[Recensione] Città senza eroi di Roberto Gerilli e Giacomo Bernini

Ri-eccoci a parlare di un nuovo libro. Un libro molto particolare, sinceramente non mi aspettavo minimamente di leggere una trama così diversa. Anche se, ci ho messo un pò di giorni, il libro non risulta affatto pesante, anzi è intrigato e scritto molto bene.

Naturalmente, la prima cosa che attira è la copertina, grintosa come nessun altra. Il romanzo si rifà a più personaggi che si mescolano e vengono delineati in maniera fantasy-moderna-eroica dagli autori. Una città corrotta che si incespica e ormai è alla deriva. Strani personaggi come piccoli elfi malefici o troll.

Tra gli sterili confini delle Wasteland, le fatiscenti baracche della periferia e i futuristici grattacieli del centro, si intersecano le insidiose vicende di esseri umani ed esseri fantastici costretti a condividere le loro vane esistenze in una Città dilaniata dall’odio e dal razzismo. Gli Uomini, favoriti dalla Legge, abusano della tecnologia per dominare gli altri esseri che, relegati nei bassifondi, sono marchiati come Inumani e perseguono, a loro volta, i più spregevoli scopi fomentando un clima di violenza e paura.Armi, poteri extrasensoriali e ogni sorta di magia sono benvenuti e accettati laddove le speranze lasciano il posto alla più cupa rappresentanza della morte, perché in un luogo dominato dalle Leggi, sembra non esserci spazio per alcuna moralità.

Le parole suggestive e moderne che si susseguono in un mix di pulp e thriller fanno tremare ogni singolo osso, la naturale invenzione di personaggi fuori dal comune lo rendono un romanzo unico e surreale. Lo scritto è fluido, strutturato in maniera consona e veloce. Un impatto forte e graduale durante la lettura ci riporta in storie che si intrecciano, storie di personaggi particolari. Una scrittura, a due mani, davvero magistrale e spostata dal mondo che conosciamo. Ho adorato i personaggi in quel mondo corrotto, le lotte di potere, l'azione che si è venuta a creare. Un susseguirsi di storie che vengono ricoleggate di passo in passo ogni volta. Città senza eroi è una sorta di labirinto, ove uscirne è difficile ma rilassarsi è possibile. Buona Lettura.



Commenti