[Travel - Ischia#1] Giardini "La Mortella"


Buona Domenica! Cosa fate di bello?! Oggi come sempre un post sui miei viaggi. Come sapete, pochi mesi fa, sono stata a Ischia e chi mi segue su Instagram e Pagina Fb ha potuto vedere in anteprima qualche foto del viaggio. Il nostro non è stato solo un viaggio rilassante e all'insegna del mare ma anche un viaggio di ri-scoperta. Abbiamo visitato mezza isola e l'incanto che c'è è davvero sorprendente.

Un piccolo diamante che si trova nei pressi del comune di Forio è il giardino mediterraneo e subtropicale "La Mortella" creato da Susana Walton nel 1956, moglie del compositore inglese Sir William Walton. Il nome del giardino deriva dal nome di cespugli di mirto (Myrtus communis) che crescevano fra le rocce.E' stato disegnato da Russell Page, è per oltre cinquanta anni, la Signora Walton ha abbellito questo giardino con piante di svariato tipo. Il giardino, ha una zona bassa dove crescono svariati tipi di piante e una zona alta dove batte il sole. All'interno vi sono svariate struttura tra cui: "Il Tempio del Sole" "La Sala Thai" una struttura dove ascoltare i concerti (che possono tenersi anche all'aperto) e una deliziosa "Sala da Tè" ove naturalmente io non potevo lasciarmi scappare uno dei preziosi Tè prelibati che offriva.

Dopo tutta la mattinata di escursione e visita abbiamo fatto svariati kilometri(ammetto che ero distrutta) ma ad aspettarci c'era un bel ristorantino sul mare, le mie fatiche sono state ripagate e la cultura si è ampliata.XXOOXX


Sala da Tè
Victoria House è la regina indiscussa del regno delle ninfee. Le sue enormi foglie rotonde possono raggiungere in natura i due metri e mezzo di diametro, mentre i fiori possono misurare anche quaranta centimetri.
Su un lato del Ninfeo una piccola grotta ospita un'Afrodite in marmo opera di Simon Verity. La scultura è distesa su una roccia da cui sgorga una sorgente.
Ninfeo è un inaspettato angolo formale e simbolico, circondato da siepi. Al centro del Ninfeo si trova una fontana in acciaio che riflette il cielo, detta lo "Specchio dell'anima" in ricordo dei riti iniziatici, illustrati nei grandi affreschi della Casa dei Misteri a Pompei.Una panchina incorniciata da due orecchie di ferro simboleggia il compositore che trae ispirazione dall’ambiente.
Il Tempio del Sole è un'antica cisterna di acqua piovana per l'irrigazione riconvertita. Tre grandi ambienti affiancati si aprono fra pareti spesse un metro e mezzo, illuminati dai raggi di sole che filtrano dalle aperture nel soffitto. La decorazione interna richiama antichi luoghi di culto, grazie alla presenza dell’acqua e dei bassorilievi di ispirazione mitologica, opera di Simon Verity, che illustrano l'affinità di Apollo, il Dio della Musica e della Poesia, con altre arti e scienze, quali la medicina, la danza, la crescita della flora, la natura, le selve antiche, oltre al suo ruolo di indovino e custode dell'Oracolo.
Cascata del coccodrillo Lady Walton raccontava che i visitatori sono spronati a salire fino a quell’altezza pensando che il coccodrillo (una statua in bronzo) sia vero.

Commenti