[Review Party] Al passato si torna da lontano di Claudio Panzavolta

Buona giornata cari Lettori! Oggi partecipiamo con piacere al Review Party di un bellissimo romanzo storico che da oggi trovate in tutte le librerie!

Al passato si torna da lontano è un romanzo che racconta l'epopea di una famiglia che si svolge a partire dalla Seconda Guerra mondiale. Nel 1944, quando il suo paese è sotto attacco, Anita è solo una bambina. Il padre è prigioniero in un campo tedesco, la madre cerca di fare del suo meglio per tenere lei e sua sorella Edda al sicuro e intanto suo zio si è unito ai partigiani. Nel momento in cui i fascisti fucilano senza pietà sua madre, per Anita inizia un periodo buio che in realtà non supererà mia. L'adolescenza, la vita adulta e un po' tutte le scelte che farà saranno dettate da quel terribile momento. 

La storia di Anita, e di riflesso anche quella di Edda, si contrappongono negli anni e si uniscono a tante altre storie, quelle del padre, della zia, dei compaesani e di tanti altri personaggi che affollano le pagine di questo romanzo facendone una storia corale. Attraverso gli occhi di Anita e degli altri personaggi di questo racconto assisteremo alla storia dell'Italia che si muove tra tensioni politiche sempre più forti e voglia di guardare al futuro. 

Questo romanzo è arricchito da mappe, fotografie originali dell'epoca e da un albero genealogico estremamente preciso che rende tutto il racconto molto più reale e in qualche modo vicino. La storia si sviluppa nell'arco di molti anni, anni turbolenti per il nostro paese, anni in cui il nuovo era costantemente contrapposto al vecchio e alla tradizione. E' su questo sfondo storico che si muovono i personaggi, Anita in primis, protagonista dalla forte volontà che saprà battersi per la giustizia fino alla fine.

I personaggi sono sicuramente uno dei punti di forza di questo romanzo; sono ben caratterizzati, sfaccettati ed estremamente vividi. Alla fine del racconto vi sembrerà di stare per abbandonare delle persone a voi care, perchè il modo in cui l'autore li caratterizza è talmente realistico da farveli sentire vicini.

Ho apprezzato moltissimo anche il modo in cui è stato strutturato il racconto; il libro infatti è composto da una storia lineare inframmezzata dai ricordi personali di Anita, da pagine che riassumono gli eventi più significativi di quegli anni e da molte fotografie d'epoca. La narrazione è sicuramente particolare e contribuisce a rendere questo racconto particolarmente originale. Inoltre anche lo stile dell'autore, lineare, scorrevole ma allo stesso tempo molto profondo, riesce a dare al racconto un tono molto personale e intimistico che ho apprezzato moltissimo. 

Al passato si torna da lontano è un racconto molto bello e spesso doloroso, in cui la storia fa da protagonista. Da appassionata di romanzi storici non posso che consigliarvi questo libro, sopratutto perchè è una storia che parla anche di noi e del nostro passato. Buona lettura!

"A guardarci bene, però, non eravamo cambiati di una virgola, con i nostri ricordi, e una manciata di gioie e dolori in più.  Noi e le nostre vite, figli, mariti, mogli, amici. Eravamo noi, noi e le nostre speranze, noi e le nostre paure, e per una vita che riuscivamo a scacciare, ce n'erano altre dieci pronte a farsi avanti. Eravamo noi, semplicemente, e lo saremmo stati per sempre."

Commenti

Post più popolari