Scopriamo il vero volto delle fiabe

Buongiorno lettori. 
Buon martedì e buon inizio settimana.
Questa settimana ho letto un libro abbastanza curioso...

"Quali sono le origini delle fiabe che abbiamo ascoltato da bambini mentre, sognando ad occhi aperti, fantasticavamo di principi, scarpette di cristallo e gatti parlanti dai poteri magici? In quest'opera si mettono a confronto tre fiabe di Perrault (Cenerentola, La bella addormentata nel bosco e Il gatto con gli stivali) con le loro controparti italiane, quelle di Gianbattista Basile, tratte da "Lo cunto de li cunti". Per scoprire che anche le fiabe in realtà nascondono il loro "lato oscuro"."


Sono sempre stata affascinata dalle fiabe e quando ho visto questo libricino non ho saputo resistere.
E' molto easy.
Vi è una prefazione dove spiega come è strutturato il libro.
Il libro è diviso in due parti: la prima parte che racchiude  tre fiabe di Perrault, e la seconda parte che racchiude le corrispettive fiabe di Basile.


Perrault ha, infatti, tratto ispirazione da Basile per le sue fiabe.
Le fiabe scritte da Perrault però sono molto più delicate, mentre quelle di Basile più crude.

E' interessante vedere il confronto tra le due fiabe, anche se risulta un po' noioso leggere le fiabe di Perrault perchè sono le classiche fiabe che ci leggevano da bambini, conosciute quasi da tutti.

La grafica è molto bella e ricca, anche all'interno del libro.

Ho comprato anche un altro libro di questa casa editrice. 
Sembra interessante. Scriverò presto una recensione!
Alla prossima.



Commenti

Posta un commento