[Recensione] OverSight di Charlie Fletcher

 Buongiorno miei cari lettori, come state? Oggi parliamo di un libro che mi ha lasciata con il fiato sospeso. Un fantasy davvero accativante. Ci ho messo un pò a leggerlo ma l'ho fatto con calma e relax. Il tomo in questione è Over Sight, finalmente giunto anche in Italia, edito da Fanucci. 


La prima cosa che mi ha colpito di questo libro è stata la copertina e l'ambientazione (Londra). Mi hanno lasciata assuefatta e ammaliata a tal punto che mi hanno spinta ad averlo fra le mani. La copertina è uguale all'originale, per fortuna e il tocco della mano è perfetto (poi capirete il perché leggendo il libro, non voglio svelarvi troppe cose)

Tutto inizia con una ragazza che viene portata in una casa, ove si vocifera che lì, abbiamo bisogno di donne pestifere, ed ecco che entra in scena il guaio più grosso dell'OverSight (Organizzazione segreta che ha il compito di: proteggere gli esseri umani privi di poteri magici dalle scorribande degli esseri fatati di ogni genere e di difendere il mondo magico dalle ingiustizie perpetrate modernizzazione. I membri di Oversight sono tutti dotati di particolari poteri extrasensoriali, ma dopo il Disastro le loro fila sono state decimate a soltanto cinque componenti, il numero minimo indispensabile, costituiscon una Mano. Questi ultimi cinque sopravvissuti hanno la missione di custodire la misteriosa Chiave, il fulcro attorno al quale ruotano gli equilibri tra mondo magico e mondo ‘normale’, oggetto del desiderio per chiunque brami un grande potere.

La storia è avvincente, intensa e non si legge poi tanto facilmente perché è incentrata in più punti di spruzzi evocativi e vitali.Ci sono molti poteri soprannaturali e questo ha dato slancio al racconto. I luoghi ben descritti. Ogni piccolo anfratto è piacevole. L'OverSight ha un ruolo ben preciso e determinato come ogni singolo personaggio. La descrizione di essi è strutturata in maniera eccellente e mi è piaciuto il modo in cui ha saputo sfogare le sue ire sulla povera Sara Folk, ho odiato quasi quella ragazzina pestifera! Un fantasy davvero tutto da leggere...Buona Lettura!

"Recava un pentacolo inciso sullo scudo; questo non simboleggiava solo il dovere, ma anche la generosità, la solidarietà, l'onestà e la compassione, le stesse virtù che ispirano la Compagnia dei Liberi per la sorveglianza di Londra."


[Segnalazione] Le porte dell’eternità di Alberto De Stefano

Due antiche spade, forgiate da fabbri rivali in un tempo in cui la storia si confonde con la leggenda. Due  chiavi in grado di aprire porte che dovrebbero restare per sempre chiuse. Le porte del Paradiso e  dell’Inferno, opere d’arte generate dall’ossessione di due scultori, nascoste sotto gli occhi di tutti a Firenze e a Parigi. La versione originale di Picatrix, testo magico in grado di richiamare sulla terra forze che  cambieranno il mondo. Tra antichi misteri, duelli all’ultimo sangue e tradimenti si dipana una narrazione che vi terrà incollati dall’inizio alla fine. Perché il tempo sta per scadere e quella che è in gioco è la salvezza  dell’umanità. 

Le porte dell’eternità
Editore: I Doni Delle Muse
Pagine: 224 Prezzo: 12 euro
Aveva assistito a uno dei confronti più grandi che la storia dell’umanità avrebbe ricordato. Dentro a quelle spade e a quegli uomini c’era molto di più che la maestria della forgiatura. Aveva visto confrontarsi due poteri opposti. La luce, per ora, aveva vinto. Strano però che entrambe le parti usassero le stesse armi per farsi la guerra. Due katana, due spade dalla forgiatura unica che sarebbero diventate leggenda. Un giorno il mondo avrebbe assistito a confronti ben più spietati di quella semplice sfida fra armaioli e questo pensiero sconvolse la mente del monaco. Egli sperò che le due spade non finissero mai nelle mani sbagliate e soprattutto che le Masamune servissero sempre gli scopi di uomini onesti.

Libraio di professione, Alberto De Stefano è da sempre appassionato di fantastico, pratica scherma medievale e canta in un gruppo Power Metal. Dopo avere pubblicato i romanzi “L’ultimo eroe del Klaidmark” e “Il ritorno degli dei” è approdato presso Curcio Editore, con la pubblicazione dei due romanzi “La maschera e la spada” e “Ragnarok” facenti parte di una trilogia. 


[Segnalazione] Accorgiti di Me di Bridget Nellan

Un amore passionale, un amore di quelli rari. Elettricità li unisce, un filo impercettibile tiene uniti i loro destini. 

Accorgiti di Me
Pubblicazione: 25 Agosto 2014
Genere: Romanzo Rosa
Prezzo: 0,98 centesimi
Piattaforma: Amazon
Ci sono gli amori che nascono all'improvviso, quelli che vanno e quelli che vengono, e poi ci sono amori che sono sempre stati lì; fermi nel tempo, a mutare con l'età e con le esigenze fino ad assumere la forma perfetta a cui erano destinati sin dall'inizio. E Diana non è un'eccezione. Per quanto lei si sforzi a mantenere l’amore a debita distanza, per quanto vorrebbe evitare inutili coinvolgimenti, le è impossibile.  Perché il suo amico di sempre è lì, intenzionato a farle aprire gli occhi una volta per tutte. Ma ci sarà qualcosa che remerà contro di loro mettendoli in difficoltà, un qualcosa che trasformerà un bacio cercato in un bacio da cui fuggire. Perché si sa... spesso l'amore e la ragione sono due facce opposte della stessa medaglia.

 Bridget Nellan è nata in un piccolo paesino sperduto tra i monti, cresciuta a contatto con la natura e gli animali, si è trasferita in città all'età di dodici anni. Da quel momento inizia il suo piccolo percorso nel mondo dei libri, iniziando a scrivere brevi racconti che conserverà amorevolmente nei vecchi cassetti di casa sua. Il grande salto però, che l'ha convinta a pubblicare la sua prima opera, è avvenuto nel Settembre 2013, quando, presa da un'impulso irrefrenabile, ha scritto nero su bianco la trama di Accorgiti di Me, suo primo romanzo appartenente alla Chills of Love Trilogy. 


[Anteprima] Qui e ora di Ann Brashares

Non puoi scegliere di chi innamorarti Un gruppo di viaggiatori nel tempo. Una ragazza che riesce a salvare il mondo. Un amore impossibile. 

Qui e ora
pp. 300 Euro 14,90 Agosto 2014
Nella comunità a cui appartiene Prenna, diciassette anni, è vietato frequentare estranei e d’obbligo indossare strani occhiali da vista. Le regole sono rigide: non bisogna rivelare la propria vera identità all’esterno né destare sospetti tra la gente “normale”. Nessuno deve sapere che vengono dal futuro e sono fuggiti da un mondo devastato in cerca di un tempo migliore in cui vivere. In un sistema del genere c’è poco spazio per la libertà personale e nessuno per l’imprevisto. Ma se l’imprevisto ha l’aspetto di Ethan, un ragazzo disinvolto e generoso, che si taglia i capelli da solo e porta sempre vecchi pantaloni militari, cosa potrà mai succedere? Non si può sfiorare l’amore e far finta di niente, Prenna lo sa, per questo è disposta a infrangere qualunque divieto per lui. Insieme, Ethan e Prenna sfideranno il destino per poter dare al mondo un futuro migliore.

ANN BRASHARES è nota per la fortunata serie di romanzi Quattro amiche e un paio di jeans, pubblicata in tutto il mondo, e in Italia da Rizzoli, così come i suoi libri Tre salici e Un’estate per due. Scrive per adolescenti e adulti. Vive a New York con il marito e i quattro figli.


[Anteprima] Ritorno a Kiward Station di Sarah Lark

Dopo "Nella terra della nuvola bianca" e "Il canto dei maori", Sarah Lark torna in libreria con un nuovo romanzo Ritorno a Kiward Station è l’atteso epilogo della saga familiare immersa nella cultura esotica e negli splendidi paesaggi della Nuova Zelanda che ha conquistato in Europa due milioni di lettori. 

Ritorno a Kiward Station
Ritorno a Kiward Station
pp. 624, 1° ed. 2014
€ 20.00 Uscita: 3 Settembre 2014
Gwyneira McKenzie era arrivata da Londra in Nuova Zelanda come giovane sposa piena di entusiasmo e di stupore. Aveva scoperto una terra ricca di fascino nella quale radicarsi, fondare una fattoria, costruire un nuovo destino. Ora è la volta della sua giovane e ribelle nipote Gloria Martyn trovare la propria strada nella vita. Gloria adora quel paese dai paesaggi infiniti, i suoi costumi, la sua natura selvaggia. E quando, come si conviene a una ragazza della buona società, i genitori decidono di mandarla a studiare in Inghilterra, dall'altra parte del globo, cercherà di evitarlo in ogni modo. Come può abbandonare Kiward Station, le passeggiate con i suoi cani adorati, le corse a cavallo, e le serate in compagnia del grande amico Jack? Ma alla fine Gloria dovrà lasciare tutto e tutti, e l'impatto col vecchio mondo sarà per lei devastante. Strappata alle sue radici, rischia di perdere se stessa e solo la sua tenacia le permetterà di affrontare un’avventura in cui i compromessi da accettare umiliano il suo animo maori. Mentre la Grande Guerra infuria mettendo a repentaglio la vita di chi le è più caro al mondo, una sola grande speranza la sostiene: tornare alla sua amata isola nel Pacifico in cerca dell’unica persona che può ancora guarire le ferite del cuore e dare un senso a quella sua esistenza che, ormai Gloria lo sa, è irrimediabilmente legata alle leggi immutabili della Terra della Nuvola Bianca.

Sarah Lark, nata in Germania, prima di dedicarsi alla scrittura ha lavorato come guida turistica in diversi paesi del mondo e ben presto si è innamorata della Nuova Zelanda. Nella terra della nuvola bianca (Sonzogno, 2013) e Il canto dei maori (Sonzogno, 2014) sono i due primi volumi della saga che ha come palcoscenico la favolosa terra dei maori.


[Anteprima] Se ho paura prendimi per mano di Carla Vistarini

Quando mi giungono agli occhi queste anteprime, sono ben felice di inserirle. La nostra condivisione è avvenuta già qualche giorno fa sulla pagina, adesso la inseriamo anche qui.  Un autrice italiana, una sceneggiatrice e una donna di tutto rispetto (essere umili al giorno d'oggi è cosa rara).
Lo straordinario romanzo d'esordio di una grande sceneggiatrice italiana. Un analista finanziario che vive sotto i ponti. Una bambina che interessa a molti ma che nessuno vuole. Una fuga rocambolesca in una Roma magica e pericolosa.

Se ho paura prendimi per mano
Collana Narratori Corbaccio
240 pagine, € 14,90
Uscita 11 settembre 2014
Smilzo, fallimentare barbone nonché ex analista finanziario di successo, è al supermercato quando avviene una rapina in cui resta uccisa una donna. Vicino a lei c’è una bambina di tre anni, impietrita dallo choc. Prima che la polizia si renda conto di quel che sta succedendo, un energumeno cerca di rapire la piccola, ma Smilzo riesce a prenderla e a portarla via con sé. Non sa esattamente cosa l’abbia spinto e non sa che farsene di lei. Però sa che lei ha bisogno di protezione e, incredibilmente, sente che lui può esserle di aiuto. Non importa se finirà nei guai e dovrà nascondersi per mezza Roma, inseguito da una banda di criminali. Smilzo non è uno sprovveduto, e con l’aiuto di un’improbabile squadra costituita da un prete e da un attempato professore universitario (per non parlare di un saccente chihuahua) riuscirà a cambiare il destino della bambina e anche il suo. Un bellissimo romanzo d’esordio, una commedia romantica, allegra e commovente dei nostri giorni, narrata da Carla Vistarini con tocco lieve e affettuoso.

Carla Vistarini, romana, ha scritto canzoni indimenticabili per cantanti come Ornella Vanoni («La voglia di sognare»), Mina («Buonanotte buonanotte»), Mia Martini («La nevicata del '56»), Patty Pravo, Riccardo Fogli, Amedeo Minghi, Renato Zero... Ha scritto i testi per alcuni dei programmi televisivi di intrattenimento di maggior successo fra gli anni Settanta e Duemila collaborando, fra gli altri, con Gigi Proietti, Loretta Goggi, Fabio Fazio, Maurizio Costanzo; è autrice di commedie premiate dalla critica come «Ugo» con Alessandro Haber, e di sceneggiature di film come «Nemici d’infanzia» di Luigi Magni con cui ha vinto il premio David di Donatello. Nella sua lunga e fortunata carriera di autrice le mancava solo un tassello: «Se ho paura prendimi per mano» è il suo primo romanzo. 


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...