[Anteprima] La rivincita della mamma imperfetta di Annalisa Strada

Siete mamme-lavoratrici stressate e perennemente sull’orlo della crisi di nervi, che si destreggiano eroicamente tra riunioni in ufficio, cambi di pannolino, trasferte, feste di compleanno e che fanno più incastri che un produttore di puzzle? O siete amiche di mamme-lavoratrici stressate stile di cui sopra? Allora il libro che fa per voi (o per le vostre amiche) è lo strepitoso e spassosissimo “La rivincita della mamma imperfetta” di Annalisa Strada, romanzo in uscita martedì 9 settembre, e vero tonico per l’umore, in cui è impossibile non riconoscersi!

Deserto di Sangue
Pagine: 224
Prezzo: 12.90 €
Uscita: 9 settembre 2014
Lola ha 38 anni, due figli, un marito e un lavoro che adora. Insomma, tutte le carte in regola per poter entrare nel club delle Mamme Imperfette. Nel corso di una settimana, la più temibile dell’anno, quella dei compleanni di Giulia e Andrea, delle riunioni pre-chiusura estiva e delle allergie che mettono KO il già non presentissimo consorte, dimostrerà al mondo che può farcela, magari non in modo ineccepibile, ma può portare a termine ogni compito e, cosa ancora più ardua, sopravvivere. Tutto ovviamente per ricominciare da capo il lunedì successivo.

“È maggio, il mese più crudele dell’anno (altro che aprile!).
Se fossi stata una madre perfetta, di quelle previdenti, lo avrei dovuto capire che i mesi di nascita dei figli vanno differenziati: è una questione di sopravvivenza familiare. Cercherò di ricordarmene nella prossima vita, visto che gli ultimi otto giorni sono stati un incubo. La gran corsa è cominciata e si è conclusa con la gestione di due feste di compleanno, giocoforza assolutamente equivalenti ma ciascuna ritagliata su misura delle esigenze molto diverse di Giulia e Andrea. Questo sarebbe solo il punto più importante della gestione familiare di una Madre, ma io sono una madre lavoratrice (sì, senza maiuscola, la madre lavoratrice non ha mai la vita facile, né premi scontati, né merita maiuscole) e nell’intermezzo ho gestito: i colloqui con le maestre, i saggi delle varie attività extra-scolastiche e pure, per non farsi mancare niente, la gita di fine anno, un viaggio di lavoro del consorte e l’organizzazione dell’evento cruciale per la mia carriera. Ah, certo, è pure il mese delle allergie. La buona notizia è che sono sopravvissuta. Come? Be’, provo a spiegarlo anche se, ora come ora, non l’ho capito bene nemmeno io. Curiosi? Ok, seguitemi.”

Annalisa Strada lavora e vive in provincia di Brescia con il marito e la figlia. Da alcuni anni insegna lettere. Ha pubblicato libri per bambini con Piemme, San Paolo, Salani, Mondadori e Giunti.
Non saprebbe ancora dire come si possono far convivere vita familiare e un lavoro che la porta spesso in giro, ma continua a pensarci con estrema attenzione.

Commenti