[Recensione] The Winner's Curse. La maledizione (The Winner's Trilogy#1) di Marie Rutkoski

Questo libro è stata una vera e propria sorpresa, non mi sarei mai aspettata di leggerlo in poco più di un giorno. Una narrazione intensa, fuori dal comune, con ambientazioni e personaggi particolari, un fantasy riuscito in modo eccellente senza magia, ne sortilegi. 

La protagonista del libro, Kestrel è la figlia del valoroso generale della popolazione Valoriana, uomo che ha sottomesso gli Herrani. Kestrel non è adatta all'arruolamento come vorrebbe suo padre ma ha un’altra qualità, lei è astuta e una brillante stratega, utilizza le sue abilità  per giocare a giochi da tavola ma anche per salvare vite. È coraggiosa e riflessiva ma ha anche delle fragilità che la rendono "umana", fragilità che rischiano di prendere il sopravvento quando compra lo schiavo Arin, bello, furbo, intelligente ma anche perverso dalla sete di vendetta da Herrano.

Un libro che non si concentra sulla storia d’amore che è solo lo sfondo per far comprendere realisticamente i drammi che vivono i due protagonisti. L’amore tra i due si fa strada lentamente, senza forzature in modo molto reale. Il finale è di quelli che ti distruggono la giornata, aperto e enigmatico tanto da farti desiderare tra le mani già il secondo capitolo della saga. 

Una scrittura fluida nonostante la complessità della storia che contribuisce alla meravigliosa bellezza di queste pagine!

Commenti