Quello che gli uomini non dicono ...

Sebbene la maggior parte delle donne non pensi che gli uomini stiano cambiando con sufficiente rapidità, entrambi i sessi si evolvono continuamente in termini di percezione di se stessi e di aspettative. La vita di tutti i giorni rappresenta una sfida per chiunque, e questi nuovi adami 2.0, sono verosimilmente alla ricerca di rapporti equilibrati, con compagne che li facciano sentire amati, accuditi e sostenuti.

Non esistono dubbi al riguardo: siamo diversi per molti aspetti importanti; di conseguenza, uomini e donne arrivano raramente a comprendersi. Questo è un tema assai complesso ed esistono eccezioni a ogni regola, ma, parlando in generale, i nostri compagni sono orientati alla soluzione, mentre noi siamo più portate a soffermarci sul processo. Noi donne, tendiamo a definire il successo in termini di salute della nostra relazione; loro d'altro canto, lo considerano l'unità di misura del controllo che esercitano sugli altri.

Quando non riusciamo a riconoscere e ad accettare le differenze, ci costruiamo aspettative irrealistiche e ci garantiamo una delusione. La responsabilità è di ciascuno di noi, e dobbiamo necessariamente, cambiare rotta di pensiero e prendere coscienza che le cose stanno cambiando, i sentimenti si stanno evolvendo, il modo di vivere l'amore si sta trasformando...

Gli uomini stanno iniziando a mandarci dei segnali, anche se un pò confusi, perchè confuso è ancora il loro modo di vivere il loro vissuto interiore, e quindi il modo di esternarlo. Vorrebbero comunicarci tante cose, ma hanno ancora delle riserve, in primis verso di loro. Striamogli accanto e proviamo ad accogliere questa loro incertezza. Se sentiranno un clima “caldo e amorevole”, sicuramente prima o poi, riusciranno anche loro ad esternare quello che davvero desiderano o sentono. Perché il loro problema è proprio nell'ascoltarsi.

Di seguito, alcuni dei dei pensieri più frequenti che gli uomini vorrebbero far sapere a noi donne, ma non confesserebbero mai.

Troppa diponibilità delle donne

“Più ti dimostri disponibile nei miei confronti, meno ti desidero”.

L'uomo, come la donna, ha bisogno di un partner indipendente, sia psicologicamente, sia emotivamente, che non demandi la felicità a nessuno. Troppa disponibilità ovvero, la donna che c'è sempre e che antepone i suoi spazi, a quelli del suo uomo, è meno seduttiva. Una donna che si gratifica con propri interessi è più felice e quindi, più desiderata e desiderabile perchè emana gioia, armonia, serenità, perchè dimostra di avere personalità.

Non voglio essere macho

“Spesso faccio il macho perchè mi è sempre stato detto che è ciò che in fondo vuoi”.

L'uomo pensa ancora, anche se siamo arrivati, o ci stiamo arrivando, alla parità dei sessi, e quindi dei ruoli, che la donna desideri in fondo in fondo, come ideale maschile, un uomo “tutto d'un pezzo”. Sì lo desidera accogliente, sensibile, ma non troppo. Forse c'e' ancora confusione a livello di comunicazione, ma gli uomini pensano ancora che alle donne piaccia l'uomo che non dimostra alcun tipo di debolezza.

Donne troppo energiche 

 “Le donne energiche mi piacciono davvero, sempre che non usino la loro forza contro di me”.

 Il maschio cosiddetto “alfa”, desidera sì una compagna indipendente, brillante, piena di interessi e vigore, ma senza oltrepassare il limite della femminilità. Nel senso che va bene la donna “che se la cava da sola”, ma all'uomo inizia ad avere timore della forza della donna, soprattutto psicologica.

Le preoccupazioni degli uomini

“Non ti parlo spesso perchè penso che in realtà tu non abbia voglia di ascoltare le mie preoccupazioni”.

Ancora oggi, nell'uomo c'e' questo pensiero. Ma per un fatto puramente psicologico. L'uomo pensa che alla donna, non che non interessi quello che dice, ma come lo dice. Gli uomini sono confusi spesso nell'esprimere le proprie emozioni. Seconda cosa, l'uomo pensa questo, perchè crede che la donna prenda lo sfogo del compagno come una lamentala (idea errata) e non come una condivisione.

Paura di essere manipolato

L'uomo, oggi, teme, anche se le vuole, le relazioni profonde e intense perchè hanno paura che la donna arrivi a manipolarlo in qualche modo, e quindi, di mettere a repentaglio la propria virilità. L'uomo pensa, e non lo esprime, che questo potere femminile che si sta facendo avanti, possa scaturire in una manipolazione. Lei gestisce il gioco e lui accondiscende. E questo fa scaturire la perdita della mascolinità e virilità psicologica dell'uomo che si sente svilito. 

Prendersi cura di sé 

L'uomo pensa e non dice, che quando si prende cura della sua partner si sente uomo, quindi forte e protettivo, ma non gli piace una donna che non vuole prendersi cura di sé, in modo indipendente. L'uomo è disposto a amare e prendersi cura della sua partner, fermo restando, come già detto, che desidera non una donna in costante “fase di bisogno” (versione tra l'altro anche maschile), ma che sappia gestire la sua vita in autonomia. Indipendenti insieme!

Desideri inespressi

L'uomo all'interno di una relazione, è disposto a lasciare la donna fare come lei ritiene più opportuno, e spesso glielo fa fare quasi sempre, ma poi alla fine cova rabbia per desideri inespressi, perchè non riesce ad esprimere ciò che vuole davvero fare, e così facendo, accumula una serie di frustrazioni, dovute a scelte subite (perchè l'uomo non comunica realmente con la sua partner). Alla fine, talvolta, si rischia di incorrere, a grandi litigi e l'uomo addossa tutte le colpe alla donna.

Il piacere dell'emotività

Anche se l'uomo dice alla propria partner che è troppo emotiva, quando stanno assieme, le sue emozioni lo fanno sentire vivo e lo emozionano di conseguenza. L'uomo ha bisogno, soprattutto oggi, di essere educato all'emotività, pertanto, ha la necessità, di ascoltare le emozioni della propria donna sia perchè lo fanno sentire partecipe e amato, sia per imparare ad ascoltare le emozioni e di identificarle. Grazie alla comunicazione emotiva della sua partner, può fare questo lavoro su di sé. 

Bisogno d'amore 

Anche se fa il duro, l'uomo ha bisogno, oggi più che mai, di dolcezza, tenerezza, amore, quando la donna. C'e' una riscoperta, da parte dell'uomo di coccole, di carezze, di una donna che quando arriva a casa, lo abbracci silenziosamente e gli dica “sono qui con te, e ti sostengo”. E' altrettanto vero che l'uomo è molto confuso su come trovarlo e soprattutto, “gestirlo l'amore”. Come trovarlo si intende, come riuscire a trovare una dimensione di scambio, dove dialoghi l'amore e basta.

Le donne che si lasciano guardare

Le donne che si lasciano guardare. Il senso da cui gli uomini traggono il maggior stimolo è la vista. Per questo sperimentare posizioni in cui la donna si lascia guardare, può essere un’ottima idea, che incontrerà sicuramente le fantasie del vostro lui. Curate la scelta del vostro intimo e sfoggiate un rossetto rosso da femme fatale. A noi donne, spesso, non passa in mente che l'uomo ama guardare a lungo la donna, che si sistema, che si sveste piano piano. Riscoprire il gusto della lentezza!

Se vi va di scrivere a #ladottoressadelcuore, come vi va e quando vi va, potete farlo attraverso questo indirizzo e-mail . Di seguito i miei riferimenti sui social: Blog - Twitter - Instagram - Facebook.

Commenti

  1. Concordo col primo punto: essere eccessivamente disponibili e accomodanti li allontana, li annoia. Ho letto ultimamente un libro di Sherry Argov davvero illuminante ;)

    Nuovo post sul mio blog, passa a trovarmi!
    Soffice come una nuvola
    Ti seguo già ;) se ancora non sei mia follower e ti va di ricambiare sei la benvenuta!

    RispondiElimina

Posta un commento