L'apostrofo nel bicchiere di Chiara Natalie Focacci

Oggi una bellissima recensione!
Parliamo di un piccolo libro meraviglioso.
Mi ha riportato, a tratti, nel favoloso mondo di Amélie.

Una storia dolorosa quella di Frida che cerca di superare il suo dolore attraverso piccoli gesti. Riverniciare una bicicletta per espiare il dolore. Fare visita al suo anziano vicino e sognare. Questi sono i passi che compie lungo il percorso della rinascita.
Poi c'è Enrico con la sua storia d'amore spezzata, che non riesce a superare i ricordi. Vorrebbe ma non si sbilancia, non si butta davvero. Fin quando...

Bello intenso, pregno di sensazioni piccole e gentili. La scrittura leggera e fluida, l'ambientazione calda e accogliente ti fanno amare questo racconto. L'ho adorato fin da subito. Piccoli gesti che conducono alla felicità. Un passo alla volta, si può superare il dolore. Un passo alla volta.

Commenti

Post popolari in questo blog

Miss Scarlet e The Duke, una nuova serie TV

La leggenda dell'Uomo Nero

[Giveaway Tris di Libri] Trent'anni e li dimostro - Niente è come te - Se ho paura prendimi per mano