Autori Italiani, le proposte di Marzo: La maledizione di Solarius di Stefania Siano - Pizza Quanto ne sai veramente? di Marco Celeschi - Lei mi avrebbe detto si di Manuel Pomaro - Il meticcio di Federica Fantozzi - Il Garzone del Boia di Simone Censi

Buongiorno miei cari, nuovo appuntamento con la rubrica "Italian Writers Wanted". Ogni giorno, riceviamo tantissime e-mail, molte di autori emergenti e non, in self o di piccole case ed. Abbiamo sempre dato il giusto spazio a tutti ma da oggi abbiamo deciso di creare una rubrica che racchiuda tutte le segnalazioni (di libri già usciti o che ancora dovranno uscire) che ci mandate. Di volta in volta, ogni mese, presenteremo svariati autori...sperando di farvi cosa gradita. Buona Lettura!

IL LIBRO

Dopo un grande successo editoriale, la vena creativa abbandona Carlo e l'autore inizia a trascorrere intere giornate chiuso nel suo studio, cercando di scrivere qualcosa che lo soddisfi. Le cose cambiano quando sua figlia immagina la storia di Solarius e della sua maledizione. L'ossessione di Carlo è così forte da vedere se stesso nei panni del protagonista e la sua vita finisce per dividersi tra la difficile routine quotidiana e l'esistenza del principe. Ma la realtà di Solarius, che ha come unico obiettivo conquistare la fredda e austera principessa Lunaris, avrà presto il sopravvento...

L'AUTRICE

Stefania Siano, blogger di Cricche mentali, collabora attivamente come recensore con varie case editrici tra cui Rizzoli, Bompiani e DeA. Nel 2011 vince il suo primo concorso letterario con il racconto il Dott. A-Z ed esordisce con Dov'è Alice? per Lettere Animate Editore cui segue il racconto dalle tinte orientali Aki il Bakeneko. La maledizione di Solarius è il suo terzo romanzo.

IL LIBRO

Stanco dei soliti luoghi comuni, Celeschi descrive il suo mondo “da dentro”, con gli occhi e le mani di chi ogni giorno studia per migliorare le proprie conoscenze e le proprie tecniche in materia di pizza. L’autore parla della pizza tradizionale e di quella gourmet, portandoci in giro per l’Italia, citando nomi e ricette di chi della pizza ha fatto la propria passione e il proprio lavoro. Il libro è suddiviso in tre parti: nella prima, l’autore analizza alcune leggende metropolitane che circolano sul mondo della pizza e sul settore gastronomico in generale. Spiega chi le crea, come sono diffuse e chi colpiscono; nella seconda, demolisce i sette falsi miti del settore più pericolosi e diffusi; nella terza, descrive il dietro le quinte di attività imprenditoriali come la sua, elargendo consigli utili su come scegliere una buona pizzeria. 

L' AUTORE

Marco Celeschi (Catania, 1967) Architetto che è stato catapultato nel mondo della ristorazione dopo aver ristrutturato la casa di campagna per farla diventare un agriturismo. Nel 2015 ha aperto la Corte dei medici con l'intento di emancipare la pizza dal suo passato di piatto povero e darle pari dignità del food steIlato. Sentendosi sempre un outsider del settore, si è avvalso della migliore squadra di professionisti che è riuscito a selezionare lungo il percorso.

IL LIBRO

Miriam e Ascanio attraversano una crisi di coppia. La ragazza intreccia una relazione con Pablo, un cuoco che organizza cene emozionali. Ascanio scopre il tradimento e prepara un'atroce vendetta. Lauren sta cercando di allontanarsi da una relazione satura. Un incontro a Capodanno la indurrà a credere che ciò sarà possibile, ma gli strascichi del precedente rapporto potrebbero minare il suo tentativo di tornare ad amare. È giusto credere che in prossimità di eventi catastrofici nascano le migliori storie d'amore? Può una proposta di matrimonio portare allo stesso tempo gioia e disperazione?

L'AUTORE 

Manuel Pomaro è nato a Ospedaletto Euganeo (PD), nel 1980. Ama il cinema, la lettura e la scrittura. Predilige il filone fantascientifico americano, da cui ha tratto ispirazione per la prima opera, "Ieri Irreale" (Arduino Sacco Editore). Successivamente, si è volto al genere rosa creando "Il sentiero che conduce a casa" (Rei Editore). Il suo romanzo "Arriverà un bambino di luce" (egoEdizioni di David and Matthaus) narra una storia di alieni, spaziando fra vari piani temporali, tra fiction e ufologia. L'opera si è aggiudicata il secondo posto al Premio Nazionale Graffiti Camuni Narrativa. Nello stesso periodo Pomaro ha pubblicato "Il giorno che andrà tutto bene" in formato eBook su Amazon. Sempre su Amazon è uscito il romanzo "L'incrocio dei lunghi attimi". Parla della ricerca dell'amore da parte di una donna che s'imbatterà, invece, nelle tracce di Marianna, una bambina scomparsa molti anni prima. Negli ultimi anni, Pomaro ha preferito la forma del racconto, dall'horror "Mangiami" ai romantici "L'estate di Amanda e Sonia" e "Il suo cuore guarda in alto".

IL LIBRO

Roma, estate 2017. Durante un servizio di routine sulle misure di sicurezza a Fiumicino, la giornalista Amalia Pinter manda a monte un’operazione del suo ex amico Alfredo Pani, poliziotto che ha fatto carriera nel nucleo d’élite contro la criminalità organizzata. Per colpa della ragazza, si perdono le tracce di un corriere dell’Ascia Nera, la più pericolosa e spietata fazione della mafia nigeriana lanciata alla conquista dell’Europa continentale attraverso un patto con i clan siciliani. Nel frattempo, al Vero Investigatore, il piccolo quotidiano in cui lavora Amalia, le cose non vanno bene. Il Capo la spedisce a un’asta di pietre preziose dove un rarissimo diamante rosso viene acquistato da un tycoon brasiliano, Ezequiel Alves, che protegge in modo morboso la propria privacy. Lo chiamano “l’uomo dal tocco magico”, perché in pochi anni ha scalato il settore acquistando giacimenti esauriti e rendendoli di nuovo produttivi. Quando le due piste, inaspettatamente, si incrociano, Amalia si ritrova “arruolata” come agente sotto copertura. Da un cruento Palio di Siena agli antichi palazzi nobiliari di Palermo, però, un dubbio la tormenta: di chi può davvero fidarsi? Chi dice la verità? La giovane giornalista dovrà inerpicarsi fino a una clinica sperduta in mezzo alle Madonie per scoprire cosa ha trasformato un bambino in un sopravvissuto. E per riavvolgere il filo che lega, da molto lontano, i protagonisti di un sogno trasformatosi in sodalizio criminale. 

L'AUTRICE 

Federica Fantozzi è nata a Roma. Giornalista professionista, è stata cronista politica e parlamentare per l’Unità e si occupa di comunicazione economica. Scrive o ha scritto per il venerdì, L’Espresso, Sette, Il Mattino, La Nazione, la Repubblica, Italia Oggi. È autrice di tre romanzi thriller, tutti editi da Marsilio: Caccia a Emy (2000), Notte sul Negev (2001) e Il logista (2017). Con Roberto Brunelli ha scritto la biografia di Enrico Letta (pubblicata da Editori Internazionali Riuniti nel 2013).

IL LIBRO

Ambientato nell’Italia dell’Ottocento, “Il garzone del boia” è la storia romanzata del più celebre esecutore di sentenze capitali dello Stato Pontificio, Giovanni Battista Bugatti detto Mastro Titta, raccontata dal suo aiutante, comprato per pochi soldi dalla famiglia di origine per farne il proprio garzone. Una visione assai diversa, a volte in contrasto con quella del proprio Maestro che vede il mestiere del boia come una vocazione, mentre per il buon garzone è solamente una scelta obbligata dalla quale fuggire alla prima occasione. Gli eventi si susseguono tra le esecuzioni di assassini e le storie vissute dai protagonisti o raccontate dal popolino sotto la forca. Il Maestro cresce il proprio aiutante iniziandolo anche alla lettura e alla scrittura, così che il romanzo presenta una doppia stesura. Una prima, in corsivo, fatta dall’aiutante alle prime armi, con un linguaggio spesso forte e colorito e una seconda riscrittura, quando oramai avanti con l’età su consiglio del suo analista, riprende in mano questa storia per fuggire dai fantasmi che ancora lo perseguitano.

L'AUTORE

Simone Censi, due lauree, padre e lavora come impiegato. Finiti gli studi e dopo aver letto molti libri ha deciso di provare a scrivere, lo stesso scrittore non sa se definirsi scrittore o semplice scribacchino Nel 2015 ha pubblicato il suo romanzo di esordio Amico Nemico. Il garzone del boia lo ha scritto tempo fa, e dopo numerosi rimaneggiamenti decide di pubblicarlo.

IL LIBRO

Un romanzo corale che certifica l’impossibilità delle relazioni così come della solitudine. I protagonisti, ognuno con un conto aperto col passato, nel loro girovagare alla ricerca di una risposta o forse di un nascondiglio, si ritrovano a incontrarsi e scontrarsi tra confessioni, reticenze, amori, odi, fallimenti e speranze. Eugenio, editor ossessivo e inaderente alla realtà; le sorelle Loredana e Marzia, una affascinante e malinconica, l’altra ciarliera e incapace di sofisticazioni; Barbara, atleta dilettante e bugiarda compulsiva; Cesare, anziano di grande saggezza e avviato all’inazione; Franco, operaio, prepotente per necessità e vittima per vocazione. Infine Oreste, che dopo aver commesso un crimine in gioventù cerca riscatto nell’alcol e nel sacrificio di sé.

L’AUTORE 

Claudio Bagnasco è nato a Genova nel 1975. Suoi saggi di linguistica, racconti, brani di poetica, interviste e distici sono apparsi su vari blog e riviste. Ha pubblicato alcuni libri, tra cui il romanzo Silvia che seppellisce i morti (Il Maestrale, 2010) e la raccolta di racconti In un corpo solo (Quarup, 2011). Ha curato il volume Dato il posto in cui ci troviamo. Racconti dal carcere di Marassi (Il Canneto, 2013). Con Giovanna Piazza ha ideato e curato il blog letterario Squadernauti, che dalla primavera del 2019 diventerà rivista cartacea con periodicità semestrale. Dal 2013 Claudio vive a Tortolì, dove corregge testi, gestisce un B&B con la sua compagna, insegna le parole difficili a sua figlia e corre.

Commenti

Posta un commento