[IV Tappa BlogTour] La cercatrice di corallo di Vanessa Roggeri

Il libro

Achille e Regina si incontrano per la prima volta nell’estate del 1919, di fronte alle acque spumeggianti di una Sardegna magica. Regina dona ad Achille un rametto di corallo rosso come il fuoco, il più prezioso, con la promessa che gli porterà fortuna.Anni dopo, quella bambina è diventata una delle più abili cercatrici di corallo; quando si tuffa da Medusa, il peschereccio di suo padre, neanche l’onda più alta e minacciosa la spaventa. Lei è come una creatura dei mari ed è talmente libera da non avere mai conosciuto legami. Finché, un giorno, la sua strada si incrocia di nuovo con quella di Achille: nel viso di un uomo ritrova gli occhi del ragazzino di un tempo.A travolgerli non è solo un sentimento folle, ma anche un passato indelebile. Le loro famiglie, infatti, sono legate a doppio filo da rancori e vendette ed è in corso una guerra senza ritorno.Spesso non basta l’amore per cambiare un destino che sembra già scritto. Ma l’unico modo di scoprirlo è provarci, fino all’ultimo. Vanessa Roggeri ci racconta una terra densa di tradizioni con una scrittura traboccante della forza e della determinazione di chi in quell’isola ci è nato. Il ritorno di un’autrice che con le sue storie di passioni ha emozionato migliaia di lettrici.

L'autrice

Vanessa Roggeri è nata e cresciuta a Cagliari, dove si è laureata in Relazioni Internazionali. La sua passione per la scrittura è nata grazie alla nonna che le raccontava favole e leggende sarde. Ha pubblicato Il cuore selvatico del ginepro (2013) e Fiore di fulmine (2015).

Sardegna: Terra di tradizioni antiche

Il nuovo romanzo di Vanessa Roggeri è sempre ambientato nella meravigliosa Sardegna, una terra ricca di storia e tradizione. Stavolta al centro del racconto troviamo il mare e sopratutto il Corallo...

Risultati immagini per corallo sardegnaLa Sardegna vanta una lunghissima tradizione legata alla lavorazione del corallo, il prezioso oro del mare, legata specialmente alla città di Alghero. La tradizione legata alla pesca ed alla lavorazione del corallo nella zona di Alghero risale ad un'epoca antichissima. Si dice, infatti, che già all'epoca dell'antica Roma, e forse anche prima, questo splendido tesoro del mare fosse utilizzato per realizzare monili ed oggetti ornamentali. Nel corso del tempo il suo ruolo nella cultura e nel folklore locale divenne sempre più rilevante, al punto che in diverse zone della Sardegna, oltre ad assumere significati augurali e scaramantici, veniva utilizzato come parametro, assieme alla filigrana dei bottoni d'oro, per misurare il valore e la ricchezza dei costumi popolari delle donne, adornati proprio di collane di corallo. Con il passare dei secoli le lavorazioni divennero sempre più elaborate e preziose dando vita a vere e proprie opere d'arte e a una radicata tradizione artigianale che perdura ancora oggi.

La storia di Alghero è sempre stata legata all' oro rosso del Mediterraneo: quando nel 1355 il re Pietro IV concesse alla città sarda lo stemma civico, volle che vi fosse rappresentato un ramo di corallo che emerge dalle onde del mare.

Risultati immagini per corallo sardegnaLe leggende riguardanti il corallo sono varie e numerose, io sono rimasta affascinata dall'antica leggenda greca secondo cui all’eroe Perseo venne affidato il compito di tagliare la testa di Medusa, una delle tre Gorgoni, figure terrificanti della mitologia antica, descritte con le ali, con una capigliatura fatta di serpenti e con zanne che sporgono dalla bocca. Medusa, l’unica mortale delle tre sorelle, aveva il potere di pietrificare tutti coloro che osavano guardarla. Gli dei accorsero alloro in aiuto di Perseo donandogli uno scudo lucente come uno specchio, un elmo che rendeva invisibile e una spada di diamante. Così armato Perseo si recò alla dimora di Medusa e grazie  allo scudo che lo protesse dallo sguardo fatale di Medusa, con un fendente della spada di diamanti, tagliò la testa del mostro il cui sangue finì in mare e trasformò i ramoscelli delle piante marine nel prezioso corallo.


Qui sotto trovate il calendario con il riepilogo delle Tappe:

Spero che la nostra tappa vi sia piaciuta! Alla prossima!


Commenti