[Recensione] Se chiudo gli occhi di Simona Sparaco

Buon pomeriggio cari Lettori!
Oggi parliamo del nuovo e intenso romanzo di Simona Sparaco...

Viola nella vita ha imparato molto bene una cosa: a nascondersi. I vestiti di una taglia troppo grande, un impiego ben lontano dalle sue passioni di bambina, quando inventava storie e le appuntava su fogli di carta, un bravo ragazzo come marito, con cui però, forse, l’amore non c’è mai stato. Poi un giorno, mentre sta sviluppando alcune fotografie nel negozio in cui lavora, si fa largo tra la folla del centro commerciale un uomo alto e dinoccolato, ancora bello nonostante l’età: è suo padre, l’artista famoso, l’irregolare, l’eterno bambino. È tornato, è venuto a cercarla per proporle un viaggio nella loro terra d’origine e per dirle qualcosa di molto importante. Ma come fidarsi un’altra volta dell’uomo
che l’ha abbandonata? Come credere di nuovo a una delle sue funamboliche storie? La tentazione però è troppo forte e Viola accetta. Mentre un paesaggio innevato scorre oltre il finestrino, l’inaspettata sincerità di quell’uomo disarmato inizia a far breccia nelle difese di Viola e quando insieme arrivano alle pendici dei Sibillini, dove è custodito un antico segreto, una nuova forza la travolgerà: la forza dell’amore, che Viola non ha mai conosciuto, della verità, del perdono, di un luogo che la chiama a sé con la sua luce misteriosa e avvolgente. È un viaggio davvero magico se il prezzo della felicità è abbandonarsi con gli occhi chiusi al potere della vita che è pronto ad accoglierci.


"Se chiudo gli occhi" è uno di quei romanzi, uno dei pochi, che riescono a catapultarti immediatamente nella storia e a farti entrare in sintonia con i personaggi...
Viola è una giovane donna che vive una vita normalissima insieme al marito e alla sua bambina, una vita che ha fatto in modo che possa essere il più ordinaria possibile, perchè è da sempre che Viola cerca di nascondersi: nascondersi da sè stessa, dalle persone che la circondano, dal suo talento e in particolar modo dal suo passato e da suo padre...
Ma un giorno, quando pensava che ormai quel padre artista e così sfuggente non sarebbe più tornato, nel negozio dove lavora se lo ritrova davanti insieme ad un'assurda richiesta: partire insieme a lui e tornare nella terra d'origine, ai piedi dei Monti Sibillini.
Viola è sconcertata ma, complice la quotidianità di quella vita che lei ha scelto ma che non sembra più essere la scelta giusta per lei, decide di partire insieme ad Oliviero per quel viaggio che le rivelerà molto di più su suo padre...
Leggere questa storia è stato un po' come entrare nella testa di Viola la protagonista, di percorrere i suoi passi e scoprirsi molto di più di quello che si crede!
La prosa, fluida, dolce ed evocativa contribuisce a creare un'atmosfera intima, quasi magica, che accompagna il lettore durante tutta la lettura...
Questo è un romanzo introspettivo, l'autrice è stata bravissima nel rendere reali le emozioni dei suoi personaggi, nel fare in modo che buchino le pagine e raggiungano dritte il cuore del lettore!
La storia narrata è semplicissima, si basa su un rapporto padre/figlia complicato e ammantato di mistero, ma nella sua semplicità è un piacere leggere della storia di Viola e Oliviero, del modo in cui dopo anni di incomprensioni, riescono attraverso i ricordi di un passato che hanno in comune a tornare ad essere semplicemente Viola e il suo papà, quel papà che nel profondo del cuore Viola ha sempre ammirato, perchè pur andando contro tutti, contro le convenzioni, ha saputo scegliere la vita che gli era più congeniale!
Seguendo il suo esempio alla fine Viola riesce a prendere la strada che la porterà ad essere felice, l'unica strada che avrebbe dovuto seguire fin dall'inizio se solo avesse prestato ascolto al suo cuore...
Quello di Simona Sparaco è un romanzo bellissimo, delicato ma ricco di riflessioni interessanti che sono sicura vi piacerà moltissimo!

Abbi cura di splendere!

Baci...

Commenti