Muri di David Frye

Buona giornata cari Lettori e buon inizio settimana! Oggi parliamo di un saggio che ho letto in questi giorni e che ho trovato davvero interessantissimo.

Muri è un saggio che parla di muri, muri reali, muri fisici che nel corso degli anni sono stati costruiti dalle civiltà che si sono susseguite sulla terra. Questa però non è una storia dei muri, ma piuttosto come recita la quarta di copertina è "la storia della civiltà in mattoni e sangue". I muri sono stati uno degli elementi che hanno maggiormente contribuito allo sviluppo delle civiltà, ma sopratutto allo sviluppo di tutte quelle attività che hanno permesso alle popolazioni di prosperare e di dedicarsi allo sviluppo dell'arte, della cultura e di altre attività che hanno nobilitato l'uomo.

David Frye prende ad esempio alcuni dei muri, che includono barriere, recinzioni e muraglie, che hanno caratterizzato le varie epoche. La Grande Muraglia, il Vallo di Adriano, i Muri del Principe, i Muri del Drago, il più recente Muro di Berlino. Tutti questi sono tra i più famosi muri mai costruiti, barriere che avevano l'obiettivo principale di separare le popolazioni civilizzate dai barbari e da chi costituiva una minaccia per le città. Oggi stiamo vivendo una nuova epoca dei muri, barriere di ogni tipo sorgono in ogni parte del mondo e, insieme alle barriere fisiche, ci sono poi quelle barriere che non si vedono ma che a volte sono più potenti di qualsiasi muro reale.

Frye si conduce in un viaggio che partendo dal prendere in esame i primi anni di vita del genere umano fino ad arrivare ai nostri giorni, esplora un concetto quanto mai attuale. I muri, o comunque tutte quelle barriere che hanno da sempre caratterizzato lo sviluppo della società sono stati dei fattori essenziali che hanno creato una distinzione tra quelli che vivevano all'interno dei muri e quelli che invece vivevano al di fuori di essi. Questa distinzione fece nascere due tipologie di società che avevano poco in comune e i cui incontri diedero sempre frutti sanguinosi.

Le società che vivevano all'interno dei muri, che li costruivano, erano società che progredivano. Protette dalle loro barriere e quindi al sicuro nelle loro case, le popolazioni che costruivano muri non dovevano pensare alla guerra, come invece succedeva a chi viveva in luoghi incustoditi. Gli uomini potevano quindi dedicarsi ad attività come la letteratura, l'arte, la scienza  e la cultura. Insomma erano civiltà che progredivano e che prosperavano proprio grazie ai muri dietro cui vivevano. Invece i popoli che vivevano senza muri a proteggerli erano popoli dediti alla guerra, gli uomini erano tutti soldati e non avevano tempo di dedicarsi ad altre attività.

Oltre a ciò inoltre i muri hanno anche influenzato il modo in cui le società, le nuove società, si sono sviluppate e man mano hanno modellato il mondo in cui vivevano. Con uno stile scorrevole e mai noioso, David Frye ci racconta la nostra storia attraverso i muri che hanno caratterizzato ogni epoca. Questo saggio è davvero molto interessante, io l'ho trovato illuminante per certi versi perchè fa luce su aspetti e su temi che sono ancora oggi estremamente attuali. I muri, le barriere, le divisioni, sia reali che non, fanno ancora parte della nostra vita.

Basta pensare alla storia moderna dei paesi Arabi, dei confini tra America del Nord e America del Sud e così via. I muri fanno parte da sempre della nostra storia, nel corso degli anni sono stati costruiti, distrutti, ammirati e assaltati migliaia e migliaia di muri. I muri hanno visto nascere nuove civiltà, hanno visto gli uomini prosperare e diventare studiosi, scienziati, artisti e letterati.

Se vi interessa scoprire qualcosa in più sui muri che hanno plasmato il mondo, ma anche sul modo in cui oggi lo stesso concetto di muro ci spinge ad agire in determinati modi, vi consiglio di leggere questo bellissimo e istruttivo saggio. Buona lettura!

"E così costruiamo dei muri - muri metaforici, come mi ricordano costantemente i miei conoscenti, ma sopratutto reali - in attesa che tutti gli altri diventino civilizzati come noi. Chi sono i costruttori di muri? Noi siamo i costruttori di muri. Siamo sempre stati noi."


Commenti