[Recensione] La bottega dei cuori golosi di Jenny Colgan

Tre Fenici
Questo libro è rimasto a lungo nella mia libreria e forse il mio sesto senso aveva ragione. Lo scritto, non mi ha entusiasmato più di tanto o forse mi aspettavo qualcosa di meglio.

La Bottega dei cuori golosi è un classico romanzo, scritto bene, scorrevole e facile da leggere ma manca di qualcosa che possa attirare l'attenzione. Manca, l'ingrediente che possa tenere viva la concentrazione.

Per quanto riguarda la forma...preferivo di gran lunga la copertina originale, semplice e diversa dal solito. Il titolo originale richiama il nome della protagonista, a differenza di quello italiano che ha poco a che fare con la storia. Ci sarà una bottega e dei cuori che impazziranno ma si cadrà sempre nella solita banalità, forse per attirare i lettori .

Il libro narra della storia di Rosie & Lillian. La prima avendo una vita instabile e ballerina, un findanzato noioso e accomodante prenderà al volo l'offerta che le verrà fatta dalla madre(nonostanze l'iniziale riluttanza) a badare a una vecchia zia che si trova in un piccolo paese sperduto .
Le storie delle due protagoniste saranno simile, sotto alcuni punti di vista ma vissute in epoche differenti. L'amore sarà il fulcro della storia e sarà vivo fino alla fine. Ho adorato il bambino Edison e la sua intelligenza sorprendente , traviata dalla madre.

Simpatico, divertente e leggero. La storia scorre lenta nella piccola cittadina di Lipton, le estati e le stagioni si vedono a differenza di Londra, vecchia città ove abitava la protagonista, infermiera ausiliara in grandi ospidali. Qui la ri-nascita del negozio la renderà viva, partecipe della vita di ogni singolo cittadino e intricata al punto giusto.

Per ogni capitolo ci sarà una sorta di introduzione che parlerà delle caramelle, a tratti ci sarà qualche ricetta sui dolci molto carine e stuzzicanti da provare sicuramente.

Commenti