Il giallo di Ponte Sisto di Francesco e Max Morini

Buon Lunedì! Iniziamo questo caldo giorno con un bel giallo da leggere sotto l'ombrellone. 

Intrigante e accattivante queste le qualità per stuzzicare le nostre doti investigative. Siete curiosi? Bhè allora non avete che da leggere questo giallo dal sapore retrò. Si perchè qui torniamo indietro nel tempo, nel periodo del grande divo del varietà del Novecento, Ettore Petrolini.

La storia inizia subito con la scomparsa di un ragazzo Simone Rossmann, anche lui dedito al varietà, cerca di intrattenere il pubblico nei Cabaret seguendo le orme del suo grande maestro Petrolini. Nel suo appartamento viene trovato un disco che intona sempre lo stesso ritornello e vari indizi. Il caso spinoso viene affidato a Cerratti che a sua volta per risolverlo interpella il suo amico libraio Ettore Misericordia (una specie di Sherlock Holmes) e il suo aiutante Fango. Due personaggi meravigliosi che si equiparano perfettamente.

In una Roma avvolta dal mistero, da luoghi meravigliosi e affascinanti ci inoltriamo nei vicoli e sui grandi scaloni, riscoprendo ancora una volta una bellezza senza tempo. Meraviglioso il caso che si snoda e gli accusati che si fanno avanti. In un connubio perfetto di stile e intrigo. Perfetto!

Commenti