La voce delle cose perdute

Buona giornata cari Lettori! Oggi parliamo di una delle ultime uscite targate Nord Editore.

La voce delle cose perdute racconta la storia del piccolo Walter, un bambino molto particolare che ha difficoltà a parlare. Ormai dodicenne, Walter ha smesso di provare  a comunicare con gli altri, il suo unico amico è il suo labrador Milton, è con lui che vive le sue avventure a New York. Walter vede cose che agli altri sfuggono ed è bravissimo a ritrovare quello che gli altri perdono. Quando il libro di sua madre va perduto, Walter si mette alla ricerca avventurandosi nella città e scoprendo un mondo di persone che come lui si sono chiuse in sè ma che in realtà non hanno mai perso la speranza.

Questo romanzo racconta una storia a tratti drammatica e molto toccante. Walter è un bambino particolare che ha deciso di smettere di parlare per evitare le prese in giro dei coetanei. La storia della sua avventura alla ricerca del libro della madre lo aiuterà a riaprirsi al mondo e a dare una seconda possibilità alle persone che in contra sul suo cammino.

Lo stile dell'autrice è molto scorrevole, fluido ed emozionante. La narrazione segue le scorribande di Walter e Milton per le strade di New York. Mi è piaciuto il modo in cui è strutturato il romanzo, le emozioni e i sentimenti di Walter sono al centro del racconto e ho apprezzato moltissimo i suoi numerosi incontri con i vari personaggi con cui si intreccia la sua storia.

La morale del racconto è quella di non abbandonare mai la speranza, nonostante ci siano momenti tristi e dolorosi, l'amore e la gioia che arrivano quando meno te l'aspetti rendono la vita sempre degna di essere vissuta! Basta avere coraggio! Buona lettura!

"Non c'è motivo di avere paura di smarrirsi: ciò che è perduto sarà ritrovato da chi è abbastanza coraggioso da aprire gli occhi per vedere."

Commenti