[Come la musica. Anche quando era finita, continuava a vivere dentro di te] Il negozio di musica di Rachel Joyce

Buona giornata cari Lettori e buon quasi fine settimana! Oggi parliamo di un romanzo che ha come protagonista principale la musica.

Il negozio di musica racconta la storia di un negozio di dischi a Unity Street, in Inghilterra. Siamo nel 1988 e Frank, il proprietario del negozio, porta avanti la sua attività nonostante la crisi che sta investendo un po' tutte le attività commerciali del posto. Ma Frank ha un dono particolare: lui riesce a capire di che tipo di musica hanno bisogno le persone che entrano nel suo negozio. Frank sembra quasi saper leggere il loro cuore e capire qual è la canzone più adatta al loro stato d'animo.

Un giorno, una misteriosa donna con un cappotto verde sviene davanti al suo negozio. E' così che Ilse Brauchmann farà il suo ingresso nella vita di Frank e del suo negozio. Questa misteriosa donna tedesca spiazza completamente Frank. Infatti sembra essere l'unica persona a cui Frank non riesce ad abbinare una canzone o un vinile. Ilse gli fa una strana richiesta, vuole delle lezioni di musica. Tra segreti inconfessabili, problemi e incomprensioni, la storia di Frank e Ilse li porterà a rivalutare tutto quello che pensavano di conoscere.

Lo stile dell'autrice è molto semplice ma anche ironico e molto dolce. La narrazione di questa storia ha un bel ritmo, ogni capitolo è scandito dalla presenza di una canzone che fa un po' da tema agli avvenimenti che vengono raccontati. Questa è un'idea che ho trovato davvero interessante e che mi ha permesso di leggere avendo come colonna sonora le canzoni dei protagonisti di questo racconto.

Anche l'ambientazione mi è piaciuta moltissimo, l'ho trovata affascinante e ben descritta. Inoltre ho trovato anche i personaggi di questa storia ben caratterizzati e sopratutto molto particolari e diversi tra loro. Frank e Ilse sono sicuramente i due personaggi più riusciti e devo ammettere che li ho trovati semplicemente fantastici.

Ma la vera protagonista di questo romanzo è sicuramente la musica. La musica che ci unisce, che ci aiuta a sopportare la tristezza di alcune giornate; la musica che ci aiuta ad andare avanti, a rinascere, a innamorarci e a lasciarci andare. Il romanzo infatti è una sorta di ode al potere curativo della musica. Questo è sicuramente l'elemento che ho amato di più di questo racconto. Questa storia, ambientata tra passato e presente, ci ricorda quanto è importante aprire il nostro cuore agli altri. Buona lettura! 

"Come la musica. Anche quando era finita, continuava a vivere dentro di te."

Commenti