[Recensione + Intervista] Rito di passaggio di Alessio Pizzicannella

Buongiorno cari Lettori! Come state? Qui tempo uggioso ma non fa freddo. Siamo in attesa del Natale.

Oggi parliamo di un libro di crescita e sospensione, quella che ci troviamo a vivere tutti. L'adolescenza e le sue difficoltà, sottolineata a maggior ragione da un senso di abbandono. 

Una storia diversa con quattro protagonisti orfani che cercano di trovare la loro libertà, superando loro stessi e le loro paure. Vite che si uniscono per non essere separate. Sentimenti contrastanti e unici, sottolineati dalla forza dell'unione di anime affini. 

Una struttura narrativa particolare, semplice e scorrevole. Dialoghi ampi e dinamici. Poche descrizioni che esaltano le parole in un binomio vincente. Una storia sensibile con un finale alternativo.



 

Commenti