Le storie della Locanda

Ho letto e mi sono gustata questo bellissimo fantasy lentamente. Una lettura corposa e insaziabile, con personaggi e avventure epocali e emozionanti. Ci inoltriamo ancora una volta nel mondo incantato e surreale delle Storie della Locanda, già lette nel primo volume (qui trovate la recensione precedente) e ancora una volta, rimaniamo affascinati dagli scenari. 

In questo secondo volume troviamo la storia di Henneth e della sua avventura fra Torri, Palazzi e paludi, un viaggio a ritroso che ci porta indietro nel tempo a scoprire gli arcani che si nascondono e il passato. Come nel primo volume la scrittura corposa e affascinante (ispirata a uno dei Gdr ai quali l'autrice ha partecipato) ci coinvolge emotivamente e pienamente. Daniela sa ben dosare e rendere reali personaggi che sono stati descritti solo astrattamente e riporta su carta le loro caratteristiche più salienti. 

Un gioco di personaggi e figure che ci lascia ammaliati e affascinati, facendoci immergere sempre più in terre sconosciute e surreali. Mille magiche sfumature che ci tengono con il fiato sospeso mentre combattiamo in terre inesplorate. 

Commenti