e non. Non è facile trovare un sano equilibrio, nei confronti del piacere; si rischia uno sdoganamento dilagante di una volgarità fastidiosa. Ci sono comportamenti che hanno a che fare con la buona educazione e che non vanno dimenticati.

Per incominciare questo percorso vediamo quali sono le regole di galateo del sesso da rispettare per ridare senso all’Eros che ci abita, un tocco di naturale eleganza.

Pulire la mente

Lo stato d’animo con cui si affronta un rapporto, la valutazione dell’incontro sessuale, problemi emotivi legati alle aspettative, riuscire a mantenere l’atmosfera giusta nella stanza dove ci si trova, ma anche nella propria testa e l'ansia, influiscono tutti nel determinare la piacevolezza o meno del rapporto. Fare pulizia di pensieri anti eros, concentrarsi sul momento presente e sul partner, valutare il tipo di incontro sessuale che si andrà a consumare, sono elementi indispensabili per regalare e regalarsi momenti di autentico ed educato piacere.

Naturalezza

Presentarsi al partner nel modo sbagliato potrà far allontanare qualsiasi spiffero di piacere. Evitare la freddezza e tutti quei comportamenti troppo costruiti che contribuiscono solo ad allontanare la passione. Un abbigliamento piacevole e armonioso, assieme ad una discreta biancheria, sono elementi importantissimi che non vanno trascurati: fatevi sempre trovare in ordine e scegliete un capo che vi rappresenti, e che vi permetta di muovervi con disinvoltura. Non osate troppo se non siete sicure di sentirvi a proprio agio. L’eros si veste di semplicità, ma soprattutto di gesti naturali.

Cura del corpo

Questa, è una dimostrazione di rispetto verso il partner. Nella pulizia, attenzione a non esagerare. Per una donna normale, sana e che si cura, non sono assolutamente necessari profumi intensi. Si corre il rischio di cancellare il seducente odore naturale con un aroma inappropriato.  Non sottovalutare la saggezza della natura. L’odore naturale di un corpo pulito durante il sesso è un inebriante afrodisiaco. La cura di voi stesse, riflette inoltre la dimostrazione più evidente della vostra autostima.

Intimità sessuale

E’la capacità di aprire sé stessi attraverso il sesso. Di comunicare, anche attraverso il non verbale, in che direzione far andare il rapporto sessuale. Le persone che possono permettere agli altri di conoscerli possiedono un potenziale maggiore per esperienze sessuali profonde e autentiche. L’intimità è un legame d’affetto fatto di attenzioni reciproche, di responsabilità, di fiducia, di comunicazione aperta dei sentimenti e delle sensazioni e dello scambio non difensivo quando accade o all’uno o all’altro qualcosa di emotivamente significativo.

L’importanza del corpo

La conoscenza del proprio corpo, e di quello del proprio partner, è necessaria per un’intesa sessuale profonda. Non pensare che il benessere sessuale passi solo per le “parti basse”. Certo, le parti più intime sia di lui che di lei sono le cosiddette “zone erogene primarie”, ma anche il resto del corpo concorre ad aumentare l’estasi dell’unione. Tutte le aree del piacere diverse dalle primarie vengono chiamate “zone erogene secondarie”. Attraversiamolo tutto, dunque, il corpo.

Vivere la propria fisicità

Le persone che vivono con gioia la propria fisicità e che amano mostrarsi ed essere ammirate hanno, in genere, rapporti sessuali più soddisfacenti e meno “goffi”. Nella sessualità cortese, una buona dose di piacere è data dalla componente esibizionistica. L’idea di essere guardati, ammirati, desiderati è il più potente tra gli afrodisiaci. Ma bisogna riuscire a farlo in maniera assolutamente naturale. Per il partner che ci ha scelti ammirare il nostro corpo nudo, è fonte di enorme piacere.

Commenti lusinghieri

Molte di noi, sono incapaci di accettare un complimento senza subito metterlo in dubbio. Anche se siete convinte del contrario, ma lui trova attraente un parte del vostro corpo, non discutete. Non importa che condividiate appieno il giudizio del vostro partner.  Né serve usare il negativismo per incitarlo a un’incessante serenata al vostro fascino straordinario. Un semplice grazie, andrà benissimo. Senza dubbio i suoi complimenti sono sinceri, ma forse nascondono il desiderio che voi li ricambiate.

Favorire la qualità

Il rapporto sessuale non va né preteso né forzato, solo favorito, provocato ed avvantaggiato. Tanto sesso non vuol dire buon sesso e poco sesso, non significa insoddisfazione. Qualcuno valuta il sesso in base alla quantità del sesso praticato. Di fatto il sesso è come il cibo: la qualità soddisfa più della quantità, e saziarsi oltremisura non è sempre appagante. Dimentichiamoci pertanto, il mito dell’essere preformanti a tutti i costi. La potenza e i tempi prestabiliti non sono contemplati nel bon ton del sesso.

Ad ognuno il suo piacere

Ognuno di noi ha un proprio corpo e vive la propria sessualità in modo differente. In amore, e quindi anche nell'erotismo, non esistono regole, se non quelle del rispetto. C’è un unico metodo per scoprire i punti più “caldi” del corpo del proprio partner: avere una vita sessuale attiva e curiosa. Chi saprà ascoltare e comunicare alla persona amata le fantasie e i desideri, potrà vivere il sesso in piena libertà e far diventare ogni rapporto “gentleman”. Resta fermo questo principio: niente ordini e un tatto delicato.

Gusti differenti

Lui adora il sesso in posizioni strane e voi quello più tradizionale? La considerazione degli altri senza dimenticare se stessi, sta alla base del galateo del sesso. Se è una relazione importante, trovate un punto d’accordo. Nel sesso, come negli affari della vita, è necessario negoziare per giungere ad un’alleanza mentale. Ricordiamoci sempre, che la cosa più importante, in un rapporto sessuale, è lo sperimentarsi a vicenda e riuscire a provare piacere, scoprendo nuovi modalità.

I baci necessari

Se è vero che il letto può essere condiviso con il partner di sempre, è altrettanto vero che spesso tra le lenzuola si cela un partner occasionale, l’amante di una notte. In tutti i casi, però, è bene non dimenticare che la complicità e la “chimica” che vi lega nella situazione è scatenata dal bacio. I baci dolci e delicati, quelli più passionali, i baci sul collo o sul corpo sono fondamentali per avvicinare le due parti e rendere l’atmosfera più calda e meno asettica. Lanciarsi di getto nel rapporto “corpo a corpo”, potrebbe non regalare i risultati desiderati.

La voce

La voce è la chiave dell’attrazione sessuale. Così come i gesti e la parte visiva sono importanti quando sale il desiderio, anche il timbro vocale gioca un ruolo fondamentale. La voce comunica una serie di informazioni su di noi (sociali e biologiche) tanto da funzionare come interruttore per «accendere» o «spegnere» l’eccitazione. Una parola può assumere significati diversi a seconda del modo in cui viene espressa. Nell'intimità bisognerebbe cercare di usare un tono di voce basso, magari sussurrare nelle orecchie e non urlare o parlare come se fosse una conversazione.

Il gioco degli amanti

E’ molto importante dedicare del tempo,  a riscoprirsi amanti,  magari giocando un ruolo particolare, preparando lo scenario, curando l'abbigliamento, i particolari. L'idea di farsi questa concessione, è di per sé eccitante perché si torna a fare riscoprire i momenti iniziali, dove la seduzione faceva da padrona. Architettare un gioco erotico aumenta l'eccitazione; trovarsi in un ambiente diverso aiuta a prendere le distanze da come si fa l'amore di solito. Per questo serve una conoscenza accurata del partner, e una buona dose di immaginazione (poetica mi raccomando).

Attenzione alla complicità

E’ molto “bon ton”, allenare e alimentare, quotidianamente, il desiderio del partner.  Anche questo è un gesto che denota rispetto e attenzione, senza cadere nel “lo do per scontato”. Questo è un pensiero che può rassicurare, ma riflette un certo rilassamento, che non è salutare ed elegante ai fini di mantenere una buona complicità sessuale. Stuzzicarsi durante la giornata, con piccole fantasie, o ricordi di momenti di piacere. Mi raccomando però, occhio allo sproloquio. Gli eccessi non sono “gentiluomini e gentildonne”.

Vivere il presente

“L'altra volta è stato più intenso”, “Prima tra noi era diverso”. La memoria del momento indimenticabile vissuto ieri ci spinge a ricercare lo stesso piacere domani e la delusione è assicurata, oltre ad essere di cattivo gusto. Vuoi liberarti dal ricordo e dal rimpianto, e cercare di mantenere sempre un comportamento “educato”? Stai nel presente. È sempre un piacere senza confronti, se lo vivi adesso. Il riuscire a portare la consapevolezza, in modo intenzionale, nel momento del piacere (e al partner), è un atto di generosità, rispetto, che si può apprendere con costanza.

Cinema amico dell’eros

L’eros sembra chiedersi dove sedersi, per alimentare una carica sessuale (cortese), di una coppia. Il desiderio sta difatti calando, nel momento in cui sugli schermi, non si nasconde più nulla. Sono i film d’autore quindi, che anticipano un eros bon ton, ma di grande e autentico stravolgimento goloso. Eccone alcuni, scelti a colpo sicuro: 9 settimane e mezzo, secretary, légami, le onde del destino, ultimo tango a Parigi, eyes wide shut, l’amante, short bus, sex crimes, lussuria, paprika, lucia y el sexo, hotel courbet e orchidea selvaggia. 

No alla rincorsa del piacere

Non cercate il piacere a tutti i costi. Sembra assurdo ma è così. Immaginare di dover arrivare per forza, a quel momento,  e soprattutto in determinati tempi, non aiuta anzi, è fonte di enorme ansia e senso di frustrazione. Pensare all'orgasmo distrae dal qui ed ora, dalla magia delle sensazioni, del viaggio dell’eccitazione, dai singoli movimenti del corpo. Se non ci pensiamo, ma ci occupiamo solo di stare bene, di lasciarci andare e di divertirci,  il piacere verrà da solo.

Attesa 

Serve però dosare la passione e frenare i propri istinti e le pulsioni naturali a consumare velocemente il rapporto sessuale. Non ci sono garanzie di successo, però ci si può prendere del tempo per provare a capire se, all'alba di una notte di fuoco, si dovrà mettere in conto il rischio di una delusione. Troppo spesso attendere diventa sinonimo di perdente, ma al contrario una donna che sa ascoltare i tempi del proprio e dell'altrui desiderio, può avere una marcia in più sul piano affettivo e molti uomini trovano rassicurante avere al loro fianco una donna paziente.

Partecipanti attive

E’ molto demoralizzante e non rispettoso, soprattutto per un uomo, non riuscire a capire bene se è li per fare l’amore o solo per porgere l’ultimo saluto. Non si dovrebbe mai limitare la propria partecipazione, solo perché il nostro partner è un amante molto sicuro di sé. Questo non vuol dire eguagliare l’intraprendenza del proprio compagno, ma aiutarlo a sentire che desiderate provare e dare piacere.  Molti uomini appaiano egoisti e insensibili, quando invece sono solo disinformati. Contribuire, dunque, con un linguaggio del corpo che illumini e favorisca la ricerca del piacere di entrambi.

Tutti desideriamo delle conferme, sollecitate o no. Certo non sta bene chiederle apertamente, ma i complimenti al partner sono un tocco educato e simpatico. Vale la pena notare che, se li fate, di solito li ricevete. E’ un tenero conforto nelle relazioni consolidate e un ottimo elemento di rinforzo positivo, in quelle nuove.  Ogni imbarazzo qui si attenua e l’autostima, e quella di coppia, cresce. Non importa che siano conferme apertamente dichiarate o esplicite. Basta una carezza, accompagnata da un sorriso. Ricordiamoci sempre che il linguaggio non verbale, è sempre più chiaro ed erotico.

Se vi va di scrivere a #ladottoressadelcuore, come vi va e quando vi va, potete farlo attraverso questo indirizzo e-mail . Di seguito i miei riferimenti sui social: Blog - Twitter - Instagram - Facebook.

Commenti