[Siamo un esercito di anime solitarie.] Caro Evan Hansen di Val Emmich

Buona giornata cari Lettori! Fortunatamente siamo quasi arrivati al weekend dopo questa settimana infinita! Oggi parliamo di un romanzo adatto ai più giovani.

Caro Evan Hansen 
è un romanzo che racconta la particolare storia del giovane Evan Hansen. Evan è un ragazzo timido, introverso e poco popolare a scuola. Per acquistare maggiore fiducia in sè stesso, Evan ogni giorno scrive una lettera incoraggiante che indirizza a sè stesso. La sua vita sembra scorrere sempre nello stesso modo, fino a quando le sue lettere non finiscono nelle mani sbagliate.

A seguito della morte di un suo compagno di scuola, Connor, Evan fa credere a tutti che il ragazzo appena suicidatosi fosse il suo migliore amico. Improvvisamente Evan diventa uno dei ragazzi più popolari della scuola, accolto da tutti quelli che vogliono particolari sulla vita di Connor. Nonostante sappia bene che quello che sta facendo, tutte le bugie che sta inventando, è sbagliato, Evan continua nella sua messinscena attratto dall'improvvisa popolarità che l'ha reso il ragazzo che ha sempre sognato di essere.

Questo libro è tratto da un musical che ha spopolato a Broadway catturando il cuore di migliaia di persone. La storia di Evan è in effetti una storia molto attuale e che sopratutto parla di una solitudine così diffusa tra i giovani da spingerli a gesti estremi. Si tratta quindi di un romanzo divertente, giovane e spesso ironico, ma che spinge a riflettere su un problema reale.

Lo stile del racconto è molto fresco, scorrevole ed immediato. E' uno stile semplice, senza fronzoli, e ideale e probabilmente pensato proprio per i lettori più giovani. La narrazione ha un buon ritmo che riesce a tenere desta l'attenzione del lettore.

I personaggi mi sono piaciuti, li ho trovati ben caratterizzati e sopratutto oggetto di un buono sviluppo psicologico. Evan è un bel protagonista, è un ragazzo insicuro, dolce ed estremamente impacciato. In poco tempo tesse una storia zeppa di bugie e di sotterfugi che lo porteranno poi ad affrontare delle spiacevoli conseguenze.

Il tema centrale del romanzo è sicuramente molto attuale, ho trovato molto interessante il modo in cui sono stati affrontati i temi della solitudine e dei suicidi giovanili. Questa storia mette in risalto quanto sia importante accettarci così come siamo e non tentare di cambiare quello che siamo. Questo romanzo è una lettura profonda ma allo stesso tempo anche fresca e divertente. Lo consiglio in particolare ai lettori più giovani! Buona lettura!

"Tutti insieme marciamo. Ci arrampichiamo, cadiamo, ci libriamo in volo. Spinti dal desiderio di trovarci sempre più vicini al centro di tutto. Più vicini a noi stessi. Più vicini gli uni agli altri. Più vicini a una qualche verità."

Commenti