Un fantasy in cui uomini, esseri mitologici e magici convivono

Prima del cataclisma, il mondo era governato dagli uomini ma poi qualcosa è cambiato, a governare l’intero mondo sono i mehurer degli esseri umani magici, il potere è nelle mani delle Faeregine,da ormai tremila anni.

Donne temute perché possessori delle antiche magie ma con il trascorrere degli anni i loro poteri si sono affievoliti, tanto è che il loro potere di governare sembra quasi svanito. La sorte dell’Impero viene affidato alla piccola Hazel, terza discendente in linea diretta e l’unica diversa dalle sorelle, il suo aspetto non ha nulla di regale ma lei possiede ciò che le altre non hanno, nelle sue mani scorre l’antica magia.

In Impyrium ci troviamo catapultati in un fantasy in cui uomini, esseri mitologici e magici convivono in un ambiente in cui le donne ne fanno da padrone. Una sorta di riscatto del sesso debole, e proprio Hazel mostrerà al mondo che nonostante tutti la giudicano per il suo aspetto, lei ha carattere, insieme ad Hob, un ragazzo comune che non ha poteri magici, solo intelligenza e umiltà, si troveranno ad affrontare esseri mitologici.

Un fitto alone di mistero caratterizza questo bellissimo fantasy che ci lascia con un finale sospeso tra dubbi e mezze verità ma il seguito arriverà presto…

Commenti