Recensione: Insurgent di Veronica Roth

Buonasera!
Stamattina finalmente è arrivata la mia copia di Insurgent,un libro che scalpitavo per leggere!


Una scelta può cambiare il destino di una persona... o distruggerlo. Ma qualsiasi sia la scelta, le conseguenze vanno affrontate. Mentre il mondo attorno a lei sta crollando, Tris cerca disperatamente di salvare le persone che ama e se stessa. La sua iniziazione avrebbe dovuto concludersi con una cerimonia per celebrare il suo ingresso nella fazione degli Intrepidi, ma invece di festeggiare la ragazza si è ritrovata coinvolta in un conflitto più grande di lei... Ora che la guerra tra le fazioni incombe, Tris deve decidere da che parte stare e abbracciare completamente il suo lato divergente, che si fa ogni giorno sempre più potente.

Insurgent è stato una lettura intensa ed emozionante!
Ero molto curiosa di come l'autrice avrebbe sviluppato la storia dopo la fine di Divergent e posso tranquillamente affermare che non mi ha delusa affatto!
La storia riprende esattamente alla fine del primo libro, con Tris e Quattro in fuga  per mettersi in salvo non solo dai pericoli immediati che li circondano, ma anche e sopratutto tentano di scappare da se stessi e da quello che hanno fatto e subito...
Si rifugiano dai Pacifici, l'unico gruppo che è rimasto e rimarrà neutrale ai fini del conflitto,e qui iniziano nuove sfide,specialmente per Tris, che per prima cosa dovrà fare i conti con il ricordo dei suoi genitori e il senso di colpa per le sue azioni. 
Ma il pericolo principale proviene dall'esterno, da quelli che non contenti delle gerarchie, tenteranno di tutto per sottomettere le Fazioni più deboli e per lasciare i più nell'ignoranza totale...
E Tris ancora una volta, insieme a Quattro/Tobias, si troverà in prima linea, e scoprirà cosa vuol dire davvero essere una Divergente...
Insurgent, nonostante le 500 pagine, scorre via velocissimo e non lascia il tempo al lettore di annoiarsi,anzi l'autrice riesce ancora una volta a stupirci e a lasciarci letteralmente senza fiato, grazie all' adrenalinico ritmo della narrazione e ai numerosi e continui colpi di scena,che ci lasciano spesso spiazzati!
Quello che mi è piaciuto particolarmente del libro, è stato il modo in cui l'autrice è riuscita a creare una società distopica perfettamente realistica, aspetto che in questo secondo volume assume maggiore importanza, in quanto nel corso del romanzo abbiamo l'opportunità di conoscere meglio le varie fazioni...
I personaggi sono ben caratterizzati  e Tris si rivela ancora una volta una protagonista fantastica, insieme a tutti gli altri personaggi incluso ovviamente Quattro!
Inoltre ho apprezzato molto l'aspetto romantico del libro, che seppur non esageratamente romantico o sdolcinato,anzi in linea con lo stile del romanzo, riesce comunque a far breccia nel cuore dei lettori!
Ero entusiasta durante la lettura, ho amato moltissimo questo libro e poi sono arrivata a leggere le ultime pagine e sono rimasta a bocca aperta!
L'idea del finale è molto interessante, ma come faremo ad aspettare chissà quanto tempo per leggere il terzo ed ultimo capitolo della saga!?

"Mi sono resa conto che le persone sono costituite da diversi strati di segreti.
Credi di conoscerle, di capirle, ma le loro motivazioni ti sono sempre nascoste, seppellite nei loro cuori. 
E tu non le conoscerai mai, anche se a volte decidi semplicemente di fidarti..."

Votazione:
4 Cuori e mezzo

Consigliamo di accompagnare la lettura con...


Intanto iniziano a trapelare informazioni più particolareggiate, e sopratutto foto dal set di Divergent!




Che ne pensate?


Commenti