[Recensione] Un tramonto a Parigi di Jenny Colgan

Buon Pomeriggio cari Lettori!
Oggi parliamo di un romanzo dolce come il cioccolato...

Nell'ora in cui il sole sorge su Pont Neuf - il ponte dei lucchetti - le stradine di Parigi cominciano pian piano a risvegliarsi, Anna Trent è già al lavoro: immersa nel profumo di zucchero e cacao, inventa e prepara le sue creazioni di cioccolato finissimo. Deliziose prelibatezze che abbelliranno la vetrina dell'antica bottega dove ha cominciato da poco a lavorare, per poi finire sulle tavole imbandite delle più belle case di Parigi. Ma questa passione, per Anna, è cominciata molto prima - a casa sua, nel Nord dell'Inghilterra, e nella fabbrica di cioccolato industriale dove un brutto incidente ha imposto una fermata obbligatoria alla sua vita, facendole perdere il lavoro e l'allegria. Ma quando tutto sembra perduto, c'è sempre Parigi. E così, grazie all'aiuto della cara, vecchia professoressa di francese - l'unica materia in cui Anna aveva qualche voto decente - addio pioggerella fine e insistente dei sobborghi inglesi, addio cioccolato industriale... Nella bottega del maestro cioccolataio Thierry la vita ha un altro sapore, e i sogni anche. Riuscirà Anna a realizzarli tutti, compreso quello di trovare il grande amore? La sola cosa che sa per certo, mentre al tramonto passeggia per le viuzze della città, è che quando Parigi chiama, l'amore risponde.

Un tramonto a Parigi racconta la storia della trentenne Anna che, dopo un incidente sul lavoro, decide di cambiare vita e trasferirsi a Parigi.
Su suggerimento della sua insegnante di francese, si mette in contatto con Thierry, maestro cioccolataio proprietario di una delle botteghe del cioccolato più famose di Parigi, nonchè primo amore di Claire, l'insegnante di Anna; Thierry offre ad Anna un lavoro nella sua bottega, iniziandola ai misteri che circondano la preparazione del cioccolato più pregiato della città dell'amore.
Raccontato simultaneamente dalla voce di Anna nella sua nuova vita parigina, e dalla voce del passato di Claire, che nei suoi primi anni a Parigi per la prima volta si innamorò follemente, il romanzo si sviluppa avendo come sfondo la romantica Parigi...

Questo romanzo, pur essendo semplice sia nella narrazione che nello sviluppo della storia, riesce comunque ad essere una piacevole lettura, specialmente durante le giornate estive che ormai sembrano passate...Lo stile dell'autrice è lineare e anche i personaggi sono abbastanza stereotipati, in effetti tutta la storia potrebbe somigliare a cose già lette o sentite, ma l'atmosfera che pervade tutto il libro è magica!
Complice la meravigliosa ambientazione parigina, una protagonista un po' sopra le righe e le dolci meraviglie che Thierry riesce a creare nella sua bottega, le pagine scivolano via veloci, lasciando dietro di sè quasi l'odore e il sapore stesso del cioccolato!
Una lettura ideale per i più romantici e per gli amanti della Francia e di Parigi!


Baci...

Commenti