[Movie Review] Carrie Pilby

Buona giornata cari lettori! Oggi voglio consigliarvi un film che ho rivisto in questi giorni, grazie Netflix! Si tratta di una pellicola tratta da un romanzo.

Carrie Pilby, racconta ovviamente la storia di Carrie, diciannovenne inglese dotata di un quoziente intellettivo decisamente oltre la media che vive a New York. La sua spiccata intelligenza l'ha portata ad essere già laureata ma allo stesso tempo a sentirsi inadatta alla vita per come la vivono gli altri. Carrie è una disadattata in effetti, ha difficoltà a fare amicizia, non esce mai, vive sola e non ha amici. Tutto inizia a cambiare quando il suo psicologo la spinge a uscire fuori dal guscio, ad aprirsi al mondo e a cercare di raggiungere qualche piccolo obiettivo.

Carrie ci prova, inizia a lavorare, si trova degli amici strambi, va ad un appuntamento al buio e compra due pesciolini rossi. Grazie a quella lista di obiettivi, Carrie pian piano scopre di essere capace di rapportarsi agli altri e si prende qualche piccola rivincita.

Ho visto questo film qualche anno fa e ultimamente ho scoperto che è stato aggiunto al catalogo Netflix, quindi ho deciso di riguardarlo. Avevo dimenticato quanto mi fosse piaciuto! Carrie Pilby è una pellicola deliziosa, divertente, profondamente ironica ma allo stesso tempo anche molto attuale. 

Carrie è una protagonista che a tratti potrebbe risultare antipatica, saccente, ma in realtà è solo una ragazza molto sola. Il film segue le vicende ambientate tra il giorno del Ringraziamento e Capodanno. Questo è il termine che Carrie deve rispettare per spuntare tutte le voci della sua lista. A fare da sfondo alle avventure di Carrie c'è New York, sempre bellissima e affascinante, davvero magica in questa pellicola. 

Mi piace tantissimo il taglio che è stato dato alla storia, il continuo alternarsi tra presente e passato, che ci viene raccontato attraverso vari flashback. A interpretare Carrie c'è Bel Powley, che si rivela azzeccatissima per il ruolo e dà vita ad una Carrie perfetta e molto reale. Insieme a lei troviamo anche William Moseley, Gabriel Byrne e Colin O'Donoghue.

La storia è semplice ma allo stesso tempo molto profonda. Si toccano temi importanti ma lo si fa con leggerezza e ironia. Se volete passare una serata piacevole ve lo consiglio, vi assicuro che vi divertirà e vi farà riflettere. Perchè in fondo, a parte il quoziente intellettivo da record, tutti noi siamo stati almeno una volta Carrie Pilby!


Buona visione!

Commenti

Supporter :