La Lama delle Lacrime di Luca Martina



"Un desiderio oscuro. Una vittima inerme. Un delicato amore infranto. Il dolore che diventa odio, poi rabbia, e quindi forza. La minaccia di una nera presenza. Sono i fantasmi che agitano la mente e la volontà di una nascente anima guerriera. Armata del dono più macabro e infausto, e tuttavia unico possibile strumento che la porterà alla vendetta, unica via percorribile verso una dolorosa redenzione".

Criptico, oscuro, emozionante, epico.
Perfino commovente, in alcuni punti.
E' il breve identikit per una nuova proposta nell'ambito del Fantasy tutto "Made in Italy", ovvero il primo Libro della Saga intitolata "La Lama delle Lacrime" scritto ed illustrato da Luca Martina. Il libro si inserisce in un genere che, partendo dal celeberrimo capostipite “Il Signore degli Anelli” del maestro J.R.R. Tolkien, ha vissuto una vera e propria escalation di successo negli ultimi anni. Il Romanzo Fantasy risulta essere oggigiorno tra i generi letterari più graditi, ed ancora promette una diffusione sempre più ampia. Difatti, non solo incontra un ovvio gradimento nel pubblico giovanile, ma conquista, grazie alle sue caratteristiche di coinvolgimento ed entusiasmo, fasce di lettori sempre più variegate, dal pubblico adulto ed “onnivoro”, al pubblico colto ed amante di storie che sappiano catalizzare l’interesse nello svolgersi di una trama assai spesso articolata e ricca di suspense.
L'autore insiste nel non svelare molto della trama, ma promette originalità specialmente per quel che riguarda il cuore narrativo delle stessa: un insolito ed assolutamente inaspettato dramma dal quale si snodano vicende e lotte che intrecceranno vite, destini e volontà spesso contrastanti. Restano fermi i cardini del fantasy tipico: battaglie, magia, toni epici ed colpi di scena in quasi ogni capitolo del romanzo: sin dalla prima pagina, il racconto si apre, infatti, con una scena d’azione (un inseguimento nello specifico) e continuerà in “crescendo” sino alla sorprendente rivelazione che il lettore incontrerà verso la metà del testo.
Il luogo in cui si svolge la storia è il Reame di Zonthar, la Nazione Cruciforme (raffigurata dall'autore stesso nella dettagliata Mappa allegata al libro che ne illustra il Braccio Occidentale), di cui si fornirà progressivamente una descrizione sempre più accurata ed esaustiva, tanto a livello politico e storico quanto a livello fisico. In particolare sono da rilevare i personaggi , ben caratterizzati e che vantano una storia di background assai corposa e significativa, assicurando il cosiddetto meccanismo delle storie nella storia, in quanto il loro bagaglio di vicende pregresse aggiunge (ed aggiungerà sempre più) spessore e varietà a quello che è il fil rouge principale, intrecciando diversi episodi di lettura, producendo un’aspettativa sempre crescente nel lettore ed il sicuro attaccamento a qualcuna delle carismatiche figure via via presentate. 

Luca Martina nasce a Capua, antica e storica città della provincia di Caserta, il 26 Luglio del 1979. Laureatosi cum laude in Conservazione dei Beni Culturali, continua gli studi sino a conseguire l'abilitazione all'insegnamento in Storia dell'Arte. Ha insegnato per anni in diverse scuole d'Italia e della provincia di Caserta in qualità di Docente di Lettere e Storia dell'Arte.
Sin da ragazzo il suo tempo libero è stato colmato da romanzi, fumetti, film e videogames che privilegiavano l'avventura. Per diverso tempo ha praticato - sia come Master sia come giocatore - i cosiddetti Giochi di Ruolo (noti globalmente come RPG ossia Role Play Games), un tipo di gioco da tavolo attualmente in rapida diffusione anche nel nostro paese, e in cui è assolutamente dominante quell'ambientazione ricca di soprannaturale, avventura e mistero. Tutto quello che suscita atmosfere di un passato dal sapore medievale ed epico, creato da uomini di valore e capaci di gesta eroiche, e parimenti permeato dall'aura immaginifica e fantastica della magia, ha difatti sempre attratto il suo interesse giovanile. E col tempo la sedimentazione di tali esperienze ha sollecitato costantemente la sua verve creativa ed è confluito nel desiderio di produrre qualcosa di suo, qualcosa che avesse l'impronta del "suo" Fantasy. Da qui la nascita del presente romanzo, creato dalla mano e dall'entusiasmo di un vero e proprio appassionato del genere. 

Il Libro I - Prigione per un'Anima - intende essere semplicemente il primo volume della Saga della Lama delle Lacrime. Gli sviluppi della storia invitano i lettori ai prossimi libri che risolveranno i quesiti e gli enigmi appena accennati in questa prima parte della lunga narrazione che l'autore si é impegnato a costruire.

Commenti