Tutto ciò che è sulla terra morirà di Michel Bussi

Buona giornata cari Lettori! Da ieri in tutte le librerie trovate il nuovo romanzo di Michel Bussi. Ringrazio Edizioni E/O per avermi omaggiato con una copia in anteprima.

Tutto ciò che è sulla terra morirà è il nuovo romanzo di Michel Bussi, uno degli autori francesi più famosi al mondo, che torna in libreria con un thriller al cardiopalma che trae spunto da uno dei racconti più famosi e antichi della storia del mondo. La storia si apre nelle sale della Libreria Vaticana, in particolare nella sezione conosciuta come Inferno. Zak Ikabi, un giovane scienziato e avventuriero, è alla ricerca del libro di Enoch, scritto apocrifo in cui si racconta sia contenuto un terribile segreto.

A Zak il manoscritto serve per svelare i retroscena della storia biblica relativa al Diluvio universale e all'arca di Noè. Per mettere a nudo il segreto che si cela sulla cima dell'Ararat, Zak avrà bisogno anche del rapporto della dottoressa e glaciologa Cécile Serval, che si troverà suo malgrado coinvolta in una vicenda pericolosa. Sulle tracce del libro di Enoch, dei frammenti dell'arca e di Zak stesso, c'è una banda di miliziani azeri decisi ad arrivare per primi a svelare il segreto celato dai ghiacci della montagna.

Nonostante la mole del libro, il racconto scorre molto velocemente trascinando il lettore in un intreccio ricco, dal ritmo incessante e caratterizzato da colpi di scena che si susseguono uno dietro l'altro. Lo stile di Bussi è scorrevole, lineare e in questo romanzo un po' diverso dalle sue precedenti opere. In effetti questa è, cronologicamente parlando, una delle prime opere di Bussi, pubblicata un po' di anni fa con un altro titolo e sotto pseudonimo e adesso riproposta in una nuova edizione.

Il racconto è diviso in sezioni che seguono gli spostamenti dei protagonisti. Ci si muove dal Vaticano alla Francia, da Kaliningrad a Hong Kong, da Palermo alla Turchia, fino ad arrivare alle pendici dell'Ararat. Il racconto si lancia nell'azione fin dalle prime battute, e in effetti il ritmo resta lo stesso, adrenalinico, per tutto il racconto e fino al finale. 

I personaggi principali sono Zak e Cécile, due personalità completamente opposte che si trovano sulle tracce di un mistero che potrebbe cambiare il corso della storia. Mi sono piaciute molto le varie teorie da cui l'autore ha tratto spunto per la realizzazione di questa storia. Anche se alcuni dei colpi di scena principali li ho visti arrivare, il libro riesce comunque a mantenere desta l'attenzione di chi legge e a intrappolarlo in un vortice di misteri e segreti. Gli amanti dei gialli, del thriller a sfondo mitico/storico, troveranno pane per i loro denti! Buona lettura!

"Da questo segreto dipendono miliardi di vite sulla terra, dipende tutto ciò in cui gli essere umani credono e per cui vivono, uccidono, saccheggiano o amano."

Commenti

Post più popolari