[Cinque racconti enigmatici] Tempesta di neve e profumo di mandorle di Camilla Läckberg

Questo volume comprende cinque storie. Ognuno in sè ha un enigma da svelare. L'autrice ha voluto omaggiare così la grande Agatha Christie, con racconti dal sapore giallo, proprio come amava fare lei. 

Il racconto che mi è piaciuto di più è stato il secondo, Il caffè delle Vedove, imperlato di un enigma davvero ammaliante; quello che mi è piaciuto di meno è l'ultimo, da cui prende il titolo il libro, Tempesta di neve e profumo di mandorle, troppo contorto e triste.  

Lo stile di scrittura di di Camilla Läckberg è elegante e riesce in un modo sublime, almeno in questi racconti a intrecciare i fili che rendono la storia intrigante e affascinante. I personaggi sono variegati e sfaccettati, si parla poco di ognuno  e delle loro storie, se non in parte ma essendo dei racconti, lo trovo molto conforme.

Storia dentro storia scopriamo volti e vite, cerchiamo di risolvere enigmi attraverso gli indizi, a volte eccitanti altre meno.



Commenti