[Segnalazione] Scrittrici in giardino di Adele Cavalli

Scrittrici in giardino
Uscita: Settembre 2014
Casa Ed.:ePubblica
Pagina Fb
Dalla mia passione per la lettura, la scrittura e il giardinaggio è nato Scrittrici in giardino. Attraverso le biografie, i carteggi con amici e parenti, le opere di dieci tra le scrittrici più apprezzate dell' ottocento e del novecento, sono entrata nei loro giardini progettati e curati con amore nel corso della loro vita. Ogni capitolo del libro è dedicato ad una scrittrice ed è corredato di fotografie della casa in cui ha abitato e del giardino a cui si è dedicata. Il 'piccolo viaggio' inizia dal giardino francese di Colette: il giardino della sua infanzia, nella campagna della Borgogna disegnata da morbidi sentieri tappezzati di erica violetta. Si entra, poi, nel mondo particolare di Emily Dickinson che ama la natura “che è ciò che noi vediamo”. Ci si perde nelle 'stanze' progettate minuziosamente da Vita Sackville West nella sua tenuta di Sissinghurst. Scrittrice, romanziera e poetessa Vita è famosa per la sua più grande passione: il giardinaggio, è un' esperta giardiniera. Si è accolti nella natura selvaggia e intricata della tenuta in Pomerania, tanto amata da Elisabeth von Arnim, che sente essere il posto perfetto per sè da scrivere: “...qui è stato l'inizio della mia vita reale.” E la casa bianca di Marguerite Yourcenar sull’isola di Mount Desert si disegna tra le frasche mosse dal vento che arriva dal mare, qui lei vive con Grace, la sua compagna; qui lei vive poi, alla morte di Grace, da sola; qui ritorna dopo i suoi viaggi; qui finisce la sua vita. Le aiuole disegnate da Edith Warton nel suo parco-giardino di The mount delimitate da sentieri che si snodano tra le felci e i tassi ci accompagnano nella sua residenza dove scrive: “Le occupazioni di cui non mi stanco mai e che mai mi annoiano sono la scrittura e il giardino...”. Ancora, la campagna francese diventa ospitale, per noi, arrivando a Nohant dove George Sand ha saputo creare un ambiente accogliente per sè ed i suoi amici. Quando “la bruma si alza dalle valli e dalle gole” si delinea la casa bianca di Karen Blixen ed il suo giardino danese, tanto diverso da quello africano, pieno di fiori che lei utilizza per le sue colorate e stravaganti composizioni floreali. E il Mississippi, terra cotta dal sole di cui  Eudora Welty conosce ogni angolo, ci accoglie. Chestina, sua madre, le ha trasmesso l'amore per il giardino che per lei è luogo rasserenante di pace e tranquillità. E' Jane Austen che ci saluta dalla sua dimora di Chawton Cottage dove, seduta al suo piccolo scrittoio di noce, scrive davanti alle aiuole fiorite del suo giardino e gode di tutto ciò che la circonda.

Come scrivo nella presentazione del libro è stato davvero molto piacevole e particolare questo viaggio che mi ha permesso di scoprire aspetti nuovi e diversi di scrittrici che avevo conosciuto solo attraverso la lettura delle loro opere più famose. E' stato come spiarle nei loro momenti più privati, ai più sconosciuti, e questo mi ha regalato il piacere di sentirle più vicine. Sono entrata nei loro giardini ed ho respirato i profumi che anche loro respiravano, catturata dalle forme e dai colori che loro avevano scelto con amore.

Commenti