Post

Visualizzazione dei post da Agosto, 2017

[Recensione] Dove tutto diventa possibile di Sarah Lark

Immagine
Ho sempre amato le storie di guerra, soprattutto quelle della seconda guerra mondiale, mi è sempre piaciuto immaginare che in mezzo a tutto quel dolore, qualcuno abbia trovato la sua felicità, nonostante le ferite dell'anima. 
Dove tutto diventa possibile è SPERANZA, volontà di trovare la luce; questo romanzo non mi ha colpita solo perché narra di guerra ma perché racconta una parte della storia, che io non ho mai approfondito, la deportazione polacca in Siberia per poi trovare una sorte di pace in Persia. In uno di questi campi si sviluppa la storia di due sorelle Helena e Luzyna, sopravvissute durante la deportazione. Helena è la sorella maggiore, dopo la morte della mamma cerca in ogni modo di prendersi cura della sorella, poco incline a collaborare, troppo presa dal suo amore per Kasper. Così quando si sparge nel campo la notizia che per alcuni ragazzi c’è la possibilità di emigrare in Nuova Zelanda Helena non esita a tradire Luzyna, partendo al suo posto. Il rimorso però non …

[Recensione] Cara Ijeawele. Quindici consigli per crescere una bambina femminista di Chimamanda Ngozi Adichie

Immagine
Buon pomeriggio cari Lettori! Come state? Io ormai sono diventata una latitante, le cose da fare sono troppe, il tempo è poco e devo ancora riuscire a trovare un equilibrio che mi permetta di fare tutto senza tralasciare nulla. Comunque, un paio di giorni è arrivato il pacco contenente i miei ultimi acquisti, chi ci segue su Instagram avrà sicuramente visto le stories in cui mostravo gli acquisti; oggi parliamo di un breve saggio sul femminismo.

Cara Ijeawele è il secondo saggio breve che leggo della Adichie, autrice e attivista nigeriana che si è fatta conoscere per i suoi discorsi sul femminismo, tra cui il discorso pubblicato dalla Einaudi col titolo Dovremmo essere tutti femministi. Vi lascio anche il link al discorso vero e proprio tenuto dalla Adichie nel 2013.

Stavolta la Adichie ritorna a parlare del tema femminismo in risposta alla richiesta di una sua cara amica che, diventata mamma da poco, le chiede consigli per crescere una bambina femminista. Quindici brevi consigli costi…

[Ricetta] Su sempre più...proprio come sulle stelle!

Immagine
Oggi voglio proporvi una ricetta che abbiamo inventato io e mio marito. Avevo voglia di Pan di Stelle ma volevo qualcosa di buono e particolare così ho riflettuto e ho pensato a un Tiramisù alternativo.
*INGREDIENTI:4 uova100gr di zucchero500gr di Mascarpone1 pacco di biscotti "Pan di Stelle" *PREPARAZIONE: Dividete gli albumi dai tuorli. Montate a neve gli albumi e unite metà dello zucchero, aggiungete lentamente il mascarpone. Sbattete da parte i tuorli e unite l'altra metà di zucchero. Unite il tutto lentamente con una spatola. Intanto prendete i biscotti e fate uno strato come base in una pirofila, adagiatevi sopra il composto con il mascarpone e livellatelo bene, fate un'altro strato di biscotti e aggiungete altro mascarpone, poi infine fate uno strato di copertura. Mettete in frigo per tutta la notte e le stelle arriveranno fino a voi! Spero che la ricetta vi sia piaciuta e se la rifate taggatemi @fenicemagazine usando anche #SummerFeniceRecipe (così non poss…

[Recensione] La locanda dove il mare parla piano di Emma Sternberg

Immagine
Buongiorno miei cari #FeniLettori! Oggi parliamo di un libro controverso che ho letto e finito l'altro ieri. Un libro che mi ha lasciata leggermente interdetta...
La locanda dove il mare parla piano è un libro di rinascita, la stessa protagonista Linn si mette alla prova e dopo essere stata tradita scappa via a New York, dopo aver ricevuto una notizia sconvolgente da uno strambo, cicciotello avvocato. Qui viene portata in periferia dove il mare si congiunge con il cielo e una splendida villetta si affaccia dietro le dune. Mr. Cunningham, cacciatore di eredi, le comunica che ha ereditato da sua zia la deliziosa casa con mattoncini rossi che vede dinanzi a sè, un pò decadente ma spettacolare. L'unico problema è che in questa casa ci sono cinque vecchietti a intralciare il piano di vendita di Linn. 
Piano piano Linn s'innamora della casa, della Zia Dorothy che non ha mai conosciuto e di quei adorabili vecchietti che vi sono, un poeta che non riesce a formulare poesie, una bari…

Back to Torino

Immagine
Oggi vi racconto di un viaggio, lo so che avrei dovuto parlarvene già da tempo ma svariate catastrofi si sono abbattute su di me (aggiornamento del sito, impegni familiari, l'estate e tanti altri fattori) e inevitabilmente hanno allungato i tempi immancabilmente  mi sono ri-trovata in un mare di cambiamenti. Oggi vi parlo del mio viaggio a Torino fatto a fine Maggio per il Salone Internazionale del Libro dove per la prima volta sono stata relatrice (vi parlerò di questo in un post approfondito). Dopo svariati anni sono tornata in questa città (qui trovate uno dei miei primi post) sempre bella e affascinante. Molte cose sono cambiate da allora, io stessa mi sento diversa.

Torino, a mio avviso, è una delle città culturali più belle d'Italia. I colori, i sapori e la cultura sono racchiusi in essa come un piccolo scrigno regale e elegante. Arrivi e ti ritrovi dinanzi una città con tante sfumature di colore.  Le strade sono piene di storia a ogni vicolo ti presenta la bellezza che …

[Anteprima Sellerio Editore] Le ultime levatrici dell'East End di Jennifer Worth

Immagine
Quando Jennifer Worth, poco più che ventenne, decise di abbandonare il comfort della sua vita per andare a lavorare come levatrice in una delle zone più povere della Londra del dopoguerra, non solo aiutò a far nascere centinaia di bambini e diede supporto a moltissime famiglie e persone disperate, ma divenne al tempo stesso la più interessante portavoce della vita di un intero quartiere oggi completamente scomparso. In questo ultimo episodio della fortunata trilogia, la levatrice dell’East End londinese chiude il cerchio della sua intensa esperienza al convento della Nonnatus House, tra le suore, provette ostetriche, e le eroiche colleghe pronte ad affrontare qualsiasi difficoltà. Stanno arrivando gli anni Sessanta e la zona degradata dei docks del Tamigi subisce un’importante trasformazione. Gli aerei hanno rimpiazzato le navi mercantili rendendo superflua l’attività portuale, è iniziata la demolizione degli edifici danneggiati dai bombardamenti, gli abitanti del quartiere vengono t…

[Outfit Week] Amalfi Coast

Immagine
Buongiorno #FeniFashionisti! Oggi vi presento il look che ho indossato qualche giorno fa sulla Costiera Amalfitana. Letteralmente uno spettacolo per gli occhi, un piccolo angolo di Paradiso di cui presto vi parlerò in un post più dettagliato. Ho scelto un vestitino anni '50, un pò Vintage con i miei occhiali da gatto! E con questo ci vediamo al prossimo Outfit! Un bacio XOXO

[Recensione] Una finestra sul mare di Corina Bomann

Immagine
“Si può dimenticare un dolore grande come la perdita di qualcuno che ami?!” Una domanda esistenziale che questo romanzo ci induce a porci, un dolore così acuto da farti desiderare la morte.
Kim la protagonista di questo romanzo crede di non farcela, crede che il suo dolore sia immenso, non vuole e non può accettare la morte del suo grande amore. Così decide di partire, con lei non porta nulla solo il telefono e un pezzo di un articolo di giornale, ha deciso di andare incontro al suo Jack, senza pensare a chi la ama profondamente. 
La scogliera sarà il loro punto d’incontro ma Kim non ha fatto i conti con il destino che proprio quel giorno, fa sì, che Janet la dolcissima anziana guardiana del faro si trovi sulla scogliera. Janet intuisce subito le volontà di Kim e riesce a distrarla portandola nel suo cottage, inizia così la loro amicizia delineata dalle tragedie che hanno segnato le loro vite. Janet dona a Kim un antico diario, che la sua famiglia si tramanda da generazioni. Kim inizia…

[Rubrica] Songs of the Week #49

Immagine
Buona domenica cari Lettori e benvenuti ad un nuovo appuntamento con la nostra rubrica dedicata interamente alla musica! 

Questa settimana una delle canzoni che ho più ascoltato è sicuramente il nuovo pezzo di P!nk: What about us. Enjoy!


Anche per questa domenica è tutto. Fatemi sapere quali sono le canzoni che avete ascoltato di più! Alla prossima! 

[MyBeautyBox Luglio] Travel in Beauty

Immagine
Buongiorno #FeniFashionisti! Ieri sono stata in costiera, per chi mi segue su instagram ha vissuto tutte le vicende. Un paradiso! Oggi però voglio parlarvi della MyBeautyBox di Luglio (questo è stato uno dei regali per il mio compleanno, fatto dalla mia amica Ale - L'Angolino di Ale).  Io voglio raccontarvi cosa è uscito al suo interno e i prodotti che mi hanno tenuto compagnia in questo mese.
Come prima cosa, la box conteneva  una deliziosa shopper per il mare, in occasione del lancio diAmica Beauty TAM TAM, il canale social dedicato al mondo beauty. 
Il primo prodotto di cui vi parlo è Black Lily, un'essenza profumata al sapore dei lillà, buonissima e dolcissima. Io non conoscevo questa marca (Rudy Profumi) ma devo dire che ne sono rimasta estasiata, buonissimi e con delle fragranze chic. Lo stile e il packaging sono un pò retrò proprio come piace a me! 
Il secondo prodotto sono 4 bustine di integratori di Magnesio e Zinco in forma chelata, Potassio e Ginseng (Aquilea) al sap…

[Anteprime Iperborea] Bagliori a San Pietroburgo di Jan Brokken & I soldati delle parole di Frank Westerman

Immagine
Era quello, dicevano sulle rive della Neva, il vecchio adagio: «Dove iniziò la Rivoluzione nel 1917? A San Pietroburgo. Quale città divenne capitale nel 1918? Mosca. Così era all’epoca, così è adesso. San Pietroburgo toglieva le castagne dal fuoco e Mosca se ne prendeva il merito.»
«Tutto in questo luogo predispone a osservare, riflettere, ricordare, la malinconia è ovunque. Se San Pietroburgo non fosse esistita, avrei inventato io questa città che sonnecchia lungo il fiume, come uno stato d’animo che mi si addice per sempre.» Le passeggiate di Jan Brokken per questa città mitica e in parte perduta rievocano lo spirito di poeti e dissidenti, folli e geni, disperati e amanti: Anna Achmatova, Osip e Nadežda Mandel’štam, Iosif Brodskij, Dostoevskij, Malevič, Solženicy, Gogol, Turgenev, Nabokov, Nina Berberova, Čajkovskij, Rachmaninov, Stravinskij e molti altri. Sullo sfondo di queste vite straordinarie riecheggiano i tre grandi cambiamenti politici (e onomastici) del novecento pietrobur…