Letture dal Passato: Piccole Donne di Louisa M. Alcott

Anche questa settimana siamo arrivati al post conclusivo di "Letture dal Passato"...










Louisa May Alcott,nata a Germantown il 29 Novembre 1832,  è stata una scrittrice statunitense.
Divenne famosa per aver scritto la quadrilogia di libri per ragazzi Piccole donne.
Louisa ricevette un'educazione privata, tra gli insegnanti troviamo Ralph Waldo Emerson, Nathaniel Hawthorne e Margaret Fuller, tutti amici di famiglia. Fu un'abolizionista e una femminista. Nel 1848, Louisa legge e ammira la "Dichiarazione dei Sentimenti" pubblicata dalla Seneca Falls Convention sui diritti delle donne. A causa delle condizioni economiche in cui gravava la famiglia, fu costretta a lavorare fin da giovane come insegnante occasionale, sarta, governante, aiutante e, in seguito, scrittrice.
Negli ultimi anni, diviene una sostenitrice del suffragio universale esteso alle donne ed è stata la prima donna a iscriversi alla lista dei votanti a Concord in un'elezione scolastica. Louisa May Alcott muore a Boston il 6 marzo 1888 a causa di un colpo apoplettico.


Piccole donne è il più famoso romanzo di Louisa May Alcott, che pubblicò, per la prima volta, in due volumi, il primo nel 1868 e il secondo nel 1869 in America, con il titolo "Little Women or, Meg, Jo, Beth, and Amy".
Nel 1880 i due volumi furono riuniti in uno solo, Little Women, che continua ad essere quello letto in America.
Il libro ebbe un successo immediato quando uscì e oggi è considerato un classico della letteratura per l'infanzia, consigliato dagli insegnanti e amato dai bambini.
Il romanzo, considerato un classico della letteratura (tra le 100 opere fondamentali della cultura americana) e definito "specchio fedele dell'ingenuo sentimentalismo che anima l'America puritana di metà Ottocento", e ha goduto nel corso degli anni di numerose trasposizioni cinematografiche e televisive.

La trasposizione cinematografica più recente è la versione della regista Gillian Armstrong. Il film è uscito nel 1994 con il titolo di Piccole donne con Winona Ryder, Gabriel Byrne, Trini Alvarado, Samantha Mathis, Kirsten Dunst.
Citazioni:
"Natale non sarà Natale senza regali", borbottò Jo, stesa sul tappeto.

"Che cosa tremenda esser poveri!", sospirò Meg, lanciando un'occhiata al suo vecchio vestito.
"Non è giusto, secondo me, che certe ragazze abbiano un sacco di belle cose e altre nulla", aggiunse la piccola Amy, tirando su col naso con aria offesa.
"Abbiamo papà e mamma, e abbiamo noi stesse", disse Beth, col tono di chi s'accontenta, dal suo cantuccio.

I quattro giovani visi, illuminati dalla vampa del caminetto, s'accesero alle consolanti parole, ma tornarono a oscurarsi quando Jo aggiunse tristemente: "Papà non l'abbiamo e non l'avremo per un bel pezzo". Non disse "forse mai più", ma ognuna, in cuor suo, lo pensò, andando con la mente al padre lontano sui campi di battaglia."

Baci...
Ilaria




Commenti