[Recensione] Le lezioni di Madame chic di Jennifer L. Scott

Due Fenici e mezzo
Rilegato: 254 pagine
Editore: Piemme (28 maggio 2013)
Collana: Piemme voci
Cos'è per voi lo stile?! Per me è essere fuori da ogni regola, seguire il proprio istinto e il proprio cuore, non ci sono sfere o ambientazioni che tengano.

Questo libro l'ho vinto attraverso un CONTEST. Quando ho appreso la notizia sono rimasta davvero esterefatta e felice, perchè in allegato c'era in regalo un cofanetto ma sorpresa delle sorprese, l'altro dì è arrivato ...solo ed esclusivamente il libro! PECCATO!!

Avevo intravisto già questo libro sugli scaffali e la trama m'aveva attirata, quindi ho pensato di provare quest'inebriante esperienza ma leggendo le prime pagine mi son accorta che è un ordinato e instancabile tomo sulle buone maniere, sulla vita di Parigi e sui Parigini.

Leggendolo ho scoperto molte cose, che non credevo un francese potesse fare. Molte peculiarità che noi non ci immaginiamo nemmeno. Ad esempio, sapete che i francesi non fanno spuntini?! Ma seguono un regime stretto di COLAZIONE-PRANZO-CENA. Non mangiano dinanzi la tv, mentre camminano, ne lavorano, ne per strada...loro secondo la protagonista nonchè autrice del libro, che si è ritrovata in Francia per una borsa di studio, hanno un certo aplomb e mangiano rigorosamente al tavolo, con calma. Gustando ogni minimo particolare che si perfeziona dinanzi i loro occhi.

I consigli possono essere anche utili ma forse troppo stucchevoli e controversi. Lo consiglierei a chi dovrà effettuare un bel viaggio a Pargi e vuole conoscere l'ambiente ove andrà...perchè nasconde alcuni consigli utili sui parigini e le loro caratteristiche .

Madame Chic è un falso nome sotto cui Jennifer espleta la delicatezza, classe e esasperante bellezza della signora in questione. Perfetta, a suo dire, sotto ogni punto di vista. La famiglia la parte fondamentale, la raffinatezza e l'esigenza di essere sempre curati nei dettagli anche quando non se ne ha voglia.

Basta seguire un semplice e rigoroso esempio, non strafare, non mangiare extra e restare sempre con una calma interiore inappellabile. I piccoli cuscinetti di grasso che si formano nelle nostre cosce sono anche per colpa di quei bruttissimi/odiosissimi cibi e l'autrice ci aiuta a non sbafare e trattenerci ma godendo della meravigliosa e insaziabile città di Parigi. Meta d'amore e di passione.


Commenti

  1. Uhhhh ma che librino interessante! Certo forse non indispensabile e non un capolavoro, ma mi ha incuriosito troppo!

    RispondiElimina

Posta un commento