La Piccola Farmacia Letteraria di Elena Molini

Buona giornata cari Lettori! Oggi parliamo di un romanzo leggero e frizzante, perfetto per l'estate. 

La Piccola Farmacia Letteraria è un romanzo di cui si è chiacchierato moltissimo, principalmente perchè racconta la nascita di una libreria realmente esistente. La Piccola Farmacia Letteraria è una piccola e particolarissima libreria che si trova a Firenze. Fondata da Elena Molini, la sua particolarità è quella di considerare i libri alla stregua di medicinali per l'anima. Medicine di carta con tanto di bugiardino con indicazione terapeutica, dose, modo e tempo di somministrazione. Idea vincente quella di Elena che in poco tempo ha ottenuto un successo straordinario. Questo romanzo racconta la genesi della libreria e lo fa attraverso gli occhi e le parole di Blu Rocchini.

Blu è una quasi trentenne con le idee poco chiare, tanti dubbi e pochissime certezze. Unica certezza per lei restano i libri e la lettura, da qui la scelta azzardata di aprire una libreria. Sappiamo tutti quanto sia difficile gestire e far decollare una piccola libreria indipendente, e ben presto anche Blu deve fare i conti con i debiti che si accumulano e i clienti che scarseggiano. Questo fino a quando un incontro casuale con un personaggio che sembra uscito direttamente da uno dei suoi romanzi preferiti non le dà l'idea che la porterà sulla strada del successo. Tra equivochi, strani incontri, appostamenti e malintesi, il tutto accompagnato dalle amiche e coinquiline di una vita, Blu scoprirà che a volte quello che cerchiamo è più vicino di quello che crediamo.

Come penso tutti voi, anche io ho sentito parlare della Piccola Farmacia Letteraria e conto di visitarla un giorno. Questa storia, che prende spunto dalla reale nascita dell'idea alla base della libreria ma che viene mescolata ad elementi fantastici, è sicuramente frizzante, molto ironica e spesso anche divertente. Questo principalmente grazie alla sua protagonista e alla sua banda di amiche. Blu è una donna che alla soglia dei trent'anni sente di non aver fatto nulla di quello che voleva. A tutto questo aggiungeteci una vita sentimentale inesistente, la libreria in piena crisi e le solite ansie che condividiamo un po' tutte come donne, e avrete ottenuto il quadro completo.

Blu potrei essere io, e in effetti un po' mi ci sono rivista, sopratutto per l'imminente arrivo dei 30 che mi sta un po' destabilizzando. La storia di Blu è però un racconto di nuovi inizi e di rinascite, è una storia che dimostra perfettamente che non è mai troppo tardi, che quello che cercavi potrebbe arrivare quando meno te l'aspetti, che l'età in fin dei conti è solo un numero e che inseguire i propri sogni non è mai tempo perso. 

Con stile scorrevole, leggero e frizzante, Elena Molini racconta la storia della sua libreria, del suo sogno. Ed è vero che le avventure di Blu e delle sue amiche spesso prendono il sopravvento, ma al centro del racconto resta la libreria, l'amore per i libri e per la lettura, l'idea che i libri possono guarire. Non è un romanzo perfetto, forse non è neanche particolarmente originale in alcune parti, ma riesce a colpire al cuore.

Io non posso non essere d'accordo con Elena e Blu, sono convinta che i libri che leggiamo possano curarci, possano farci sentire meglio, alleviare la tristezza e diventare un balsamo per l'anima. Non ho dubbi perchè nel corso degli anni i libri sono stati miei compagni e mi hanno aiutata a superare periodi bui. La Piccola Farmacia Letteraria è una lettura divertente e leggera, perfetta per l'estate, ma comunque caratterizzata da diversi spunti di riflessione che ne fanno un romanzo non banale. Buona lettura!

"Questo libro è per chi ha perso il treno che aspettava da tutta la vita. Ha pianto, si è rialzato e se l'è fatta a piedi. Per chi voleva scappare da sè stesso, ma alla fine si ritrovava sempre, e anche per chi si sentiva fuori tempo massimo e invece ha piazzato un bel goal al novantesimo."

Commenti

Post più popolari