Recensione: Strega d'Aprile di Majgull Axelsson

Buona Giornata! Oggi vi lascio una piccola recensione...



Strega d'Aprile
Autrice: Majgull Axelsson
Editore: Elliot
Pagine: 500
Prezzo: 18,50

Trama:
Gravemente disabile, Desirée giace in un letto d’ospedale sognando, pensando. Non può camminare né parlare ma ha altre capacità. È una Strega d’Aprile: è chiaroveggente e onnisciente ed è in grado di viaggiare nel tempo e nello spazio, in un mondo che le sarebbe altrimenti negato. La madre, che alla nascita l’ha abbandonata alle cure dello Stato, ha poi adottato tre bambine, nessuna delle quali è al corrente dell’esistenza di una quarta sorella.
Nonostante le sue difficoltà, con l’aiuto di un computer e di un dottore, con cui lentamente instaura un rapporto sentimentale molto particolare, Desirée impara a comunicare con il mondo esterno, ottiene straordinari risultati negli studi della fisica quantistica e usa le sue capacità paranormali per seguire la vita della madre e la sua relazione con le figlie adottive. Consapevole che non le resta ancora molto tempo e convinta che una delle sue sorellastre l’abbia derubata della vita che sarebbe altrimenti spettata a lei, Desirée decide di servirsi dei suoi poteri per regolare i conti una volta per tutte. Un giorno ognuna delle tre donne riceve una lettera misteriosa che la costringe a esaminare sia il proprio passato sia il presente, mettendo in moto una complessa rete di ricordi, rimpianti e scontri che porteranno a un finale sconvolgente...

La mia opinione:
Strega d'Aprile è un romanzo particolare,molto complesso che parla di temi importanti...Il romanzo si apre con Desirèe,gravemente disabile e costretta nel letto di una clinica e qui veniamo per la prima volta a contatto con i suoi particolari poteri...Infatti il romanzo contiene una nuova e molto particolare figura soprannaturale: la Strega d'Aprile...Per me personalmente è stata una bella novità,perchè non avevo mai letto nulla riguardo alla Strega d'Aprile, che ha il potere di trasferirsi nei corpi degli altri e di dirigere le loro azioni...
Ma per quanto l'elemento soprannaturale sia importante,in realtà il cuore del romanzo è racchiuso nelle storie di Margareta, Christina e Birgitta,le sorelle di Desirèe...Il romanzo racconta principalmente la difficile storia di queste donne,che non hanno nessun legame di sangue,ma che sono state adottate dalla stessa donna dopo aver vissuto gìa parte dell'infanzia in circostanze difficili e quindi sono cresciute insieme... Nonostante le sue 500 pagine,il romanzo scorre veloce e ci si ritrova a leggere un finale che forse non ci si aspettava,ma che probabilmente è stato il miglior modo di concludere la storia...
Di certo non si tratta di un romanzo leggero,in quanto tratta temi difficili da digerire, primo fra tutti il disagio vissuto da Desirèe e in parte anche quello delle sorelle che vivono in un rapporto di amore e odio...Per me è stata sicuramente una lettura piacevole, anche se a tratti un pò pesante e triste...Per chi non si lascia spaventare da temi forti e apprezza le storie che raccontano del coraggio delle donne, è sicuramente un romanzo da leggere!

Baci...
Ilaria

Commenti