[Recensione] Un gatto, un cappello e un nastro di Joanne Harris

Buona Sera miei cari Lettori.
Lo so, stasera un pò in ritardo ma ho avuto una giornata 
davvero intensa e solo ora son riuscita a staccarmi da un libro. Ero in fermento e dovevo farvi per forza questa recensione. Eh si, perché è proprio oggi che esce questo delizioso libro.
Cosa porteresti su un isola deserta?

Un gatto per tenermi compagnia.
Un cappello per nascondermi. 
Un nastro per legare un sogno.

Si, sono esattamente questi gli ingredienti fondamentali del romanzo. Joanne Harris ci delizia ancora una volta con le sue storie. Sorprendenti, difficili, saporite e perfettamente delicate nei toni. Questo libro è formato da tante piccole storie che si susseguono e lasciano al lettore un amore incontrollabile. Tre elementi, che vengono descritti, che si confondono e si uniscono, ritrovandosi e attorcigliandosi per fondersi tutti insieme. I racconti sono sedici e ognuno di loro ha l'aspetto fondamentale di un uomo vissuto oltre cento anni, storie raccontate da decenni, ognuno di loro ha il sapore antico della bellezza. 
In ogni trafiletto, vi è un piccolo pezzetto della vita dell'autrice, che introduce il racconto e lo espone al suo lettore frastagliandolo come parti di vetro differenti eppure uguali. Il modo di scrivere in ognuno è diverso, mille personalità che si confondono e si uniscono in un unico libro. L'abilità di scrivere di Joanne Harris è davvero sorprendente e meravigliosamente semplice.
Il primo racconta narra di dolori, di sensazioni e di ragazzi che sfidano la morte per sopravvivere. La fondamentale importanza che vi è nell'affrontare qualcosa più grande di loro, per resistere a quell'inevitabile sensazione di essere schiacciati . Una ragazzina che dovrebbe essere la più debole, è la più forte. 
E poi ci sono loro. Due adorabili vecchiette che a me hanno tanto ricordato la buona e cara Miss Marple. Lasciate in una casa di cura, cercano di sconfiggere la noia in mille modi e ci riescono con le loro convinzioni, con la vecchiaia che ormai le schiaccia e con un forte senso di libertà. Altro racconto altro gioco. Il gioco che non esiste, paragonabile alla vita. Cookie.La bambina biscotto che nasce da un ventre muto. Sensazioni che si inseguono, vite che si incespicano, dolori che si mimetizzano dietro astute tendenze.
Aromi che si confondo con un solo e unico grido, quello della vita. La solitudine, la morte, la violenza e i soprusi in questo romanzo vengono descritti tutti in maniera precisa e distintiva, combattuti a ogni passo e superati da ogni singolo protagonista. Uno scrittore che combatte per la sopravvivenza del suo locale, un vecchio e malandato anfratto ove ormai ha lasciato pezzi di cuore. Una madre che vede morire un figlio e rimane appesa a un filo invisibile, quello di internet che le dona speranza.
Storie dentro storie, una dentro l'altra, che si aprono e vengono a scoprirsi mano mano . Sfogliate con parole dolci e toccanti che ti rimangono nel cuore. Forti sensazioni che si fondono con la mente. Un gioiellino di lettere nascoste, di sensazioni rubate e sogni fuggiti. Un libro da leggere con gli occhi ma sentire col cuore.


[Segnalazione] l Cavaliere del Tempio di Gianluca Turconi

La pubblicazione del romanzo science fantasy "Il Cavaliere del Tempio" dell'autore Gianluca Turconi, secondo capitolo della Saga del Pozzo.

Il Cavaliere del Tempio
GLI DEI DEL POZZO (Volume 1 della Saga)
IL CAVALIERE DEL TEMPIO (Volume 2 della Saga)
Anno 817 dopo Cristo. Sono trascorse tredici estati da quando Loki, il Dio Ingannatore, è tornato nel Tempo, sconvolgendo l'Europa medievale e dando inizio all'Era del Ritorno. Un solo elemento impedisce la sua piena reincarnazione: la ferita infertagli da Rollant di Bretagna durante la Battaglia dei Due Picchi che gli ha spillato sangue e lo obbliga all'incompletezza nel corpo e nel potere. Dal suo rifugio nei pressi dell'apertura del Pozzo, in Dania, l'Ingannatore deve quindi attendere che la Ricerca del Sangue giunga al termine in suo favore, mentre mantiene ben stretto il giogo sui Popoli del Nord vichingo, per mezzo delle mostruose creature evocate tramite la fede di quegli uomini sottomessi. Tuttavia, altre popolazioni ancora resistono. In Hispania, i Cristiani asturiani e i Pagani sassoni sono anch'essi alla ricerca del Sangue per ostacolare Loki, grazie ai Cercatori, non disdegnando di servirsi del medesimo potere del Pozzo sfruttato dall'Ingannatore per le evocazioni, pur di salvare il Regno delle Asturie da vicini ostili. I primi tra essi sono i principati islamici, dall'Emirato di al-Andalus in Occidente fino al Califfato di Baghdad in Oriente. Seguendo una fede pura, i Musulmani non attingono al potere del Pozzo per combattere Loki. Ricercano invece una soluzione definitiva per sconfiggerlo nella conoscenza, su antichi testi, in particolare presso la Bayt al-Hikma, la Casa della Sapienza di Baghdad, e ciò li porta a perseguire tanto i Cercatori quanto gli Evocatori. Ma la resistenza contro Loki non avrebbe conquistato tempo per i propri tentativi se, dalla settentrionale Saxonia fino ai Pirenei nell'estremo sud, in terre un tempo appartenute al Regno dei Franchi di Carlo Magno, non si fosse scatenato il caos dopo il Ritorno dell'Ingannatore. Dallo sfaldamento dei legami feudali e religiosi, sono emersi i Cavalieri del Tempio della Fede nell'Uomo, guidati da uno spietato e misterioso comandante, conosciuto solo con l'appellativo che esprime i suoi fini: il Senza Dio. Egli ha un unico scopo, estirpare con ogni mezzo qualsiasi fede, per porre un freno alle evocazioni legate al potere del Pozzo e forzare sulla difensiva Loki, insieme a qualunque altro Evocatore. Questo precario equilibrio tra le diverse fazioni in lotta è però destinato a spezzarsi, perché oscuri personaggi si muovono dietro le quinte, con propri scopi imperscrutabili e sufficiente potere per conseguirli. Sullo sfondo di tutto ciò, colpevolmente ignorato, lo "strumento di Dio" - come i monaci cristiani chiamano la macchina che ha annullato Tempo e Spazio, riaprendo il Pozzo - è ancora nelle lande fantasma di Aquitania, appartenenti ai domini dei Cavalieri del Tempio...

Gianluca Turconi, nato nel 1972, già più volte finalista al Premio Alien per la narrativa fantascientifica e vincitore della XIII Edizione del Premio Lovecraft per la narrativa fantastica, ha effettuato studi linguistici e giuridici, e attualmente vive e lavora in provincia di Monza e Brianza. Da quasi un ventennio sostenitore del Software Libero, è stato tra i fondatori del progetto di marketing internazionale, di documentazione e di localizzazione italiana della suite software Apache OpenOffice, nonché curatore del dizionario italiano utilizzato dai programmi software Google Chrome, Mozilla Firefox e Thunderbird. Nell’ambito della narrativa fantastica e sportiva ha pubblicato per case editrici e riviste specializzate nazionali e straniere (Eterea Comics & Books, Delos Books, Asociación Alfa Eridiani, Axxón, Graphe, DiSalvo, A3, Horror Magazine), ha rivestito il ruolo di editor per il romanzo "Figlio della schiera" di Giampietro Stocco (Chinaski) e di selezionatore e coordinatore della traduzione per l’antologia di narrativa fantascientifica latinoamericana "Schegge di futuro".

[Uscite del Giorno] La ragazza con gli occhiali di legno - Alzheimer non ci avrai - Sei Donna? Dialogo(semiserio)sulle donne della TV

Edizioni Anordest
Casa editrice: Edizioni Anordest
Collana: Casi Controcorrente
Pagine: 240 Prezzo: 12.90 €
Pubblicazione: 30 Ottobre 2014
“Sono allergica anche all’aria che respiro. Vivevo segregata in casa. Ora sono rinata. Grazie alle mie battaglie”. Sara
Allergica a tutto, ma nessuno sapeva dirle il perché. Sara Capatti racconta in questo libro gli anni di sofferenza e il peregrinare da un medico all’altro senza trovare una risposta ai dolori e ai malesseri che le stavano distruggendo la vita.
“C’è un mostro in me – racconta – ne conosco la forza, ma non il volto”. Fino a quando, solo per caso, sente parlare di M.C.S., ossia Sensibilità Chimica Multipla. Da allora si batte per difendere la conoscenza di questa patologia in modo da evitare che altri malati rischino la vita perché non curati nel modo giusto.
 
Con “La Ragazza con gli Occhiali di Legno” Sara Capatti, coadiuvata da Patrizia Piolatto, mostra cosa significhi lottare per superare le difficoltà, battagliando, con altrettanta forza, per portare alla luce del sole i problemi legati a una malattia rarissima ma temibile.Un modo speciale per cercare di aiutare altre persone a non perdere la speranza di poter respirare un’aria nuova.
Casa editrice: Edizioni Anordest
Collana: Saggi Controcorrente
Pagine: 180 Prezzo: 10.90 €
Pubblicazione: 30 Ottobre 2014
L’organo del corpo umano che invecchia più tardi di tutti gli altri è l’encefalo. Però, quando l’encefalo stesso invecchia male, arriva una brutta malattia: l’Alzheimer, ladra di cervelli. Nelle società occidentali benestanti la durata della vita si è molto allungata e la ladra di cervelli arriva molto frequentemente a rubare a milioni di persone emozioni, ricordi, pensieri, affetti e persino quella entità spirituale che viene chiamata “Anima”. Nel testo si mescolano divulgazione scientifica, qualche metafora, provocazioni umoristiche e riflessioni rassegnate ma non disperate, su come gli anziani, avendo molto meno da perdere, dovrebbero gradualmente abbassare la guardia, essere più avventurosi e vivere il loro presente nel modo migliore e più allegro possibile. Con un’ultima soddisfazione: di far trovare alla ladra di cervelli (se dovesse arrivare) la cassaforte vuota. Con “Alzheimer non ci avrai”, Scoppetta si avventura con successo in un territorio a lui estremamente congeniale: quello dello studio di una malattia debilitante, condito con l’esperienza e i saggi consigli, spesso ironici e sdrammatizzanti, di un luminare del settore neuropsichiatrico.

CIRIACO SCOPPETTA (1948) è nato e sempre vissuto a Roma con l’eccezione di alcuni soggiorni di studio e lavoro negli Stati Uniti. È medico e studioso di Neuroscienze e ha pubblicato un centinaio di articoli scientifici su riviste italiane e internazionali di Medicina e Neurologia. Ha lavorato come professore associato e primario nell’Università La Sapienza e come Primario neurologo nell’Ospedale San Camillo. Negli anni Ottanta ha partecipato a uno studio internazionale che è stato la tappa iniziale per scoperte fondamentali sulla genetica della Demenza di Alzheimer. Nel 2006 ha pubblicato il romanzo “Uffa. Io un bambino lo voglio proprio” e nel 2014 un testo monografico medico: La Miastenia – la malattia che si nasconde”.
Casa editrice: Edizioni Anordest
Collana: Dialoghi Controcorrente
Pagine: 170 Prezzo: 10.90 €
Data Pubblicazione:  30 Ottobre 2014
 Nel dialogo tra Mauro Coruzzi (in arte Platinette) e Simone Gerace si parla di televisione, o meglio, delle conduttrici televisive e, in generale, del ruolo della donna in TV rispetto ai colleghi uomini.Un excursus che parte da Enza Sampò (curatrice della prefazione), la prima donna della televisione italiana a non essere identificata come annunciatrice o valletta, per arrivare fino a Silvia Toffanin, regina del sabato pomeriggio del piccolo schermo e detentrice di un certo modo garbato di fare show.Attraverso le tante figure femminili che hanno occupato e invaso i palinsesti televisivi dagli anni Cinquanta ad oggi, vengono svelati anche determinati meccanismi, aneddoti e curiosità legati al piccolo schermo, che cambia costantemente come cambiano i tempi e le mode.
Con SEI DONNA? Platinette, ben spalleggiata da Gerace, delinea una panoramica storica e divertente su mezzo secolo e più di televisione italica in rosa, non tralasciando mai quella vena ironica e sarcastica che le ha regalato la notorietà televisiva e radiofonica negli ultimi anni.


MAURIZIO, detto Mauro, CORUZZI, nasce nel 1955 a Parma e nel 1974 crea il suo alter ego Platinette.Si divide da sempre tra tv, radio e carta stampata. Ha recitato a teatro e in quattro pellicole per il cinema, ha inciso due dischi e ha pubblicato due libri: “Finocchie” (2002) e “Tutto di Me” (2005).Attualmente trasmette dalle frequenze di Radio Deejay il Platinight.

SIMONE GERACE è nato a Milano nel 1974. Autore televisivo dal 1996 annovera tra i suoi programmi Il Brutto Anatroccolo (Italia 1 – 2000), Matricole (Italia 1 – 2001) e Verissimo (Canale 5 – dal 2010 ad oggi). Nel 2013 è co-fondatore del collettivo culturale NOMADIdiPAROLE, per far vivere i libri ancor prima di leggerli.

[Segnalazione] Un cuore in tempesta di Françoise Bourdin

FRANÇOISE BOURDIN è un'autrice di Best Seller di livello internazionale, i suoi romanzi hanno venduto più di 8 milioni di copie nel mondo, tradotti in 12 paesi. In Francia ha pubblicato oltre trenta romanzi amatissimi dai lettori . Negli ultimi due anni, il prestigioso quotidiano "LE FIGARO" l’ha inserita nella Top Five degli autori francesi più venduti, accanto a grandi nomi come Giollaume Musso, Marc Levy e Grégoire DelaCourt.

Un cuore in tempesta
Titolo originale: D’eau et de feu
Pagine: 304
Prezzo: 12,90 Euro
In libreria: 23 ottobre 2014
Scozia, nel cuore delle Highlands. In un maniero vittoriano, vivono da sempre i Gillespie, proprietari di una prestigiosa distilleria di whisky. È lì che, al termine degli studi, fa ritorno il giovane Scott Gillespie, ma solo per scoprire che il padre, Angus, si è appena risposato con Amélie, un’avvenente parigina di vent’anni più giovane. Una donna calcolatrice e senza scrupoli che, dopo essersi trasferita nella casa insieme con i quattro figli avuti nel precedente matrimonio, fa di tutto per screditare Scott agli occhi del padre. Ma la tempesta che si scatena intorno alla questione cruciale – chi sarà l’erede della fortuna dei Gillespie? – non è nulla in confronto a quella che dovrà affrontare Scott quando un amore – folle, trascinante, impossibile – busserà al suo cuore e gli chiederà di seguirlo. Ma si può affidare la propria vita a una speranza? È giusto ascoltare la voce della passione, contro ogni logica? Quale prezzo si è disposti a pagare per essere felici?

Françoise Bourdin è cresciuta ascoltando l’opera in compagnia dei suoi genitori, entrambi cantanti lirici. Da ragazza si è dedicata allo studio dei classici della letteratura francese, leggendo l’uno dopo l’altro i romanzi della sconfinata biblioteca famigliare. Fin da giovanissima ha cominciato a scrivere racconti finché, appena ventenne, ha proposto un manoscritto all’editore Juillard. Da allora, ogni suo romanzo è atteso da milioni di lettori in Francia e all’estero. Quando non scrive, va a cavallo, pratica il tirassegno o si gode la tranquillità della sua casa in Normandia, assieme al suo inseparabile labrador.

«Per me ogni cosa che mi circonda è una preziosa fonte di ispirazione. Osservo le persone, le ascolto, cerco di comprenderle. Ogni cosa, anche la più piccola, può dare lo spunto per una grande storia. Da ragazza sono stata ammaliata dai grandi scrittori francesi che hanno narrato straordinarie saghe famigliari, descrivendo magistralmente le complesse dinamiche che ognuno di noi affronta quotidianamente. Quei romanzi mi hanno spinto a raccontare a mia volta storie famigliari. E poiché la famiglia è una fonte di ispirazione pressoché inestinguibile, ancora oggi mi piace raccontarle. Chi legge un romanzo deve identificarsi con i personaggi in esso contenuti. Deve reputare verosimile una storia, come se potesse succedere ai suoi vicini di casa o addirittura a lui stesso. Deve credere che il mondo raccontato nei romanzi che scrivo sia reale. Ma, in questa realtà, inserisco sempre qualcosa di magico…» 
FRANÇOISE BOURDIN

[Segnalazione] Kikka di Sara D'Amario

La penna divertente ma affilata di Sara D’Amario firma un nuovo romanzo: una breccia nel mondo degli adolescenti di oggi. Tornano Zucchero e la Serpentessa, protagonisti di Un Cuore XXL, vincitore del Premio Sirmione per la letteratura per ragazzi. Sara D'Amario, in veste di attrice, sarà nelle sale cinematografiche con: Il ricco, il povero e il maggiordomo l’ultimo film di Aldo, Giovanni e Giacomo, in uscita nazionale l’11 dicembre. 

Kikka
Collana: Teens - Pag. 255
In libreria 17.00€
In ebook 4.99€
Zucchero e la Serpentessa si sono dati il loro primo bacio un anno, tre mesi e due giorni fa... Ma oggi la Serpentessa sembra terribilmente insoddisfatta e Zucchero molto preoccupato. Lei cerca qualcosa, lui non la capisce. Come due raggi di sole accecanti arrivano Achille e Kikka, bellissimi gemelli. Achille, fisico perfetto e sorriso da infarto, gioca a calcio negli Allievi della Juventus. Kikka, splendida e irresistibile, nasconde dietro gli occhi azzurri un terribile segreto... Il fascino dei gemelli travolgerà come un uragano le vite di Zucchero, della Serpentessa e di tutti i loro amici. Alla fine di questo terzo anno di liceo nessuno sarà più come prima.

Sara D'Amario (Moncalieri, 4 febbraio 1972) è un'attrice e scrittrice italiana. Attrice di teatro, cinema e televisione, nel 2002 prende parte al film Casomai, diretto da Alessandro D'Alatri; nel 2004 recita nella fiction Le stagioni del cuore di Antonello Grimaldi. Diventa nota al grande pubblico per la partecipazione alla soap opera Vivere, dove dal 2005 fino all'estate del 2007 interpreta il ruolo dell'affascinante ma alquanto instabile Claudia Pisani. Nel 2008 ritorna sul grande schermo con i film Colpo d'occhio di Sergio Rubini, Caos calmo di Antonello Grimaldi e Il cosmo sul comò di Marcello Cesena, e sul piccolo schermo con Io ti assolvo, film tv per la regia di Monica Vullo, e Distretto di Polizia 8. Nel 2009 esordisce nelle vesti di scrittrice con il romanzo Nitro, edito da Baldini Castoldi Dalai.Dal 2010 torna sul piccolo schermo nella soap opera CentoVetrine, dove interpreterà il personaggio di Viviana Guerra. Nello stesso anno recita nel film La banda dei Babbi Natale, al fianco di Aldo, Giovanni e Giacomo, con i quali aveva già lavorato. Nel 2012 prende parte alla serie televisiva Il commissario Nardone interpretando il ruolo dell'assassina Rina Fort. Ha una sorella maggiore, Carla D'Amario, insegnante, e una figlia di nome Venice, nata dalla relazione con il suo attuale compagno.

[Uscita del giorno] L’ordine del cardinale di Gianni Baleani

L’ordine del cardinale
Da oggi è disponibile in tutti i principali store online “L’ordine del cardinale” di Gianni Baleani, vincitore di IoScrittore. L’ebook è il nono dei dieci premiati dalla edizione 2013 del torneo letterario del gruppo Gruppo editoriale Mauri Spagnol.

Roma, primi anni del Seicento. Nei vicoli ammantati dal buio della città eterna si muove un uomo che è genio e sregolatezza, tensione artistica e rabbia sanguigna: Michelangelo Merisi, artista complesso e tormentato. Un romanzo storico potente, che vibra dell’ingegno del suo protagonista, scritto con un linguaggio erudito ed elegante, che immerge nell’epoca il lettore in “presa diretta”.

Gianni Baleani, nato nel 1958, laureato nel 1983 in Storia dell’Arte presso l’Università di Macerata, vive e lavora a Civitanova Marche. Nel 2009 ha pubblicato il suo primo romanzo, Rondini (Roma, Universitalia); nel 2011 ha vinto il Primo Premio Nazionale Bastione Sangallo e ha pubblicato Le metamorfosi dello sguardo (Loreto, Controvento Editrice). IoScrittore, unico torneo letterario ad aver ricevuto il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, ha pubblicato a oggi 84 ebook e 9 libri con sigle editoriali del Gruppo editoriale Mauri Spagnol.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...