La leggenda di Babbo Natale


Luci colorate, ritornelli gioiosi, atmosfere ovattate, un'intensa magia attraversa l'aria fredda e...Natale. 

In questo periodo dell'anno si ritorna tutti un po' bambini, a quella particolare notte in cui Babbo Natale, sulla sua slitta, attraversa il globo intero dispensando doni.

Ma come nasce la leggenda di 

Babbo Natale?

C'è da dire che il mito fonde realtà e fantasia. San Nicola, infatti, è realmente esistito. Nacque a Patara nel 270 e fu vescovo di Myra, in Licia.
Tutto ha inizio proprio con lui, quando, secondo quanto viene tradizionalmente raccontato, regalò una dote a tre fanciulle povere perché potessero sposarsi [...] 
San Nicola, secondo quanto ci risulta dalla sua biografia "arricchita" di particolari racconti, fu anche protagonista di una macabra storia medievale che lo vide salvare tre giovinetti dagli intenti omicidi di un oste. Ma questa è un'altra storia [...] che ci serve a comprendere meglio la sua dimensione di salvatore e dunque, il suo legame con i bambini. 

Tornando a noi, in Europa, durante il Medioevo, si diffuse la commemorazione della ricorrenza del santo, il 6 dicembre, usando scambiarsi doni. Ancora oggi tale ricorrenza è viva in alcuni Paesi.
Nei Paesi protestanti San Nicola prese il nome di Santa Claus. 

Ma come nasce Babbo Natale così come lo conosciamo noi? 

Il simpatico omone dalla lunga barba bianca e dalla risata roboante, portatore di doni ai bambini, nacque in America dalla fantasia di Clement C. Moore.

Nel 1822 Moore scrisse una poesia in cui lo descriveva nel modo in cui ormai tutti lo conosciamo.

Il successo che ebbe negli anni '50 ce lo ha consegnato e conservato fino ai giorni nostri come Babbo Natale. 

Commenti