La felicità è un tè con te di Mamen Sánchez

Buongiorno cari Lettori! Come state? Anche Agosto sta per finire e io ancora non vedo il mare!
Oggi parliamo di un libro leggero, perfetto da leggere in queste ultime battute d'estate. 

La storia  è molto bella e mi ha affascinata soprattutto la prima parte in cui si parla dell'Inghilterra e di Tè. Viaggiamo fra Inghilterra e Spagna, ci ritroviamo catapultati in un mondo completamente diverso e folkloristico. Molto più caotico e bonario a differenza dei luoghi incantati e algidi dell'Inghilterra e delle meravigliose distese del Kent. 

Mi sono innamorata del protagonista Atticus Craftsman, rampollo di una delle più importanti famiglie dell'industria editoriale inglese, mandato dal padre a Madrid per chiudere una delle loro Riviste. Atticus si trova difronte cinque donne, che lavorano alla rivista, completamente impreparate che cercano di combattere per la loro sopravvivenza, ognuna a loro modo. Diverse nel pensiero e nell'aspetto ma unite da un forte legame di amicizia. Loro cercheranno in tutti i modi di non far chiudere la rivista.

Ho amato anche l'ispettore Manchego, bonaccione e pasticcione, non riesce a cavare un ragno dal buco ma la sua temerarietà mi ha da subito colpita. Una storia leggera e affascinante che ha saputo trasportarmi in un mondo ammaliante, come quello della Spagna più nascosta.

La seconda parte mi ha un pò spento a causa delle pressioni sul povero Atticus della famiglia di Soleà ma alla fin fine tutti sono stati caserecci e hanno intavolato un mix di controversie, compresa la nonna e le varie gitane intorno. Un mix di magia e persuasione.

Commenti