[Non trovi esecrabile come l'intero universo a volte sembra volerti contrastare?] Jalna di Mazo de la Roche

Buona giornata cari Lettori! Oggi parliamo di una delle uscite più attese del catalogo Fazi di quest'anno, una famosissima saga che negli anni 20' ha spopolato diventando un vero e proprio fenomeno internazionale.

Jalna è il primo romanzo dell'omonima saga familiare di Mazo de la Roche, una delle più famose scrittrice canadesi che ottenne grande fama e successo con la pubblicazione di questa saga. Il primo volume di questo racconto ci introduce nel mondo dei Whiteoak, famiglia di origini inglesi che vive in Canada, nella meravigliosa tenuta chiamata Jalna, da ormai quasi 100 anni. Philip Whiteoak e sua moglie Adeline si stabilirono a Jalna per garantire ai figli una vita tranquilla. Negli anni in cui ha inizio il racconto la matriarca della famiglia Adeline sta quasi per compiere cent'anni.

A dirigere la famiglia e le finanze della tenuta c'è Renny, primogenito di uno dei figli deceduti di Adeline e Philip. Insieme a lui troviamo una moltitudine di personaggi: oltre alla nonna Adeline, ci sono gli zii Nicholas e Ernest, la sorella Meg, i fratelli Eden, Piers, Finch e il piccolo Wakefield. Aggiungeteci un pappagallo che ripete insulti in hindi, qualche animale domestico, un maggiordomo tuttofare e le due nuove mogli di Eden e Piers, Alayne e Pheasant, e avrete ottenuto il ritratto dei Whiteoak.

In questo primo romanzo della saga l'autrice ci introduce al mondo dei Whiteoak e ci permette di iniziare a conoscere i componenti di questa rumorosa e un po' strampalata famiglia. Lo stile è sicuramente una delle parti che ho apprezzato di più; infatti Mazo de la Roche ha uno stile di scrittura scorrevole, leggero, elegante e profondamente ironico. Devo ammettere che non mi aspettavo la vena ironica che invece pervade buona parte del romanzo e che gli dà un guizzo in più.

I personaggi sono davvero fantastici. I Whiteoak sono tutti chiacchieroni, rumorosi, allegri e anche un po' permalosi e irascibili. Nonostante i personaggi siano molti, ognuno di loro è caratterizzato piuttosto bene, anche grazie al fatto che l'autrice dedica ad ognuno di essi uno o più capitoli che ci permettono di arrivare a comprenderli meglio. Devo dire che io ho un debole per nonna Adeline, l'ho trovata semplicemente fantastica e credo che sia uno dei personaggi meglio riusciti. Leggere delle sue interazioni con questa grande famiglia è stato davvero divertente, anche se devo dire che tutte le interazioni familiari e i rapporti che si sviluppano tra i personaggi sono molto interessanti.

Altro punto a favore è l'ambientazione. Jalna è un esempio eclatante della bellezza dei paesaggi e dei colori del Canada. Leggere questa storia vi trascinerà in Canada, vi sembrerà quasi di essere lì, di passeggiare per le foreste canadesi, di assaporare la quiete di quei luoghi. La storia si sviluppa in un arco di tempo non eccessivamente lungo, anche se in realtà sono molti gli avvenimenti che lo caratterizzano. Gli intrecci, le relazioni e le incomprensioni tra i personaggi la fanno da padrone e rendono questa serie un perfetto esempio di saga familiare ben scritta.

Sono molto curiosa di leggere il prossimo volume, anche perchè non mi aspettavo affatto la piega che hanno preso gli eventi della storia nel finale. Jalna è un bellissimo romanzo, ricco di personaggi che imparerete ad amare già dopo le prime pagine e che vi trascinerà in un'epoca lontana ma sconvolta dalle stesse emozioni di sempre. Buona lettura!

"I Whiteoak potevano bisticciare, rimpinzarsi, bere e quant'altro, sicuri che il mondo non li avrebbe disturbati."

Commenti