[Recensione] Essere Melvin di Vittorio De Agrò


Buon Pomeriggio cari Lettori! Spero abbiate passato un buon Ferragosto, almeno migliore del mio! Visto che ultimamente ho pochissimo tempo da dedicare al Blog, ho un po' di recensioni arretrate che spero di recuperare al più presto... Intanto oggi parliamo di un romanzo di un autore nostrano piuttosto particolare...

Essere Melvin è un libro introspettivo,molto particolare, che narra del percorso psicologico del protagonista...
Melvin è un uomo di 30 anni che sentendosi in un certo qual senso oppresso dalla sua stessa vita, decide di rivolgersi ad uno specialista, chiamato lo Splendente, per parlargli di sè, della sua vita e di cosa lo ha portato a rivolgersi a lui.

Durante una serie di lunghe sedute, Melvin racconterà allo Splendente, e di conseguenza a noi la sua storia, partendo dai suoi genitori, passando per l'infanzia e l'adolescenza, e arrivando a parlare delle decisioni più sofferte, dei momenti più difficili, che l'hanno reso l'uomo che è oggi...

Essere Melvin è un'autobiografia, l'autore narra la sua storia, scelta che io trovo molto coraggiosa e pur non essendo un'avida lettrice di biografie, a parte quelle dedicate a personaggi storici, devo dire che ho trovato questo libro molto interessante, particolare nel suo genere e con uno stile deciso e piacevole!

Il libro è in realtà un vero e proprio viaggio nella mente di Melvin, un viaggio alla scoperta di sè stesso, che tocca tutti gli aspetti più importanti nella sua vita, e che pur narrando di situazioni semplici riesce comunque ad essere incisivo e a lasciare al lettore qualcosa su cui riflettere...

La lettura non è mai noiosa, forse proprio per la sua vicinanza alla realtà, per il fatto che Melvin potrebbe essere chiunque di noi, in fondo chi non si è mai ritrovato in una delle situazioni descritte nella biografia?

Inoltre, a differenza di altre biografie, questa ha un qualcosa in più, non si limita ad essere un mero racconto dei fatti, impersonale e freddo, ma al contrario le emozioni, i sentimenti del protagonista sono in primo piano e riescono a trasparire dalle pagine arrivando dritte al cuore del lettore, che non può fare a meno di immedesimarsi in Melvin!

Il messaggio dell'autore arriva forte a tutti: nella vita, anche quando si pensa di aver toccato il fondo, anche quando non si vede alcuna via d'uscita, c'è sempre speranza e anche quando pensiamo di non aver la forza di rialzarci, se guardiamo dentro noi quella forza la troveremo, insieme al coraggio di riprendere in mano la nostra vita, andare avanti e continuare a vivere!

Commenti