[Recensione] Il bizzarro incidente del tempo rubato di Joyce Rachel

Due Fenici e Mezzo
Rieccomi per questa bella carrellata di recensioni! Oggi il sole splende e io voglio mostrarvi questo libro. Non mi è piaciuto, sarò melodramatica o troppo critica ma questo libro o il modo di scrivere dell'autrice è troppo intricato e stralunato

Sembra di vivere su una nuvola e non sapere il motivo preciso di cosa si stia leggendo. Di galleggiare in un pallone pieno di elio e di aver perso la memoria.

Potranno due secondi cambiare una vita? Mah! Il ragazzino sembra confuso e maniaco, attratto da qualcosa che sembra non esistere . La sua ossessione si protrarra per tutto il libro, forse causa di una famiglia troppo perfetta. L'uomo semi-pazzo sembra barcollare anche se...

La copertina è meravigliosa, direi perfetta per la storia che si snoda intricata e non precisa, come le lancette di un orologio e il tempo che scorre lento. Si differenzia di poco da quella originale. 

Si parte dal1972 Byron Hemmings ha undici anni e una vita perfetta: vive in una grande casa elegante, ha una mamma impeccabile che fa impallidire tutte le altre, frequenta una scuola privata che è l'anticamera di una carriera dorata e il suo migliore amico, James, è il ragazzino più sveglio che conosca. Tanto sveglio da leggere il Times e da scovare la notizia del secolo: quell'anno verranno aggiunti due secondi al tempo, per allineare gli orologi al movimento naturale della Terra. Mentre James considera l'evento l'ennesima conquista del Ventesimo secolo - l'uomo è persino andato sulla Luna - per Byron quei due secondi diventano un'inquietante ossessione: come si può alterare il tempo senza provocare conseguenze irreparabili? La conferma ai suoi dubbi arriva la mattina in cui, come sempre, la mamma lo sta portando a scuola con la sua Jaguar fiammante: è in ritardo e, per fare più in fretta, rompe lo schema ordinato di ogni giorno imboccando una strada nuova. Dalla fitta nebbia sbucano case fatiscenti, alberi giganteschi e, all'improvviso, una bambina su una bicicletta rossa. Proprio mentre Byron vede le lancette del suo orologio andare indietro di due secondi....

A mio avviso i personaggi sono chiari ma la storia molto confusa e fuori dagli schemi, un romanzo strambo ma allo stesso tempo surreale. Per gli amanti delle stranezze, da leggere sicuramente. BUONA LETTURA!!

Commenti