Lettura: meglio su libro, tablet o e-reader?

Che la lettura sia importante lo sanno tutti, ma come farlo? A prescindere dal mezzo, direte voi, l’importante è leggere. Su questo sono d’accordo, ma oggi voglio approfondire il tema del medium: carta o non carta? L’interrogativo che vi pongo non si limita solo alla distinzione della lettura di un libro su carta o su un dispositivo tecnologico, ma anche alle differenze tra questi ultimi. Grazie alle nuove tecnologie, infatti, oggi possiamo contare su diversi sistemi adatti alla lettura: i più comuni sono i tablet e gli e-reader. Ora vedremo nel dettaglio quali sono i pro e i contro di leggere su ognuno di questi supporti, partendo proprio dalla cara e vecchia carta.

Il libro: pro e contro

Non c’è ombra di dubbio sul fatto che il libro sia il supporto più classico per leggere: la possibilità di maneggiarlo comodamente e di sfogliare le pagine non ha paragoni nel mondo digitale. Un libro stampato è poi un oggetto che può essere conservato nella propria libreria e consultato in ogni momento. Un patrimonio culturale tangibile destinato a durare per decenni, se non addirittura per secoli, tramandato di generazione in generazione fin dai tempi più antichi. I collezionisti di libri o gli amanti delle librerie difficilmente rinunceranno al piacere di avere un bel libro tra le mani. C’è anche da dire, però, che anche il buon vecchio libro presenta alcuni difetti: in tempi di consumo sostenibile lo spreco di carta che comporta la stampa di libri in serie è un problema da prendere in seria considerazione. In secondo luogo, parlando più praticamente, bisogna considerare che si tratta di un peso notevole da portarsi dietro, soprattutto quando si viaggia.

Tablet e iPad: pro e contro

I tablet sono dispositivi particolarmente duttili e versatili: funzionano come dei veri e propri laptop con una specifica modalità per la lettura. Il loro principale vantaggio consiste proprio nell’essere tutto-fare: basta un semplice tocco per passare dalla navigazione online alla lettura del proprio libro preferito. Fra i modelli migliori e più adatti alla lettura, ci sono l’Amazon Fire, ovviamente l’iPad e anche lo ZenPad della ASUS. Un aspetto negativo è il costo, che spesso rende questi tablet poco accessibili ai più. Al giorno d’oggi, però, molti operatori hanno lanciato diverse offerte per acquistare iPad e tablet in abbonamento a prezzi sostenibili. Di contro, bisogna dire che questi dispositivi così dinamici hanno un display meno adatto alla lettura rispetto agli e-reader, che hanno il vantaggio di essere anche più economici.

E-reader: pro e contro

Gli e-reader vengono realizzati appositamente con una tecnologia detta “e-ink”: il display è programmato esattamente per andare incontro alle esigenze di lettura, replicando la sensazione visiva del getto dell’inchiostro su carta. Questo perché tali dispositivi sono pensati solo ed esclusivamente per la lettura, a differenza dei tablet. Fra l’altro, gli e-reader posseggono spesso il modulo di collegamento wifi e una memoria di storage molto ampia: dunque permettono di salvare centinaia di libri in formato elettronico. L’unico svantaggio è per l’appunto la loro scarsa versatilità: a parte la lettura, consentono di fare poco altro.

Avete visto che ogni mezzo ha degli aspetti positivi e negativi. Come fare a scegliere? Dipende in ultimo dalle vostre esigenze e preferenze personali. E ricordatevi che naturalmente questi metodi di lettura possono essere anche combinati fra loro: non ci dev’essere per forza un conflitto, ci può essere anche una coesistenza. 

Commenti