[Recensione] ll Famiglio di Leigh Bardugo

Questo è il romanzo che attendevo di più quest'anno e infatti ieri l'ho immediatamente acquistato e mi sono lanciata nella lettura. Lo sanno anche i muri, io amo Leigh Bardugo e i suoi romanzi, questa donna mi ha ridato speranza nel fantasy, Sei di Corvi è uno dei miei libri preferiti della vita, adoro il Grishaverse e ho ancora una mezza infatuazione per Nikolai che credo non mi passerà mai.

Stavolta però abbandoniamo il Grishaverse per una storia completamente diversa, uno stand alone ambientato nella Spagna dell'Inquisizione. Protagonista del racconto è Luzia, una giovane sguattera che ha un dono, è capace di compiere piccole magie che vengono chamate milagritos. Quando la sua padrona scopre il suo dono, obbliga Luzia a esibirsi con queste piccole magie e la usa per migliorare la posizione sociale della sua famiglia, non sapendo che in questo modo andrà ad attirare delle attenzioni indesiderate. Le doti di Luzia infatti vengono portate all'attenzione di Antonio Pérez che, nel tentativo di riconquistare il favore del Re, sta organizzando un torneo che ha lo scopo di trovare il nuovo paladino del Re, l'arma definitiva per sconfiggere l'Inghilterra. Il mondo in cui Luzia fa il suo ingresso è fatto di intrighi, segreti e bugie che possono mettere a repentaglio la sua vita, in una Spagna in cui al minimo errore o sospetto, vero o presunto che sia, l'Inquisizione bussava alla tua porta e ti trascinava direttamente al rogo.

In bilico tra fantasy e romanzo storico, Il Famiglio mette in scena tutte le qualità della Bardugo che per me la rendono una delle migliori scrittrici fantasy attuali. Il contesto storico e l'ambientazione del racconto sono estremamente precisi e ricchi di dettagli, a parte qualche piccola licenza creativa che, essendo un fantasy, era prevedibile. Rispetto ai suoi precedenti lavori si tratta di un romanzo molto più lento e meno improntato all'azione. É scritto benissimo ma anche qui nessuna sorpresa, Leigh Bardugo sa scrivere ed è capace di conquistare l'attenzione del lettore con due paroline in croce, in questo caso partendo già con un incipit bellissimo.

Magia e storia si intrecciano in questo racconto che si sviluppa attraverso diversi punti di vista, non solo quello di Luzia. I personaggi sono ben caratterizzati, Luzia è una gran bella protagonista, testarda, forte, coraggiosa. Mi sono piaciute tantissimo tutte le piccole relazioni che intesse con gli altri personaggi del racconto, non solo quella con Santangel che è il protagonista maschile della storia.

La Bardugo ha fatto tante ricerche prima di scrivere questo romanzo, si vede chiaramente tutta la cura e l'amore per questa storia. Nonostante sia molto diverso da tutto quello che ha scritto finora, io ho amato questo racconto e infatti ho praticamente fatto nottata per finirlo, cosa che con Leigh mi succede sempre. Tanta storia, tanta magia, tantissimi intrighi politici, bellissimo anche il tema legato al potere delle parole e alla forza che possono avere. Insomma, so che sono prevedibilissima, ma Il Famiglio è davvero un bel romanzo, quindi come sempre grazie Leigh! Buona lettura!

“I desideri che si avveravano erano di rado i doni che sembravano.”

Post più popolari