[Recensione] La metafisica di Harry Potter


A quindici anni dalla sua prima comparsa sul mercato editoriale, e dopo oltre una trentina fra saggi e guide pubblicati in Italia, è ancora possibile dire qualcosa di nuovo su Harry Potter? Data la ricchezza di questa saga, la risposta è sicuramente affermativa. Molte cose sono state infatti scritte, ma molte restano ancora da scrivere. E se è già stata esaminata la prospettiva filosofica, scientifica, traduttiva e, ancora, il fenomeno letterario, cinematografico e mediatico, questo saggio affronta i romanzi da una sfaccettatura insolita, quella del materiale soprannaturale utilizzato nella saga, in connessione con le sue matrici storiche, antropologiche, folkloristiche, mitologiche, metafisiche e magiche. Forse molti non sospettano che questi legami esistano o che siano così profondi e variegati: ed è per questo che vi invitiamo a scoprirli in questo volume, grazie al quale è possibile rievocare un po' di quelle atmosfere che hanno fatto sognare, per tre lustri, generazioni di lettori distantissime fra loro per età e cultura, unificandole in un'unica grande Casa, sotto la scintillante egida di Hogwarts.

La metafisica di Harry Potter è un saggio volto a spiegare e a far comprendere al lettore i retroscena storici,metafisici e alchemici di una delle saghe più lette al mondo,nonché i significati dei vari simboli e numeri utilizzati dalla Rowling nella stesura dei suoi romanzi.

Ogni capitolo tratta uno specifico argomento e le relazioni che ha con il mondo potteriano;

Dietro questo saggio si nota fin da subito lo scrupoloso lavoro di ricerca dell'autrice, che non lascia nulla al caso ed esplora ogni singolo aspetto legato alla saga.

La metafisica di Harry Potter è un saggio che sarà enormemente apprezzato da tutti gli amanti della saga della Rowling, che vogliono leggere ancora altro riguardo al maghetto più famoso del mondo!

Commenti